All’Ospedale Bufalini quarta donazione di organi a cuore fermo

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

All’ospedale Bufalini di Cesena è stata effettuata nei giorni scorsi una nuova donazione di organi a cuore fermo da un paziente deceduto, per il quale la famiglia aveva generosamente espresso la volontà di donare gli organi. Sono stati prelevati fegato e reni.

Per l’ospedale cesenate, recentemente individuato dalla Regione quale Centro promotore dell’estensione del programma regionale “Cuore fermo ER” in altre Aziende sanitarie dell’Emilia Romagna, è il quarto prelievo multiorgano portato a termine con successo con questa tecnica complessa e ancora rara in Italia.

La procedura è stata resa possibile grazie alla collaborazione fra l’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Bufalini diretta dal dottor Vanni Agnoletti e quella di Anestesia e Rianimazione che afferisce al Dipartimento Cardio-toraco-vascolare del Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna ed è diretta dal Prof. Guido Frascaroli.

Le operazioni, coadiuvate dal Centro Regionale Trapianti diretto dalla dottoressa Gabriela Sangiorgi, hanno visto il coinvolgimento di una decina di medici delle equipe dell’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare di Forlì Cesena diretta dal dottor Giorgio Ubaldo Turicchia  e dell’Unità Operativa di Radiologia di Cesena, diretta dalla dottoressa Emanuela Giampalma, e del personale infermieristico coordinato dalla dottoressa Paola Ceccarelli.

“Questo risultato – afferma il dottor Agnoletti -  è stato ottenuto grazie allo stretto rapporto di collaborazione tra il centro cesenate e quello bolognese che da anni partecipano con successo al programma regionale sulla donazione e trapianti di organi. Un grazie speciale va al Centro Regionale Trapianti che, come sempre, ha fornito competenza e disponibilità per il buon esito del prelievo”.

Letto 328 volte Ultima modifica il Lunedì, 26 Febbraio 2018 10:08
a cura della

Archivio