Skip to main content

Dipendenze patologiche, taglio del nastro di A-Social Space a Riccione

Pubblicato da:
Vota questo articolo
(1 Vota)
Riccardo Varliero Direttore Distretto Riccione Ausl Romagna,  Michela Bertuccioli  Vice Presidente del Comitato di Distretto, Laura Galli Vice Sindaco Comune di Riccione, Elisa Zamagni Psicologa Psicoterapeuta U.O. Dipendenze Patologiche di Rimini, Edo Polidori Direttore U.O. Dipendenze Patologiche di Rimini e Renata Tosi Presidente del Comitato di Distretto e Sindaco del Comune di Riccione. Riccardo Varliero Direttore Distretto Riccione Ausl Romagna, Michela Bertuccioli Vice Presidente del Comitato di Distretto, Laura Galli Vice Sindaco Comune di Riccione, Elisa Zamagni Psicologa Psicoterapeuta U.O. Dipendenze Patologiche di Rimini, Edo Polidori Direttore U.O. Dipendenze Patologiche di Rimini e Renata Tosi Presidente del Comitato di Distretto e Sindaco del Comune di Riccione.

Inaugurato sabato pomeriggio a Riccione in via Mantova,6, lo spazio di relazione sociale e digitale A-Social Space promosso dalla U.O. Dipendenze Patologiche  di Rimini in collaborazione con il Distretto di Riccione.

 "Si tratta di una struttura molto importante - ha affermato Riccardo Varliero, direttore del Distretto di Riccione - come punto d’integrazione dei servizi socio-sanitari del territorio per educare le persone alle buone pratiche della tecnologia. Dall’uso del cellulare e dei videogiochi alle varie forme di dipendenza da gioco patologico e d’azzardo. Con la pandemia questo fenomeno si è aggravato, questo sarà uno spazio a disposizione di tutti”. 

Nell’ambito della programmazione delle attività dei Piani di Zona il Distretto di Riccione e l’U.O. Dipendenze Patologiche AUSL della Romagna, diretta dal Dott. Edoardo Polidori, in collaborazione con Il Centro per le Famiglie Distrettuale e la Cooperativa il Maestrale, hanno formulato un Piano locale di contrasto al gioco d’ azzardo patologico.  

Giocare d’ azzardo in Italia è un abitudine diffusa e normalizzata sia per la presenza di una enorme offerta di gioco legale, sia per la possibilità di “consumarlo” in diverse modalità: gioco fisico (es. gratta e vinci), gioco on-line (scommesse e gaming), sale dedicate solo al gioco, gioco all’interno di luoghi della quotidianità (es. bar, tabaccherie).

Il progetto ha lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sui rischi connessi al gioco e di prevenire e  contrasto del fenomeno. Inoltre, si pone l’ obiettivo di facilitare l’ accesso tempestivo dei soggetti a rischio e/o dipendenti ai servizi sanitari dedicati attraverso le seguenti azioni:

  • apertura di uno sportello legale territoriale per giocatori e loro familiari denominato Match, aperto tutti i venerdì pomeriggio dalle 16 alle 19 nello spazio A-Socialspace, Via Mantova 6 a Riccione, con un riferimento telefonico dedicato 351 5039709. Tale sportello offrirà consulenza legale e psicologica gratuita ai giocatori e ai loro familiari e proporrà azioni pubbliche di sensibilizzazione e di informazione nel territorio.
  • apertura di una ludoteca in Via Mantova, denominata A-Socialspace,  dedicata a adolescenti e loro familiari con problematiche di ritiro sociale, abbandono scolastico e non integrazione, a rischio di incorrere in stati di uso, abuso o dipendenza da sostanze/comportamenti.

All’interno dello spazio si accoglieranno gli studenti degli istituti scolastici del Distretto, proponendo attività di prevenzione e “gioco consapevole” e offrendo confronti informativi circa il mondo delle sostanze e dei comportamenti di dipendenza. In tale contesto i ragazzi potranno vivere nuove esperienze di vita positive attraverso pratiche educative che utilizzeranno connessioni e ibridazioni con discipline ed elementi eterogenei (musicali, mediali etc). Si promuoverà un approccio attivo alla tecnologia allestendo spazi accoglienti ed accattivanti dotati di una sala prove, di uno spazio dedicato a creare contenuti radio, stanza gaming con Playstation 5 e visori a disposizione per i ragazzi.

Ultima modifica il Martedì, 28 Settembre 2021 08:33
a cura della