Skip to main content

Il Dipartiemnto di Salute Mentale di Forlì presenta "Vite senza permesso, trame migranti" (6 dicembre, Cesenatico)

Pubblicato da:
Vota questo articolo
(1 Vota)
Il Dipartiemnto di Salute Mentale di Forlì presenta "Vite senza permesso, trame migranti" (6 dicembre, Cesenatico) Il Dipartiemnto di Salute Mentale di Forlì presenta "Vite senza permesso, trame migranti" (6 dicembre, Cesenatico)

MERCOLEDÌ 6 DICEMBRE 2017 - ORE 21.00

 

Iniziativa della Consulta Comunale per il Volontariato di Cesenatico, del Centro Servizi per il Volontariato della Provincia Forlì-Cesena, del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Forlì,

del Centro Diego Fabbri di Forlì e del Comune di Cesenatico

 

presso

Teatro Comunale di Cesenatico

 

la Compagnia Il Dirigibile,

formata da ospiti e operatori del Centro Diurno Psichiatrico di via Romagnoli

del Dipartimento di Salute Mentale di Forlì

 

presenta

 

Vite senza permesso, trame migranti

 

testo, sceneggiatura e regia di Michele Zizzari

 

 

L’opera è dedicata a Mandiaye Ndiaye (regista senegalese e attore del Teatro delle Albe di Ravenna scomparso prematuramente nel 2014) e a Emmanuel Chidi Namdi, migrante nigeriano

barbaramente ucciso nel 2016 a Fermo per razzismo.

Si ringrazia la giornalista Manuela Foschi per il libro-inchiesta Vite senza permesso edito dalla EMI, dal quale abbiamo preso in prestito il titolo e la storia di Mandiaye Ndiaye.

 

Contenuti - Una sequenza di quadri e suggestioni sceniche, canzoni e coreografie che raccontano

storie reali del nostro tempo, aspirazioni, speranze, illusioni, delusioni e le molteplici motivazioni

che spingono popoli e persone a emigrare.

Un intreccio di esperienze umane che ha come protagonisti le odissee più o meno fortunate dei Nessuno di adesso, di quelli che continuano ad attraversare mari, confini e terre per trovare nuovi orizzonti alla propria esistenza, per sete di conoscenza, per scampare alla guerra e alla persecuzione, o semplicemente per necessità, come per il passato è toccato a tanti italiani.

 

 

Ingresso offerta libera

 

Per maggiori informazioni: www.centrodiegofabbri.it

Ultima modifica il Martedì, 05 Dicembre 2017 11:23
a cura della