Visualizza articoli per tag: volontariato

Erano quasi trecento gli studenti e i docenti, in rappresentanza di tutte le scuole superiori di secondo grado della Provincia di Forlì-Cesena, al primo evento di .“Invulnerabili: un progetto di sensibilizzazione rivolto alle scuole sul tema della violenza”, che si è svolto alla sala Europa della Fiera di Forlì .    
Il progetto scaturisce, nell'ambito del percorso "Alma IDEA dell'Università di Bologna, dalla grande attenzione dell’AUSL della Romagna nei confronti del problema con particolare riferimento alla violenza di genere. Tenuto conto della casistica degli accessi nei diversi Pronto Soccorso, dove da tempo è operativa una procedura di accoglienza e presa in carico delle vittime di maltrattamento ed abuso che vede coinvolti tutti gli operatori, ospedalieri e dei servizi socio-sanitari territoriali, chiamati a rispondere al bisogno, scaturisce sempre di più la necessità di un forte impegno volto alla prevenzione del fenomeno.L'iniziativa ha il patrocinio dell’AUSL della Romagna, dell’Università di Bologna e del Comune di Forlì  e ha previsto questo primo incontro formativo con contributi di tipo storico, sociologico, giuridico e sanitario,  a cui farà seguito un fase di riflessione in ambito scolastico con creazione da parte degli studenti di elaborati comunicativi “artistici” ,  che verranno rappresentati in un secondo incontro. Quanto elaborato potrà essere utilizzato a seguire come spunto di riflessione e sensibilizzazione sul tema in un evento esteso ad un più ampio pubblico.  
 Il gruppo operativo di progetto, costituito da Tiziana Iervese e Antonella Liverani, professionisti dell’AUSL Romagna sede di Forlì, Mirko Traversari ed Annalisa Furia dell’Università di Bologna e Stefania Polidori e Dario Bettini di Sartoria Teatrale, ha pensato di proporre agli studenti delle scuole secondarie di II° grado della Provincia di Forlì-Cesena elementi di conoscenza, riflessione e stimolo che sono stati molto apprezzati. 
 Il progetto gode del prezioso sostegno dei Lions Distretto 108A, Zona A- 2° Circoscrizione; Forlì Giovanni de’ Medici- Forlì Host- Forlì Valle del Bidente, Forlì Cesena- Terre di Romagna- Valle del Savio- Cesena).
Pubblicato in Notizie dal sito

La stretta collaborazione tra la società civile e l’Ausl Romagna, e le buone pratiche che maturano all’interno di questa, portano la Terapia Intensiva Neonatale (TIN) dell’ospedale “Infermi” di Rimini a diventare punto di riferimento formativo a livello regionale.

Solo un anno fa la onlus “Rimini Solidale” di Rimini donava all’Unità operativa di TIN dell’ospedale “Infermi” un ecografo indispensabile per ricercare i vasi sanguigni nei neonati, in modo da potervi inserire in maniera più sicura e meno traumatica i cateteri venosi centrali, evitando così di pungere “alla cieca” i “piccolissimi” pazienti. Si tratta di una procedura frequente nei bambini più piccoli e più fragili, fondamentale per potere somministrare nutrizione e farmaci e quindi aumentarne la sopravvivenza. L’inserimento ecoguidato dei cateteri venosi centrali rappresenta una nuova frontiera nella moderna neonatologia.

Su questo argomento si è tenuto, presso le aule formative di Rimini dell’Ausl, il primo corso rivolto agli operatori, sia medici che infermieri, di tutta la Regione, tenuto dall’equipe di Rimini (dottor Giovanni Barone e dottoressa Gina Ancora, direttore dall’Unità operativa) insieme ad illustri docenti della Università Cattolica di Roma.

Pubblicato in Notizie dal sito
Venerdì, 21 Dicembre 2018 14:02

Il coro Primavera all'ospedale di Forlì

Il coro "Primavera" del Centro Sociale Anziani di via Angeloni si è esibito questa mattina in un piccolo concertino di natale presso l'atrio dell'ospedale Morgagni-Pierantoni
Il Coro “Primavera” è composto da soci volontari del Centro Sociale “Primavera”. Fondato oltre 10 anni fa, è una delle espressioni più significative dei principi e valori del Centro Sociale la cui finalità è lo sviluppo ed il mantenimento del benessere fisico e psichico dei soci attraverso tutte le forme possibili di socializzazione, divertimento e impegno intellettuale realizzate insieme.
Il Coro è molto apprezzato per i repertori musicali vari che spaziano dalle cante romagnole della tradizione ai brani più sofisticati estrapolati da opere famose. E' diretto dal pianista e musicista Maestro Omar Brui“

Pubblicato in Notizie dal sito



Dopo il grande successo degli anni precedenti, nel giorno di Santo Stefano è in programma la quarta edizione della Camminata di Babbo Natale. La manifestazione, promossa dal Lions Club Forlì Host con patrocinio del Comune di Forlì e dell’Ausl della Romagna, è finalizzata alla raccolta fondi per l’acquisto di un'auto che verrà donata all'Istituto Oncologico Romagnolo Onlus (Ior). Il mezzo avrà la funzione di semplificare il trasporto dei pazienti impossibilitati ad utilizzare mezzi propri a causa di problemi economici, familiari o per la gravità della malattia.

Come di consueto la camminata partirà dal parco urbano Franco Agosto in prossimità della fontana - chiosco, si articolerà nelle vie del centro della città e terminerà al parco. Due i percorsi: quello da 3 chilometri corto e quello lungo da 7 chilometri. Il ritrovo per la registrazione è previsto alle 9.30, mentre la partenza alle 10.30. Ai partecipanti sarà dato in omaggio un cappellino di Babbo Natale, un premio di partecipazione e palloncini colorati per tutti i bambini.

 

 

 

Pubblicato in Notizie dal sito
CONCERTO di NATALE 21/12/2018 ore 21.00

Abbazia San Mercuriale – Forlì

Coro Cappuccinini & San Paolo

Orchestra B. Maderna

Soprano Silvia Bertaccini

Partecipano Studenti del Liceo Artistico Musicale Statale di Forlì

Dirige Enrico Pollini

Musiche di Bach, Haendel, Mozart e tanti brani della tradizione natalizia di tutto il mondo.

INGRESSO OFFERTA LIBERA a favore dell’Associazione Onlus “Salute e Solidarietà”

 

Nell’occasione sarà distribuito il programma della Stagione Musicale Forlì 2019



ASS. SALUTE E SOLIDARIETÀ' - Forlì


Il bisogno di "salute", che è un diritto sancito dalla costituzione Italiana, può, nei fatti, non essere fruibile né garantito.

Per cercare di dare una risposta alle diverse, ma molto simili realtà di emarginazione (economica, culturale, di razza, di genere..) e di fragilità, l'Associazione "Salute e Solidarietà apre un Ambulatorio in città, aperto a tutti coloro che si trovano, temporaneamente o in modo permanente, in situazione di necessità.

L'ambulatorio volontario a bassa soglia per le persone "fragili", italiane e straniere, è stato inaugurato il 26 settembre 2018, in via Elisabetta Piolanti 12, Forlì, con la partecipazione del  Prefetto, del Vescovo, del Sindaco, del Presidente di Forlifarma e del direttore del distretto di Forlì.

Garantire il Diritto alla Salute, in tutte le variabili che si possono realizzare, è un dovere costituzionale, oltre che deontologico."

---------

27 luglio 2016

I medici e gli infermieri del Centro Studi "Giovanni Donati" per il Volontariato e la Solidarietà comunicano la costituzione a Forlì dell'Associazione Salute e Solidarietà.

L'attività, "volontaria", svolta dal 2009 sia presso l'ambulatorio del Centro di Ascolto Buon Pastore (Caritas) che in ospedale dai medici (MMG e ospedalieri) e infermieri, continuerà e si rinnoverà, con la creazione appunto di una associazione autonoma, che usufruirà della collaborazione dell'Azienda della Romagna, in rete con gli organismi istituzionali e le molteplici realtà associative presenti sul territorio e che sarà rivolta e dedicata a tutti coloro, italiani e stranieri, che si trovino, temporaneamente o permanentemente, non in grado di essere assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale.

"A questo proposito - si legge in una nota del comitato scientifico del Centro Studi 'Giovanni Donati' per il Volontariato e la Solidarietà - ci rivolgiamo ai fondatori, agli aderenti e simpatizzanti del Centro Studi, a tutti coloro che già lavorano o collaborano con l'attuale ambulatorio, ma anche al personale sanitario ed amministrativo, che vorrebbe svolgere una azione di volontariato e... aspetta l'occasione giusta...".

Per informazioni: sandra.spazzoli@auslromagna.it; cunivanni@libero.it; daniela.valpiani@auslromagna.it;

 

Pubblicato in Notizie dal sito

L'alimentazione è importante per tutti. Per le persone con patologie neuromuscolari lo è a maggior ragione. Se ne parlerà nell'evento organizzato dalla Uildm, a Cervia, il prossimo 23 novembre, dal titolo "Ho una malattia neuromuscolare: cosa mangio e cosa bevo oggi?". Tutti i dettagli nell'allegata locandina.

Pubblicato in Notizie dal sito

Mercoledì 26 settembre 2018


Garantire e promuovere
per tutti
il diritto alla salute

 


L’Associazione di Volontariato Salute e Solidarietà onLus,
nata con l’obiettivo di garantire il diritto alla salute a tutte
le persone, italiane e straniere, che si trovano in condizione
di fragilità e non possono o hanno difficoltà ad usufruire
deL servizio sanitario nazionale, promuove alcuni momenti
per parlare di parità di diritto alla salute.


22-30 settembre 2018 forlì/romagna

settimana del buon vivere


10:00 via Elisabetta Piolanti, 12
inaugurazione
dell’ambulatorio
salute e solidarietà
dedicato alle persone
fragili
Questo Ambulatorio a bassa soglia di accesso va
ad aggiungersi a quello già attivo, presso la sede
Caritas di Forlì, in via dei Mille a Forlì, sempre ad
opera dell’Associazione


INTERVENGONO


Fulvio Rocco De MaRinis (Prefetto di Forlì-Cesena)
s.e. Mons. Livio  Corazza (Vescovo della DiocesiForlì-Bertinoro)
Davide DRei (Sindaco di Forlì)
Stefano Boni (Direttore del Distretto Socio Sanitario
di Forlì dell’Azienda Sanitaria della Romagna)
Franco sami (Amministratore Unico ForlìFarma)


PRESENTA
Daniela VaLpiani (Presidente Associazione Salute
e Solidarietà onlus)
16:00 Cittadella dEl buon Vivere/Refettorio


TAVOLA ROTONDA
la “strada”
cHe unisce
Realtà di emarginazione e fragilità presenti
nel nostro territorio.
Con
Don Luca FaVaRin (Presidente Percorso Vita onlus)
INTERVENGONO
Daniela VaLpiani (Presidente Salute e Solidarietà
Associazione onlus)
Raoul MosConi (Assessore Politiche
di integrazione sociale Comune di Forlì)
sauro BanDi (Direttore Caritas Diocesi di Forlì
e Bertinoro)
Davide BaLzani (Responsabile Unità Operativa
Vigilanza Ispettiva INPS dire-zione provinciale)
Germano pesteLLi (Riabilitazione comunitaria)
adele paGnotta (Coordinatrice centro educativo
Welcome Associazione onlus)
patrizio oRLanDi (Presidente Cooperativa Sociale
DiaLogos)


MODERA
pierluigi Rosetti (Responsabile Unità operativa
Politiche Abitative e Disagio Adulti Comune di Forlì)
18:00 CittadElla dEl buon vivErE/sbv CornEr


SPETTACOLO
odissee anonime
Monologo sull’integrazione.
Con Roberto MeRCaDini (Attore e autore)
a seguire
aperitivo multietnico


A CURA DI
IN COLLABORAZIONE CON
Associazione Cardiologica Forlivese, Welcome, Forlì
Città Aperta, Nuova Civiltà delle Macchine, Servizio
Migrantes, Coop Sociale DiaLogos
con il patrocinio dell’Ordine dei Medici Chirurghi
e degli Odontoiatri della provincia di Forlì-Cesena

Pubblicato in Notizie dal sito

Presentazione del nuovo ambulatorio volontario per persone fragili, a cura dell'associazione Salute e Solidarietà, (mercoledì 26 settembre 2018, via Elisabetta Piolanti 12, Forlì )

 

"In sintonia con il tema dell'edizione 2018 della Settimana del Buon Vivere di Forlì,  "LUOGHI" - spiega la dottoressa Daniela Valpiani - l'Associazione Salute e Solidarietà ha scelto "La Strada", quale luogo di cammino, di sosta, di fatica, di ricerca, di bisogno . Sulla "Strada" può insorgere il bisogno di "salute"e, quello che è un diritto sancito dalla costituzione Italiana, può non essere nè fruibile nè garantito.Per cercare di dare una risposta alle diverse , ma molto simili realtà di emarginazione (economica, culturale, di razza, di genere..) e di fragilità, l'Associazione "Salute e Solidarietà apre quindi un Ambulatorio in città, aperto a tutti coloro che si trovano, temporaneamente o in modo permanente, in situazione di necessità e, nell'occasione, promuove un evento che vuole essere spunto di incontro e confronto , a livello cittadino,  sulle "povertà" presenti nel nostro territorio. Interverranno all'iniziativa anche don Luca Favarin  dell'associazione "Percorso Vita" e il poeta e narratore Roberto Mercadini, che presenterà il monologo "Odissee Anonime" .
"Al mattino avrà luogo l'inaugurazione dell'ambulatorio volontario a bassa soglia per le persone "fragili", italiane e straniere, con la partecipazione del  Prefetto, del Vescovo, del Sindaco, del Presidente di Forlifarma e del direttore del distretto di Forlì - prosegue Daniela Valpiani -Il pomeriggio si svolgerà invece un evento  al San Domenico, nell'ambito degli eventi della Settimana  del Buon Vivere, che sarà all'insegna della "Strada", come luogo di incontro e di cammino....L'iniziativa prevede una Tavola rotonda sulle "povertà" presenti nel nostro territorio, lo spet tacolo del poeta e autore Roberto Mercadini e un aperi-cena multietnica. Considerato il momento politico sociale , noi, operatori in sanità, riteniamo che garantire il Diritto alla Salute, in tutte le variabili che si possono realizzare, sia dovere costituzionale,  oltre che deontologico."

 

Clicca qui sotto per scaricare il programma definitivo, allegato alla notizia.

Pubblicato in Notizie dal sito

La notte tra il 27 e il 28 giugno 2008, improvvisamente, Gianni Donati è volato via a soli 31 anni, a causa di un incidente stradale.Sono trascorsi dieci anni e nessuno tra i colleghi dell'allora Ausl di Forlì, degli amici, dei volontari, degli sportivi e degli artisti che lui frequentava, lo ha dimenticato.

Laureato in Scienze Politiche, Gianni lavorava all'Ausl come addetto stampa.Tra le sue passioni il teatro, il basket (è stato arbitro e istruttore provinciale dei mini-arbitri), ma anche la musica ed i viaggi. Di amici ne aveva tantissimi: sui campi da basket, sul palco di un teatro, nell’Azione Cattolica della parrocchia di Ravaldino, nel mondo del giornalismo forlivese. Aveva interpretato San Francesco nel musical ‘Forza venite gente!’ per la prima volta a dieci anni. Poi di nuovo, da grande e ancora aveva recitato con la compagnia dell’Azione Cattolica ‘Il Sicomoro’ in ‘Skid Row Shop’ (La piccola bottega degli orrori) e con il ‘Magicomio’, costituita da ragazzi di Ravaldino.Gianni era stato educatore dei giovanissimi e dei giovani di Azione Cattolica, nonché consigliere parrocchiale.

 

E pochi mesi dopo la sua morte, a dicembre 2008, il nome di Gianni Donati, è rimasto indelebilmente legato a quei temi di solidarietà e umanità, da lui coltivati con impegno e passione.Il Centro Studi per il Volontariato e la Solidarietà dell’Azienda USL di Forlì, di cui era entusiasta socio fondatore , nel dicembre di quello stesso anno fu a lui intitolato e dedicato , lo ricordò nell’ambito di un convegno cittadino sul tema della tutela dei diritti umani, in cui fu ospite e testimonial il grande poeta Tonino Guerra.

Da allora il Centro Studi “Giovanni Donati” promuove iniziative , eventi , convegni , rivolti ad approfondire tematiche in ambito di tutela dei Diritti umani , garanzia di equità in Salute , cooperazione internazionale, in sintonia con lo spirito di Volontariato e Solidarietà per cui Gianni si è speso sempre nella sua breve e intensa vita.

 

Il comitato scientifico del Centro Studi “Giovanni Donati” per il Volontariato e la Solidarietà

Pubblicato in Notizie dal sito

Importanti riconoscimenti internazionali per le politiche di presa in carico delle persone anziane affette da demenza messe in campo nel Riminese. Due video realizzati nell’ambito dei Meeting Center attivi a Rimini e Riccione, hanno infatti ricevuto il primo e secondo premio conferiti nell’ambito della Conferenza Internazionale “BestCare4Dem” che si è svolta giovedì e venerdì scorsi ad Amsterdam.

La conferenza di Amsterdam, il cui sottotitolo è “Condividere un efficace sostegno della comunità nella demenza”, si pone l’obiettivo di presentare una panoramica delle ultime novità per la cura e il sostegno delle persone con demenza che vivono a domicilio e dei loro caregivers. Fra queste novità un posto speciale è stato riservato alle nuove opportunità di assistenza diurna come i Meeting Center o Centri d’Incontro. Nati in Olanda nel 1994, i Meeting Center sono strutture aggregative riservate a persone con demenza in fase iniziale e ai loro familiari, che hanno dimostrato una notevole efficacia nel ridurre i sintomi psicologici e comportamentali, nel sostenere le abilità cognitive e nell’aumentare la qualità di vita e il benessere dei pazienti e una positiva influenza sul tono dell’umore e il carico assistenziale dei caregivers.

Rimini e Riccione sono state fra le prime città Italiane a inaugurare – nel 2015 – i Centri d’Incontro, nati grazie alla collaborazione del Centro per i disturbi cognitivi e demenze (CDCD) di Rimini-Riccione (AUSL della Romagna) con l’Università di Bologna, l’ASP Valloni-Marecchia, i Comuni di Rimini e Riccione e l’Associazione Alzheimer Rimini o.n.l.u.s. Nei mesi scorsi all’interno dei due Centri d’Incontro sono stati realizzati due video, intitolati rispettivamente Racconto il mare (Rimini) e Amarcord sal mèn (Riccione), che raccontano attraverso musica e immagini il lavoro quotidiano che si effettua nei Centri privilegiando la comunicazione non verbale, la gestualità e altre forme artistiche di espressione.

Nella prima giornata della Conferenza i due video – già selezionati fra i tre migliori lavori nella categoria Poesia – hanno ricevuto alla Conferenza di Amsterdam il primo (Amarcord sal mèn) e il secondo premio (Racconto il mare). La piccola ma significativa delegazione riminese – formata da collaboratori che operano tutti all’interno dei Centri d’Incontro – ha ricevuto gli applausi del pubblico e un prestigioso riconoscimento che sottolinea l’eccellenza della “rete” per l’assistenza alle persona con demenza nella provincia di Rimini.

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio