Casa della Salute del Rubicone: al via lavori di ampliamento dell’Ospedale di Comunità

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Alla Casa della Salute del Rubicone di Savignano sono in arrivo lavori di ampliamento per realizzare 6 nuovi posti letto per l’Ospedale di Comunità: i posti da 6 saliranno a 12.

L’intervento, presentato nel corso della conferenza stampa che si è tenuta oggi presso il Comune di Savignano Sul Rubicone, è volto ad aumentare l’offerta della rete dei servizi territoriali e migliorare la presa in carico dei pazienti, prevalentemente anziani, con più patologie o sofferenti per una particolare fragilità sociosanitaria.

I lavori, che inizieranno entro un mese, porteranno dal punto di vista strutturale a una nuova distribuzione degli spazi all’interno della Casa della Salute del Rubicone. L’ala dell’Ospedale di Comunità, attualmente situata al primo piano, sarà ampliata e trasferita al secondo piano dove potrà contare su nuove stanze di degenza con 12 posti letto complessivi. I lavori prevedono anche il rifacimento dei servizi igienici esistenti, l’adattamento degli impianti.
Al primo piano troveranno a loro volta nuova collocazione gli ambulatori dei Medici di Medicina Generale, attualmente situati al secondo piano della struttura. I lavori prevedono la realizzazione di nuovi ambienti, tra cui anche due distinte sale di attesa per i pazienti dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di Libera Scelta, la riqualificazione dei spazi esistenti, il rifacimento degli impianti elettrici.I lavori, che si concluderanno all’incirca entro il 2019, con una previsione di spesa di 250.000 euro, si svolgeranno in diverse fasi, non impedendo tuttavia alle attività sanitarie il loro regolare svolgimento.

L’Ospedale di Comunità e la continuità ospedale-territorio
L’Ospedale di Comunità è una struttura di degenza territoriale che accoglie pazienti prevalentemente anziani provenienti da struttura ospedaliera, clinicamente dimissibili ma con condizioni che richiedano una assistenza infermieristica continuativa o programmabile e pazienti fragili e/o cronici provenienti dal domicilio per la presenza di una instabilità clinica, ad esempio la riacutizzazione di  una condizione clinica preesistente o l’insorgenza di un quadro clinico improvviso, oppure necessità di assistenza infermieristica continuativa, non erogabile al domicilio.
La valorizzazione degli Ospedali di Comunità va nella direzione indicata dal nuovo Piano Sociale e Sanitario della Regione Emilia-Romagna che pone al centro il concetto di integrazione nella presa in carico del paziente.

Gli aspetti distintivi della Casa della Salute del Rubicone
L’ampliamento dell’Ospedale di Comunità va ad aumentare l'offerta di servizi già erogati nella Casa della Salute del Rubicone dove complessivamente sono presenti: l’Hospice, i Medici di Medicina Generale associati in Medicina di Gruppo, i Pediatri di Libera Scelta in Pediatria di Gruppo; l’Ambulatorio di Osservazione e Terapia (AOT), garantito tramite una forte integrazione medico-infermieristica; l’Ambulatorio Infermieristico per attività programmate; l’Ambulatorio Infermieristico per la chiamata attiva dei pazienti con patologia cronica; il Servizio di Continuità Assistenziale (Guardia Medica); il Servizio Infermieristico Domiciliare, il Punto Prelievi, lo Sportello farmaceutico; lo Sportello CUP, l’ufficio assistenza protesica, Assistenti Sociali; la Radiologia, la dialisi (CAL); poliambulatori specialistici e si possono effettuare alcune indagini strumentali. La struttura accoglie inoltre alcune Associazioni di Volontariato.

Nella foto, da sinistra: il Direttore del Distretto Rubicone Francesca Righi, il Sindaco del Comune di Savignano Sul Rubicone e Presidente dell’Unione Rubicone e Mare Filippo Giovannini, il  Direttore Generale dell’Ausl Romagna Marcello Tonini, il Presidente del Comitato Distretto Rubicone Luciana Garbuglia, il Direttore dell’Unità Operativa Progettazione e Sviluppo Edilizio dell’Ausl Romagna Enrico Sabatini e il Direttore dell’Unità Operativa Cure Primarie di Forlì-Cesena Riccardo Varliero.

Letto 324 volte Ultima modifica il Mercoledì, 17 Ottobre 2018 15:59
a cura della

Archivio

Mi piace