I giovani del Rotaract Forlì raccolgono fondi per uno spettacolo di sensibilizzazione sui disturbi alimentari, attraverso un aperitivo on line, con la partecipazione delle psicologhe Ausl

Vota questo articolo
(2 Voti)

Una raccolta fondi dei giovani del Rotaract Forlì  per realizzare uno spettacolo di sensibilizzazione sui disturbi alimentari . Si tratta dell' iniziativa di solidarietà organizzata ieri, attraverso un aperitivo online che prevedeva la distribuzione di pacchetti di prodotti con i presidi slowfood, impacchettati e consegnati dai ragazzi del Rotaract.  L' aperitivo ha visto la partecipazione di ben sessanta persone ed aveva come obiettivo  quello di raccogliere fondi per la realizzazione di uno spettacolo teatrale per sensibilizzare sulle problematiche dei disturbi alimentari, che si terrà ad ottobre prossimo.

L'analisi dei dati che arrivano dall’Osservatorio epidemiologico del ministero della Salute ha messo in evidenza che, da febbraio a maggio 2020, c' è stato un aumento di casi di disturbi alimentari di almeno un 30 per cento nei ragazzi e nei preadolescenti. Le origini post traumatiche dei disturbi dell'alimentazione sono ampiamente dimostrate, ma in questo caso l’isolamento, la didattica a distanza, l’impossibilità di giocare con i coetanei, la sensazione di paura condivisa con i familiari, le difficoltà delle famiglie, hanno determinato uno stress continuo e insostenibile per molti.

 Sono intervenuti all'aperitivo on line, organizzato dal Rotaract: la dottoressa Patrizia D'Aprile, psicologa dell'Ausl Romagna, Lia Cortesi, coordinatrice regionale di Slowfood, la dott.ssa Loretta Raffuzzi, psicologa e psicoterapeuta dell'Ausl Romagna, Micaela Mazzoli, formatore slowfood e Giuseppe Tolo, fiduciario condotta slowfood Forlì.

 

Cerca notizia

Archivio