Ciclo di incontri “Parole Stupefacenti” (Faenza, ottobre-novembre 2018) - cambia il relatore dell'incontro del 13 novembre

Vota questo articolo
(1 Vota)
Ciclo di incontri "Parole Stupefacenti" (Faenza, ottobre-novembre 2018) Ciclo di incontri "Parole Stupefacenti" (Faenza, ottobre-novembre 2018)

Il ciclo di incontri Parole Stupefacenti, giunto alla diciottesima edizione, si apre sabato 27 ottobre alle ore 16.00 presso la sala n.5 di Faventia Sales, via San Giovanni Bosco n.1 a Faenza. Questo evento nasce dalla collaborazione fra il Servizio Dipendenze Patologiche di Faenza Azienda USL della Romagna e i Servizi Sociali dell’Unione della Romagna Faentina.

L’intento di “Parole Stupefacenti” è da sempre quello di offrire una lettura non solo strettamente sanitaria ma anche sociale, economica, culturale, sulle tematiche dell’uso/abuso di sostanze psicoattive e su tutti i comportamenti a rischio legati al nostro quotidiano che possono diventare vere e proprie patologie.

Il ciclo di incontri è rivolto alla cittadinanza e in particolare agli operatori dei servizi sanitari e sociali del territorio, agli insegnanti, agli educatori, agli studenti e a tutti coloro interessati a questi temi.

Quest’anno il filo conduttore dell’intero ciclo di conferenze sarà modernità e post modernità declinato da un punto di vista sociale, culturale, comunicativo, economico…..

Sabato 27 ottobre dalle ore 16.00 dopo i saluti delle autorità, il ciclo di incontri si aprirà con l’intervento del dott. Paolo Cianconi “Le società postmoderne: trasformazione, mutazione, espansione”. 

Paolo Cianconi è medico chirurgo, specialista in psichiatria, psicoterapeuta, antropologo all’Università Cattolica e Policlinico Gemelli di Roma. Lavora come psichiatra presso la Casa Circondariale Regina Coeli di Roma. Si occupa di psicologia e psichiatria sociale della postmodernità. E’ Direttore scientifico del master di etnopsichiatria e psicologia della migrazione presso l’Istituto Beck di Roma. Ha effettuato ricerche in Italia e all’estero per studiare le comunità che sopravvivono ai bordi degli Stati, in condizioni di precarietà o varie forme di povertà, anche relazionali. Studia i fenomeni psicologici e collettivi connessi con le crisi e i collassi sociali.

Il ciclo di incontri proseguirà presso il Museo Civico di Scienze Naturali Malmerendi, in via Medaglie d’Oro n. 51 a Faenza, dalle ore 17.30 alle ore 20.00, nelle seguenti giornate:

Martedì 30 ottobre - dott. Michele Marangi  “Ipermodernità. Il digitale e la trasformazione del presente”.

Martedì 6 novembre - dott. Davide Fant  “Giocare con le macerie. Remix e racconti, fughe e spiragli”.

Martedì 13 novembre - al posto della relazione “O toccare il fondo o uno slancio di reni. Dipendenza e autonomia” del dott. Luigi Manconi, impossibilitato a partecipare per un sopraggiunto impegno improrogabile, parteciperà il dottor Paolo Cianconi con una relazione dal titolo "'Interstizi d'occidente' Fenomeni, contesti e persone dell'esclusione sociale e della marginalità".

Martedì 20 novembre - dott. Gioacchino Lavanco  “’Senza fine trascini la nostra vita….’ Famiglia e comunità a confronto con le nuove dipendenze comportamentali”.

Mercoledì 28 novembre - dott.ssa Patrizia Meringolo “La resilienza per la creazione di competenze e nuovi obiettivi per l’individuo e la comunità”.

 

Ulteriori dettagli e informazioni nel depliant allegato.

Letto 290 volte Ultima modifica il Lunedì, 29 Ottobre 2018 13:49
a cura della

Archivio

Mi piace