Skip to main content

Consegnato all'ospedale di Forlì il casco che "salva i capelli in chemioterapia"

Vota questo articolo
(2 Voti)
Consegnato all'ospedale di Forlì il casco che "salva i capelli in chemioterapia" Consegnato all'ospedale di Forlì il casco che "salva i capelli in chemioterapia"

Lunedì è stato consegnato dallo Istituto Oncologico Romagnolo anche l’ultimo Paxman Scalp Cooler, il casco refrigerante che permette ai pazienti in chemioterapia di avere una speranza in più di evitare la caduta dei capelli, al Day Hospital di Oncologia Medica dell’ospedale Pierantoni-Morgagni di Forlì. Una donazione resa possibile grazie al grande successo ottenuto, negli ultimi mesi del 2021, dall’iniziativa di crowdfunding dell’Istituto Oncologico Romagnolo “A Testa Alta”, cui hanno preso parte non solo tantissimi donatori privati ma anche aziende del territorio che hanno visto nell’iniziativa il modo migliore di rendere concreta la mission di responsabilità sociale che molte di loro portano avanti. Andando più nello specifico, l’acquisto del casco refrigerante installato presso la struttura forlivese è stato reso possibile dalla sensibilità del Gruppo EcoEridania.

"Con questa consegna si chiude ufficialmente la nostra campagna “A Testa Alta” - afferma il direttore generale Ior, Fabrizio Miserocchi - una iniziativa partita per fare un decisivo passo avanti in termini di umanizzazione dei percorsi di cura in Romagna dotando i reparti di Oncologia del territorio di tre caschi refrigeranti e culminata in un successo tale da aver potuto installare anche il quarto dispositivo, che è poi quello che presentiamo oggi qui al Morgagni- Pierantoni di Forlì. Un trionfo che racconta di un grande gioco di squadra: quello tra terzo settore, privati cittadini e imprese che hanno saputo riconoscere la bontà del nostro progetto e si sono attivate concretamente per sostenerlo. Grazie quindi di cuore al Gruppo EcoEridania che si è dimostrato così sensibile alla causa del benessere fisico e psicologico delle donne che lottano contro il cancro in Romagna: da oggi ogni paziente di Cesena, Rimini, Forlì e Meldola, come in precedenza quelle di Faenza e Lugo, comuni alle cui Oncologie avevamo donato il medesimo dispositivo e che lo utilizzano già con grande soddisfazione, potrà affrontare la chemioterapia con la speranza in più di non dover sopportare l’ulteriore carico emotivo della caduta dei capelli, un qualcosa che forse non garantirà loro molto in termini di sopravvivenza ma che rappresenta un valore aggiunto di grande significato per quel che riguarda la qualità di vita durante il percorso di cura".

Ultima modifica il Lunedì, 28 Marzo 2022 11:42 Modificato da:
a cura della

Cerca notizia

Archivio