Tiziana Rambelli

Articoli inseriti da Tiziana Rambelli

Durante il periodo estivo è prevista, per il mese di agosto, una riduzione degli orari di apertura di alcuni uffici ed ambulatori dell'Ausl Romagna, ambito di Forlì.

Elenchiamo di seguito alcune variazioni di orario, o temporanee chiusure:

-  da lunedì 3 agosto fino al 31 agosto il Servizio di Diabetologia dell'Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì varierà l'orario di apertura, con chiusura prevista alle ore 15

- La Distribuzione Diretta di dispositivi monouso quali stomie, cateteri e materiale per l’autocontrollo del diabete, sita presso il Padiglione Allende dell'ospedale  di Forlì,  nel mese di agosto sarà chiuso nella giornata di sabato. Negli altri giorni si manterrà il vigente orario di apertura: dalle ore 9 alle ore 14. Per il ritiro del materiale per l'autocontrollo del diabete, si consiglia fortemente di prendere appuntamento per evitare assembramento nella sala d'attesa, contattando il n. 0543-731562 dalle 9 alle 14, dal lunedì al venerdì. Per la fornitura di ausili per stomia, incontinenza urinaria e fecale è prevista la consegna a domicilio, a copertura del fabbisogno dei mesi di luglio-agosto-settembre, come da prescrizione medica

- l'ambulatorio di Terapia Antalgica dell'ospedale resterà chiuso dal 3 al 16 agosto. Riaprirà regolarmente lunedì 17 agosto

- Day-Hospital e ambulatori dell'U.O. Malattie Infettive dell'Ospedale resteranno chiusi dal 1 agosto  al  21 agosto compresi.  In tale periodo verranno erogate solo prestazioni e visite urgenti



La Young Musicians European Orchestra e il Comune di Forli hanno programmato per giovedì 10 settembre, nell'Arena del San Domenico, due grandi Concerti dedicati al personale sanitario di Forlì con musiche di Bach e Haydn. I Concerti saranno eseguiti dalla Young Musicians European Orchestra diretta dal Maestro Paolo Olmi e avranno luogo lo stesso giorno, rispettivamente alle 18,30 e alle 21,30.

Già da alcuni mesi, durante il lockdown dovuto al Covid 19, la Young Musicians European Orchestra aveva contattato l'Ordine dei Medici, l'Ospedale e gli Ordini delle varie professionalità sanitarie proponendo una serata di omaggio musicale per tutti coloro che si erano prodigati con tanta generosità e tanto rischio nella cura della pandemia e ora, con la parziale riapertura degli spazi teatrali, il progetto può finalmente vedere la luce. A entrambi i concerti saranno presenti le delegazioni di medici, infermieri, farmacisti, personale sanitario e ospedaliero e Pubblica assistenza.
Coloro che avevano acquistato un biglietto per il Concerto di Pasqua del 7 aprile scorso a San Mercuriale possono ottenere gratuitamente un posto per il Concerto del 10 settembre, contattando la email erconcerti1@yahoo.it o il numero telefonico 0544.33835 (dalle 9 alle 12 dal lunedì al venerdì) entro e non oltre il 20 agosto, mentre i biglietti per il pubblico saranno messi in vendita a partire dal 12 agosto sia online sul sito www.ticketsms.it sia presso la biglietteria di Erconcerti (erconcerti1@yahoo.it telefono 0544.33835). La sera del Concerto verranno messi in vendita presso il Museo San Domenico eventuali biglietti rimasti. I prezzi vanno da 5 euro (prezzo speciale giovani) a 20 euro. Il numero dei biglietti sarà comunque limitato per le restrizioni ancora vigenti nella agibilità dei teatri. e quindi si consigliano le persone interessate di acquistare i biglietti al più presto.

I biglietti per le delegazioni di  personale sanitario saranno offerti da Romagna Acque e Banca Popolare dell'Emilia Romagna

Il coinvolgimento del personale medico sarà anche l'occasione per celebrare, insieme al Campus Universitario di Forli, la prossima apertura del corso di laurea in Medicina e Chirurgia che avrà inizio proprio nel mese di settembre e costituirà un ulteriore traguardo per la presenza della Alma Mater Studiorum a Forli

 

 

Sabato mattina,  a Forlì,  presso il Cimitero dell'Indian Army di via Ravegnana,  si è  svolta la cerimonia di commemorazione dei soldati Sikh, caduti sul suolo italiano durante la Seconda Guerra Mondiale. La manifestazione, organizzata dall'associazione World Sikh Shaheed Military, si è svolta in formato ridotto in rispetto delle normative di sicurezza legate alla emergenza sanitaria in atto.  La comunità Sikh è intervenuta comunque con una significativa delegazione di rappresentanti ed ha voluto, per  dimostrare concretamente la propria vicinanza a tutti gli operatori sanitari che hanno affrontato l'emergenza Coronavirus, donare mille euro all'ospedale  di Forlì.

Un gesto di solidarietà e fratellanza particolarmente significativo, frutto di un'autotassazione cui si è  prestata tutta la comunità indiana.
La motivazione rilasciata da rappresentanti della comunità:

"Chi può lavorare è perché non si è ammalato, e anche come segno di gratitudine per la salute ricevuta è giusto che contribuisca in qualche modo alla salute di chi gli sta accanto. La comunità Sikh è molto unita e solidale non solo verso i propri membri, e da sempre è molto attenta alle esigenze della comunità che li ospita nella prospettiva di un reciproco e continuo aiuto che arricchisce chi lo porta e chi lo riceve"

Presenti alla commemorazione il sindaco Gian Luca Zattini, l'Addetto Militare presso l'ambasciata in Italia dell'India, delegazioni istituzionali del territorio e di Comuni emiliani e toscani, di rappresentanza delle Forze dell'ordine e delle Forze armate, delle Associazioni combattentistiche e d'arma e la dottoressa Elena Vetri in rappresentanza della direzione del presidio ospedaliero di  Forlì. 

L'AMBULATORIO DI TERAPIA ANTALGICA DELL'OSPEDALE G.B.MORGAGNI - L.PIERANTONI DI FORLì, RESTERA' CHIUSO DA LUNEDì 03 AGOSTO AL 16 AGOSTO 2020.

L'AMBULATORIO RIAPRIRA' LUNEDI' 17 AGOSTO 2020.

La Segreteria  della Commissione Patenti di Forlì sara' chiusa al pubblico  da Lunedì  17 a Venerdì 21 Agosto 2020.


Nelle giornate di Giovedì 30 Luglio, Venerdì 31 Luglio e Sabato 1 Agosto (dalle ore 6,00 circa fino alle ore 15,00 circa) la strada di accesso al Pronto Soccorso sarà interdetta per lavori di risanamento delle aree esterne.


Le aree di intervento saranno presidiate dal personale della ditta (movieri) istruiti per dare la precedenza ai mezzi in emergenza e la circolazione dei mezzi sarà modificata come segue:

*         La strada di accesso al Pronto Soccorso ed ai Parcheggi sarà chiusa

*         Il  nuovo Parcheggio del Pronto  Soccorso sarà utilizzato come strada a doppio senso di circolazione per accedere al Pronto Soccorso ed ai Parcheggi e anche per uscire e tornare sulla via pubblica

Ci scusiamo per gli eventuali disagi e ringraziamo gli utenti per la collaborazione

La Direzione Generale dell' Ausl Romagna ha incontrato ieri primari, coordinatori infermieristici, direzione sanitaria ed infermieristica di Forlì.

Il nuovo direttore, Tiziano Carradori, lo aveva detto subito, pochi giorni dopo la nomina: "La prima cosa che dovrò fare è ascoltare. Questo per acquisire quegli elementi di conoscenza che nel giro di poco tempo mi potranno consentire di lavorare nelle migliori condizioni per servire il territorio, l’azienda e i colleghi che erogano l’assistenza." 

Ed ha mantenuto la promessa, presentandosi, con un momento di ascolto, ai dirigenti dell'ambito di Forlì, affiancato dal direttore sanitario, Mattia Altini e dal direttore amministrativo, Agostina Aimola.

"Voglio che questo appuntamento di ascolto diventi una prassi nel rapporto tra la direzione e i suoi collaboratori,un'iniziativa che organizzerò in tutti gli ambiti. Abbiamo già incontrato associazioni di volontariato, Comitati consultivi misti e sindacati e ora stiamo incontrando primari e coordinatori infermieristici ospedalieri di tutti gli ambiti."

" Per quanto mi riguarda - ha ribadito il direttore - penso che a nessuno dei componenti della direzione generale sia concesso sottrarsi all'ascolto degli operatori ed alle loro osservazioni sempre, ovviamente, indirizzate al miglioramento dei servizi al cittadino."

Poi, una riflessione sull'immensa tragedia della pandemia: " Questa terribile esperienza ci ha consegnato, ancora una volta, la rivalutazione della sanità pubblica.Abbiamo compreso, tutti, che dalle tragedie si esce solo attraverso il servizio sanitario pubblico e che un sistema sanitario, per essere resiliente, deve essere ridondante."

All'intervento del direttore sono seguiti quelli di primari e coordinatori infermieristici.

"La Romagna - ha concluso Carradori - è un laboratorio a cielo aperto con grandissime potenzialità. Ascolterò le opinioni di tutti, sempre nell'ottica di colui che gestisce e non è proprietario di un'Azienda che serve un milione di abitanti ed offre, complessivamente, quattromilaseicento posti letto ospedalieri. Concludo, condividendo con voi una frase di Ralph Emerson, a me molto cara: 'Le tue azioni parlano così forte che non riesco a sentire quello che dici.'

Vorrei che le azioni che compiremo parlino più forte di tutte le parole che ci diremo."

La segreteria della Fisioterapia di Forlì seguirà il seguente orario di apertura al pubblico e apertura telefonica dal  30/07/2020 al 07/08/2020 compreso

 

Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 apertura al pubblico e apertura telefonica.

 

Nel corso dell’emergenza epidemiologica da Covid 19 si è reso necessario sospendere tutte le visite programmate, ad eccezione di quelle urgenti, per contenere la diffusione del virus e garantire la massima sicurezza per i pazienti.Questo ha comportato un disagio per molti cittadini, in particolare per i pazienti cronici che effettuano visite periodiche presso le strutture ospedaliere per garantire la continuità terapeutica e assistenziale.

 

" I professionisti dell’Azienda USL della Romagna - spiega la dottoressa  Nunzia  Boccaforno, direttrice dell'Unità Operativa Qualità e Governo Clinico dell'Ausl Romagna - per limitare questa condizione di temporaneo disagio, hanno individuato soluzioni alternative, attivando prestazioni in teleassistenza attraverso l’utilizzo di strumenti informatici (cellulare, smartphone, tablet, pc). Essere isolati al proprio domicilio rende infatti necessario poter contare su un servizio utilizzabile a distanza attraverso un colloquio o video colloquio con il proprio operatore di riferimento a seconda della necessità"

 

L’azienda USL della Romagna, in collaborazione con l’Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale dell’Emilia Romagna, ha deciso pertanto di valutare l’esperienza vissuta da parte dei cittadini seguiti al domicilio attraverso questa modalità di assistenza “a distanza”. Il progetto serve anche al fine di apportare possibili miglioramenti nel caso si rendesse necessario continuare ad utilizzare la teleassistenza anche in futuro.

 

"Sono state individuate alcune tipologie di pazienti cronici (pazienti pediatrici con patologia cronica, pazienti diabetici, pazienti neurologici, pazienti oncologici), seguiti dagli ospedalieri, che faranno parte dello studio pilota - spiega la dottoressa Boccaforno - Questi cittadini o i loro familiari e care givers saranno invitati a rispondere ad un questionario online dal   titolo  “La teleassistenza ai tempi del Covid 19: il punto di vista dei cittadini” ,   a cui si accede tramite un link  che sarà inviato sullo smartphone o all’indirizzo  e- mail.   La partecipazione alla compilazione del questionario è volontaria ,   è garantito l’anonimato e si potrà rispondere alle domande solo dopo aver espresso il proprio consenso"

 

L’obiettivo dello studio è di valutare l’esperienza e d  il gradimento dei pazienti che sono stati seguiti a livello domiciliare con prestazioni di teleassistenza,   adottate in via straordinaria in seguito alla pandemia, e vagliare possibili miglioramenti, sulla base dei dati emersi per permettere all’Azienda USL della Romagna di offrire prestazioni sempre più adeguate ai bisogni dei propri cittadini.

Una raccolta fondi dei giovani del Rotaract Forlì  per realizzare uno spettacolo di sensibilizzazione sui disturbi alimentari . Si tratta dell' iniziativa di solidarietà organizzata ieri, attraverso un aperitivo online che prevedeva la distribuzione di pacchetti di prodotti con i presidi slowfood, impacchettati e consegnati dai ragazzi del Rotaract.  L' aperitivo ha visto la partecipazione di ben sessanta persone ed aveva come obiettivo  quello di raccogliere fondi per la realizzazione di uno spettacolo teatrale per sensibilizzare sulle problematiche dei disturbi alimentari, che si terrà ad ottobre prossimo.

L'analisi dei dati che arrivano dall’Osservatorio epidemiologico del ministero della Salute ha messo in evidenza che, da febbraio a maggio 2020, c' è stato un aumento di casi di disturbi alimentari di almeno un 30 per cento nei ragazzi e nei preadolescenti. Le origini post traumatiche dei disturbi dell'alimentazione sono ampiamente dimostrate, ma in questo caso l’isolamento, la didattica a distanza, l’impossibilità di giocare con i coetanei, la sensazione di paura condivisa con i familiari, le difficoltà delle famiglie, hanno determinato uno stress continuo e insostenibile per molti.

 Sono intervenuti all'aperitivo on line, organizzato dal Rotaract: la dottoressa Patrizia D'Aprile, psicologa dell'Ausl Romagna, Lia Cortesi, coordinatrice regionale di Slowfood, la dott.ssa Loretta Raffuzzi, psicologa e psicoterapeuta dell'Ausl Romagna, Micaela Mazzoli, formatore slowfood e Giuseppe Tolo, fiduciario condotta slowfood Forlì.