Skip to main content

Articoli filtrati per data: Maggio 2019

Domenica 12 maggio a Mirabilandia la Giornata del Sorriso. L’associazione Diabetici Ravennate, i Lions Club Host Ravenna e i vertici del parco Mirabilandia, in collaborazione con le Diabetologie Pediatriche della AUSL della Romagna, organizzano anche quest’anno, domenica 12 maggio,  la “Giornata del Sorriso”, evento dedicato ai bambini con diabete e alle loro famiglie.

Il gioco è una componente importante nella vita di tutti i bambini. Per i bambini con diabete il gioco ha molteplici significati perché è momento formativo, palestra per imparare al meglio la gestione del diabete, momento di integrazione con altri bambini che vivono senza diabete e diventa anche momento di confronto con altri bambini con diabete, in cui si impara da altre modalità differenti di gestione della propria terapia, in un ambiente molto diverso dagli ambulatori dei servizi di pediatria.

Anche quest’anno l’alleanza fra Lions Club Host Ravenna e i volontari dell’Associazione Diabetici della provincia di Ravenna, ha dato dunque concretezza al concetto di gioco come palestra di educazione terapeutica e integrazione, portando oltre 130 bambini con diabete al parco giochi. Bambini che arriveranno da tutta la Romagna, dalla Toscana, da Imola, Ferrara, Reggio Emilia ed Ancona, insieme alle loro famiglie per un numero totale che sarà superiore alle 500 persone.

Forte l'impego del dottor Francesco Cannatà per l’impegno nella organizzazione, alla Croce Rossa Italiana e alla direzione di Mirabilandia per aver condiviso le finalità della “Giornata del Sorriso” consentendone la realizzazione con un contributo sia organizzativo, sia economico.

Pubblicato in Notizie dal sito

Giovedì 9 maggio gli Ambulatori dei Pediatri di Libera Scelta (compresa segreteria e sala di attesa) e della Pediatria di Comunità della Casa della Salute del Rubicone si trasferiranno dal secondo piano nei nuovi locali ristrutturati che si trovano al primo piano, nell’area adiacente alla scala A.

Il trasferimento, che rientra nell’ambito dei lavori di riqualificazione finalizzati all’ampliamento dell’Ospedale di Comunità con la realizzazione di sei nuovi posti letto, è stato organizzato in modo da garantire la regolare attività ambulatoriale prevista in quella giornata dai pediatri. Ci si scusa per eventuali disagi.

Pubblicato in Notizie dal sito

"E se Pinocchio fosse nato a Forlimpopoli", così si intitola il libro illustrato che ripercorre le vicende del burattino di Collodi immerso negli ambienti e nelle atmosfere della città artusiana. Paolo Zanoli è l'autore del testo, mentre il noto artista e scultore Mario Bertozzi ha curato tutte le bellissime illustrazioni.

 E proprio Rodolfo, figlio di Mario Bertozzi e Paolo Zanoli hanno pensato di donare questa mattina  al reparto di Pediatria di Forlì ben quattro litografie originali delle illustrazioni del suddetto libro, oltre ad alcune copie del volume.

"Avevo assistito qualche settimana fa - spiega il direttore della Pediatra di Forlì, dott.Enrico Valletta - alla presentazione del libro "E se Pinocchio fosse nato a Forlimpopoli" e mi avevano colpito la simpatica originalità dell'idea , il testo rivisitato è di Paolo Zanoli, e le bellissime illustrazioni a penna di Mario Bertozzi che accompagnavano il racconto. Ne ho acquistato una copia e ho scambiato due parole con il figlio di Mario Bertozzi, Rodolfo, che con grande generosità ha deciso di donare oggi alla nostra Pediatria qualche copia del libro insieme ad alcune litografie delle illustrazione originali disegnate dal padre. I libri resteranno nelle biblioteche a disposizione dei bambini e le litografie fanno già bella mostra di sè nella sala d'aspetto del reparto. Siamo davvero grati agli Autori per il loro gesto e per avere regalato un po' della loro arte e del loro lavoro ai bambini, ai loro genitori e a noi tutti."

Le litografie sono state  esposte  nella sala giochi del reparto di Pediatria e le copie del volume sono andate ad arricchire la biblioteca a disposizione  dei piccoli pazienti.

 
Pubblicato in Notizie dal sito

Pubblicato sul sito dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna  il nuovo bando per l'Assegnazione di contributi a sostegno della mobilità casa-lavoro per persone disabili, relativo al 2018 nell'ambito degli interventi finalizzati a promuovere e sostenere il pieno diritto al lavoro delle persone con disabilità sul territorio.

Il bando prevede l’erogazione di un contributo forfettario, fino a un tetto massimo di spesa pro-capite di 3mila euro. Possono beneficiare delle risorse disponibili le persone disabili ai sensi della legge 68/99, occupate o con disabilità acquisita in costanza di rapporto di lavoro.

I beneficiari dovranno essere residenti in uno dei Comuni dell’Unione della Bassa Romagna e necessitare, per difficoltà negli spostamenti casa-lavoro, di servizi di trasporto personalizzato da e verso il luogo di lavoro, laddove non sia garantita la raggiungibilità con mezzi pubblici adeguati e/o compatibili con gli orari di lavoro.

La domanda di contributo dovrà pervenire alla segreteria del Servizio sociale dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, in via Amendola 68, entro le ore 12.00 del 20 giugno 2019. Per ulteriori informazioni e supporto alla compilazione è possibile contattare la scrivente al Servizio sociale ai seguenti numeri 0545-38281 / 38238 .

Bando e moduli per la presentazione della domanda sono disponibili su http://www.labassaromagna.it/Unione-dei-Comuni/News/Agevolazioni-per-la-mobilita-casa-lavoro-a-favore-di-persone-con-disabilita

Pubblicato in Notizie dal sito

Il dottor Carlo Biagetti, Dirigente della UO Malattie Infettive Rimini Ausl Romagna e responsabile del Programma per la gestione del rischio infettivo ed uso responsabile degli antibiotici dell'Ausl Romagna, ospite alla puntata n.133 del programma Tuttobene condotto da Roberto Feroli

 

Ecco il ilnk alla puntata

https://www.youtube.com/watch?v=6lYia_6bNLU&feature=youtu.be

Pubblicato in Notizie dal sito

Da mercoledì 08 maggio 2019, l'Ufficio Protesi Ausl Romagna - Forlì si trasferirà presso la sede dell' U.O. Home Care e Tecnologie Domiciliari, stanza n.148 del primo piano del  Padiglione Valsalva, ospedale di Forlì, Via Carlo Forlanini 34.Gli orari di apertura saranno i seguenti :- lunedì - mercoledì -  venerdì  dalle 08.30 alle 11.30- martedì -  giovedì  dalle 08.30 alle 13

Pubblicato in Notizie dal sito

Lavori per oltre sette milioni di euro al via all’Ospedale “Per gli Infermi” di Faenza, e conseguente spostamento dell’ingresso del nosocomio per alcuni giorni. Parte oggi (lunedì 6 maggio) un primo blocco di lavori inserito in un più ampio contesto di interventi di trasformazione, ristrutturazione, ampliamento e adeguamento alle norme di sicurezza dell’intero ospedale. Questo primo blocco è relativo al risanamento dei tetti della parte di ospedale rivolta verso corso Mazzini. La realizzazione dell’impalcatura necessaria ai lavori comporterà, di conseguenza, la temporanea inagibilità dell’ingresso ospedaliero posto su corso Mazzini, a partire da mercoledì 08 maggio per una durata di circa dieci giorni (salvo proroghe che saranno comunicate). Durante tale periodo è stato allestito un ingresso alternativo da vicolo Cantoni, come rappresentato nelle immagini allegate; il percorso sarà puntualmente segnalato sia all’interno che all’esterno del fabbricato.

I lavori previsti da questo appalto consistono in varie operazioni. In primo luogo nella realizzazione di due nuovi collegamenti verticali uno dei quali, dotato di ascensore, interessa il cortile cosiddetto della magnolia, e permetterà di migliorare l’adeguamento alla più recente normativa antincendio nonchè di migliorare notevolmente i collegamenti verticali di questa porzione di Ospedale. Le operare sono mirate anche alla ristrutturazione e alla conservazione del fabbricato (manutenzione e sostituzione di coperture, adeguamento e restauro parapetti e balaustre storiche, adeguamento e realizzazione nuovi impianti: gruppi frigo, impianti trattamento aria, impianti elettrici e meccanici), al miglioramento sismico (ristrutturazione di parte dei locali al piano terra destinati ad ospitare la futura centrale emergenze dell’intero Presidio e la nuova portineria).

Sono anche previsti interventi che hanno un maggiore interesse sanitario in quanto riguardano la ristrutturazione di aree attualmente al grezzo poste al secondo livello fuori terra e destinate ad ospitare alcune attività attualmente poste nella parte storica del Presidio Ospedaliero. Il rendere fruibili questi locali consentirà di dislocare in essi funzioni sanitarie attualmente ospitate nella parte storica in ambienti per i quali le opere di adeguamento si presentano particolarmente complesse, sia per i vincoli imposti dalla Soprintendenza, che per quanto emerso dalle verifiche di vulnerabilità sismica. I servizi che saranno interessati da questi lavori sono in particolare l’area pediatrica e quella della endoscopia digestiva. Il costo complessivo di questo intervento, che si svilupperà nel corso dei prossimi 4 anni è di 7.261.000 euro.

Pubblicato in Notizie dal sito

Il prof.Claudio Vicini, direttore del Dipartimento Testa - Collo dell' Ausl Romagna, dell'Uo di Otorinolaringoiatria di Forlì e presidente della Società italiana di Otorinolaringoiatria ha fatto organizzare, per il 106°  Congresso Nazionale della Società Italiana di Otorinolaringoiatria, che si terrà presso il Palacongressi di Rimini tra il 29 maggio ed il 1° giugno 2019, una vera e e propria riunione del "gotha" dei massimi esperti mondiali di Otorinolaringoiatria. 

"Il Congresso Nazionale - spiega il prof.Vicini - è il vero e più alto punto di incontro non solo per tutti Soci, ma anche per quanti desiderino a qualunque titolo contribuire alla crescita della cultura scientifica e medico-chirurgica del distretto testa-collo. Lo sviluppo, la promozione ma soprattutto la diffusione e la condivisione di questa cultura sono il vero obiettivo dell’evento."

L' importanza e la dimensione scientifica del congresso si evince gia' dal simbolo scelto per rappresentarlo e dal richiamo continuo, anche attraverso l'organizzazione di vari eventi durante il congresso, della figura del patologo forlivese  G.B.Morgagni,  Sua Maestà Anatomica. 

" Innanzitutto  - spiega il prof.Vicini - l’angelo in primo piano, che mi è piaciuto per la scelta cromatica e per l’incredibile effetto tridimensionale. Il primo richiamo di questa immagine è relativo alla sede del Congresso: il dettaglio è infatti tratto dalla Pietà, dipinto a tempera su tavola, di Giovanni Bellini, databile 1470 circa, conservato nel Museo della città di Rimini. Ancora, presso gli antichi Romani la pietas esprimeva essenzialmente l’insieme dei doveri che l’uomo ha verso gli uomini: cosa di più allusivo all’atto medico? In secondo piano poi, in filigrana, il frontespizio dell’opera principale di sua maestà anatomica Giovan Battista Morgagni (che pochi sanno avere avuto i natali a Forlì …), che simboleggia le profonde ed antiche tradizioni culturali della nostra società.Non in contrapposizione ma in naturale evoluzione l’immagine del globo, con le diverse nazioni collegate da un moderno reticolo elettronico che rappresenta il web. Infine in basso l’inconfondibile profilo a disco volante del Palacongressi, che, sono certo, vi stupirà per modernità, bellezza ed efficienza."

Durante  il congresso verranno affrontate tutte le classiche aree tematiche della disciplina (AUDIOLOGIA, VESTIBOLOGIA E FONIATRIA; OTOLOGIA E NEUROTOLOGIA; ONCOLOGIA E CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA; LARINGOLOGIA; RINOLOGIA E ALLERGOLOGIA; DISTURBI RESPIRATORI DEL SONNO; DAY SURGERY; NUOVE TECNOLOGIE) .

Tantissimi gli esperti mondiali che parteciperanno alle sessioni, provenienti da Stati Uniti, Egitto, Spagna, Corea, Olanda, Belgio, Francia, Turchia, Gran Bretagna, Singapore, Qatar.

Per informazioni : http://www.sio2019.com 

Pubblicato in Notizie dal sito

Il Festival della Scienza medica, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e da Genus Bononiae, Musei nella Città, in collaborazione con l'Università di Bologna e con il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo, ha registrato un crescente successo di pubblico nel corso degli anni e si prepara alla nuova edizione con un programma fittissimo: oltre 100 relatori, tra cui i premi Nobel John Gurdon, Aaron Ciechanover e Tomas Lindhal e 80 eventi, tra lezioni magistrali, convegni, incontri, spettacoli, assieme ai consueti appuntamenti dedicati alle scuole. Il tema portante di quest’anno, "L'intelligenza della salute" ha origine dalle ricerche in capo alla cosiddetta "epidemiologia cognitiva", che dimostra l’esistenza di una correlazione misurabile tra intelligenza e salute personale e collettiva (https://bolognamedicina.it/)


Il prof. Giorgio Ercolani, direttore della Chirurgia e Terapie Oncologiche Avanzate dell'ospedale di Forlì e componente del comitato scientifico del Festival della Scienza Medica e il prof. Claudio Vicini, direttore del Dipartimento Testa-Collo dell'Ausl Romagna, parteciperanno al Festival della Scienza Medica di Bologna per parlare dell'esperienza ultradecennale della chirurgia robotica all'ospedale di Forlì nei rispettivi settori.

In particolare, il prof. Giorgio Ercolani interverrà sabato 11 maggio, alle ore 11, presso la Sala della Cultura del Palazzo Pepoli, (Museo della Storia di Bologna), in via Castiglione 8,  all'incontro "Più Robot e meno Burnout per prevenire effetti collaterali in chirurgia", mentre il prof.Claudio Vicini interverrà lo stesso giorno alle ore 11, 30 presso Casa Saraceni, in via Carlo Farini 15, per parlare di apnee ostruttive nel sonno.

Il primo robot chirurgico "Leonardo Da Vinci", donato dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, è entrato in funzione nel 2007 nell’ospedale forlivese (il primo ad entrare in attività in Emilia Romagna) ed è stato utilizzato in ben 608 interventi. Nel 2012, la stessa Fondazione, ne ha donato un secondo modello più avanzato, che è stato utilizzato, nel periodo compreso dal 2012 al 2019, in 1.470 operazioni, svolte in ben sette Unità operative dell’ospedale di Forlì (Chirurgia generale, gastroenterologica e mininvasiva, Chirurgia endocrina e bariatrica, Urologia, Chirurgia e terapie oncologiche avanzate, Chirurgia toracica, Otorinolaringoiatria, Ginecologia-Ostetricia).

Il robot chirurgico sarà "fisicamente" presente al festival di Bologna, per tutta la durata della manifestazione a Palazzo Pepoli. Grazie ad un clinico specialista sarà possibile vedere dal vivo e comprendere al meglio le funzionalità del sistema robotico da Vinci Xi . È considerata la piattaforma ad oggi più evoluta per la chirurgia mininvasiva presente sul mercato.

Anche "Sua Maestà Anatomica", il patologo forlivese Giovan Battista Morgagni, tornerà "idealmente", dopo quasi tre secoli, nelle sale dell'Università di Bologna per la proiezione di alcuni brani della docufiction a lui dedicata, in occasione del prestigioso Festival . Alcuni brani del lavoro cinematografico sul Padre della Patologia Moderna verranno infatti proiettati tra gli eventi in programma, presso la Sala degli Atti di palazzo Re Enzo, piazza del Nettuno 1, : https://bolognamedicina.it/programma-2019/docufiction-g-b-morgagni

“Sua Maestà Anatomica” e' stato un patologo forlivese che ha rivoluzionato la medicina e ha fondato la patologia moderna. Francesco Puccinotti, storico della medicina ottocentesco, scrisse con enfasi di Morgagni che: "... se tutte le scoperte anatomiche fatte da lui dovessero portare il suo nome, forse un terzo delle parti del corpo umano, si nominerebbe da lui...". L’iniziativa della docufiction nasce da un'idea del gruppo Ausl Romagna Cultura, all'interno del progetto "G.B.Morgagni Sua Maestà Anatomica", che aveva già visto, nel 2015, l’organizzazione di un convegno storico – scientifico in collaborazione con la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, la realizzazione di un sito Internet dedicato (http://www.morgagnipatologo.it/ ), a cura del Liceo Scientifico e Classico di Forlì e con il contributo del Lions Terre di Romagna e la realizzazione del volume "Morgagni e Forlì" nel 2018, a cura di Giancarlo Cerasoli con le foto di Leonardo Michelini. La docufiction è stata girata dal regista Cristiano Barbarossa (già regista di Superquark ), con il contributo dell'Istituto Oncologico Romagnolo, Formula Servizi e Daniele Versari di Estados Cafè. Attore protagonista Riccardo Mei. Musiche originali di Roberto Costa. Il gruppo Ausl Romagna Cultura, costituito nel febbraio 2016 con delibera del Direttore Generale, ha come obiettivi la valorizzazione del patrimonio artistico, documentale e archivistico dell’AUSL Romagna, la diffusione della conoscenza delle figure dei grandi medici della Romagna, la realizzazione di iniziative di divulgazione scientifica e culturale dell’AUSL Romagna in collaborazione con enti e associazioni, nonché la promozione di progetti culturali in collaborazione con Università ed altri Enti. È suddiviso in tre aree: Storia della medicina, grandi medici romagnoli e divulgazione scientifica (coordinata dal dottor Stefano De Carolis),Patrimonio storico-artistico-archivistico AUSL della Romagna (coordinato dalla dott.ssa Sonia Muzzarelli) e Comunicazione (coordinato dalla dott.ssa Tiziana Rambelli).

Pubblicato in Notizie dal sito

"Ascolta il tuo cuore per salvare il tuo cervello". A Ravenna, domenica 19 maggio, in occasione della Giornata Nazionale di lotta all'ictus cerebrale, dalle ore 8 alle 12.30, presso gli Ambulatori Medicina del Presidio Ospedaliero (ingresso da Via Missiroli, 1° piano scala verde - scala gialla) i cittadini interessati alla prevenzione di questa patologia potranno sottoposti a prelievo di sangue, misurazione della pressione con ricerca di eventuale aritmia cardiaca al fine di calcolare il "rischio" individuale di ictus. Sarà disponibile materiale informativo. Non è necessario essere a digiuno. Coloro che presentano un alto rischio, eseguiranno l'ecodoppler delle carotidi. I risultati degli esami ed il calcolo del rischio di malattia cerebrovascolare verranno consegnati immediatamente.

E' necessario prenotare telefonando al numero 331 1304368 dal lunedì al venerdì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

L’iniziativa "Ascolta il tuo cuore per salvare il tuo cervello" è promossa Associazione per la Lotta all’Ictus cerebrale A.L.I.Ce. Ravenna e dalle Unità Operative di Neurologia e Cardiologia dell’Ospedale di Ravenna, con il patrocinio del Comune di Ravenna e il contributo di CNA Ravenna. Maggiori informazioni nell'opuscolo allegato

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio