Skip to main content

Nuovo ambulatorio di scialoendoscopia per la patologia ostruttiva delle ghiandole salivari maggiori all'ospedale di Forlì

Pubblicato da:
Vota questo articolo
(2 Voti)
ospedale di Forlì ospedale di Forlì

 Dopo un lungo percorso preparatorio, formativo e di aggiornamento tecnologico, è stata introdotta presso la Unità di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale di Forlì, diretta dal prof. Claudio Vicini, la nuova procedura di “scialoendoscopia operativa” per la patologia ostruttiva delle ghiandole salivari maggiori.

"Si tratta - spiega il dott. Giovanni Cammaroto, delegato al progetto - di una tecnica mini-invasiva, che consente il trattamento delle patologie infiammatorie delle ghiandole salivari maggiori con particolare riguardo alla calcolosi salivare. I sintomi sono frequenti tumefazioni dolenti, che compaiono specie dopo i pasti a livello sottomandibolare o al davanti dell'orecchio".
"Questa tecnica applicata per la prima volta in Romagna – prosegue - consente di evitare approcci più aggressivi, potenzialmente gravati da complicanze significative, quali lesioni a livello di alcuni nervi come il nervo facciale e il nervo linguale. In selezionate condizioni, l’uso di tale metodica può scongiurare anche il ricorso alla rimozione chirurgica dell’intera ghiandola salivare che, soprattutto nella patologia flogistica, non è scevra dal rischio di complicanze. Questa nuova procedura è quindi un valore aggiunto all'offerta assistenziale sul territorio in una condizione clinica tutt’altro che rara. “
Per accedere all'ambulatorio, che seleziona i potenziali candidati, è sufficiente essere in possesso di una richiesta specifica del medico di famiglia con la quale contattare direttamente la segreteria degli ambulatori di otorinolaringoiatria di Forlì, allo 0543/735020.

 

Cerca notizia

Archivio