Prevenzione e contrasto al Gioco d’Azzardo Patologico, nel cesenate al via Progetto GAP

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Riduzione dei rischi legati al gioco d’azzardo patologico e avvicinamento dei giocatori nei contesti del gioco, prevenzione nelle scuole e uno sportello di sostegno psicologico e consulenza legale per i giocatori e le loro famiglie. Sono questi i principali interventi messi in campo sul territorio cesenate con l’avvio del progetto di prevenzione e contrasto al Gioco d’Azzardo Patologico (GAP) promosso nel 2019 dall’Unità Operativa Dipendenze Patologiche di Cesena, AUSL Romagna, in collaborazione con le Aziende Servizi alla Persona di Cesena Valle Savio e di Rubicone e Mare.

A settembre hanno preso avvio gli interventi di prossimità con gli Operatori di strada presso le sale da gioco e i luoghi ‘sensibili’ dove si trovano i giocatori che potrebbero aver sviluppato una dipendenza da gioco. L’obiettivo è quello di entrare in relazione con i giocatori e facilitarne l’accesso ai Servizi predisposti per un supporto psicologico e una presa in carico. Gli interventi si svolgono due volte la settimana, una sul territorio di Cesena, l’altra su quello della Valle del Rubicone.

Sul fronte della prevenzione mirata alla fascia giovanile e al mondo della scuola sono previsti incontri informativi nelle classi terze delle scuole secondarie di primo grado del comprensorio finalizzati a promuovere nel contesto scolastico la conoscenza del fenomeno e dei rischi correlati al gioco d’azzardo. Sul territorio saranno promossi anche incontri di sensibilizzazione e di informazione sul fenomeno del gioco d’azzardo rivolti a tutta la cittadinanza.

Infine ,da qualche settimana, sono attivi a Cesena e a Savignano due Sportelli dedicati al sostegno psicologico e alla consulenza legale. L’obiettivo è quello di fornire informazioni e supporto ai giocatori, ai loro familiari e a tutte le persone che entrano in contatto con coloro che vivono problematiche legata al gioco compulsivo. Gli sportelli si trovano al Centro per le Famiglie di Cesena (via Ancona 310, tel. 0547 333611) e al Centro per le Famiglie di Savignano (via Roma 10 tel. 3476524807). Sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13. Vi si può accedere direttamente oppure su appuntamento.
Dai dati dell’Osservatorio Dipendenze Patologiche risulta che le persone affluite nel 2018 all’Unità Operativa Dipendenze Patologiche di Cesena per problemi correlati a patologie da gioco sono state 54. L’età media è di 47 anni per gli uomini e di 50 per le donne. Tra i giochi quello più utilizzato è la video slot (60%).

Chi ha bisogno di assistenza può rivolgersi al Servizio Dipendenze Patologiche di Cesena, in via Brunelli 540, tel. 0547 394535.

 

Letto 188 volte Ultima modifica il Mercoledì, 30 Ottobre 2019 14:04
a cura della

Cerca notizia

Archivio

Mi piace