Pagnini Francesco

Pagnini Francesco

Giovedì, 25 Maggio 2017 11:09

Salute per chi viaggia: un convegno a Rimini

"Salute e Sicurezza dei Viaggiatori Internazionali": è il titolo di un incontro pubblico che si terrà a Rimini presso la Sala della Provincia, Corso d'Augusto, 231 mercoledì 31 maggio dalle ore 17.30 alle 19.00. All'incontro, organizzato dal dottor Walter Pasini, esperto di medicina del turimo, e patrocinato dall'Azienda USL Romaga, sarà presente il viceministro degli Esteri, Mario Giro, che illustrerà le strategie della Farnesina per la tutela degli italiani che viaggiano all'estero. In allegato la locandina con tutti i dettagli.

Si svolgerà il 30 maggio presso la Casa delle Associazioni di Rimini (via Covignano, 238), il seminario su "Volontariato e Comitati Consultivi Misti", organizzato dai Comitati stessi.  Qui tutti i dettagli e le modalità d'iscrizione.

In vista delle elezioni amministrative nei Comuni di Coriano, Morciano di Romagna e Riccione, che si svolgeranno domenica 11 giugno, l’Ausl Romagna rende note le modalità per il rilascio di certificati per elettori inabili.

Più nel dettaglio, per elettori “con  patologie fisiche che impediscono l’autonoma espressione del voto” e “impediti al superamento delle barriere architettoniche con diritto di voto in altra sezione” (seggio senza barriere architettoniche), i certificati saranno effettuati presso gli ambulatori e negli orari di seguito riportati, cui si accede direttamente senza appuntamento.

Coriano: ambulatorio via Della Pace, 1 – giovedì 25 maggio e 8 giugno, dalle ore 8:30 alle ore 12

Morciano di Romagna: via Arno, 40 – mercoledì 24 maggio e 7 giugno, dalle ore 8:30 alle ore 12

Riccione: ambulatorio via San Miniato 16 – tutti i martedì e venerdì, dalle ore 8:30 alle ore 12

Va precisato che gli elettori potranno accedere a ciascuno di questi ambulatori indifferentemente dal comune di residenza, così come agli ambulatori per certificazione disabili situati in altre aree, di cui si riportano dunque, di seguito, sedi ed orari d’apertura nella prossime settimane.

Bellaria Igea Marina: piazza del Popolo, 1 – tutti i venerdì dalle ore 8:30 alle ore 12

Santarcangelo di Romagna: piazza Suor Angela Molari, 1 – tutti i lunedì e giovedì, dalle ore 8:30 alle ore 12

Rimini: via Coriano, 38 – tutti i lunedì e mercoledì, dalle ore 9 alle ore 12

Cattolica: piazza Della Repubblica, 18 – tutti i mercoledì dalle ore 8:30 alle ore 12

Novafeltria: piazza Bramante, 10 – tutti i lunedì e giovedì dalle ore 8:30 alle ore 11

Le certificazioni potranno essere rilasciate, in caso di necessità, anche nel giorno del voto, domenica 11 giugno. A tal fine l’Ausl attiva un’apertura straordinaria degli ambulatori nelle seguenti sedi ed orari:

Coriano: via della Pace, 1 – dalle ore 9:30 alle ore 10:30

Morciano di Romagna: via Arno, 40 – dalle ore 11 alle ore 12

Riccione: via Sicilia, 61 – dalle ore 13 alle ore 15.

Per gli elettori “impediti ad allontanarsi dalla propria abitazione, in condizione di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali” e “affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dell’abitazione in cui dimorano risulta impossibile, anche con l’ausilio dei servizi di cui all’articolo 29 della legge 104/1992, con conseguente necessità di votare al proprio domicilio (Legge n.46/2009)” le certificazioni saranno effettuate a domicilio, a richiesta degli interessati aventi diritto. La richiesta deve contenere i dati identificativi della persona, l’indirizzo presso cui dimora ed un recapito telefonico; andrà inoltre allegata copia di un documento di riconoscimento e documentazione sanitaria attestante la disabilità (ad esempio verbale di invalidità civile, certificato del medico di famiglia, certificato specialistico, lettera di dimissione…). La richiesta deve essere presentata al Dipartimento di Sanità Pubblica di Rimini dell’AUSL Romagna (via Coriano, 38 – Rimini). I medici designati effettueranno quindi la visita medica a domicilio, per l’eventuale rilascio del certificato. Tale certificazione dovrà poi essere presentata presso gli uffici elettorali comunali almeno 20 giorni prima della data delle elezioni (cioè entro lunedì 22 maggio). Per qualunque informazione è comunque possibile telefonare al numero 0541/707290, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 18  e il sabato dalle ore 8  alle ore 13. 

Mercoledì, 10 Maggio 2017 13:10

Venerdì 12 sciopero del sindacato Fsi-Usae

L'Azienda Usl della Romagna informa che l’Associazione sindacale FSI-USAE ha indetto lo sciopero nazionale di 24 ore del personale delle Pubbliche Amministrazioni per venerdì prossimo, 12 maggio.
Nella giornata dello sciopero saranno assicurati, come di consueto, i servizi pubblici essenziali, nel rispetto della vigente normativa, attraverso l’individuazione dei contingenti minimi di personale a garanzia delle prestazioni indispensabili e non dilazionabili, equivalenti ai servizi minimi assicurati normalmente nei giorni festivi.

Si prospetta davvero emozionante, per il "mondo medico" del Riminese, la mattina di sabato prossimo, 13 maggio. A partire dalle ore 9:30, presso il Centro Congressi del mitico Grand Hotel di Rimini (parco Federico Fellini) si svolgerà infatti l'ottava Giornata del Medico e dell'Odontoiatra, col giuramento dei nuovi medici e le medaglie di merito ai "decani" della professione. Ospite d'eccezione, il professor Paolo Parini, Direttore della Divisione di Chimica Clinica del prestigioso “Karolinska Instituded” di Stoccolma. Di fronte ai 50 medici e odontoiatri neo laureati che faranno il solenne giuramento professionale, e ai decani della medicina che riceveranno un riconoscimento per i 50 e 60 anni di laurea, il professor Parini terrà una lectio magistralis sul tema, sempre attualissimo, “Rapporto tra Scienza ed Etica”. Riminese, iscritto all’Ordine dei Medici di Rimini, maturità scientifica presso il Liceo Einstein poi laurea con lode e specializzazione in Gastroenterologia all’Università di Bologna, il professore è uno dei massimi esperti mondiali della clinica del metabolismo lipidico e delle relative applicazioni al trattamento delle patologie cardiovascolari e delle nefropatie.

Alla cerimonia sono invitati il Vescovo di Rimini, Monsignor Francesco Lambiasi, il Prefetto dottoressa Gabriella Tramonti e il sindaco di Rimini Andrea Gnassi. Aprirà la mattinata il dottor Maurizio Grossi, Presidente dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri di Rimini. E' ormai una tradizione dell'Ordine di Rimini quella della Giornata per ufficializzare l’ingresso nella professione medica e odontoiatrica dei neo laureati con la pubblica lettura del Giuramento Professionale e per premiare i decani della medicina. Quest’anno oltre a tre medaglie d’oro per i 50 anni (dottori Gioele De Luigi, Ettore Ranocchi e Giuseppe Tassani) saranno consegnate cinque medaglie per i 60 anni di professione (dottoressa Annamaria Bernacchia e dottori Lucio Buzzoni, Luigi Fabbri, Attilio Mazzocchi e Adriano Zanca).

La Cerimonia è pubblica e aperta alla cittadinanza. Al termine sarà offerto  un rinfresco sulla splendida cornice della terrazza del Grand Hotel.

La Giornata del Caregiver "si moltiplica": gli eventi organizzati nel riminese, come negli ultimi anni, da Volontarimini, l'associazione Alzheimer Rimini, in collaborazione con Enti locali, parti sociali e Ausl, "coprono" infatti diversi giorni, dal 20 al 29 maggio, e si svolgono in diverse località di tutta la provincia di Rimini. Il tema, come sempre, l'importanza della figura del caregiver nella presa in carico del paziente con patologie gravi e invalidanti o più in generale delle persone con difficoltà (ad esempio anziani). E dunque convegni, corsi, iniziative, tutte descritte nel pieghevole e nella locandina allegati.

Una giornata di studio su un tema molto importante e delicato, in ricordo di un medico riminese molto stimato e prematuramente scomparso: il dottor Andrea Lupo. Ad organizzarlo i suoi colleghi, che hanno dato vita alla onlus "Andrea Lupo - L'umanità oltre la cura". Si tratta di un convegno dal titolo "Il percorso di cura del paziente dopo la dimissione dalla terapia intensiva", che si svolgerà sabato 13 maggio, dalle ore 9 presso l'Ospedale "Infermi" di Rimini (Aula G - padiglione Ovidio con accesso dalla via omonima). Sono stati richiesti Ecm per medici e infermieri. Per iscrizioni mail info@andrealupo-onlus.it o fax: 0541.705886. Tutti i dettagli nell'allegata locandina.

Le cose belle sono più facili da ricordare. Con questa filosofia gli operatori del Rischio Infettivo dell'Ausl, in tutti gli ambiti territoriali, hanno organizzato e svolto oggi, in occasione della Giornata Mondiale per l'Igiene delle Mani , una serie di eventi di sensibilizzazione ma anche all'insegna del divertimento e dell'allegria. Così sono stati organizzati, nelle principali strutture aziendali aperte al pubblico, una serie di banchetti nei quali gli operatori, ma in collaborazione anche con le scuole infermieri e la società civile (in particolare le associazioni di rappresentanza dell'utenza), hanno spiegato ai visitatori l'importanza di una corretta igienificazione delle mani, con 5 semplici gesti. Anche attraverso alcuni video illustrativi e tutorial. La campagna ha testimonial tra i livelli aziendali più alti, fino al Direttore Sanitario aziendale, dottor Giorgio Guerra, anch'egli ritratto nella fotogallery sotto.

Il 5 maggio ricorre la Giornata Mondiale sull’Igiene delle Mani, dedicata a celebrare l’importanza di tale pratica nell’ambito sanitario sia per gli operatori sia per i cittadini. L’igienizzazione delle mani rientra fra i sistemi di monitoraggio delle buone pratiche assistenziali utili a garantire la sicurezza dei pazienti e a 12 anni dalla prima campagna di sensibilizzazione - intitolata "Save lives: Clean your Hands" promossa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, cui sono seguite importanti campagne della Regione Emilia Romagna - molti passi avanti sono stati fatti, in tutti i presidi romagnoli. Tant’è vero che le infezioni intraospedaliere sono, nel corso degli anni, diminuite in modo significativo.

Ma non per questo la guardia può essere abbassata. La consapevolezza degli operatori sanitari sui benefici che derivano dall’igiene delle mani è anzi l’obiettivo principale da perseguire attraverso adeguate azioni di educazione, informazione e comunicazione. Un impegno da ampliare anche ai cittadini, e il tema di quest’anno della giornata è proprio la promozione delle pratiche di igienizzazione anche al di fuori degli ambienti sanitari, attraverso, in particolare, il coinvolgimento delle associazioni dei cittadini e degli utenti, fin dalla “tenera età”.

Per questi motivi sono stati attivati, in occasione della Giornata, importanti momenti di sensibilizzazione in tutti gli ambiti dell’A.USL Romagna, grazie in particolare agli infermieri esperti nel rischio infettivo. L’obiettivo è quello di evidenziare la semplicità dell’igienizzazione delle mani attraverso l’uso di soluzioni idroalcoliche, presenti in maniera importante nelle principali strutture ospedaliere. Basta mettere in atto 5 semplici azioni (di qui il fatto che la Giornata ricorra il 5 maggio, cioè il 5/5) che richiedono non più di 30 secondi, ma che sono fondamentali. Per l’occasione sono stati realizzati anche alcuni video che verranno trasmessi, a partire dal 5 maggio, sui monitor aziendali delle sale d’aspetto, sia sul sito aziendale (sarà nostra cura farveli avere nei prossimi giorni).

E’ stato infine attivato un corso on line, per gli operatori, nell’ambito della formazione continua, dal titolo “La prevenzione della trasmissione degli agenti infettivi nelle organizzazioni sanitarie".

Di seguito l’elenco delle manifestazioni in tutta la Romagna.

Qui Cesena.

Sarà predisposto uno stand presso la portineria dell'Ospedale “Bufalini” dove saranno presenti i referenti del Rischio infettivo e il "Team mani pulite" (gli osservatori della buona pratica igiene mani); saranno offerte, ad utenti e operatori, cartoline informative e saranno effettuate dimostrazioni dell’uso del gel idroalcolico. Dalle ore 13.30  saranno presenti allo stand gli alunni della scuola primaria di secondo grado "Dante Alighieri” di Cesena, la cui classe quinta A ha ideato il progetto di educazione alla salute "DanzaMANIa". Gli alunni, che indosseranno maglie da loro realizzate ed esporranno cartelloni e slogan sul tema, si esibiranno in una divertente coreografia "Danza MANIa" realizzata in collaborazione con Elisa Amadori di Cesena Danze, e basata sui movimenti delle mani, da cui è stato anche ricavato un video che sarà proiettato nelle sale d’aspetto dell’Azienda.

Il progetto ha previsto anche azioni di approfondimento didattico sulle infezioni e di “educazione tra pari”, da parte degli alunni con loro coetanei scolari, e tra gli obiettivi ha anche quello avvicinare i ragazzi in maniera divertente ad una disciplina di danza/fitness, aiutando a prevenire isolamento sociale e vita sedentaria. Sempre venerdì 5, infine, i bambini, accompagnati dal “Team Mani pulite”, gireranno alcune unità operative per “interrogare” medici e infermieri, chiedendo loro se si sono adeguatamente lavati le mani.

Qui Forlì.

Presso l’Ospedale “Morgagni Pierantoni” sarà allestito uno stand informativo, nell'atrio centrale, in cui i referenti del Rischio infettivo distribuiranno brochure ad utenti e operatori. Saranno inoltre effettuate dimostrazioni dell'utilizzo del gel idroalcolico, simulazione di approccio al paziente ricoverato e corretta igiene delle mani con un letto di degenza appositamente predisposto. Gli operatori indosseranno le magliette create ad hoc per la giornata e un fiore di carta sulla divisa con indicati i 5 momenti. Saranno presenti anche operatori della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) e avrà luogo la diffusione dei video preparati per l’occasione. Gli operatori, infine, andranno anche presso le sale di attesa principali a coinvolgere l'utenza e a consegnare poster, spillette (autoprodotte) e il fiore di carta simbolo dei 5 momenti

Un’iniziativa anche presso la Casa della Salute di Forlimpopoli, dove saranno distribuite brochure informative agli utenti nelle sale di attesa e presso gli ambulatori.

Qui Ravenna.

Nei presidi ospedalieri di Ravenna, Faenza e Lugo, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, i referenti del Rischio infettivo saranno presenti agli ingressi, presso i banchetti informativi per la distribuzione di materiale illustrativo e di gel idroalcolico; a Ravenna si aggiungerà un box didattico grazie all’adesione dei medici e degli infermieri che hanno seguito il corso di “Yoga della Risata”, insieme all’insegnante, sensibilizzando sulle buone pratiche in maniera molto accattivante.

A Ravenna e Faenza inoltre, il personale, affiancato dai clown delle associazioni Perepepè, Tazume e Aquilone Iqbal, si recherà a fare sensibilizzazione anche in reparto. Il messaggio sarà quello di mostrare le cose meravigliose che si possono fare con le mani e quanti danni invece si possono fare se sono sporche. Anche qui poster e magliette con vivide immagini relative all’importanza dell’igiene delle mani.

Qui Rimini.

A partire dalle ore 8.00, all’Ospedale “Infermi” (scala A - piano rialzato) sarà allestito uno stand/stazione “mani point”, dove i referenti del Rischio infettivo distribuiranno materiali illustrativi, che resterà attivo tutta la giornata. A partire dalle 8:15 una delegazione dei referenti aziendali e dell’Ipasvi, gireranno i reparti dove si collocheranno i rappresentanti delle associazioni dei cittadini-utenti, che quest’anno, visto anche il tema specifico della Giornata, parteciperanno molto attivamente agli eventi. Saranno dunque visitati i reparti di Nefrologia-Dialisi dove l’associazione Aned (emodializzati, trapianto renale e insufficienza renale cronica) sarà presente con uno stand informativo; il Pronto Soccorso – Medicina d’Urgenza allestirà due stand (uno presso il Dea l’altro all’ingresso dell’Ospedale) con l’associazione Aip (Parkinson); due stand anche a cura dell’area Materno Infantile, nell’atrio della Ostetricia, con l’associazione “Prima Coccola” e le ostetriche del Consultorio di Rimini, affiancati dall’associane “Dr. Clown” che focalizzeranno l’attenzione su come sia importante il lavaggio delle mani in gravidanza e durante l’allattamento al seno. Palloncini a forma di mano saranno appesi nell’atrio della Psichiatria vicino ai quadri fatti dai pazienti sul tema mani e uno stand sarà attivo anche presso le Malattie Infettive.

Uno stand sarà allestito anche all’Ospedale “Franchini” di Santarcangelo, insieme alle associazioni “Punto Rosa” e Avis e agli operatori: nell’atrio dell’ingresso saranno distribuiti opuscoli e fatta sensibilizzazione agli utenti, ma anche ai pazienti nei reparti.

Tutti gli operatori (medici consulenti, fisioterapisti, tecnici di radiologia, infermieri, OSS) avranno indosso la maglietta della giornata e lo slogan e la grafica saranno riportati anche sulle tovagliette per vassoi delle mense dipendenti. Poster e altre rappresentazioni sul tema “tappezzeranno” le strutture ospedaliere e sui monitor delle sale d’aspetto saranno trasmessi i video di sensibilizzazione e tutorial.

Continua l’opera di sostegno alla Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale “Infermi” di Rimini, da parte dell’associazione “La Prima Coccola”, costituita da genitori di bimbi nati gravemente pretermine. Grazie ad una rappresentazione teatrale benefica, l’associazione ha infatti raccolto fondi per dar vita ad un importante progetto, che la TIN di Rimini, prima in Italia, sperimenterà. Si tratta del progetto “Home visiting”, vale a dire un sostegno psicologico per le famiglie dei bimbi pretermine, che “esce” dalle mura ospedaliere per arrivare a casa. Una continuità al sostegno psicologico che le famiglie hanno in reparto, anche nel momento in cui, tornando al proprio domicilio, ci può essere il rischio di sentirsi un po’ più “soli”.

La rappresentazione teatrale, organizzata da “La Prima Coccola”, si è svolta il 25 marzo scorso presso il teatro parrocchiale di Bellariva – Marebello: sul palco la compagnia dialettale “Mei ch’ne gnint” e l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco che hanno messo in scena “Na fameja scumbineda”, la classica commedia degli equivoci per di più in “salsa” romagnola, che ha fatto divertire il foltissimo pubblico che ha gremito il teatro in ogni ordine di posti (qualcuno è anche dovuto restare in piedi).

“E proprio grazie alla grande affluenza e generosità dei partecipanti – sottolineano dall’Associazione “La Prima Coccola” - sono stati raccolti 1.400 euro che serviranno per far partire il progetto ‘psicologa a casa’ che permetterà alle famiglie di avere un supporto psicologico direttamente nel proprio ambiente famigliare”. Sentiti ringraziamenti anche alla compagnia e all’associazione dei Vigili del Fuoco nonchè, da parte dell’Ausl Romagna e dal direttore della Tin, dottoressa Gina Ancora, a “La Prima Coccola” che ha organizzato il tutto.