Skip to main content

Il Gruppo Italiano dei Chirurghi VitreoRetinici si è riunito a Rimini. Tra gli argomenti, la terapia genica applicata alla cura di alcune malattie retiniche degenerative a carattere ereditario

Vota questo articolo
(1 Vota)
Convegno gruppo italiano chirurghi vitroretinici a Rimini Convegno gruppo italiano chirurghi vitroretinici a Rimini

Si è svolto al palazzo dei Congressi di Rimini, qualche giorno fa, il Congresso Nazionale Givre (Gruppo Italiano dei Chirurghi VitreoRetinici).
Durante le relazioni presentate al Palazzo dei Congressi di Rimini si sono trattati argomenti di grande interesse ed estremamente innovativi, quali la terapia genica applicata alla cura di alcune malattie retiniche degenerative a carattere ereditario.
“La parte preponderante del congresso – spiega il dottor Andrea Mercanti, direttore dell’Oculistica di Rimini - è stata la lunga sessione di live surgery di casi complessi di chirurgia vitreoretinica, in totale ben dodici interventi tra mattina e pomeriggio, trasmessi in diretta dal gruppo operatorio di Riccione. In questa occasione sono state mostrate le più recenti tecniche di chirurgia mininvasiva applicate anche ad interventi di complessità chirurgica molto elevata. L'organizzazione e la riuscita dell'impegnativa sessione di live surgery è stata possibile grazie ad un bellissimo lavoro interdisciplinare, che ha visto alcuni attori particolarmente attivi, come i colleghi anestesisti, ed altri attori passivi come i colleghi chirurghi, ortopedici e chirurghi toracici, che condividono con noi il blocco operatorio e che ci hanno volentieri lasciato a disposizione anche le loro sale operatorie per poter eseguire in contemporanea tre interventi su tre sale diverse e dedicate per la live surgery.”
"Organizzare un evento importante come il Congresso Nazionale del Givre – conclude il dottor Mercanti - richiede un impegno ed uno sforzo organizzativo enormi, soprattutto per la gestione di una live surgery su tre sale, contemporaneamente funzionanti sia la mattina che il pomeriggio. La collaborazione di tutti è stata veramente importante e si è trattato davvero di proficuo lavoro di équipe. I chirurghi invitati si sono dimostrati tutti di alto livello, così come la rilevanza scientifica degli argomenti trattati nelle varie relazioni presentate. Si è trattato pertanto di una eccellente vetrina per evidenziare l'attività che viene svolta ancora oggi dalla sanità pubblica e dall'UO Oculistica di Rimini in particolare"

 

Ultima modifica il Giovedì, 09 Giugno 2022 13:49 Modificato da:
a cura della

Cerca notizia

Archivio