Giovedì, 18 Maggio 2017 12:06

Interventi chirurgici robotici in diretta al corso di chirugia ginecologica di Forlì

Vota questo articolo
(1 Vota)
Interventi chirurgici robotici in diretta al corso di chirugia ginecologica di Forlì

CORSO DI CHIRURGIA

ONCOLOGICA GINECOLOGICA

(Ospedale di Forlì, 18 e 19 maggio)

Interventi robotici in diretta a Forlì dai più importanti centri

 

Interventi in diretta, alla sala Pieratelli dell'ospedale di Forlì, in occasione del Corso di chirurgia ginecologica e oncologica in corso in questi giorni. Dalle sale operatorie di Forlì, il primo ospedale in Emilia Romagna ad avere utilizzato il robot per le patologie ginecologiche, e dagli ospedali Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (VR) e dall'Istituto Regina Elena di Roma, i partecipanti al corso hanno avuto la fortuna di assistere a tre interventi robotici in diretta. Nel primo caso, quello forlivese, il chirurgo operatore era il prof. Arsenio Spinillo, del Policlinico San Matteo di Pavia, nel secondo caso, all'ospedale di Negrar, l'operatore era il dottor Marcello Ceccaroni, dell'Ospedale Sacro Cuore e nel terzo caso, che sarà in diretta domani, il prof. Enrico Vizza dell'Istituto nazionale dei Tumori di Milano.

Un'esperienza unica per i partecipanti che hanno potuto assistere, in diretta, all'applicazione delle ultime tecniche mininvasive e Nerve Sparing nell’affrontare la patologia oncologica uterina, endometriale e cervicale.

"L’evoluzione tecnologica e l’introduzione in ambito clinico della laparoscopia ha creato nuovi scenari per il chirurgo - spiega il dottor Claudio Bertellini, responsabile scientifico del corso e direttore della U.O. Ostetricia Ginecologia Ospedale G.B. Morgagni-L. Pierantoni, Forlì - La tecnica robotica presenta indubbi vantaggi per la paziente e per l’operatore e da circa un decennio si sta diffondendo e sviluppando, affiancandosi alla tecnica laparoscopia, che ha già una storia più lunga e casistiche più numerose nell’affrontare tali patologie oncologiche. Da questi presupposti nasce l’idea di un corso rivolto in particolare agli specialisti ginecologi oncologi con l’intento di illustrare le opzioni tecniche e chirurgiche da praticare nelle diverse situazioni cliniche. In ambito chirurgico l’esperienza dell’operatore è fondamentale nella scelta del tipo di tecnica chirurgica ed è possibile effettuare una scelta ragionata e consapevole volta al miglior outcome per il paziente. Obiettivo di questo corso è illustrare le possibilità a disposizione degli operatori specializzati in chirurgia onco-ginecologica."

Responsabile Scientifico del corso

Dr. Celestino Claudio Bertellini, Direttore

U.O. Ostetricia Ginecologia Ospedale G.B. Morgagni-L. Pierantoni, Forlì

Comitato Scientifico del corso

Dr. Andrea Amadori, Dr.ssa Laura Donati, Dr.ssa Anna Maria Fulgieri,

Dr.ssa Filomena Grimolizzi, Dr.ssa Isabella Strada

U.O. Ostetricia Ginecologia Ospedale G.B. Morgagni-L. Pierantoni, Forlì

 
Letto 74 volte

Archivio