Skip to main content

L'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è consentito nel rispetto dell' "Ordinanza del Ministro della Salute dell'8 maggio 2021".

I visitatori dovranno presentare una autodichiarazione sul fatto di non essere in quarantena o isolamento fiduciario, e di non essere rientrati da meno di 14 giorni da Paesi soggetti alle limitazioni degli spostamenti.

Si raccomanda, al fine di limitare le attese, di arrivare alla struttura con tale modulo già compilato, scaricandolo e compilandolo a casa.

Accesso con il GREEN PASS alle strutture ospedaliere dell'AUSL Romagna per gli accompagnatori/visitatori

  • Come già comunicato, da sabato 28 agosto l'AUSL della Romagna, al fine di proteggere le strutture sanitarie dal rischio di trasmissione di SARS CoV-2 ed in ottemperanza alle nuove disposizioni sul tema del green pass, ha predisposto l'attivazione progressiva di una serie di misure per regolamentare gli accessi di visitatori e accompagnatori e il personale addetto al controllo dei varchi (stewards) delle strutture ospedaliere della Romagna sta verificando il possesso del green pass, mediante apposito applicativo.

    I visitatori/accompagnatori/caregiver che rientrano nelle eccezioni sotto elencate possono accedere senza green pass, ma:

    • - nel caso cui debbano accedere alla struttura ospedaliera in modo urgente e non programmato, verranno sottoposti in ospedale a tampone antigenico o molecolare per la ricerca di sars cov-2 , con validità di 48 h
    • - in tutti gli altri casi dovranno esibire il referto di un tampone antigenico o molecolare per la rilevazione di sars-cov-2 con esito negativo eseguito nelle ultime 48 h.

    Pertanto chi non ha il green pass e rientra nelle eccezioni sotto elencate deve esibire il referto di un tampone in caso di accesso alla struttura ospedaliera.

     

    I VISITATORI/ACCOMPAGNATORI/CAREGIVER che rientrano nelle eccezioni restano sempre i seguenti:

    • - accompagnatori/visitatori/caregiver in possesso di certificato di esenzione alla vaccinazione Covid 19.
    • - accompagnatori/visitatori/caregiver dei pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n.104)
    • - accompagnatori/visitatori/caregiver di minori 18 anni
    • - accompagnatori/visitatori/caregiver delle donne in stato di gravidanza
    • - visitatori minori (12 anni) esclusi per età dalla campagna vaccinale
    • - accompagnatori/visitatori/caregiver di persone con disabilità fisica, psichica o cognitiva non certificata che ne richiedano il supporto

Misure di protezione

In ottemperanza alle disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Ministero della Salute, della Regione Emilia Romagna e dell'Azienda USL Romagna, al fine di attuare misure di protezione e contenimento della diffusione del virus Sars-Cov2 (Nuovo Coronavirus) e della malattia COVID-19 ad esso correlata, SI INFORMA CHE il personale incaricato vi inviterà a far rispettare quanto segue:
mascherina
Obbligo dell'utilizzo di mascherine di protezione per le vie respiratorie
mani
Se si indossano guanti, rimozione e igiene delle mani
distanza
Osservare sempre il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro
accompagnatori

Durante le ore diurne, è consentito l’accesso di un solo visitatore per paziente, per un tempo massimo di due ore consecutive.

Nelle aree di degenza COVID, FILTRO e QUARANTENA non sono di norma ammesse visite. 

pdf Informativa visitatori Area COVID (484 KB)

febbre
Verrà misurata la temperatura corporea
adesivo
Verrà fornito un adesivo in funzione dell'accesso
orario
L'ingresso dell'utenza è ammesso esclusivamente in corrispondenza dell'orario dell'appuntamento della prestazione specialistica prenotata. In caso di netto anticipo (>15 min), l’utente verrà invitato ad attendere fuori dalla struttura sanitaria al fine di evitare assembramenti nelle sale di attesa
aspetto
All'interno della sala di attesa è ammesso lo stazionamento simultaneo di un numero limitato di persone (distanza interpersonale di almeno un metro)