tiziana.rambelli

tiziana.rambelli

Le due mostre sulla robotica, allestite nell'ospedale di Forli', oggetto del servizio in onda il 16 novembre, alle 19 e alle 20,30 su Teleromagna e scaricabile da qui https://www.teleromagna24.it/attualit%C3%A0/forli-chirurgia-robotica-allospedale-un-riferimento-per-lintera-regione-video/2017/11

Dopo il successo del Primo Congresso Nazionale - Chirurgia robotica: modelli organizzativi e sostenibilità", organizzato  in occasione dalla ricorrenza del decennale della chirurgia robotica forlivese, l 'ospedale Morgagni - Pierantoni di Forlì presenta due interessantissime mostre sulla robotica, allestite nell'atrio del Padiglione Morgagni e aperte al pubblico. 

La prima esposizione, che resterà visitabile fino al periodo natalizio, racconta, con immagini e testi, la storia dei primi dieci anni della robotica chirurgica a Forlì, illustrata con i volti di chi, in questo periodo, ha contribuito a fare dell'esperienza robotica forlivese un modello studiato anche da moltissime delegazioni straniere. Ricordiamo che il  robot Da Vinci forlivese viene utilizzato in tutte le discipline chirurgiche del nosocomio forlivese. La Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì fece una prima donazione nel 2006  all’allora Ausl di Forlì, acquistando il sistema robotico Da Vinci IS 2000 e successivamente, nel 2012, acquisendo  il nuovo robot chirurgico Da Vinci IS 3000. Il secondo importante acquisto venne fatto per consentire, al nosocomio e ai suoi professionisti, di rimanere sempre all’avanguardia in quest’ambito di cura e di ricerca. Fortemente significativi  i dati di attività robotica registrati dall'ospedale di Forlì : 1606 interventi  suddivisi in  ben sette  discipline chirurgiche .

La seconda esposizione, tredici bellissimi pannelli di foto e testi, documenta invece la storia di tutta la robotica, dagli automi meccanici del terzo secolo avanti Cristo al robot Da Vinci di ultima generazione. La mostra resterà visibile al pubblico nell'atrio dell'ospedale fino al primo dicembre 2017.

Primo Congresso Nazionale

"Chirurgia Robotica: modelli organizzativi e sostenibilità"

Forlì, 10 - 11 Novembre 2017 

 

 

Sala M. Pieratelli, Padiglione Morgagni -Ospedale G.B. Morgagni - L. Pierantoni

Per festeggiare i primi dieci anni di robotica all'ospedale di Forlì verrà allestita anche una mostra fotografica

 Il titolo dell'iniziativa, "Primo Congresso Nazionale - Chirurgia robotica: modelli organizzativi e sostenibilità", che si terrà nell'ospedale Morgagni - Pierantoni di Forlì il 10 e 11 novembre,  trae origine dalla ricorrenza del decennale della chirurgia robotica a Forlì.  

La Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì fece una prima donazione, nel 2006, all’allora Ausl di Forlì, acquistando il sistema robotico Da Vinci IS 2000 e successivamente, nel 2012, acquisendoil nuovo robot chirurgico Da Vinci IS 3000. Il secondo importante acquisto venne fatto per consentire, al nosocomio e ai suoi professionisti, di rimanere sempre all’avanguardia in quest’ambito di cura e di ricerca. Fortemente significativi  i dati di attività robotica registrati dall'ospedale di Forlì e suddivisi in  ben sette  discipline chirurgiche:Periodo attività         Specialità                                             N° interventi        
2008-2017               O.R.L.                                                        503    
2008-2017              CHIRURGIA TORACICA                        127        
2010-2017              CHIRURGIA BARIATRICA                     89        
2007-2017              GEM                                                            459        
2011-2016              TOA                                                               48        
2013-2017             GINECOLOGIA                                            73        
2008-2017             UROLOGIA                                                307   

     
Totale           1606
 

"I congressi sulla chirurgia robotica hanno sempre avuto  un’impronta  prevalentemente chirurgica/tecnica. Manca pertanto, nel panorama congressuale, un momento di periodica riflessione sui temi della programmazione e dell’organizzazione dell’attività robotica. Lo scopo di questo convegno è proprio quello di poter dare, a chi inizia questa strada di alta tecnologia, non indicazioni assolute di preminenza di una modalità organizzativa sull’altra, ma gli strumenti per scegliere e valutare il momento ed il modo più adatto di utilizzo dell’attività robotica, in funzione della propria realtà. E’ importante rivalutare, fra medici e manager, che stanno vivendo in prima persona l’esperienza robotica, i punti critici di un’attività che non ha al momento analogie con l’esperienza quotidiana di programmazione ed organizzazione dell’attività di un’azienda sanitaria. L’iniziativa rappresenta un appuntamento unico nel suo genere e desidera fornire agli addetti ai lavori un periodico punto di incontro per un aggiornamento sulle problematiche organizzative, sulle modalità di valutazione e sulle proposte di miglioramento."  (la Segreteria Scientifica)

In occasione del decennale, durante il congresso, presso l'atrio  del Padiglione Morgagni, verrà inaugurata anche  la mostra fotografica "Storia del robot Da Vinci dal 2007 ad oggi a Forlì" che rappresenta  i team che hanno utilizzato, sviluppato e insegnato robotica in questi anni.

 
 
 
Nuova delegazione di medici stranieri oggi in ospedale a Forlì, ospite della Unità Operativa di Otorinolaringoiatria, diretta dal professor Claudio Vicini.
 
Cinque chirurghi otorinolaringoiatri sono  arrivati dalla lontana Singapore nel nosocomio forlivese per apprendere, dal vivo,  le tecniche robotiche del trattamento dei disturbi respiratori del sonno e TORS  con l'utilizzo del robot "Da Vinci". Chirurghi ricercatori e docenti universitari, già molto conosciuti nel proprio Paese
Ci sono la dottoressa Sue Rene Soon, Ng Teng Fong  del General Hospital, Jurong Medical Center, Member of the National University Health System di Singapore, che si tratterà per tre mesi a Forlì e che è stata inviata direttamente dalla sua Università all'ospedale forlivese. Ci sono poi il dottor Lau Hung Tuan, Consultant Associate e chirurgo otorino presso l' Ospedale di Singapore e il dottor Thong Kim Thye Mark , Senior Consultant del Dipartimento di Otorinolaringoiatria dell'Ospedale Universitario di Singapore, il dottor Ong Yew Kwang, Senior Consultant  e Assistant Professor presso la Yong Loo Lin School of Medicine di Singapore.  Infine il dottor Magherra Ranjit Gabriel chirurgo presso il  Ng Teng Fong General Hospital e Jurong Medical Center di Singapore e Senior Consultant ENT nel Jurong Health Campus. Il dottor Maghera ha una vasta esperienza internazionale nella chirurgia testa- collo e nella tiroide.
 
Per quanto riguarda l’Osas, l’incidenza, a Singapore è del 15-20%, e il percorso proposto al paziente è simile a quello forlivese, con valutazione clinica e polisonnografia, sleep-endoscopy in casi selezionati e opzione chirurgica per quanti non intendono ricorrere alla ventilazione meccanica (CPAP).
 

 

Presentato alla trasmissione Salute Informa, su Videoregione, il trailer della docufiction su Morgagni realizzata dal regista Cristiano Barbarossa e l' opuscolo di presentazione del volume su G.Battista Morgagni, a cura del dottor Giancarlo Cerasoli. 

La docufiction e' stata realizzata con il contributo dell' Istituto Oncologico Romagnolo, Formula Servizi, Daniele Versari di Estados Cafe'.

Ad illustrare in studio questi due progetti del gruppo Ausl Romagna Cultura, la dottoressa Tiziana Rambelli

La puntata, condotta dal dottor Saverio Ruggeri, andra' in onda su Videoregione, canale 12, mercoledi 8 novembre alle ore 18 e giovedi' 9 novembre alle 7,30. Su Videoregione, Canale 112 mercoledi 8 novembre alle 2230, giovedi' 9 novembre alle ore 9.

 

La rivista ufficiale dell' Universita' di Bologna parla della convenzione tra Ausl Cultura e Dipartimento dei Beni Culturali http://www.magazine.unibo.it/archivio/2017/10/25/la-cura-della-cultura-un-accordo-tra-beni-culturali-e-ausl-romagna

La convenzione tra Università  degli Studi di Bologna (Dipartimento dei Beni Culturali di Ravenna) e Ausl Romagna Cultura per attività culturali e  di ricerca e' stata deliberata due mesi fa

Il Dipartimento dei Beni Culturali dell'Università di Bologna - sede di Ravenna promuove la ricerca e la formazione superiore sui Beni Culturali.Lo studio e la ricerca sui Beni Culturali rappresenta oggi una imprescindibile occasione di sviluppo. L'ambito dei 'beni culturali' comprende  oggetti, monumenti, opere d’arte, libri, archivi e manufatti d’interesse archeologico e storico ma anche tradizioni, culture, diritti dell’uomo e dell’ambiente. S'impone quindi un approccio multidisciplinare in cui i saperi umanistici e sociali si collegano a quelli tecnico-scientifici allo scopo di interpretare criticamente lo statuto complesso e mutevole di un patrimonio complesso e articolato, una sfida necessaria della contemporaneità. Il Dipartimento di Ravenna è stato pochi mesi fa sede del quarto convegno annuale della International Federation for Public History (IFPH-FIHP) e del PRIMO convegno della AIPH, l’Associazione Italiana di Public History.

Il gruppo Ausl Romagna Cultura, costituito nel febbraio 2016 con delibera del direttore generale, ha come obiettivi la valorizzazione del patrimonio artistico, documentale e archivistico dell’AUSL Romagna, la diffusione della conoscenza delle figure dei grandi medici della Romagna, la realizzazione di iniziative di divulgazione scientifica e culturale dell’AUSL Romagna in collaborazione con enti e associazioni, nonché la promozione di progetti culturali in collaborazione con Università ed altri Enti. È suddiviso in tre aree: Storia della medicina, grandi medici romagnoli e divulgazione scientifica (coordinata dal dottor Stefano De Carolis),Patrimonio storico-artistico-archivistico AUSL della Romagna (coordinato dalla dott.ssa Sonia Muzzarelli) e Comunicazione (coordinato dalla dott.ssa Tiziana Rambelli). Nel suo "primo anno di vita" il gruppo Cultura ha già realizzato numerose iniziative in tutti comuni della Romagna (tra le quali il progetto di comunicazione sul noto anatomopatologo forlivese“G.B Morgagni”) ha organizzato visite guidate, attivato collaborazioni e progetti.

 
 

Uno dei pionieri della chirurgia robotica oggi all’ospedale di Forlì.

Il professor Bert W. O'Malley, Jr. , Direttore del Dipartimento di Otorinolaringoiatria della PENN University di Philadelphia (USA) è intervenuto come relatore all'incontro di aggiornamento organizzato dal Dipartimento Testa- Collo, diretto dal prof.Claudio Vicini e ha ascoltato, con grande attenzione, le esperienze dei tanti giovani fellows e tirocinanti, stranieri e italiani che, durante tutto l’anno, arrivano all’ospedale di Forlì per apprendere le tecniche di chirurgia robotica in questo settore specifico.

 Riconosciuto come uno dei due inventori della tecnica  di Chirurgia transorale robotica è il chirurgo con la maggior casistica al mondo in tale settore (circa duemila interventi). È direttore del programma di ricerca sul cancro della testa e del collo, co-direttore del Centro per il cancro della testa e del collo e co-direttore del Centro per la chirurgia della base cranica della PENN.

“Abbiamo conosciuto il prof. O’Malley – spiega il prof. Claudio Vicini – a seguito di una ricerca su Internet. Nel 2007, dopo la donazione del robot chirurgico Da Vinci all’ospedale da parte della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, stavamo cercando notizie e contributi sulla formazione robotica, quando ci siamo imbattuti nell’anteprima di un volume sulla chirurgia robotica transorale, a cura di Gregory Weinstein e Bert W. O’Malley.”

“A questo punto - prosegue – abbiamo deciso di incontrare il prof.Weinstein e abbiamo concordato un nostro percorso formativo a Philadelphia. Com’è noto, a Forlì ci occupiamo da anni di trattamento delle apnee e così decidemmo di provare ad applicare la robotica a tale settore, ancora inesplorato. Il risultato fu che il team forlivese divenne il primo al mondo ad effettuare un intervento robotico su una sindrome ostruttiva del sonno e che questo lavoro venne descritto in un capitolo del volume di cui avevamo visto l’anteprima e che poi venne pubblicato »

Attività Robotica in Otorinolaringoiatria a Forlì (équipe chirurgica: Prof. Claudio Vicini, Dr. Filippo Montevecchi)

"L’Unità operativa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale Morgagni – Pierantoni di Forlì, diretta dal professor Claudio Vicini, è la prima al mondo ad aver applicato la chirurgia robotica alla cura del paziente con apnee ostruttive in sonno (OSAS), intervenendo sulla base della lingua. Nella chirurgia del distretto testa e collo la robotica rappresenta la tecnologia più sofisticata e moderna. Il suo più grande vantaggio è la possibilità di evitare approcci chirurgici invasivi (trans mandibolari/transcervicali) nelle neoplasie e nelle recidive dell’orofaringe che hanno un elevato tasso di complicanze post-operatorie e cicatrici deturpanti.

Dal 2008 ad oggi sono stati effettuati 503 interventi, di cui:

278 interventi pazienti OSAS

117 interventi in pazienti oncologici

108 altri interventi

Le collaborazioni scientifiche più importanti sono con : l’Università di Filadelfia (USA) (Prof. Weinstein ed O’Malley) per lo studio delle apnee notturne e dei carcinomi orofaringei; l’Universita del Michigan (USA) (Prof. Paul Hoff) per lo studio delle apnee notturne e con la quale è stato pubblicato un libro della Springer; il Florida Hospital Nicholson Center (USA) (Prof. Scott Magnuson).

Dal 2010 ad oggi sono stati pubblicati 25 articoli scientifici citati su PUB MED, 6 capitoli su libri internazionali di chirurgia robotica, altre 40 pubblicazioni inerenti relazioni ufficiali di congressi nazionali ed internazionali.

Lo staff forlivese ha partecipato, come relatore, a 153 congressi nazionali ed internazionali, compreso l’ American Academy of Otolaryngology, fa parte del gruppo di tutor europei per l’insegnamento della chirurgia robotica. Inoltre si è recato presso diverse strutture ospedaliere nazionali ed internazionali per dare avvio al programma di chirurgia robotica (Zurigo, San Paolo, Newcastle, Doha Qatar, Milano San Pio X, Roma San Giovanni, Napoli Monaldi, San Giovanni Rotondo, Singapore, Mumbai, Istambul, Bassano del Grappa, Pescara, Nuoro, Cagliari )Dal 2010 è in atto una collaborazione con l’Hamad Hospital di Doha, Qatar, dove sono stati eseguiti 5 interventi robotici in collaborazione con i medici locali e 2 corsi di chirurgia robotica, i primi in medio-oriente.Sono già oltre 100 i medici, provenienti da 25 nazioni diverse, che sono venuti all’Ospedale di Forlì per apprendere la tecnica robotic dal team degli otorini forlivesi."

Il dottor Fabio Tarantino, responsabile della UOS Emodinamica-Laboratorio Provinciale Forlì-Cesena, inserita nel Dipartimento Cardiovascolare dell'AUSL della Romagna, è stato nuovamente nominato ai vertici  della Società Italiana di Cardiologia Invasiva (SICI-GISE), nel Consiglio Direttivo Nazionale.

 

La notizia è stata data al  38° Congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia Invasiva (SICI-GISE), che si è concluso in questi giorni con un bilancio estremamente positivo in termini di partecipazione e di livello scientifico.

Sicuramente questo congresso ci ha dato una grande soddisfazione – commenta il dottor Fabio Tarantino-. Speriamo che questi intensi giorni di lavori scientifici ci possano aiutare ad amplificare e diffondere il messaggio che la cardiologia interventistica deve puntare in alto, deve riscoprire il piacere di sentirsi importante ai fini del risultato e, per attuarlo, deve innanzitutto cambiare”.

Il nuovo Consiglio Direttivo, che sarà in carica i prossimi due anni, ha visto la conferma, oltre a Fabio Tarantino,  di Alessio La Manna (Catania), Ugo Limbruno (Grosseto) e Ciro Mauro (Napoli), mentre i nuovi eletti sono Battistina Castiglioni (Varese), Stefano Rigattieri (Roma) e Giuseppe Tarantini (Padova).

Con il patrocinio di Comune di Forlì, Castrocaro Terme- Terra del Sole, Ausl Romagna e Uisp sport per tutti

 

"Fuga Forrest 2017. Competitivi per beneficenza"

Quest’anno si corre per acquistare arredamenti per la Pediatria di Forlì!

(Terra del Sole, 22 ottobre)

 

 

Per il terzo anno consecutivo l'Associazione podistica Corri Forrest di Forlì organizza, per domenica 22 ottobre, a Terra del Sole, la "Fuga Forrest"  a favore dell'Unità Operativa di Pediatria di Forlì, diretta dal dottor Enrico Valletta.

“Da sempre - spiegano i soci -la Corri Forrest è una società fortemente vicina alle tematiche sociali e all’attività di beneficenza. L’esperienza della Tirreno Adriatico Running ha rafforzato questa sensibilità portandoci, nel 2016, ad organizzare una gara podistica “tutta nostra” impostandola come un vero e proprio evento a sfondo benefico. Il 23 ottobre 20116 nasce così la Fuga Forrest ’16, gara ludico motoria per la raccolta fondi pro reparto di pediatria dell’ospedale Pierantoni di Forlì. La gara si è svolta interamente nel Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole e, grazie a spettacoli e iniziative correlate all’evento, siamo riusciti a raccogliere circa 900 iscritti e 5700 €, interamente utilizzati per l’acquisto da parte della nostra società di materiale ludico e medico per il reparto. La giornata ha dimostrato il lato umano dell’intero paese, che è sceso in piazza chi come partecipante, chi come volontario e una piacevole sorpresa sono stati i partecipanti fuori comune che hanno apprezzato e amato la bellezza della cittadella e delle colline castrocaresi.”

“Oggi - proseguono -siamo pronti ad organizzare la seconda edizione della Fuga Forrest con l’intento di donare l’intero incasso nuovamente alla pediatria di Forlì per poter finanziare l’acquisto di arredamento per il nuovo reparto. La camminata ludico-motoria sarà caratterizzata da tre percorsi cioè 13 km 7,5 km e 2,8 km: i primi due percorsi per corridori e camminatori mentre i 2,8 km saranno prettamente orientati ai bambini. La gara è un evento podistico non competitivo e per questo motivo non saranno stilate classifiche: l’obiettivo è la beneficenza e non il risultato sportivo. A tutti i partecipanti regolarmente iscritti sarà consegnato un premio di partecipazione. Anche questa edizione avrà come ‘fondamenta’ i gruppi di volontariato, i singoli volontari del Comune termale e tanti altri....”

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

 

2a Edizione della “FUGAFORREST RUNNIG”, Domenica 22 ottobre 2017, Terra del Sole, FC

Ore 8:00 Apertura Iscrizioni c/o i banchi che troverete nella corte interna di Palazzo Pretorio

 

Ore 8:00 Apertura Lotteria (Prodotti esposti nella corte interna di Palazzo Pretorio) il cui ricavato sarà totalmente devoluto al Reparto di Pediatria dell'Ospedale Morgagni -Pierantoni di Forlì

 

Ore 8:00 Apertura stand Salomon, Technofisio in collaborazione con Green Gym e Liferunner per dimostrazioni di prove di biomeccanica , Farmacia San Martino+KeForma, Scuola Podistica RUNNER FIT riscaldamento generale, stretching preparazione per gara, per una corsa consapevole, VIP CLOWN che allieteranno gli intervenuti (Stand sopra piazza e all'interno di Palazzo Pretorio)

Ore 9:10 - Spettacoli del gruppo sbandieratori musici e uomini D’Arme impegnati in duelli di scherma antica

 

Ore 9:30 – al colpo d'archibugio, partenza ufficiale della corsa 13km e 7km, di seguito camminatori e nordic walkers

Ore 9:35 - Partenza Visita Guidata per la cittadella in compagnia della Guida Turistica Professionale Lisa Rodi. La visita della durata di circa un'ora, sarà ad offerta libera ed il ricavato totalmente devoluto al Reparto di Pediatria dell'Ospedale Morgagni -Pierantoni di Forlì.

 

Ore 9:35 - Spettacolo per più piccoli a cura di Mago Millionaire

Ore 10:00 - Partenza percorso di 2,8 km per famiglie

IMPORTANTE

I servizi di sicurezza stradale saranno attivi dalle ore 8:00 e rimarranno tali fino all'arrivo dell'ultimo podista o camminatore. Godetevi il paesaggio, la giornata ma soprattutto la festa, non abbiate fretta, vi aspetteremo tutti a Palazzo Pretorio per il grande ristoro finale gentilmente offerto dal Gruppo del Fuoco di Terra del Sole!

FugaForrest Running 2017, competitivi nella beneficenza.

 

Per informazioni :http://www.corriforrest.com/fuga-forrest/.

NEGOZI CONVENZIONATI PER PRE-ISCRIZIONI (disponibili dal 10.09.17)

Gimelli Sport
Via Vittorio Veneto, 98 – 47122 Forlì (FC) – tel.0543-33627

Vilpas Calzificio
Via Sacco e Vanetti, 50 – 47011 Castrocaro Terme e Terra Del Sole

Living Sport Cesena
Via Guglielmo Marconi, 327 – 47521 Cesena (FC) – tel.0547-1900344

Gimelli Sport
Via Vittorio Veneto, 98 – 47122 Forlì (FC) – tel.0543-33627

Vilpas Calzificio
Via Sacco e Vanetti, 50 – 47011 Castrocaro Terme e Terra Del Sole

Living Sport Cesena
Via Guglielmo Marconi, 327 – 47521 Cesena (FC) – tel.0547-1900344

 

Venerdì 13 ottobre, alle 2030, terzo e ultimo appuntamento delle  Conversazioni  presso il  Museo Archeologico di Forlimpopoli, in collaborazione con RavennAntica-Fondazione Parco Archeologico di Classe, l' Universita' di Bologna (sede di Ravenna) e Ausl Romagna Cultura .

Dopo la Medicina e l'Antropologia Fisica, è ora la volta della Genetica.

Un incredibile viaggio nel mondo delle biomolecole, DNA antico in primis, alla scoperta di antichi misteri ed enigmatici "cold case".Protagonista della serata , sarà   lo studio delle biomolecole antiche nei reperti archeologici, a cura della dott.ssa Elisabetta Cilli, genetista del Laboratorio del DNA Antico dell'Università di Bologna - sede di Ravenna. Il laboratorio ravennate collabora con prestigiose strutture di ricerca private e pubbliche, italiane ed europee, in particolare con il http://www.mn.uio.no/cees/english/" href="http://www.mn.uio.no/cees/english/" target="_blank">Centre for Ecological and Evolutionary Synthesis (CEES) di Oslo, oltre che con il RIS di Parma.

L'ingresso è libero e gratuito. Per informazioni: tel. 0543.748071 (venerdì 9-13, sabato e domenica 10-13 e 15.30-18.30) email: info@maforlimpopoli

 

Influenza: Aspetti clinici preventivi e assistenziali - Forlì - Martedì, 7 novembre 2017

 

 

Presidio Ospedaliero Forlì

Ospedale “G.B. Morgagni – L. Pierantoni” di Forlì - Ospedale “Nefetti” di Santa Sofia
Dipartimento Internistico di Forlì - Cesena

Direttore: Dr. Giovanni Mosconi

Incontro di aggiornamento del Dipartimento Internistico Forlì - Cesena

Martedì, 7 novembre 2017,  14,30 – 18,00

Forlì, Ospedale “G.B. Morgagni – L. Pierantoni” - Sala Pieratelli

Influenza: Aspetti clinici preventivi e assistenziali

Moderatori: Dr. Massimo Arlotti - Dr. Giovanni Mosconi

 14.00 - 14.30 Registrazione dei partecipanti

 14.30 - 15.00 Aspetti clinici diagnostici e terapeutici della malattia

Dr. Andrea Boschi - U.O.Malattie Infettive RN

 15.00-15.30  La vaccinazione influenzale negli operatori sanitari: luci ed ombre

Dr.ssa Emanuela Fiumana - Dipartimento Sanità Pubblica Forlì     

 15.30 - 16.00 L'Impatto della sindrome influenzale sugli ospedali dell'ambito di Forlì

Dr.  Paolo Masperi - Direzione Sanitaria Forlì

 16.00  Discussione  e conclusioni

 17.30  - 18,00 Compilazione dei questionari ECM e di valutazione dell'evento

Sono stati richiesti crediti ECM per 95 operatori: Medici, Infermieri, Farmacisti, Personale Tecnico, Operatori Socio-Sanitari.

Responsabile scientifico: Dr.  Massimo Arlotti   

Obiettivo dell'evento: Conoscere la malattia - sensibilizzare gli operatori alla vaccinazione - gestire l’epidemia in ambito assistenziale

Iscrizioni all’evento: tramite Sistema GRU e, limitatamente ai posti disponibili, presso la Sala Pieratelli dell’Ospedale di Forlì, dalle ore 14,00 del 7.11.2017

Informazioni: UO Sviluppo Organizzativo, Formazione e Valutazione  - Forlì (1380)

Pagina 1 di 11