tiziana.rambelli

tiziana.rambelli

CICCIONI... al di là di ciò che appare. Successo strepitoso per il primo spettacolo interpretato da obesi ed ex obesi al Teatro Fabbri di Forlì

Il progetto continuerà con repliche dello spettacolo e interventi nelle scuole

 

Standing ovation in un teatro Diego Fabbri totalmente gremito, sabato 20 maggio, alla fine  dello spettacolo CICCIONI, scritto e  diretto da Denio Derni e Stefania Polidori, e interpretato da obesi ed ex obesi in cura presso il reparto di chirurgia endocrina, diretto dal Dott. Alberto Zaccaroni, dell'Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì. I pazienti, trasformati in attori, hanno affrontato nuovamente i loro fantasmi, imparando a conviverci. Il laboratorio teatrale si è rivelato terapeutico e liberatorio, tanto che operatori sanitari e pazienti auspicano possa diventare parte integrante del percorso di cura istituzionale. Sono stati condivisi con il pubblico la sofferenza e il dramma dell'obesità e l'ironia con cui spesso si tenta di nascondere le proprie ossessioni. La scena, però, traboccava di bellezza e di amore. Amore per la vita, per l'integrità di persone rinate dopo frustrazioni e sofferenze. Storie di chi ce l'ha fatta, di chi è riuscito ad uscire dalla spirale di grasso che lo soffocava e che ora vuole mettere la propria esperienza vittoriosa al servizio degli altri. La partecipazione numerosa e l'apprezzamento del pubblico testimoniano quanto sia forte l'interesse intorno ai temi legati all'obesità e ai corretti stili di vita. Il progetto, promosso dall’associazione Sartoria Teatrale, in collaborazione con l’associazione Amando (Associazione per le malattie endocrine e l’obesità) ha ricevuto il sostegno di diverse realtà, quali, in primis, il Comune di Forlì e il Gruppo Consorti Rotary club di Forlì, nonché i patrocini di Ausl Romagna, Gruppo Cultura Ausl Romagna, Ordine degli Psicologi dell'Emilia-Romagna, Casa Artusi e Comune di Forlimpopoli. Nasce dall'idea di Caterina Rondelli, che, per anni, è stata psicoterapeuta nel reparto di Chirurgia Endocrina. Assieme a lei, il primario Alberto Zaccaroni, il chirurgo (musicista-attore) Dario Bettini e la psicoterapeuta Antonella Liverani hanno suggerito le tematiche da affrontare e le finalità dello spettacolo, seguendo pazienti ed ex pazienti durante le prove dello spettacolo. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Come dice Mirella nella sua testimonianza:  "Da bambina ero vittima di bullismo e venivo insultata con "Barile, Barile!"; ora il barile si è svuotato e sono dimagrita non solo nel corpo, ma mi sono liberata dei chili e del grasso che erano rimasti dentro la mia mente. Ora mi sento rinata". E Lucia aggiunge: "Abbiamo lottato come leoni per combattere i nostri fantasmi e in scena li abbiamo dissolti, buttandoli sul palco, fidandoci di chi ci diceva che era possibile. Questa armata Brancaleone di attori che ha "finto di fingere" ha conquistato il pubblico ed è stata sommersa di applausi".

Il progetto continuerà con repliche dello spettacolo e interventi nelle scuole.

 

 

CORSO DI CHIRURGIA

ONCOLOGICA GINECOLOGICA

(Ospedale di Forlì, 18 e 19 maggio)

Interventi robotici in diretta a Forlì dai più importanti centri

 

Interventi in diretta, alla sala Pieratelli dell'ospedale di Forlì, in occasione del Corso di chirurgia ginecologica e oncologica in corso in questi giorni. Dalle sale operatorie di Forlì, il primo ospedale in Emilia Romagna ad avere utilizzato il robot per le patologie ginecologiche, e dagli ospedali Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (VR) e dall'Istituto Regina Elena di Roma, i partecipanti al corso hanno avuto la fortuna di assistere a tre interventi robotici in diretta. Nel primo caso, quello forlivese, il chirurgo operatore era il prof. Arsenio Spinillo, del Policlinico San Matteo di Pavia, nel secondo caso, all'ospedale di Negrar, l'operatore era il dottor Marcello Ceccaroni, dell'Ospedale Sacro Cuore e nel terzo caso, che sarà in diretta domani, il prof. Enrico Vizza dell'Istituto nazionale dei Tumori di Milano.

Un'esperienza unica per i partecipanti che hanno potuto assistere, in diretta, all'applicazione delle ultime tecniche mininvasive e Nerve Sparing nell’affrontare la patologia oncologica uterina, endometriale e cervicale.

"L’evoluzione tecnologica e l’introduzione in ambito clinico della laparoscopia ha creato nuovi scenari per il chirurgo - spiega il dottor Claudio Bertellini, responsabile scientifico del corso e direttore della U.O. Ostetricia Ginecologia Ospedale G.B. Morgagni-L. Pierantoni, Forlì - La tecnica robotica presenta indubbi vantaggi per la paziente e per l’operatore e da circa un decennio si sta diffondendo e sviluppando, affiancandosi alla tecnica laparoscopia, che ha già una storia più lunga e casistiche più numerose nell’affrontare tali patologie oncologiche. Da questi presupposti nasce l’idea di un corso rivolto in particolare agli specialisti ginecologi oncologi con l’intento di illustrare le opzioni tecniche e chirurgiche da praticare nelle diverse situazioni cliniche. In ambito chirurgico l’esperienza dell’operatore è fondamentale nella scelta del tipo di tecnica chirurgica ed è possibile effettuare una scelta ragionata e consapevole volta al miglior outcome per il paziente. Obiettivo di questo corso è illustrare le possibilità a disposizione degli operatori specializzati in chirurgia onco-ginecologica."

Responsabile Scientifico del corso

Dr. Celestino Claudio Bertellini, Direttore

U.O. Ostetricia Ginecologia Ospedale G.B. Morgagni-L. Pierantoni, Forlì

Comitato Scientifico del corso

Dr. Andrea Amadori, Dr.ssa Laura Donati, Dr.ssa Anna Maria Fulgieri,

Dr.ssa Filomena Grimolizzi, Dr.ssa Isabella Strada

U.O. Ostetricia Ginecologia Ospedale G.B. Morgagni-L. Pierantoni, Forlì

 
Al corso GIPAD-GIRCG, che si svolgerà all'ospedale di Forlì il 26 maggio, la presentazione della collana di fascicoli sul patrimonio storico - archivistico dell'Ausl Romagna
 
 
Ancora una volta la cura incontrerà la cultura in occasione del Convegno GIPAD (Gruppo Italiano dei Patologi dell’Apparato Digerente) e GIRCG ( Gruppo Italiano di Ricerca del Cancro Gastrico), che si svolgerà all'ospedale di Forlì il 26 maggio (responsabile scientifico il dottor Luca Saragoni).
Durante il convegno, infatti, il gruppo Ausl Romagna Cultura, rappresentato dalla dottoressa Sonia Muzzarelli,presenterà la collana autoprodotta di fascicoli, denominata "La cura attraverso l'arte" sul patrimonio storico-artistico -archivistico  dell'Ausl della RomagnaLa serie dei dodici fascicoli su Forlì, Ravenna, Faenza, Lugo, a cura del settore patrimonio artistico dell'Ausl, con la collaborazione dei volontari del servizio civile,  verrà presto completata con le pubblicazioni relative agli ambiti di Cesena e Rimini e sarà disponibile on line nella sezione cultura del sito: http://www.auslromagna.it/" href="http://www.auslromagna.it">www.auslromagna.it
Non sarà comunque l'unica collaborazione "culturale" al Convegno del 26 maggio:  nell'ospedale di Forlì verranno esposte infatti, per l'occasione, delle casse per farmaci utilizzate dagli alleati durante la seconda guerra mondiale e di proprietà dell'Ausl Romagna
Mercoledì, 17 Maggio 2017 12:03

Convegno SIA (Milano Marittima, 25-27 maggio)

Congresso Nazionale SIA - Milano Marittima 2017

Milano Marittima, 25 - 27 maggio 2017

IN VIAGGIO CON SIA: DESTINAZIONE BENESSERE

PRESIDENTE SOCIETA' ITALIANA ANDROLOGIA :ALESSANDRO PALMIERI

PRESIDENTE DEL CONGRESSO : TEO ZENICO (DIRETTORE della Uo di Urologia dell'ospedale di Forlì)

Ieri, martedì 16 maggio, una delegazione del gruppo Ausl Romagna Cultura è stata invitata a Roma per un'audizione presso la VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati, presieduta dall'onorevole Flavia Piccoli Nardelli.
L'Ausl Romagna era rappresentata dal dottor Franco Falcini, Direttore amministrativo dell'Ausl Romagna, dott.ssa  Tiziana Rambelli - Dirigente  presso UOC Sviluppo Sistemi Relazionali Ausl Romagna e coordinatrice della Comunicazione per Ausl Cultura e dottor Stefano De Carolis, Responsabile clinico -organizzativo della Rete clinico-assistenziale per il paziente affetto da demenza e  coordinatore della sezione STORIA DELLA MEDICINA, GRANDI MEDICI ROMAGNOLI e DIVULGAZIONE SCIENTIFICA dell'Ausl Romagna Cultura.

A ricevere la rappresentanza l'onorevole Bruno Molea, vicepresidente della VII Commissione, nonchè Presidente mondiale dello CSIT World Sports Games e componente del Consiglio Nazionale del CONI.

I rappresentanti dell'Ausl Romagna, dopo aver espresso il  proprio  parere su una  proposta di legge relativa alla musealizzazione di ex ospedali,  hanno illustrato tutte le attività e le collaborazioni presenti e future del gruppo Ausl Romagna Cultura, finalizzate alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio artistico e storico.

Ultimo appuntamento delle letture a avoce alta dei bambini in ospedale, mercoledì 10 maggio 2017

Leggere per il piacere di leggere "A VOCE ALTA"

Ultimo incontro per quest'anno scolastico del percorso “Letture a voce alta”, cui la scuola elementare Duilio Peroni e il gruppo Ausl Cultura con grandissimo successo di pubblico e con grande entusiasmo dei piccoli lettori.

 

"Leggere è un piacere che non tutti si concedono - spiega la maestra Lara Verni, ispiratrice dell' iniziatova-  Per mancanza di tempo, perché hanno altro da fare, i libri costano troppo… Solo raramente queste sono verità, quasi sempre sono alibi. Quindi come promuovere la lettura?Escludendo subito il termine “dovere”, direi che leggere è un piacere strettamente collegato con l’abitudine. Per questo, e tale percorso di letture ne vuole essere un esempio, credo sia importantissimo avvicinare il prima possibile i bambini alla lettura, creando familiarità con il mondo dei libri e delle loro magiche storie. L’abitudine poi verrà da sé, e il piacere di “leggere per leggere” si realizzerà un libro dopo l’altro.

Chi ama leggere, lo fa per divertirsi, per distrarsi, per informarsi, ma chi apre le pagine di un libro è soprattutto in cerca di “emozioni”; perché l’adulto attraverso un romanzo, un saggio; il bambini per mezzo di una fiaba, di un racconto, acquistano strumenti per capire meglio se stessi, gli altri e per interpretare meglio la realtà che li circonda."

"Inoltre - prosegue la maestra - leggere è una forma di educazione sentimentale, civile ed intellettuale. Proprio di questo parla Romano Montroni nel suo saggio “I libri ti cambiano la vita” dove ribadisce, in un articolo apparso su “La Repubblica” dell’agosto del 2012, che “E’ il libro lo strumento per rilanciare la nostra cultura: è un mondo alternativo al mondo, è quell’oggetto silenzioso che senza muoversi e senza far rumore può aprirsi e consegnarci un mondo possibile”.Avvicinarsi ad un libro regala sempre uno spazio per sé, un tempo ricco di emozioni e, a volte, può addirittura contribuire a imprimere una svolta al proprio essere. Provare (anzi leggere!) per credere."

E l' entusiasmo di questa bravissima maestra e' stato trasmesso anche ai giovani lettori che oggi hanno animato, ancora una volta l' atrio dell' ospedale di Forli: Laura Farneti, Lucia Flamigni, Filippo Montanari, Alice Laghi, Michele Leoni, Klarisa Cani e Diego Sansoni.

Presente anche Luca Scotti, vice presidente della “Corri Forrest”, l’associazione che, grazie alle sue attività ha raccolto fondi e ha donato proprio l’impianto di amplificazione utilizzato per questo percorso di letture a voce alta.

Arrivederci con questi piccoli lettori al prossimo anno!!!

 

 

13° Giornata del Naso Rosso
DOMENICA 21 MAGGIO 2017
ViviamoInPositivo VIP Forlì Onlus vi aspetta domenica 21 maggio al Parco Urbano di Forlì
dalle ore 14:00 alle ore 19:00
Spettacoli, truccabimbi, giocolieri, magie, bolle di sapone, balli, kamishibai e tanto altro...
Una giornata per tornare bambini e vivere in positivo!
(in caso di pioggia la festa verrà rimandata a sabato 27 maggio)
 
Saranno oltre 4.000 i volontari clown appartenenti alle 57 associazioni sparse in tutta Italia e Repubblica di San Marino che prestano servizio in circa 200 ospedali e strutture socio-sanitarie, a scendere in piazza domenica 21 maggio per diffondere la filosofia di vita VIP “Viviamo In Positivo” durante la Giornata del Naso Rosso.
La Giornata del Naso Rosso (http://www.giornatadelnasorosso.com/" href="http://www.giornatadelnasorosso.com/" target="_blank">www.giornatadelnasorosso.it), giunta quest’anno alla 13° edizione, nasce nel 2005 come giornata nazionale di sensibilizzazione alla filosofia del Vivere In Positivo e come raccolta fondi per sostenere i progetti di ViviamoInPositivo Italia ONLUS, per la formazione di nuovi clown “portatori di gioia” e le missioni VIP nel mondo.
Un sentito ringraziamento va alle detenute, alle operatrici dell’Associazione Gruppo Preghiera Montepaolo, alla Direzione, agli Educatori, agli agenti di Polizia Penitenziaria ed a tutto il personale della Casa Circondariale di Forlì per aver collaborato con entusiasmo e passione alla realizzazione dei fantastici gadget per la G.N.R. 2017.
Riconoscere i volontari clown VIP è semplice: indossano il camice con la scritta ViviamoInPositivo sulla schiena, colletto rosso, maniche a righe bianche/gialle e bianche/verdi e sono muniti di tesserino identificativo per la GNR2017.
Viviamo In Positivo VIP Forlì Onlus.
ViviamoInPositivo VIP Forlì Onlus nata nel 2002 oggi con 95associati che svolgono la propria attività di volontariato claun ogni fine settimana nei reparti dell’ospedale “Morgagni-Pierantoni” di Forlì e di quello di Forlimpopoli, ma anche in diverse realtà socio-assistenziali del territorio, nelle piazze, nelle scuole e presso la Casa Circondariale di Forlì.
Mail: vipforli@yahoo.com Sito: http://www.vipforli.com/" href="http://www.vipforli.com/" target="_blank">www.vipforli.comhttp://www.vipforli.com/" href="http://www.vipforli.com/" target="_blank">http://www.vipforli.com/

Anche quest’anno il Dr.Luca Saragoni, e il Dr.Paolo Morgagni, rispettivamente appartenenti alle Unità Operative di Anatomia patologica e Chirurgia dell’ospedale di Forlì, hanno partecipato al 12th International Gastric Cancer Congress, che si è tenuto a Pechino dal 20 al 23 Aprile.Il congresso internazionale ha visto la partecipazione di più di 3000 medici provenienti da 41 paesi.

I due professionisti, invitati degli organizzatori del convegno, che ha visto la partecipazione dei massimi esperti internazionali in tema di tumore dello stomaco sono da tempo inseriti nel comitato scientifico internazionale della International Gastric Cancer Association.

La loro partecipazione è avvenuta non solo in veste di relatori, ma anche di coordinatori di lavori multidisciplinari realizzati dall’Ausl Romagna e dall’’IRST – IRCCS di Meldola.

“La Romagna, ed in particolare Forli – spiegano i due medici - hanno potuto presentare in questa occasione, a specialisti di tutto il mondo, la propria esperienza scientifica, frutto di anni di lavoro multidisciplinare e di relazioni con i principali istituti di ricerca mondiali, spesso invitati anche a partecipare a congressi presso il centro Universitario di Bertinoro.”

“Le relazioni che ci sono state richieste – proseguono - hanno riguardato la diagnosi ed il trattamento della neoplasia allo stadio precoce, che vedono Forlì e la Romagna tra i più attivi centri occidentali, mentre altre ricerche, da noi presentate, hanno riguardato la diagnosi endoscopica, radiologica e patologica ed il trattamento multidisciplinare, effettuato regolarmente presso le nostre strutture”

In particolare, il Dr.Saragoni ha esposto i risultati dello studio italiano da lui condotto su 1074 pazienti affetti da Early Gastric Cancer, dimostrando come, anche questo tipo di tumore, generalmente a buona prognosi, nasconda spesso sottotipi con caratteristiche del tutto simili a quelle dei tumori avanzati a prognosi infausta. Il Dr.Morgagni, invece, ha presentato alcune indicazioni ai trattamenti diversificati e più appropriati in rapporto allo stadio tumorale.

Il gruppo italiano di ricerca sul cancro gastrico (GIRCG), di cui il Dr.Saragoni e il Dr.Morgagni sono tra i fondatori, ha contribuito al buon esito del convegno, portando ben 31 contributi scientifici.

In ambito congressuale sono inoltre stati definiti protocolli di ricerca internazionali per i quali, il Dr.Saragoni e il Dr.Morgagni, parteciperanno in qualità di esperti.

“La partecipazione italiana – concludono - è stata molto apprezzata e ci ha permesso di creare ulteriori contatti con colleghi orientali ed europei davvero entusiasti a partecipare alle iniziative scientifiche che potremo organizzare presso la nostra Ausl della Romagna in un prossimo futuro.”

Mercoledì 10 maggio, alle ore 9,30, nell’atrio del Padiglione Morgagni, ultimo appuntamento, per questo anno scolastico, dell’iniziativa delle letture a voce alta in ospedale dei bambini della scuola elementare Duilio Peroni di Vecchiazzano.

L’iniziativa, sostenuta dal gruppo Ausl Romagna Cultura, ha riscosso grande successo e martedì prossimo vedrà anche la partecipazione dell’Associazione Corri Forrest che ha contribuito, con il ricavato dell’ultima gara podistica, ad acquistare il materiale per realizzare il bellissimo progetto.

 «Le letture a voce alta sono intese come alleate preziose per affrontare e superare momenti delicati della vita spiega l'insegnante Lara Verni - e gli obiettivi sono in primis la promozione della lettura e dell'ascolto, l'insegnare ai bimbi a parlare di fronte ad un pubblico e il creare uno spazio sereno cui potranno prendere parte pazienti e utenti del nosocomio. L'associazione sportiva "Corri Forrest" di Forlì ci ha donato un piccolo impianto di amplificazione che i bambini potranno utilizzare durante i loro interventi. Attrezzatura che resterà "in eredità" e in deposito all'Unità operativa di Pediatria forli vese, in modo tale che possa essere utilizzata ogniqualvolta se ne presenti la necessità». «Il racconto - prosegue la docente - è una forma di comunicazione naturale ed istintiva, è il primo modo di apprendere dei bambini ed è stato il primo modo di comunicare e di organizzare le conoscenze agli albori dell'umanità. Pensiamo solo alle fiabe, al patrimonio che rappresentano».

Tumori epato-biliari: Update 2017

Ospedale “Morgagni - Pierantoni” di Forlì - Sala M. Pieratelli

Mercoledì 31 maggio 2017 - ore 15.00

Il Meeting sui tumori epato-biliari affronterà, mercoledì 31 maggio alle ore 15.00, un tema d’attualità. L’approccio a queste neoplasie, al fine di garantire i migliori risultati al paziente malato, deve essere multidisciplinare.

«I percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali - afferma il Prof. Enrico Ricci, Direttore dell’UO di Gastroenterologia - necessiteranno sempre più della partecipazione di varie figure professionali quali gastroenterologi, epatologi, internisti, endoscopisti, radiologi, anatomo-patologi, anestesisti-rianimatori, nutrizionisti, oncologi e chirurghi».

«Tutte le decisioni che interessano il percorso di cura del singolo paziente, dall'approccio diagnostico alla strategia terapeutica – concorda il Prof. Giorgio Ercolani, Direttore dell’UO di Chirurgia - dovranno essere prese attraverso una discussione multidisciplinare».

«Questo Meeting – conclude il Dr. Salvatore Ricca Rosellini, Coordinatore dell’iniziativa - si propone di sviluppare ulteriormente le collaborazioni già in atto nell’Azienda AUSL della Romagna con il Gruppo HCC e con il neonato Gruppo Multidisciplinare, dedicato specificatamente alla patologia epato-bilio-pancreatica. Annunciando, inoltre, con questo specifico aggiornamento, le potenzialità di nuovi approcci clinici, endoscopici, radiologici e chirurgici».

Il Meeting, che ha ottenuto il Patrocino dell’Azienda USL della Romagna e dell’Ordine dei Medici della Provincia di Forlì-Cesena è aperto a tutti. La partecipazione è gratuita. E’ possibile iscriversi dalle ore 14,00 all’ingresso della Sala. Sono previsti i Crediti ECM per medici, infermieri, biologi, farmacisti. ​Pre-iscrizione, consigliata, tramite scheda allegata da inviare a: annamaria.pagliarani@auslromagna.it

Programma

14,00 Registrazione dei partecipanti

14,50-15.00 Saluto delle Autorità

15.00-15,10 Presentazione del Meeting

  1. Ricci

Moderatori: M. Bertocco, E. Ricci

  Epatocarcinoma

15,10-15,30 Linee guida

  1. Ricca Rosellini, I. Manzi

15,30-15,50 Termoablazione, Chemio- e Radio-embolizzazione

  1. Calzolari

15,50-16,10 Discussione

  COLANGIOCARCINOMA

16,10-16,30 Drenaggio biliare con guida eco-endoscopica

  1. Cavargini, V. Lunedei

16,30-16,50 Colangioscopia: SpyGlass DS

  1. Casadei

16,50-17,10 Il ruolo dell’Oncologo

  1. Frassineti

17,10- 17,30 La chirurgia dei tumori epato-biliari

  1. Ercolani

17,30-17,50 Discussione

 17.50-18,00 Conclusioni

  1. Ricci, S. Ricca Rosellini

 18,00-18,20 Compilazione questionario ECM