Il presidente della Regione Stefano Bonaccini in visita agli ospedali di Forlì e Cesena (5 Ottobre 2020)

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

La giunta regionale al completo, con il Presidente Stefano Bonaccini, ha incontrato lunedì 5 ottobre all'ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì e all'ospedale BUfalini di Cesena tutti gli operatori sanitari forlivesi e cesenati, in presenza del Sindaco di Forlì, Gianluca Zattini, del Sindaco di Cesena Eanzo Lattuca, del Direttore Generale dell'Ausl Romagna, Tiziano Carradori e del direttore sanitario, Mattia Altini.

Ad introdurre gli interventi del Presidente nei due presidi, Paolo Masperi direttore sanitario dell'ospedale di Forlì e Carlo Lusent direttore sanitario del presidio cesenate, che hanno ringraziato la Giunta per la visita e tutti gli operatori che si sono impegnati e si impegnano nella lotta al COVID 19.

"E' la quinta provincia che visitiamo oggi - ha spiegato Bonaccini - Siamo venuti di persona per ringraziarvi di quello che avete fatto e state facendo.Avete messo a rischio la vostra vita per lottare contro la pandemia. Se altri Stati avessero preso esempio dall'Italia forse non saremmo a questo punto. L'' Italietta', come qualcuno l'aveva definita, ha dato lezioni agli altri ed ora è uno dei Paesi più sicuri al mondo. Dopo questa prova spero che nessuno, mai più, mi venga a dire che bisogna privatizzare la sanità pubblica dell'Emilia Romagna..." Il Presidente ha poi illustrato gli interventi per la sanità che la Regione metterà in campo per il comprensorio forlivese e cesenate: una nuova Casa della salute a Forlì da 11 milioni di euro e lavori all'ospedale Morgagni-Pierantoni per realizzare 6 ulteriori posti letto in terapia intensiva (con una spesa di 1,4 milioni di euro), un altro intervento per 4 posti letto in medicina d’urgenza e 12 in pneumologia (per un costo di 1.834.500 euro). Nel cesenate l'intervento più importante è sicuramente il nuovo Ospedale di Cesena: la convenzione firmata tra Regione e Ministero della Salute un mese fa ha già portato allo stanziamento di 156 milioni di euro. Nell’attesa della nuova struttura, per l’attuale Bufalini sono in programma l’ampliamento e la ristrutturazione del pronto soccorso (per una spesa di 2,3 milioni di euro a carico della Regione), la riconversione in posti letto di terapia semintensiva della degenza ordinaria di chirurgia generale (274.000 euro), la riattivazione di una serie di locali per l’allestimento di 6 posti letto in terapia intensiva (lavori per 665.000 euro già conclusi).

Sono poi opere comuni a entrambi i nosocomi la ristrutturazione e l’adeguamento dei blocchi operatori e delle aree intensive, insieme al completamento della dotazione tecnologica delle aree di emergenza e urgenza (2,4 milioni per l’ospedale di Forlì e 1,7 per quello di Cesena), mentre tra gli interventi che l’Ausl Romagna ha previsto su un numero ampio di presidi ospedalieri per un totale di oltre 17 milioni di euro, e che riguardano anche le strutture di Forlì e Cesena, ci sono il miglioramento sismico e l’efficientamento energetico.

"Tra pochi giorni - aggiunge- sarò di nuovo a Forlì per l'inaugurazione del corso di Laurea in Medicina dell'Università di Bologna. Concludo questo intervento dicendovi un grande grazie, da parte di tutti. Eroe è chi fa quello che può e voi siete stati eroi."

 

 
Ultima modifica il Mercoledì, 07 Ottobre 2020 18:10
a cura della

Cerca notizia

Archivio