Tiziana Rambelli

Articoli inseriti da Tiziana Rambelli

 

Raddoppiano gli spazi all'interno del Centro fieristico di Forlì per la somministrazione del vaccino anti Covid. In questi giorni è stato infatti allestito un secondo padiglione e sono stati riorganizzati accessi e percorsi.

A partire da oggi, quindi,  gli utenti che si devono sottoporre a vaccinazione seguiranno il seguente percorso:

- entrata dal Padiglione A della Fiera  ( per intendersi quello vicino all'attuale drive throught dove si effettuano i tamponi)

 

- accoglienza dei volontari

 

-  prelievo del biglietto al nuovo "eliminacode" che, tramite l'dentificazione del codice colore, regolamenterà gli accessi alla prima e seconda dose

 

-  attesa nella nuova sala al coperto

 

- accettazione amministrativa

 

- attesa nella sala davanti alle postazioni dei medici che effettueranno l'anamnesi

 

- attesa davanti ai box vaccinali

 

- attesa post vaccinazione 

 

- uscita dal vecchio ingresso (Sala Europa)

"L'ampliamento degli spazi permetterà un ampliamento delle lineee vaccinali  dalle attuali otto a dodici - spiega il dottor Andrea Galeotti, responsabile del  Servizio Infermieristico e Tecnico di Forlì -  con un potenziale di duemila vaccinazioni al giorno. Il percorso per i cittadini è stato notevolmente migliorato sia con l'allestimento di una sala di attesa pre-vaccinazione  al coperto, che con l'inserimento dell' eliminacode e l'ampliamento di tutte le altre sale di attesa."

 

Una ricerca sulla predisposizione genetica al melanoma, cui ha partecipato come protagonista anche l'Uo di Dermatologia di Cesena, diretta dal dottor Davide Melandri, è stata oggetto di un articolo pubblicato il 14 luglio scorso dalla rivista Genetics in Medicine , dal titolo Germline ATM variants predispose to melanoma: a joint analysis across the GenoMEL and MelaNostrum consortia. Genetics in Medicine ( [ https://doi.org/10.1038/s41436-021-01240-8 | https://doi.org/10.1038/s41436-021-01240-8 ] )

" Lo studio - spiega il dottor Donato Calista, della Dermatologia di Cesena e tra gli autori dello studio - ha visto la partecipazione di 22 centri europei, americani ed australiani. L’esame del DNA di 2104 pazienti , appartenenti a famiglie con alta suscettibilità per melanoma , ha scoperto il ruolo attivo delle mutazioni del gene ATM nella predisposizione a tale neoplasia.

" Il gene ATM, acronimo di Atassia Teleangiectasica Mutata - prosegue il dottor Calista - codifica per una chinasi proteica che ha una funzione di controllo della riparazione delle rotture a doppio filamento nel DNA. Le rotture di DNA sono proprio quelle che si verificano a causa di esposizioni intense e prolungate alle radiazioni ultraviolette solari o delle lampade artificiali, ai raggi X e a trattamenti radianti. Le cellule dei pazienti portatori di tali mutazioni del gene ATM mostrano dunque una maggiore suscettibilità ai danni indotti dalle radiazioni ultraviolette e possono favorire l’insorgenza del melanoma. "

" I risultati di questa ricerca - conclude - potrebbero aprire nuovi orizzonti in ambito clinico per future terapie geniche in grado di riparare quei geni deputati proprio alla riparazione del DNA che non funzionano come dovrebbero. "

Nell'ambito della programmazione delle attività dei Piani di Zona il Distretto di Riccione e l' U.O Dipendenze Patologiche AUSL della Romagna, diretta dal Dott. Edo Polidori, in collaborazione con Il Centro per le Famiglie Distrettuale e la Cooperativa il Maestrale, hanno formulato un Piano locale di contrasto al gioco d' azzardo patologico. Giocare d' azzardo in Italia è un abitudine diffusa e normalizzata sia per la presenza di una enorme offerta di gioco legale, sia per la possibilità di “consumarlo” in diverse modalità: gioco fisico (es. gratta e vinci), gioco on-line (scommesse e gaming), sale dedicate solo al gioco, gioco all’interno di luoghi della quotidianità (es. bar, tabaccherie). Tra i giocatori d’azzardo problematici è possibile individuare categorie cosiddette “vulnerabili” tra cui adolescenti ed anziani, che specialmente in questo periodo pandemico, hanno sofferto la carenza di relazioni sociali, e che rischiano di avvicinarsi al gioco perché necessitano di denaro subendo il fascino della “vincita” che potrebbe cambiare la loro vita. Rispetto alla dipendenza da sostanze come tabacco o alcol, che sono sostanze psicotrope, nel caso del gioco si tratta di una dipendenza da comportamento attivata per esempio dall’eccitazione della vincita. Il gioco può avere anche un effetto sedativo (dimenticare i problemi quotidiani) oppure supplire ad una carenza nella socializzazione (il giocatore problematico non è emarginato, anzi è accettato nel contesto sociale). Il progetto ha lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sui rischi connessi al gioco e di prevenire e contrasto del fenomeno.

Inoltre, si pone l' obiettivo di facilitare l' accesso tempestivo dei soggetti a rischio e/o dipendenti ai servizi sanitari dedicati attraverso le seguenti azioni:

  • apertura di uno sportello legale territoriale per giocatori e loro familiari denominato Match, aperto tutti i venerdì pomeriggio dalle 16 alle 19 nello spazio A-Socialspace, Via Mantova 6 a Riccione, con un riferimento telefonico dedicato 351 5039709. Tale sportello offrirà consulenza legale e psicologica gratuita ai giocatori e ai loro familiari e proporrà azioni pubbliche di sensibilizzazione e di informazione nel territorio.
  • apertura di una ludoteca in Via Mantova 6, denominata A-Socialspace, dedicata a adolescenti e loro familiari con problematiche di ritiro sociale, abbandono scolastico e non integrazione, a rischio di incorrere in stati di uso, abuso o dipendenza da sostanze/comportamenti.

All'interno dello spazio si accoglieranno gli studenti degli istituti scolastici del Distretto, proponendo attività di prevenzione e “gioco consapevole” e offrendo confronti informativi circa il mondo delle sostanze e dei comportamenti di dipendenza. In tale contesto i ragazzi potranno vivere nuove esperienze di vita positive attraverso pratiche educative che utilizzeranno connessioni e ibridazioni con discipline ed elementi eterogenei (musicali, mediali etc). Si promuoverà un approccio attivo alla tecnologia allestendo spazi accoglienti ed accattivanti dotati di una sala prove, di uno spazio dedicato a creare contenuti radio, stanza gaming con Playstation 5 e visori a disposizione per i ragazzi. Tali azioni, svolte con la supervisione dell' equipe territoriale dell' UO Dipendenze Patologiche sono rivolte a tutta la popolazione residente sul territorio del Distretto di Riccione, in collaborazione con gli Istituti Scolastici del Distretto e altri attori del terzo settore tra cui Cooperativa Centofiori, Cooperativa Il Maestrale e Associazione Il Tassello mancante.

La Segreteria dell'Ufficio Patenti, sita presso l'ospedale di Forlì  resterà chiusa da Lunedì 16 a Giovedì 19 Agosto 2021.

 Da Martedì 24 Agosto 2021 riprenderà il solo servizio telefonico.

L'apertura al pubblico della Segreteria rimarrà sospesa.

L'epidemia di SARS CoV-2 ha determinato un grandissimo impegno dei laboratori di Microbiologia non solo in relazione ai singoli casi di infezione, ma anche "nelle attività di sorveglianza epidemiologica e di ricerca di strategie innovative per migliorare la gestione pandemica e ridurre la diffusione dell’' infezione .  In particolare, l’ ' U.O.C. Microbiologia dell’Azienda USL della Romagna, di  "concerto con la rete regionale dei laboratori per la diagnosi di COVID-19 e con la Direzione Generale Cura della persona, salute e welfare ha "elaborato una strategia di sviluppo in termini di strumentazione e tecnologie, nonché di personale qualificato grazie alla quale è stato possibile far fronte alle attività resesi necessarie a seguito delle varie fasi pandemiche susseguitesi durante lo stato di emergenza"

 

Riconoscendo questo importante ruolo svolto nella lotta alla pandemia dalla  U.O.C. Microbiologia dell’ ' Azienda USL della Romagna, che  ha sviluppato ulteriori attività di diagnostica e di ricerca in collaborazione con l ' ’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia-Romagna, l’ ' Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, l ' ’Università degli Studi di Padova e l’ ' IRST IRCCS di Meldola e  "rilevata  la necessità di un incremento delle capacità di gestione di possibili scenari futuri dell’'emergenza in corso, attraverso l’'acquisizione di nuove strumentazioni e tecnologie" ,  il  Presidente della Regione Emilia Romagna ha decretato di assegnare all'Ausl Romagna la somma massima complessiva di euro 284.700,00, per l ' ’acquisto di attrezzature e tecnologie.Le somme provengono da donazioni e altre liberalità in denaro raccolte nell’ ' ambito della campagna  " “Insieme si può ", l’ ' Emilia-Romagna contro il coronavirus”. 

 

  “La possibilità di aumentare le capacità tecnologiche della UOC Microbiologia ,  grazie alla disponibilità che ci viene affidata dal Presidente Bonaccini  - commenta il prof. Vittorio Sambri -  ci consentirà di allargare le attività di ricerca nell’ ' ambito del COVID-19 e delle altre infezioni emergenti. In particolare, potremo affrontare temi di notevole rilevanza, come lo studio approfondito dei meccanismi patogenetici di SARS CoV-2 e di altri virus con potenziale pandemico emergente e la valutazione dettagliata della risposta immune alle infezioni ed al vaccino. Per questo desidero ringraziare il Presidente che ha pensato di darci questa grandissima possibilità di fare crescere la ricerca nel territorio della Romagna”. 

 

"A nome della direzione dell'Ausl Romagna - afferma il  dottor Mattia Altini, direttore sanitario dell' Ausl Romagna - ringrazio la Regione Emilia Romagna per il riconoscimento assegnato alla Microbiologia dell'Ausl Romagna, che ci permette di potenziare il servizio con ulteriore strumentazione e tecnologie di laboratorio e di incrementare le capacità di gestione di possibili scenari futuri dell’emergenza in corso"

 

 

 

 


Nel  prossimo numero di Joints (organo ufficiale della società SIAGASCOT) verrà pubblicato l'articolo  " A New Treatment for the Reconstruction of the Medial Compartment of the Ankle: The Combined Use of Biological Materials "  a firma del dottor Marcello Lughi dell'Unità Operativa di Ortopedia di Forlì, diretta dal dottor Roberto Casadei. 

"Le fratture - spiega il dottor Marcello Lughi nell'abstract dell'articolo -  soprattutto se articolari e periarticolari, sono frequentemente associate ad esiti invalidanti funzionali e clinici e al dolore cronico. In particolare, le lesioni con perdita di tessuto osseo, legamentoso e/o tendineo in cui non si ottiene il pieno recupero dell'area della ferita sono le peggiori condizioni anatomiche/patologiche da guarire. In questo studio, sono stati utilizzati tre diversi materiali biologici come approcci rigenerativi per ricostruire la frattura del malleolo mediale della caviglia in cui si verifica la perdita di tessuto osseo, legamentoso e tendineo. In particolare, il tessuto osseo umano morselizzato è stato combinato con il derma umano decellularizzato, entrambi aumentati con plasma omologo ricco di piastrine. Lo studio di risonanza magnetica con mezzo di contrasto al follow-up ha mostrato un segnale compatibile con la vascolarizzazione del tessuto senza segni di degenerazione. Il nostro nuovo approccio rigenerativo in cui diversi materiali biologici sono stati combinati insieme ha mostrato una buona scelta di trattamento per la ricostruzione dell'esito non riparabile di una frattura."

"Dopo molti mesi di lavoro - prosegue - è finalmente  giunta a compimento  la pubblicazione scientifica che ho scritto in collaborazione con medici e biologi della banca  della Cute di Cesena , diretta dal dottor Davide  Melandri . L'argomento è la medicina rigenerativa in ambito chirurgico che sta avendo un particolare sviluppo in AUSL Romagna. Oltre ad utilizzare Patch di Derma da cadavere (allopatch), preparati  dalla banca dellla Cute che fa capo alla Dermatologia di Cesena, da alcuni anni utilizzo  anche unità di H-PRP (concentrati piastrinici omologhi), emocomponente che richiediamo al laboratorio di Pievesestina tramite il centro trasfusionale di Forlì. Credendo molto, infatti nel ruolo di "impalcatura" (scaffold in inglese)  dell'allopatch, una matrice dermica acellulare e in quello di stimolo biologico del concentrato piastrinico, li utilizzo da anni per risolvere patologie croniche tendinee.In particolare, ho una casistica discreta di trattamento di lesione cronica misconosciuta del tendine d'Achille ove è necessario un opportuno stimolo meccanico/biologico."

"Per il trattamento di queste patologie - conclude -  ho redatto anche un articolo in cui ho codificato gli steps chirurgici di una tecnica innovativa e da me ideata. L'ho definita "wafer technique", perchè a fine intervento ho costruito, utilizzando gli allopatch di derma, un costrutto "simile ad un wafer".I risultati sono molto incoraggianti a testimonianza del ruolo, assolutamente moderno, della stimolazione meccanica e biologica di lesioni che, per la loro cronicità, avrebbero poche chance di guarigione. Ringrazio in particolare le dottoresse Valeria Purpura ed Elena Bondioli della banca della cute di Cesena per il supporto e la collaborazione e il Centro Trasfusionale di Forlì"

Donata una nuova attrezzatura di ultima generazione alla Pediatria di Rimini, da parte della Associazione femminile Inner Wheel . Si tratta di un Polisonnigrafo, del valore di 5000 euro, che consentirà lo studio particolareggiato del respiro e dei comportamenti (pattern) respiratori del bambino durante il sonno.

La poligrafia notturna in età pediatrica – spiega il Dott. Luigi Lazzari Agli, Direttore dell’UO Malattie dell’apparato respiratorio dell’ospedale Infermi - è necessaria per la diagnosi dei disturbi della respirazione, che possono insorgere durante il sonno, che sono rappresentati principalmente da: russamento (presente dal 3% al 12% dei bambini in età prescolare), sforzo respiratorio, respirazione orale, apnee ostruttive (la cui prevalenza in età pediatrica va dal 2% al 5,7%). Spesso i sintomi e le manifestazioni cliniche non sono facilmente riconducibili a queste modificazioni notturne del respiro. Quando presenti possono essere responsabili di manifestazioni cliniche particolari come la eccessiva sonnolenza diurna, il ritardo di crescita, la difficoltà di apprendimento, il minor rendimento scolastico, la ridotta capacità di attenzione e i disturbi comportamentali (Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività, o ADHD). Lo studio poligrafico permette di stabilire una eventuale correlazione tra sintomi e le alterazioni del sonno per un corretto trattamento .Anche altre malattie dell’età pediatrica come la ipertrofia adeno-tonsillare, il sovrappeso, la obesità, le malattie neuromuscolari e alcune sindromi complesse come la sindrome di Down, trovano indicazione dello studio del respiro durante il sonno, per poter definire la corretta terapia. “

Questa nuova strumentazione sarà quindi anche l’impulso per creare un piccolo team multidisciplinare per lo studio e la cura dei disturbi respiratori nel sonno in età pediatrica, team rappresentato da pneumologi, pediatri e neonatologi, che potranno condividere e mettere a frutto le esperienze personali, che fino ad ora sono state maturate separatamente, seguendo le vocazioni specialistiche delle singole discipline.

“Avere a disposizione questo strumento da dedicare allo studio dei pazienti pediatrici – afferma la Dott.ssa Gina Ancora – Direttore Dipartimento Salute Donna, Infanzia, adolescenza - permetterà di dare inizio ad una nuova attività diagnostica, che a tutt’oggi nell’ambito di Rimini è riservata solamente al mondo adulto, evitando il ricorso a strutture esterne alla nostra Azienda, per questo siamo enormemente grati all’Associazione ”.

“E’ un piacere e un onore essere qui con voi oggi – dichiara Franca Letizia Ardigò Longhitano, Governatrice del distretto 209 Italia / International Inner Wheel – per potere dimostrare la vicinanza all’Ospedale di Rimini, da parte dell’Associazione che rappresento, nonostante il difficile momento di incertezze, paure e distanze. Dopo avere avuto modo di apprezzare la professionalità e l’umanità degli operatori che vi lavorano, unitamente all’organizzazione e all’efficienza dimostrate durante la pandemia dall’intera struttura ospedaliera, abbiamo voluto esprimere la nostra gratitudine facendo una donazione al reparto pediatrico. La nostra associazione da sempre è focalizzata sulle donne e sui bambini, nella convinzione che sono il nostro futuro e dobbiamo averne cura e anche per questo abbiamo voluto donare questa attrezzatura, in segno di speranza, con l’auspicio che possa servire a rendere più serena la vita di tanti bambini”.

Il Professor Paolo Muratori, direttore della  UO Medicina Interna Ospedali Forlì e Santa Sofia alla trasmissione Tuttobene Tv, condotta dal giornalista Roberto Feroli.

TUTTOBENE TV è un programma televisivo dedicato alla medicina, salute, benessere e stili di vita.TUTTOBENE TV intende promuovere la consapevolezza individuale e collettiva nella determinazione del proprio stile di vita influenzato anche “dall'economia”, e di eventuali cure necessarie al miglioramento della salute propria o altrui. Va in onda su 44 emittenti che sono raccolte all’interno del #NetworkdellaSalute e #NetworkdelBenessere. Le emittenti coprono l’intero territorio nazionale, dal Piemonte alla Sicilia, dal Veneto alla Sardegna, passando per Umbria, Calabria, Toscana ed Abruzzo. Attraverso una emittente friulana, la trasmissione è visibile anche in Slovenia e parte della Croazia.TuttoBene TV ha  un proprio Comitato Etico Scientifico, formato da 7 professionisti, i quali vagliano preventivamente i possibili ospiti e quindi i contenuti delle puntate. Il tutto a garanzia degli spettatori, delle emittenti facenti parte del Network, degli ospiti e della produzione.

 

 

 

Il 4-5 Luglio presso il CEUB (Centro Universitario Residenziale) di Bertinoro (FC) tra le colline della Romagna si terrà uno dei primi eventi residenziali e ibrido (in presenza ed on line) dell’anno 2021: BERTINORO MEETING ON BLOOD STREAM INFECTIONS.

Il Convegno è presieduto da Vittorio Sambri, Professore Associato di Microbiologia presso l’Università di Bologna e Direttore dell’Unità Operativa di Microbiologia del Laboratorio Unico del Centro Servizi AUSL della Romagna, unitamente a Pierluigi Viale, Professore ordinario presso l'Università di Bologna, che concentra la propria attività di ricerca nella clinica in ambito infettivologico e E.J. Giamarellos-Bourboulis, Professore di Medicina Interna e Malattie infettive presso l’Università di Atene.

Per l'Ausl Romagna interverranno anche  il dottor Francesco Cristini,  direttore dell’Unità operativa “Malattie infettive” di  Forlì/Cesena e il dottor Carlo Biagetti, infettivologo e responsabile del Programma per la “Gestione del rischio infettivo ed uso responsabile degli antibiotici” dell’Ausl Romagna

Il key topic, come si deduce dal titolo, sarà l'infezione del flusso sanguigno (BSI) da parte di microrganismi, una condizione che può portare alla sepsi. Questa condizione ha un alto tasso di mortalità, che aumenta significativamente quando il trattamento antimicrobico appropriato inizia con ritardo.
Si prevede un acceso dibattito in quanto gli attuali metodi di coltura per la diagnosi di BSI hanno tempi di risposta lunghi e scarsa sensibilità clinica.

I temi discussi al BERTINORO MEETING ON BLOOD STREAM INFECTIONS comprenderanno un ampio panel : patogenesi, epidemiologia e sorveglianza, diagnosi di laboratorio, terapia e prevenzione delle BSI ed i nuovi antibiotici.

Si alterneranno sia in presenza che online Speakers e Opinion Leader del settore: Stefania Stefani (Catania), Matteo Bassetti (Genova), Gianluca Ianiro (Roma), Massimo Sartelli (Macerata), Akova Murat (Ankara), Karen Carrol (Baltimora) e moltissimi altri Special guest influenti in campo di infettivologia.

I partecipanti avranno la possibilità di seguire l'evento di persona al CEUB BERTINORO con distanziamento e secondo le direttive nazionali oppure ONLINE sulla piattaforma www.proeventifad.it
E’ necessario iscriversi in piattaforma, e successivamente selezionare l’evento scegliendo il Box IN-PERSON (per partecipazione in presenza) oppure il Box WEBINAR (per partecipazione online).Per entrambe le modalità inserire la chiave d’iscrizione BSI2021 .

L’evento è stato accreditato con il num. 2773-318703 e prevede 9.8 crediti ECM per Medici, Infermieri, Biologi e Tecnici di laboratorio Biomedico. Al termine dell’evento sarà possibile rispondere al quiz ECM e scaricare in autonomia i propri attestati con crediti ECM e di partecipazione.

Numerose le aziende che hanno supportato l’evento e che saranno presenti con stand espositivi e relativa strumentistica, con l’opportunità unica di dimostrarne ai partecipanti l’utilizzo e gli scopi.

E’ consigliata la partecipazione a tutti i professionisti sanitari che occupano ruoli in Infettivologia, Microbiologia, Virologia, Ematologia, Immunologia Clinica, Farmacologia, Igiene e medicina preventiva.

Maggiori informazioni e programma al link: https://www.proeventi.it/events/webinar-bertinoro-meeting-on-blood-stream-infections-2021/


Il Comune di Forlì Assessorato alle politiche sociali congiuntamente con il Distretto Sanitario di Forlì ed in collaborazione con le Associazioni del territorio, ha messo a punto un programma di prevenzione e contrasto delle ondate di calore, da svolgersi in ottemperanza alle disposizioni per contrastare la diffusione del COVID 19, rivolto alle fasce più fragili della popolazione, in particolare alle persone anziane e disabili, per aiutarle ad affrontare meglio il caldo estivo ed i disagi che ne conseguono, soprattutto se vivono sole.

Tra le azioni del programma è prevista la diffusione di opuscoli informativi (v. allegato) presso gli ambulatori dei medici di medicina generale, in altri luoghi pubblici e al domicilio delle persone anziane, al fine di offrire consigli pratici per la prevenzione dei rischi connessi al caldo eccessivo e a fornire informazioni sulle opportunità e i servizi presenti sul territorio per evitare e contenere i disagi legati al periodo estivo.

Per informazioni generali sui servizi sociali per anziani tel. 0543 712786 o 0543 712888.

Per appuntamenti con le Assistenti Sociali del Servizio Anziani telefonare allo sportello sociale al n. tel. 0543 712888 il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 08.30 alle 13.30 e il martedì e giovedì dalle 08.30 alle 18.00.