images/headers/striscia_sfondo_A4.jpg
Stampa questa pagina

Presentati oggi i nuovi direttori di Medicina Riabilitativa e Salute Donna e Infanzia di Forlì, Sanità Animale ed Igiene delle Produzioni Zootecniche di Forlì e Cesena

Vota questo articolo
(6 Voti)
Presentati oggi i nuovi direttori di Medicina Riabilitativa e Salute Donna e Infanzia di Forlì, Sanità Animale ed Igiene delle Produzioni Zootecniche di Forlì e Cesena Presentati oggi i nuovi direttori di Medicina Riabilitativa e Salute Donna e Infanzia di Forlì, Sanità Animale ed Igiene delle Produzioni Zootecniche di Forlì e Cesena

Presentati oggi  dalla Direzione Generale dell’Ausl Romagna i nuovi direttori di Medicina Riabilitativa e Salute Donna e Infanzia di Forlì, Sanità Animale ed Igiene delle Produzioni Zootecniche di Forlì e Cesena.

Integrazione fra ospedale e territorio, presa in carico globale dei  pazienti, integrazione tra i servizi di Forlì e Cesena e nuovi progetti per pazienti cronici ed oncologici. Tutti questi temi sono stati al centro della presentazione dei nuovi direttori,  Giovanna Rita Indorato, Direttore U.O. Salute Donna Infanzia Forli, Renata Rossi, Direttrice U.O. Medicina Riabilitativa di Forli, Claudio Romboli, Direttore U.O. Sanità Animale ed Igiene delle Produzioni Zootecniche Forlì e Cesena.

Presenti Tiziano Carradori e Mattia Altini,  rispettivamente direttore generale e sanitario dell’Ausl Romagna e Paolo Masperi, direttore del presidio ospedaliero di Forlì.

“Anche per queste nomine  – ha sottolineato il dottor Carradori – è fondamentale l’integrazione tra ospedale e territorio. Un ospedale non è niente se non funziona ciò che avviene prima e dopo”

“Questa direzione ha investito molto per cercare di coprire tutte le figure apicali mancanti in Ausl Romagna – ha ribadito il dottor Altini – e a Forlì attualmente resta scoperta solo quella Unità Operativa di Anatomia Patologica.”

Per quanto riguarda la nomina di Renata Rossi, specializzata in Terapia Fisica e Riabilitazione, si tratta di una conferma,: dal 2012 era infatti già Direttrice facente funzioni della  U.O. di Medicina Fisica e Riabilitazione di Forli. Alla sua Unità Operativa afferiscono  un reparto di dieci letti di , un'area ambulatoriale comprendente sia attività di visita fisiatrica ordinaria che prioritaria, che attivita' ambulatoriale su percorsi definiti, attivita' riabilitativa svolta presso l'Ospedale di S.Sofia, casa della Salute e Osco di Forlimpopoli e di Modigliana  e presso le sedi territoriali di Meldola, Predappio ed attività riabilitativa domiciliare.

“La nostra Unità operativa – spiega la Rossi – è trasversale a quasi tutti i servizi sanitari, sia per intensità di cure che per attività domiciliari, ma anche per la gestione delle protesi. Nel futuro, in particolare, intendiamo incrementare i percorsi per i pazienti cronici ed oncologici.”

Per Giovanna Rita Indorato, specializzata in Ginecologia ed Ostetricia, si tratta di un incarico “territoriale” che arriva dopo quattordici anni di attività ospedaliera, “cosa che mi permette di avere uno sguardo particolare di integrazione fra le due realtà”, spiega.

“Pediatria di Comunità e Salute donna – chiarisce - hanno come obiettivo la presa in carico globale di mamma, bambino e padre. Si occupa di vaccinazioni, presa in carico di bambini cronici, immigrati e con disturbi del comportamento alimentare. Ci prendiamo cura anche degli adolescenti, attraverso il Consultorio Giovani, e di tutte le donne, dalla gravidanza alla menopausa, sempre ascoltando con attenzione i loro bisogni assistenziali.”

Per Claudio Romboli, dal 2020 già Direttore facente funzioni della  U.O.Complessa Sanità Animale ed Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche di Forlì , la sfida è ora quella di integrare i servizi forlivesi con quelli cesenati, contando su una “squadra” di ventisei dirigenti veterinari e nove tecnici della prevenzione, che devono coprire, su undici sedi, il territorio di trenta Comuni, controllando una popolazione di circa 25 milioni di avicoli, oltre a 80 mila suini, 300 mila conigli,etc. Inutile ribadire l’importanza  del settore animale di competenza della Unità del dottor Romboli che, nella sola provincia di Forlì-Cesena, registra 2500 addetti con importanti contatti con l’estero.

Ultima modifica il Giovedì, 17 Marzo 2022 15:15 Modificato da:
a cura della