Oncoematologia pediatrica di Rimini: un volume per aiutare le famiglie dei piccoli pazienti e... anche il Servizio

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
La copertina del libro La copertina del libro

Il In Italia ogni anno vengono colpiti da una neoplasia maligna circa 2.500 tra bambini e adolescenti, di cui 98 nella nostra regione e 37 in Romagna (province di Ravenna, Forlì, Cesena, Rimini).

La terapia di un bambino o adolescente ammalato di tumore è complessa e la completa guarigione (biologica, psicologica e sociale) è un traguardo lento e sofferto, una strada in salita intervallata da tappe intermedie.

Chi si occupa della cura dei pazienti oncologici deve avere come obiettivo il benessere di chi assiste e non può pertanto considerare di importanza secondaria il “supporto” che, nel caso dell’età evolutiva, deve essere rivolto al paziente e alla sua famiglia. L’intero nucleo famigliare deve essere preso in carico, dalla comunicazione della diagnosi, che rappresenta forse il momento più delicato e difficile, fino al ritorno alla normalità biologica e sociale o, nei casi sfortunati, fino all'ultimo minuto di vita del paziente. Su questa premessa è stato pubblicato “In viaggio con la valigia”, un  manuale rivolto ai familiari dei bambini e degli adolescenti affetti da patologia oncoematologica che sarà consegnato ai pazienti e ai loro genitori al momento della comunicazione della diagnosi.

Il libro è stato scritto a tre mani dalle dottoresse Roberta Pericoli (responsabile della struttura semplice Oncoematologia pediatrica di Rimini), Elena Fabbri (medico dell’Oncoematologia) e Samanta Nucci (psicologa). Vi sono descritti i principali tumori infantili e adolescenziali, i percorsi diagnostici e terapeutici, i principali effetti collaterali dei trattamenti, le strategie utili a ridurli e le principali problematiche di carattere psicologico. Il percorso dalla diagnosi alla fine delle cure è descritto simbolicamente come un viaggio e il manuale vuol rappresentare una sorta di valigia, contenente gli strumenti per affrontarlo in maniera più agevole e consapevole.

Le spese di pubblicazione sono state interamente sostenute da AROP ONLUS  a cui è possibile devolvere un'offerta per sostenere questa iniziativa.

Dati d’attività dell’Oncoematologia pediatrica

Dall’apertura del centro sono stati diagnosticate e trattate 350 neoplasie maligne,  di cui circa la metà negli ultimi 6 anni (dall’avvio dell’Ausl Romagna), periodo nel quale sono afferite a Rimini 172 nuove neoplasie maligne in pazienti provenienti dalle diverse province della Romagna (media 28.6 l’anno) . 

L’attività media annua contempla: 1.340 infusioni di chemioterapici, 364 trasfusioni di emoderivati, 330 procedure in sedazione (aspirato midollare, biopsia ossea, rachicentesi).

Cerca notizia

Archivio