Articoli filtrati per data: Maggio 2020

Ogni anno il 5 di Maggio l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) promuove la Campagna per l’Igiene delle Mani, poiché principale misura per combattere le infezioni inclusa COVID-19.

Mai come quest'anno, nel pieno della pandemia, questo evento assume un significato ancora piú importante e simbolico, di AMORE PER LA VITA, di unione, di aiuto, indipendentemente da chi siamo e da dove veniamo. Oggi purtroppo (e per fortuna) non solo gli operatori sanitari, ma tutta la popolazione sta comprendendo quanto l'igiene delle mani, nella sua semplicità abbia un potere dirompente.

Fai anche tu qualcosa perchè il messaggio raggiunga più persone! La proposta (molto semplice) consiste nel farsi una foto uguali alle nostre nel POSTER  (in bianco e nero, senza monili, con le mani bene in evidenza) e postarla, nella settimana dal 4 al 10 maggio, sui propri profili Facebook, Twitter, Instagram e/o Whatsapp mettendo la scritta "Un piccolo e semplice gesto oggi può cambiare il nostro domani: igienizza le mani, proteggi la vita!" . Questo farà sì che il nostro messaggio raggiunga un grande numero di persone!

L’IGIENE DELLE MANI rappresenta, insieme al distanziamento fisico, all’igiene respiratoria, all'uso dei dispostivi di protezione e alla dinfezione delle superfici e attrezzature, uno dei fattori di protezione “CHIAVE” non solo nel contesto sanitario ma anche in comunità; essa rappresenta il CUORE delle misure di prevenzione per evitare il rischio di trasmissione delle infezioni.

L'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, a partire dalle mascherine, è molto importante, ma occorre ricordare che questa, seppure indossata correttamente, va associata all'igiene delle mani. Infatti l’uso di dispositivi di protezione, non accompagnato da misure di educazione sanitaria e promozione dell’igiene delle mani, può portare gli operatori stessi e tutta la popolazione ad un falso senso di sicurezza. E' importante quindi ricordare e sottolineare sempre senza scordarlo, oggi più che mai, anche il fondamentale ruolo di comportamenti corretti del paziente e del caregiver nella lotta contro le infezioni.

Occorre avere sempre piena consapevolezza e responsabilità in ciò che si fa e di ciò che si conosce per essere garanti di una ASSISTENZA DI QUALITÀ E SOPRATTUTTO SICURA.

 

Speriamo, vista l'importanza, che siate in tanti ad aderire a questa iniziativa. Se anche voi, come noi, amate la vita, la rispettate e la proteggete, contribuite a ricordare via social quanto l'igiene delle mani sia la PRIMA E PIÙ IMPORTANTE ARMA contro tutte le infezioni, compresa quella da COVID-19!

BUONA CAMPAGNA IGIENE MANI 2020 A TUTTI!

I componenti della Struttura di Programma Infezioni e Antibiotico Resistenza e gli Infermieri Specialisti in Rischio Infettivo

Pubblicato in Notizie dal sito

Una telefonata partita per sbaglio col proprio nonno ricoverato in Hospice, da cui emerge l'umanità delle cure che gli vengono prestate. E' quanto accaduto al congiunto di un paziente dell'Hospice di Lugo, che ha voluto esprimere un plauso al personale con la seguente lettera aperta.

Rivolgo queste parole più in generale al vostro personale. Sono il nipote di un vostro paziente, A.Z. Stamattina ho ricevuto una telefonata dal cellulare di mio nonno. La cosa mi ha sorpreso molto perché, per età e per carattere, mio nonno è sempre stato abbastanza allergico alla tecnologia. E infatti la telefonata è sicuramente partita per sbaglio: lo avevo chiamato ieri sera, quindi forse il telefono è stato spostato e il dito di qualcuno ha accidentalmente fatto partire una telefonata.

Sta di fatto che quando ho risposto ho capito che era una telefonata involontaria e che il telefono era probabilmente appoggiato da qualche parte vicino al suo letto, permettendomi di sentire che mio nonno stava parlando con quella che ho immaginato fosse un'infermiera. Così, mi sono messo ad "origliare". E' qualcosa che in genere detesto, ma sa com'è: viviamo tempi assurdi, e ho scoperto che il sentire la normalità di un dialogo, specialmente se ti porta la voce un tuo caro che non puoi vedere e che è in una brutta situazione, può regalarti una tentazione irresistibile.

E insomma, vi scrivo per ringraziare quella persona. Non ne ho sentito il nome, ma gli ha fatto alcune iniezioni e gli ha portato la colazione, e mi pare di aver capito che è di Imola. La gentilezza e l'umanità che ha avuto nei confronti di mio nonno mi ha emozionato. Vi dirò cose che certamente sapete già, con cui avete a che fare tutti i giorni: pensare a un proprio caro in una struttura sanitaria, da solo con le proprie paure, senza la possibilità di ricevere visite, è una cosa decisamente brutta. Ci si sente piccoli, impotenti, e ci si chiede come si trovi, come sia trattato e se abbia modo, oltre alle nostre telefonate, di distrarsi un po' dai cattivi pensieri. Sentire una voce gentile che gli chiede come ha dormito, che lo distrae con delle domande che non c'entrano per forza con il suo quadro clinico, sentire il sorriso in una voce, anche da un telefono attivo per sbaglio, è stato bellissimo. Ha in qualche modo ridotto la distanza che sento quando penso a mio nonno, ed è una cosa che mi ha fatto felice (che in tempi come questi non è banale).

Mia madre è infermiera, ascolto da anni racconti della vita in ospedale e ho sempre pensato che anche solo dietro la decisione di fare un mestiere così complesso devono esserci bontà d'animo, coraggio e generosità. Ma so anche che, come succede in tutte le categorie, questa non è comunque una verità assoluta, e non sono qualità da dare per scontate. Sono certo che riceviate molti ringraziamenti e gratificazioni dalle persone che avete in cura e dai loro parenti, ma immagino anche che siate per molti versi esposti alle critiche: la vostra è una posizione difficile, che spesso raccoglie per prima le frustrazioni di chi si trova ad affrontare il passaggio più spaventoso di questa vita. Bhè, quello che sto cercando di fare è dire grazie a quella persona, e a tutti coloro che fanno il vostro mestiere con l'empatia e l'anima che ho sentito nei suoi modi. Siete una delle parti più belle di questo paese, e spero che questa situazione consegni a tutti questa consapevolezza.

Marco

Pubblicato in Notizie dal sito

Proseguono le donazioni per la campagna di donazione di CNAI a favore di  infermiere e infermieri della Associazione CNAI – Nucleo di Ravenna. 

Dopo la donazione nell'ambito ravennate, oggi ha provveduto ad offrire a tutti gli operatori sanitari impegnati nella lotta al Covid dell'ospedale di Forlì migliaia di confezioni di creme per mani e viso che la ditta GALA Cosmetici di Forlì ha loro donato. 

L’emergenza pandemica COVID-19, ha reso evidente lo spirito di sacrificio,  la dedizione, i valori,  le competenze, l’esempio, che tutto il personale infermieristico offre da sempre, in silenzio, per salvare vite umane. 

La Consociazione Nazionale delle Associazioni Infermiere/i (CNAI), fondata nel 1946, è la più longeva e numerosa Associazione Infermieristica Italiana, ed è una libera organizzazione culturale e scientifica senza scopo di lucro. Da sempre gestita da Infermieri ed al servizio degli Infermieri, rappresenta l’Italia a livello europeo (EFN) ed internazionale (ICN) ed è presente nelle diverse Regioni Italiane.   

Nell’ambito delle iniziative per l’Anno Internazionale dell’Infermiere, ha avviato una “Campagna di donazione per le infermiere e gli infermieri Emergenza COVID-19. Infermieri. Al tuo fianco, sempre”,  sviluppata per aiutare gli infermieri in prima linea, oltre che per  garantire  una migliore attività assistenziale soddisfando i reali bisogni a livello locale. 

Le immagini delle mani e dei volti rovinati dall’uso costante dei dispositivi di protezione degli Infermieri e di tutto il personale di cura, ci hanno indotto ad agire per donare delle creme che possano in qualche modo alleviare le quotidiane sofferenze. Il Nucleo CNAI di Ravenna ha ottenuto dalla Ditta GALA Cosmetici una fornitura gratuita di n. 3.040 confezioni di creme per il viso e per le mani, il cui valore commerciale raggiunge  16.000,00€, e le ha donate per ringraziare dell’impegno il personale impegnato ad assistere i malati COVID-19 nei territori di Ravenna e Forlì. 

Nella foto, da sx, il  Direttore della Direzione Infermieristica e Tecnica della Ausl Romagna, Silvia Mambelli,  Riccarda Suprani , vicepresidente CNAI, Lorenzo Zanotti responsabile amministrativo di GALA Cosmetici, e la dottoressa Elena Vetri della direzione sanitaria di presidio ospedaliero di Forli.

Il Responsabile Amministrativo di GALA Cosmetici, Lorenzo Zanotti,  afferma che “non ci sono altre parole per esprimere l’immensa gratitudine verso quanto gli Operatori sanitari stanno facendo per tutti noi con un lavoro prezioso ed insostituibile. L’impegno di ognuno di noi può essere soprattutto quello di supportare con ogni mezzo possibile. Noi, che di mestiere “facciamo creme”, cerchiamo di esservi vicino e di aiutarvi prendendoci cura della vostra pelle del viso e delle vostre (preziosissime) mani che tanto stanno facendo in questo difficilissimo momento. Un piccolo gesto per un enorme grazie”. 

"A nome della CNAI - ha dichiarato Riccarda Suprani  -  siamo orgogliose di poter sostenere, con questa donazione, gli sforzi ammirevoli messi in campo dagli infermieri e da tutto il personale di assistenza che stanno lavorando senza sosta per fronteggiare questa emergenza. Siamo una comunità di infermieri al servizio degli infermieri e ringraziamo tutti coloro che ci stanno generosamente sostenendo."

Pubblicato in Notizie dal sito
Mercoledì, 06 Maggio 2020 13:02

7 maggio ore 15: Ravenna, alza il volume!

l Comune di Ravenna e il MAR, Museo d'Arte della città di Ravenna, ospitano GEO FROM HELL protagonista di un dj set che verrà trasmesso in diretta streaming per una raccolta fondi a supporto dell'impegno di AUSL della Romagna contro il Covid 19 negli ospedali della provincia di Ravenna.

Pubblicato in Notizie dal sito

Comunicato stampa Ausl Romagna

Ravenna, 8 maggio 2020

Dovendo constatare un fortissimo afflusso di pubblico ai propri sportelli, in particolare ai Cup, l’Azienda torna precisare che, al momento, non vi è alcuna motivazione per la quale gli utenti debbano recarsi di persona agli sportelli, soprattutto senza appuntamento, creando pericolosi assembramenti di persone.

L’Azienda ribadisce dunque con decisione quanto segue:

  • Chi ha avuto una prestazione annullata a seguito dell’emergenza Covid non deve, in questo momento, riprenotarla. Sarà cura dell’Azienda comunicare quando tali prestazioni riprenderanno e le modalità con le quali poterne usufruire;
  • Le attività che si stanno ricominciando gradualmente ad erogare fanno riferimento a pazienti che hanno bisogno di prestazioni non ulteriormente procrastinabili, e questi pazienti vengono ricontattati direttamente dall’Azienda, e quindi non devono ritornare a prenotare;
  • Per le prestazioni attualmente erogate che richiedano una prenotazione, è sempre consigliato utilizzare il Cuptel o il Fascicolo Sanitario Elettronico, o ricontattare il relativo servizio sempre al telefono, senza recarvisi di persona;
  • Nei casi in cui sia indispensabile l’accesso di un utente allo sportello, è consigliabile prendere prima un appuntamento, in modo da scaglionare gli accessi ed evitare assembramenti.

A questo proposito si riportano di seguito i numeri di telefono o contatti dei Cup e di altri sportelli amministrativi.

Ambito forlivese  

Forlì

sede Via Colombo 11

solo per prenotazioni di laboratorio: 0543731717 – 0543731718 – 0543733147 - 0543733176 – 0543733212 da lunedì a sabato dalle ore 7,30 alle ore 12,30

per tutte le altre operazioni di sportello unico 0543733658 – 0543733678   da lunedì a sabato dalle ore 7,30 alle ore 12,30

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Castrocaro Terme e Terra del Sole - 0543733920 - martedì  e giovedì dalle ore 7:30 alle ore 13:30 e dalle ore 14:30 alle ore 16:30

indirizzi e mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Civitella di Romagna - 0543735491 - lunedì e giovedì dalle ore 10:30 alle ore 13:00

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Cusercoli - 0543735582 - mercoledì dalle ore 15:00 alle ore 17:00 e venerdì dalle ore 10:30 alle ore 13:00

indirizzi e.mail  sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Dovadola - 0543733910 - mercoledì dalle ore 12:30 alle ore 14:00 e venerdì dalle ore 7:30 alle ore 13:00

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Forlimpopoli

solo per prenotazioni di laboratorio 0543733212 da lunedì a sabato dalle ore 7,30 alle ore 12,30

per tutte le altre operazioni di sportello unico 0543733321 da lunedì a sabato dalle ore 7,30 alle ore 12,30

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Galeata - 0543 735475 - lunedì dalle ore 14:30 alle ore 17:30 e mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 13:00

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Meldola - 0543733983 -  dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 13:00

indirizzi e.mail  sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Modigliana - 0543735432 - 0543733433 - dal lunedì al venerdì dalle ore 7:30 alle ore 13:00; il sabato dalle ore 7:30 alle ore 10:30

indirizzi email .sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Portico - 0543735588 - il lunedì dalle ore 11:00 alle ore 13:00

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Predappio - 0543733071 - il martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 8:00 alle ore 12:15

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Premilcuore - 0543733902 - il martedì dalle ore 10:00 alle ore 12:00 ed il venerdì dalle ore 15:00 alle ore 17:00

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Rocca S. Casciano - 0543733950 - il lunedì dalle ore 8:00 alle ore 10:30 ed il mercoledì dalle ore 7:30 alle ore 12:00

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Santa Sofia - 0543733875 - 0543733876 - dal lunedì al sabato dalle ore 7:30 alle ore 13:00

indirizzi e.mail sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Tredozio - 0543735470 - il martedì ed il giovedì dalle ore 7:30 alle ore 13:00

indirizzi.email sportelloonline.fo@auslromagna.it / sportello.unico.fo@pec.auslromagna.it

Ambito cesenate

Cesena

Sede Corso Cavour 0547394172 – 0547394173 da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 12.30 il sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

indirizzo e.mail unico.cavour.ce@auslromagna.it

Sede Montefiore  0547394170 da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 12.30 il sabato dalle ore  8.00 alle ore 12.00

indirizzo e.mail unico.montefiore.ce@auslromagna.it

Sede piazza Magnani  0547394200 – 0547394297

indirizzo e.mail cup.sanmauro.ce@auslromagna.it

Ospedale Bufalini 0547352930 – 0547352645 – 0547394171 - 0547352003 - 0547352004 - 0547352005 – 0547352006 (piastra) – 0547394612 (atrio)

indirizzo e.mail  cup.bufalini.ce@auslromagna.it

Savignano sul Rubicone  0541809904 0541809939 da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 12.30 il sabato dalle 8.00 alle 12.00

indirizzo e.mail unico.savignano.ce@auslromagna.it

Gambettola  0547394700 – 0547394701 da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 12.30 il sabato  dalle 8.00 alle 12.00

indirizzo e.mail unico.gambettola.ce@auslromagna.it

Cesenatico  0547674812 – 0547674813 - 0547674887 da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 12.30 il sabato dalle 8.00 alle 12.00

indirizzo e.mail unico.cesenatico.ce@auslromagna.it

 Mercato Saraceno 0547699928 - 0547699953 da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 12.30 il sabato dalle  8.00 alle 12.00

indirizzo e.mail unico.mercato.ce@auslromagna.it

San Piero in Bagno  0543904118 - 0453904150 da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 12.30 il sabato dalle  8.00 alle 12.00

indirizzo e.mail unico.sanpiero.ce@auslromagna.it

Sogliano al Rubicone (Sportello di Comunità) – 0541817354 da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 12.30

indirizzo e.mail cinzia.montanari@auslromagna.it

Ambito ravennate

Ravenna – 0544286616 – 17 – 18- 19; dal lun al ven 7:30 / 13:00  sab 7:30 / 12:00 sportellounico.ra@auslromagna.it

Marina di Ravenna – 0544485790; dal lun al ven 8:00 / 13:00 sab 8:30 / 12:30 sportellounico.ra@auslromagna.it

Mezzano – 0544485670; dal lun al ven 8:00 / 13:00 sab 8:30 / 12:30

sportellounico.ra@auslromagna.it

Piangipane – 0544485750; dal lun al ven 8:00 / 13:00 sab 8:30 / 12:30  sportellounico.ra@auslromagna.it

 

Sant’Alberto – 0544485690; dal lun al ven 8:00 / 13:00 sab 8:30 / 12:30 sportellounico.ra@auslromagna.it

Castiglione – 0544485732; dal lun al ven 8:00 / 13:00 sab 8:30 / 12:30

ce.sportellounico.ra@auslromagna.it

Roncalceci – 0544485710; dal lun al ven 8:00 / 13:00 sab 8:30 / 12:30  ce.sportellounico.ra@auslromagna.it

San Pietro in Vincoli – 0544485771; dal lun al ven 8:00 / 13:00 sab 8:30 / 12:30 ce.sportellounico.ra@auslromagna.it

Cervia – 0544917615; dal lun al ven 7:30 / 13:00 sab 7:30 / 12:00

ce.sportellounico.ra@auslromagna.it

Russi – 0544586420 – 22; dal lun al ven 8:00 / 13:00 sab 8:00 / 11:30 sportellounico.ra@auslromagna.it

Faenza Palazzina 13 – 0546601586 – 87; dal lun al ven 7:30 / 13:00 sab 7:30 / 12:00 sportellounico.fa@auslromagna.it

Faenza Centro Nord/Filanda – 0546602155; dal lun al ven 7:00 / 13:00 sab 7:00 / 10:00 sportellounico.fa@auslromagna.it

Casola Valsenio – 0546972955; mar – gio 8:00 / 13:00 sab 8:00 / 11:30 sportellounico.fa@auslromagna.it

Solarolo – 0546612315; mer – ven 8:00 / 13:00

sportellounico.fa@auslromagna.it

Riolo Terme – 0546972815; mar – gio – ven 8:00 / 13:00

sportellounico.fa@auslromagna.it

Brisighella – 0546992615; dal lun al ven 8:00 / 13:00

sportellounico.fa@auslromagna.it

Castel Bolognese – 0546652715; lun – mer – ven 8:00 / 13:00

sportellounico.fa@auslromagna.it

Lugo – 0545213415; dal lun al ven 7:30 / 13:00 sab 7:30 / 12:00

sportellounico.lu@auslromagna.it

Lugo - Segreteria Lab Analisi – 0545214387 – 93; dal lun al sab 7:00 / 13:00

segreterialab.lu@auslromagna.it

Alfonsine – 0544864715; lun – mar – gio 8:00 / 13:00

sportellounico.lu@auslromagna.it

Bagnacavallo – 0545283015; lun – mer – ven 8:00 / 13:00

sportellounico.lu@auslromagna.it

Conselice – 0545903215; lun – mar – mer 8:00 / 13:00

sportellounico.lu@auslromagna.it

Cotignola – 054543515; mer – ven 8:00 / 13:00

sportellounico.lu@auslromagna.it

Massa Lombarda – 0545983315; lun – mar – gio 8:00 / 13:00

sportellounico.lu@auslromagna.it

Fusignano – 054553615; mer – gio – ven 8:00 / 13:00

sportellounico.lu@auslromagna.it

Bagnara – 0545905502; lun – mer 8:00 / 12:30 mar – ven 8:30 / 13:15 sportellounico.lu@auslromagna.it

Voltana – 054572885; mar – gio – ven 8:15 / 13:00

sportellounico.lu@auslromagna.it

Ambito riminese

Rimini

Sede via Circonvallazione Occ., 57 – 0541707370 – 0541707309 (scelta revoca); sportellounico.rn@auslromagna.it (VALIDO PER TUTTI GLI SPORTELLI RIMINESI)

Ospedale – 0541705671; 0541705494 (radiologia)

Santarcangelo – 0541326543

Verucchio – 0541314108

Bellaria Igea Marina – 0541327153

Novafeltria – 0541919329

Riccione – 0541608520; 0541608547 (radiologia)

Cattolica – 0541966263

Coriano – 0541668205

Morciano - 0541854402

Tutti i numeri sono contattabili dal lunedì al sabato dalle 08,00 alle 13,00.

Pubblicato in Notizie dal sito

L’associazione ASTRA ,che si occupa di promuovere sul territorio attività di assistenza sociosanitaria nel settore anestesiologico e rianimatorio, ha donato un ecografo portatile in 3D per la colonna vertebrale e relativo posizionatore posturale all’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena .
L’ecografo permetterà di effettuare una sorta di test a ultrasuoni indicando la direzione dell'ago e la profondità ottimale oltre la quale non spingersi praticando l'epidurale. Grazie al dispositivo sarà così possibile effettuare un'ecografia alla colonna vertebrale e riconoscere le strutture anatomiche.
“L’Ecografo portatile in 3D per la colonna vertebrale, afferma il dott.Vanni Agnoletti – direttore della U.O. di Anestesia e Rianimazione di Cesena- ci aiuterà a migliorare la gestione dell’anestesia loco regionale”.
“Come Presidente della associazione Astra e medico della U.O. di Anestesia e Rianimazione di Cesena - afferma la dottoressa Costanza Martino - ringrazio tutti coloro che hanno aiutato la associazione a raccogliere fondi , tanto più in questa emergenza coronavirus, e in particolare il Panathlon Club di Cesena che ha espressamente effettuato una donazione per l’obiettivo dell’acquisto dell’ecografo portatile”.
L’Azienda USL Romagna ringrazia pubblicamente l’Associazione Astra, per la generosa donazione, che con questa ulteriore donazione conferma il sostegno da sempre assicurato alle attività sanitarie del territorio, consentendo di migliorare ulteriormente la qualità dell'assistenza e la cura dei pazienti .

 

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Un inno e un video musicale per beneficenza, composti e prodotti da alcuni operatori sanitari dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì, uniti dalla passione per la musica e dal lavoro quotidiano nei reparti.

L’idea nasce e si concretizza dalla collaborazione di Aldo Troiano, coordinatore infermieristico e autore del brano musicale, e Fabio Tarantino, cardiologo interventista e musicista per passione, che ha contribuito all’incisione del brano.

"Stiamo uscendo faticosamente dalla emergenza sanitaria e cominciamo ad intravedere la luce in fondo al tunnel, e questo grazie anche al grande impegno e sacrificio di tutti i sanitari che hanno operato in condizioni difficili - dicono gli autori del video- Volevamo dare un segno tangibile di gratitudine ma anche di speranza. Torneremo presto a provare le grandi emozioni che musica e danza sanno farci vivere e sentirci allo stesso tempo vicini e solidali."

"Non abbiamo realizzato il video per autocelebrarci o per puro divertimento - spiegano   - Vogliamo aiutare tutte le persone e le famiglie che si troveranno in difficoltà economica a causa della emergenza Covid-19 attraverso una raccolta fondi in favore della Associazione di Volontariato Salute e Solidarietà Forlì Odv che porta la sua solidarietà a tutti coloro che necessitano di assistenza medica e di sussistenza."

"Hanno partecipato alla realizzazione del video - concludono - molti operatori sanitari dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni che ringraziamo di cuore. Un particolare ringraziamento va poi alla Direzione Sanitaria e Infermieristica del nosocomio forlivese e, per la collaborazione, a: Aldo Troiano - testo e voce, David Royan - musica ed arrangiamenti, Fabio Tarantino - lead guitar, registrazione Audio: MoltorumoreXnulla, riprese e montaggio video: Michele Valtancoli, contributo audio: Federico "Utah" Tarantino e... per la partecipazione straordinaria, Lala Bhlite e Aris Tsopanellis di "Casa Ciops" (scena di ballo).

Clicca qui: https://youtu.be/lvKW-PU2l7U per scaricare il video... e invia la tua donazione tramite bonifico a: Salute e Solidarietà Odvc/o Banca BCC ravennate forlivese e imolese - IBAN IT25I0854213207069000285513... In questa emergenza Coronavirus... offri un aiuto alle famiglie e alle persone in difficoltà!!!

Profilo Facebook   : https://www.facebook.com/torneremo.adanzare.9?fref=search&__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARBJPM80HIfCHH-kqjFfd41nqHrwQDeL6MJq22egidU9VEL-wt6jEfRU7j4cZ6pXCFem5eADqqFWVIMT

Profilo Instagram: https://www.instagram.com/torneremoadanzare/

Pubblicato in Notizie dal sito

Trascorrere le giornate non è facile per chi è affetto da demenza o da altre forme di disabilità. I soggetti anziani e disabili costituiscono la fascia più vulnerabile della popolazione, quella per la quale il distanziamento sociale si è reso maggiormente necessario. La quotidianità è “sconvolta” a causa dell’isolamento sociale e relazionale, della ridotta possibilità di mobilità e più in generale del non riuscire a svolgere serenamente e in libertà quanto gradito.

"Per questi motivi  - spiegano la Dr.ssa Rachele Nanni, Programma Psicologia Ausl Romagna e la Dr.ssa Federica Boschi Programma Demenze Ausl Romagna - per noi è fondamentale “non perdersi”, rimanere in contatto e offrire spazi di vicinanza e supporto a chi maggiormente vulnerabile e fragile e a chi se ne occupa. Dal mese di febbraio le attività e gli interventi psicosociali a favore di persone con demenza sono state sospese in forma diretta. Tuttavia i servizi psicologici dei vari Centri Disturbi Cognitivi e Demenze aziendali (CDCD), i Comuni e le singole Associazioni di Volontariato attive sui vari territori aziendali, si sono fatti portavoce dell’importanza di mantenere un filo di comunicazione, di preservare i legami, di favorire un senso di continuità e sicurezza, di offrire uno spazio di consulenza e supporto attivo al fine di contrastare forme di isolamento degli anziani, dei disabili e dei loro caregivers. I due attori, pubblico e privato, insieme ed in modo integrato, si sono spesi per fornire supporto e consulenze psicologiche garantendo il contatto con gli ambulatori specialistici e gli specifici servizi delle Rete. E così grande spazio è stato dato alla riformulazione di specifici interventi a valenza psico-sociale tramite la sperimentazione di metodologie nuove ed inedite per questo tipo di utenza come video chiamate, invio di materiale e depliant divulgativi e psico-educativi-informativi, invio di tutorial e video per guidare specifiche attività. E’ stato inoltre attivato un costante monitoraggio telefonico al fine di indagare i bisogni e le condizioni di benessere/malessere dei familiari e delle persone con demenza, nell’ottica di un lavoro che non perda mai di vista l’importanza del contatto sociale e relazionale e che possa ribadire la disponibilità e la presenza dei professionisti al loro fianco."

" Sono state garantite - proseguono - come da indicazioni Regionali ed Aziendali, da parte dell'equipe dei CDCD le visite urgenti e la disponibilità telefonica per attività di counseling, per caregivers e pazienti, per problematiche inerenti le terapie, i piani terapeutici e le modalità di gestione dei sintomi comportamentali e cognitivi . E' stata, inoltre, mantenuta la collaborazione con i Medici di Medicina Generale, il Nucleo di Continuità Ospedale-Territorio (NuCOT) e con i Servizi Sociali Territoriali per la gestione di casi problematici selezionati. "

E per chi assiste?

"Ai familiari - chiariscono -  viene chiesto un doppio sforzo: seguire e gestire il proprio caro in tutti i compiti e le attività quotidiane, cercando di stimolarlo e rinforzarlo senza però sostituirsi troppo a lui e allo stesso tempo sostenerne anche il mondo emotivo, affettivo e relazionale. L’interruzione delle routine può infatti generare episodi di maggior confusione, disorientamento, irrequietezza ed agitazione così come l’alterazione dei ritmi biologici. E’ importante, allora, ricreare e offrire alla persona con demenza un ambiente fisico e relazione il più sereno, rassicurante e validante possibile, nel rispetto della sua storia clinica, della vita personale e autobiografica, delle sue attitudini, risorse e interessi e dei personali bisogni. Cerchiamo quindi di mantenere routine e abitudini, di spiegare cosa sta accadendo solo se la persona è in grado di comprenderlo e ricordarlo. Cerchiamo di non esporre troppo il nostro caro a continue informazioni provenienti dai media, curiamone l’alimentazione, il sonno, il riposo e il movimento fisico. Coinvolgiamolo nelle attività quotidiane, soprattutto in compiti o attività di successo, nei quali possa essere libero di esprimersi.Curare ogni momento della quotidianità significa dare sicurezza alla persona con demenza, compensare le sue difficoltà, comprendere i suoi comportamenti e i suoi bisogni."

Pubblicato in Notizie dal sito

"Abbiamo deciso di celebrare la Festa del Primo maggio con un momento simbolico al polo ospedaliero di Forlì"

"Questa è l'ora della prova - sottolinea il primo cittadino -. La salute è posta al vertice delle priorità. Lo abbiamo ricordato ogni volta come amministrazione comunale e lo abbiamo condiviso durante le numerose videoconferenze svolte insieme ai sindacati, al mondo dell'impresa e del lavoro. Per questa ragione e per sottolineare l'impegno straordinario e il grande il sacrificio dimostrato dai Lavoratori della Sanità nella lotta all'epidemia Covid 19, insieme ai segretari territoriali di Cgil, Cisl e Uil e ad una rappresentanza dell'ospedale Morgagni-Pierantoni, abbiamo deciso di celebrare la Festa del Primo maggio con un momento simbolico al polo ospedaliero di Forlì. Se la salute è il primo punto, la tenuta del sistema e la ripartenza rappresentano le principali vie di uscita da questo tunnel ed è necessario intraprenderle con equilibrio per evitare passi falsi e per far sì che, in caso di bisogno, ogni problema possa essere immediatamente individuato, circoscritto, curato".

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio