Martedì, 31 Ottobre 2017 13:28

1° Convegno “L’Arte Terapia nella Sanità”, sabato 4 novembre all'Abbazia del Monte di Cesena

Vota questo articolo
(0 Voti)

Sabato 4 novembre, dalle ore 9 alle 17, all’Abbazia del Monte di Cesena si svolgerà il 1° Convegno  “L’Arte Terapia nella Sanità” promosso dall’Associazione di Promozione Sociale Art in Counselling, con il Patrocinio di Azienda USL della Romagna, Regione Emilia Romagna e Comune di Cesena.

L’evento, rivolto in particolare ai professionisti della sanità, ha l’obiettivo di diffondere la validità e l’efficacia degli strumenti utilizzati nell’Arte Terapia e nell’Arte Emozionale in ambito sanitario per un sostegno emozionale alla persona, e di sensibilizzare gli operatori sanitari e tutti coloro che si trovano a fornire un sostegno a bambini e adulti con disagi della salute all’utilizzo dell’arte come forma di comunicazione e modalità per diminuire la tensione della condizione di ospedalizzazione, liberando il proprio sentire e migliorando la qualità della vita della persona, grazie alla valorizzazione della dimensione emotiva.

Il Convegno vedrà l’intervento di relatori provenienti dai presidi ospedalieri del territorio Emiliano-Romagnolo tra cui l’Azienda USL della Romagna, docenti del Polo Accademico dell’Università di Bologna, psicologi, educatori, Gestalt Counsellors di Art in Counselling e docenti di Art Health Therapy School.

Saranno presentati metodi, dati ed esperienze maturate in queste anni dai volontari dell'Associazione Art in Counselling nell’ambito del Progetto “Arte in Corsia” attivo all’ospedale Bufalini di Cesena (nei reparti di Psichiatria, Pediatria e Geriatria) e dal 2006, presso il reparto di Psichiatria dell’Ospedale L. Pierantoni di Forlì, il Servizio Cure Palliative e Hospice di Savignano sul Rubicone, la Residenza di Trattamento protratto di Zignola di Forlì e la Casa Protetta “Nuovo Roverella” di Cesena.

Nata nel 2014, l’Associazione di Promozione Sociale “ArtinCounselling” ha lo scopo di svolgere attività di utilità sociale a favore di terzi promuovendo, favorendo e divulgando l’arte nella relazione di aiuto, specialmente attraverso il Progetto "Arte in Corsia".

Il progetto “Arte in Corsia”, nato del 2005,  è stato creato da Cinzia Lissi all’interno dell’associazione BMC Italian School, grazie al percorso di formazione “Sensibilizzazione all’Art Therapy” che ha permesso di formare operatori specializzati in questo ambito; la sua finalità è quella  di permettere all’utente ricoverato di esprimere il proprio stato d’animo, le proprie emozioni, favorendo la comunicazione attraverso linguaggi non verbali quali l’arte terapia e l’arte emozionale, diminuendo lo stato ansioso dell’ospedalizzazione e favorendo un migliore approccio con il personale medico e paramedico del reparto.

Un importate riconoscimento al progetto "Arte in Corsia"  è giunto nel 2013, quando l’Osservatorio Nazionale Fiaso (Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere), ha inserito il progetto maturato all’interno del Servizio di Diagnosi Cura dell’ospedale Bufalini di Cesena nel Libro Bianco delle buone pratiche in Sanità, come esperienza meritevole di essere presa a modello da esportare in tutta Italia.

1° Convegno “L’Arte Terapia nella Sanità”

Come arte e terapia possono incontrarsi attraverso l’emozione:

storie, metodi, esperienze.

Sabato 4 novembre, Sala Convegni Abbazia del Monte di Cesena

Sabato 4 novembre, dalle ore 9 alle 17, all’Abbazia del Monte di Cesena si svolgerà il 1° Convegno  “L’Arte Terapia nella Sanità” promosso dall’Associazione di Promozione Sociale Art in Counselling, con il Patrocinio di Azienda USL della Romagna, Regione Emilia Romagna e Comune di Cesena.

 

L’evento, rivolto in particolare ai professionisti della sanità, ha l’obiettivo di diffondere la validità e l’efficacia degli strumenti utilizzati nell’Arte Terapia e nell’Arte Emozionale in ambito sanitario per un sostegno emozionale alla persona, e di sensibilizzare gli operatori sanitari e tutti coloro che si trovano a fornire un sostegno a bambini e adulti con disagi della salute all’utilizzo dell’arte come forma di comunicazione e modalità per diminuire la tensione della condizione di ospedalizzazione, liberando il proprio sentire e migliorando la qualità della vita della persona, grazie alla valorizzazione della dimensione emotiva.

Il Convegno vedrà l’intervento di relatori provenienti dai presidi ospedalieri del territorio Emiliano-Romagnolo tra cui l’Azienda USL della Romagna, docenti del Polo Accademico dell’Università di Bologna, psicologi, educatori, Gestalt Counsellors di Art in Counselling e docenti di Art Health Therapy School.

Saranno presentati metodi, dati ed esperienze maturate in queste anni dai volontari dell'Associazione Art in Counselling nell’ambito del Progetto “Arte in Corsia” attivo all’ospedale Bufalini di Cesena (nei reparti di Psichiatria, Pediatria e Geriatria) e dal 2006, presso il reparto di Psichiatria dell’Ospedale L. Pierantoni di Forlì, il Servizio Cure Palliative e Hospice di Savignano sul Rubicone, la Residenza di Trattamento protratto di Zignola di Forlì e la Casa Protetta “Nuovo Roverella” di Cesena.

Nata nel 2014, l’Associazione di Promozione Sociale “ArtinCounselling” ha lo scopo di svolgere attività di utilità sociale a favore di terzi promuovendo, favorendo e divulgando l’arte nella relazione di aiuto, specialmente attraverso il Progetto "Arte in Corsia".

Il progetto “Arte in Corsia”, nato del 2005,  è stato creato da Cinzia Lissi all’interno dell’associazione BMC Italian School, grazie al percorso di formazione “Sensibilizzazione all’Art Therapy” che ha permesso di formare operatori specializzati in questo ambito; la sua finalità è quella  di permettere all’utente ricoverato di esprimere il proprio stato d’animo, le proprie emozioni, favorendo la comunicazione attraverso linguaggi non verbali quali l’arte terapia e l’arte emozionale, diminuendo lo stato ansioso dell’ospedalizzazione e favorendo un migliore approccio con il personale medico e paramedico del reparto.

Un importate riconoscimento al progetto "Arte in Corsia"  è giunto nel 2013, quando l’Osservatorio Nazionale Fiaso (Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere), ha inserito il progetto maturato all’interno del Servizio di Diagnosi Cura dell’ospedale Bufalini di Cesena nel Libro Bianco delle buone pratiche in Sanità, come esperienza meritevole di essere presa a modello da esportare in tutta Italia.

Letto 122 volte

Archivio