Skip to main content

I benefattori per l’ex Ospedale Giovan Battista Morgagni di Forlì ritratti da Mario Camporesi

Pubblicato da:
Vota questo articolo
(13 Voti)
Maria Rivalta Maria Rivalta

Siamo giunti al nostro appuntamento settimanale, che vuole ricordare il rapporto costante tra benefattori e Istituzioni deputate alla cura.

Rileggendo gli articoli già pubblicati, mi sono resa conto che l’asticella si stava spostando al solo ricordo dei grandi personaggi ed è nata in me la necessità di evidenziare che la solidarietà, fatta sia di elargizioni di denari sia di gesti solidari, non era una pratica esclusiva dei soli grandi benefattori ma anche di persone comuni di cui loro non erano altro che la manifestazione più evidente.

Con grande impegno ci siamo ripromessi di dare la dovuta dignità alle lapidi collocate negli ingressi degli ospedali, che riportano i nomi dei donatori e delle associazioni che si sono impegnati per il bene della propria comunità.

A Forlì, nel 1959, il pittore Mario Camporesi (Meldola, 1899 - Forlì, 1981) fu incaricato di eseguire, dall’ allora amministrazione ospedaliera, un’interessante galleria di ritratti dei benefattori costituita da otto quadri.

Nell’archivio storico aziendale è conservato il carteggio relativo alla commissione, oltre le considerazioni dell’allora Presidente dell’amministrazione dell’ospedale scritte il 25 gennaio del 1960: “ho letto sull’ultimo numero del Pensiero Romagnolo alcune considerazioni ed esortazioni circa l’opportunità di tributare appropriate onoranze ai benefattori degli Enti e delle istituzioni pubbliche, anche perché il loro ricordo sia mantenuto per sempre vivo fra la popolazione.. Concordo pienamente su tale opportunità: infatti questa Amministrazione ha preso iniziative in tal senso ed altre ne adotterà, seguendo anche l'esempio della casa di Riposo di Forlì, nei cui locali sono murate lapidi e ritratti di benefattori".

Le tele avrebbero dovuto ornare il "corridoio principale dell'ospedale", opportunamente inserite entro cornici a stucco.

Curiosità: gli otto ritratti, di proprietà del disciolto ente ospedaliero G. Morgagni, una volta ultimati non furono mai portati nel luogo al quale erano destinati, poiché questo progetto fu accantonato.

Bibliografia: Sonia Muzzarelli,  La Cura attraverso l’arte: piccole guide di storia e opere del patrimonio artistico della Romagna, Ausl della Romagna, centro stampa di Cesena, dicembre 2020 - patrimoniostoricoeartistico@auslromagna.it

Sitografia:  https://bbcc.ibc.regione.emilia-romagna.it/pater/loadcard.do?id_card=59384

 

Le pagine di questa rubrica daranno vita ad un nuovo “quaderno”, disponibile dalla primavera del 2022 che andrà ad arricchire la collana “la cura attraverso l’arte”.

 

Ultima modifica il Lunedì, 20 Dicembre 2021 09:16
a cura della

Cerca notizia

Archivio