"Nascere. Il parto dalla tarda antichità all’età moderna”, sabato 7 Aprile, Forlimpopoli

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
Il gruppo Ausl Romagna Cultura vi invita alla presentazione del volume "Nascere. Il parto dalla tarda antichità all’età moderna” , sabato 7 Aprile, Forlimpopoli 
 
Sabato 7 aprile, alle 16:30, presso la Sala del Consiglio Comunale di Forlimpopoli, verrà presentato il volume “Nascere. Il parto dalla tarda antichità all’età moderna.
La presentazione, moderata da Gianfranco Cerasoli, medico e membro del Gruppo AUSL Cultura, proporrà agli intervenuti una pluralità di punti di vista su casi curiosi e insoliti relativo all'evento della nascita. Si alterneranno nel racconto Antonella Parmeggiani (Storica), Alessandra Foscati (Storica della Medicina) e Mirko Traversari (Antropologo Fisico).
 
" Il parto - spiegano gli organizzatori - non è soltanto un atto biologico immutabile, ma anche un fenomeno storicizzabile, declinato in molteplici significati simbolici, vissuto e rappresentato in modi diversi, attraverso i secoli e i luoghi. Inoltre si trattava persino di un evento di grande drammaticità, fino a un passato recente, poiché, anche nelle realtà economicamente più avanzate, non di rado la nascita coincideva con la morte  Infine è un fenomeno il cui studio coinvolge esperti afferenti a diversi ambiti di interesse, quali l’antropologia, la sociologia, la medicina e la storia della medicina, la religione e la politica. Il tema è trattato in questo volume in una diacronia compresa fra il tardoantico e l’età moderna, secondo diversi approcci metodologici che propongono l’interpretazione di fonti documentarie, iconografiche, letterarie, ma anche scientifiche, nel tentativo di svelare aspetti ancora poco noti, o del tutto inediti, sulle rappresentazioni del momento della nascita."
 
 Il Museo Archeologico d Forlimpopoli “Tobia Aldini”, con le sue prestigiose collezioni, sarà a disposizione degli intervenuti.
 
L’evento è patrocinato dal Comune di Forlimpopoli, dal Museo Archeologico di Forlimpopoli “Tobia Aldini”, dal Dipartimento di Beni Culturali-Università di Bologna e dal Gruppo  AUSL Romagna Cultura
Letto 402 volte Ultima modifica il Martedì, 20 Marzo 2018 10:19
a cura della

Archivio

Mi piace