Skip to main content

Articoli filtrati per data: Agosto 2021

Si conclude oggi a Leuca il viaggio di RitmoBasso!

L'avventura ciclistica solidale di “Ritmo basso”  per Otorinolaringoiatria di Forlì

https://it.gofundme.com/f/ritmobasso

era partita dall'ospedale  di Forlì mercoledi’ 28 luglio.

“Ritmo Basso” , così hanno chiamato il loro sodalizio i due amici con la stessa  passione per i viaggi e la  bicicletta-  era partita con  destinazione Santa Maria di Leuca. 

Eugenio Genesi, titolare della Farmacia S. Martino di Forlì e Davide Cassano consulente finanziario, hanno lanciato una raccolta fondi in favore del reparto di Otorino dell’Ospedale Morgagni  di Forlì e hanno inforcato le biciclette per dare il via alla loro impresa solidale: raggiungere Leuca, percorrendo la dorsale adriatica, e fermandosi a dormire  per spiagge e boschi.

Venerdí 6 agosto alle ore 12, Davide Cassano e Genesi Eugenio hanno raggiunto la punta più estrema della Puglia, Santa Maria di Leuca, dopo un estenuante viaggio in bici che li ha portati attraverso diverse città della dorsale adriatica.

Partiti il 28 luglio  dall’Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlí sono giunti a Portonovo, Roseto, Vasto, Vieste, Trani, Matera, Ostuni, Lecce ed infine Leuca!

Ad accoglierli le massime cariche amministrative locali e il Rettore Gianni che, presso la Basilica Santa Maria de finibus Terrae ha consegnato ai due imprenditori forlivesi il passaporto del pellegrino, al fine di celebrare l’iniziativa dei due forlivesi.

"Un sentito grazie al comune di Castrignano del Capo per l'accoglienza " hanno detto entusiasti gli organizzatori. 

Pubblicato in Notizie dal sito

L’Ausl della Romagna ha promosso una campagna di sensibilizzazione per incentivare alla vaccinazione anti-covid, che è rivolta a tutti i cittadini, ma cerca di raggiungere soprattutto le fasce di popolazione che anche in Romagna, come nel resto del paese , mostrano percentuali di adesione più basse: le persone di età compresa tra i 60 e i 69 anni e i più giovani.

Alla campagna ha aderito a titolo gratuito anche Paolo Cevoli protagonista dello spot video rivolto alla popolazione adulta, in particolare agli over 60. L’attore romagnolo, in qualità di testimonial, presta il proprio volto e la propria voce a sostegno della campagna vaccinale anti-covid, per sensibilizzare sulla necessità e sull’importanza della vaccinazione.

E’ invece rivolto alla fascia più giovanile della popolazione lo spot video - a cui si affiancano anche locandine cartacee e web - che invita i giovani ad aderire alla campagna vaccinale facendo leva sull’importanza della vaccinazione per riappropriarci della vita di sempre: “Vacciniamoci” per tornare a goderci spettacoli, concerti e tutto quello che non abbiamo potuto vivere nell’ultimo anno e mezzo.

Download allegati:

Pubblicato in Notizie dal sito

L’avvio del progetto “VacciniAmo la Riviera” lungo la costa romagnola ha registrato un primo successo . Sono state 117 le prime dosi di vaccino anti-covid somministrate ieri sera, nel corso dei primi due appuntamenti vaccinali a bordo della clinica mobile allestita a Rimini in Piazzale Fellini e del camper itinerante che ha fatto tappa a San Mauro Mare in Piazza Cesare Battisti.

A San Mauro Mare sono state somministrate 66 dosi di vaccino (di cui 36 a turisti italiani): 13 a giovani di età compresa tra i 12 –19 anni, 26 a cittadini della fascia 20 – 39 anni i; 21 a cittadini tra i 40 e 59 anni di età, 6 a cittadini over60.

A Rimini il personale della clinica mobile ha somministrato 51 prime dosi (di cui 25 a turisti italiani): 7 a giovani tra i 12 e i 19 anni, 20 a cittadini di età compresa tra i 20 e i 39 anni; 15 a cittadini della fascia di età 40-59 anni e 9 a cittadini over 60.

Per ricevere l’appuntamento per la seconda dose, che sarà somministrata in una delle sedi vaccinali del territorio, i cittadini dovranno rivolgersi al Cuptel al numero 800002255. Al momento della prenotazione il cittadino dovrà precisare il giorno in cui ha fatto la prima dose, la tipologia di vaccino ricevuto ed indicare la sede vaccinale dove preferisce effettuare la seconda dose.

Ecco i prossimi appuntamenti vaccinali che si svolgeranno dalle ore 18.30 alle ore 22.30, per tutto il mese, lungo la riviera romagnola con le due cliniche mobili vaccinali che faranno tappa fissa a Marina di Ravenna e a Rimini e un camper itinerante con équipe vaccinale a bordo che si sposterà tra Riccione, Cesenatico, Gatteo Mare, San Mauro Mare, Cervia – Milano Marittima.

 

Calendario del camper itinerante:

Cervia - Milano Marittima

  • giovedì 12/08 Cervia (Piazzale M. Maffei)
  • giovedì 19/08 Milano Marittima (I Traversa)
  • domenica 29/08 Pinarella (Piazza della Repubblica)

 Riccione - Piazzale Ceccarini (di fianco al Palazzo del Turismo)

  • sabato 07/08
  • venerdì 13/08
  • domenica 22/08
  • mercoledì 25/08

 S.Mauro Mare - Piazza Cesare Battisti

  • mercoledì 11/08
  • mercoledì 18/08
  • giovedì 26/08

 Gatteo Mare

  • domenica 08/08 Piazza Ugo Bassi - Foce del Rubicone
  • sabato 14/08 Piazza Ugo Bassi - Foce del Rubicone
  • venerdì 20/08 Piazza della Libertà
  • martedì 24/08 Piazza della Libertà

 Cesenatico - Piazza Andrea Costa

  • giovedì 05/08
  • venerdì 06/08
  • martedì 10/08
  • domenica 15/08
  • sabato 21/08
  • venerdì 27/08
  • sabato 28/08

 Bellaria- Piazza Don Minzoni

  • Martedì 17/08

Misano Adriatico - Piazzale Roma

  • Lunedì 23/8

 

Calendario delle cliniche mobili

Marina di Ravenna – Piazza Dora Markus

  • venerdì 06/08
  • sabato 07/08
  • domenica 08/08
  • venerdì 13/08
  • sabato 14/08
  • domenica 15/08
  • venerdì 20/08
  • sabato 21/08
  • domenica 22/08
  • giovedì 26/08
  • venerdì 27/08
  • sabato 28/08

Rimini - Piazzale Fellini

  • mercoledì 04/08
  • venerdì 06/08
  • domenica 08/08
  • mercoledì 11/08
  • sabato 14/08
  • domenica 15/08
  • mercoledì 18/08
  • venerdì 20/08
  • sabato 21/08
  • venerdì 27/08
  • sabato 28/08
  • domenica 29/08

 

Possono ricevere la prima dose vaccinale (con vaccino Moderna e il monodose Johnson&Johnson per la popolazione over 60 che potrà così immunizzarsi contro il virus in una unica seduta) anche i turisti italiani, e non solo i residenti. Non c’è bisogno della prenotazione, basta presentarsi con tessera sanitaria e un documento di identità, la compilazione dei moduli sarà fatta sul posto, così come la vaccinazione ed il periodo di osservazione al termine dell’inoculazione.

L’iniziativa messa in campo dall’Ausl della Romagna, con la collaborazione delle Amministrazioni locali e Associazioni di volontariato, è finalizzata a incrementare la platea dei vaccinati, facilitare le somministrazioni e intercettare chi ancora sta temporeggiando, affinché risponda positivamente all’appello.

Pubblicato in Notizie dal sito
Giovedì, 05 Agosto 2021 09:01

Ragazzi, vaccinatevi contro covid, per voi!

Il manifesto dei pediatri dell’Emilia-Romagna in 15 punti: vaccino efficace e sicuro, unica arma contro il virus.

Pubblicato in Notizie dal sito

Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all'evoluzione del quadro epidemiologico dell'infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 26 luglio al 1 agosto (precisando che si tratta dei casi di residenti diagnosticati sul territorio romagnolo). Nella settimana di riferimento, si sono registrate 1.046 positività (4,2%) su un totale di 25.116 tamponi. Si registra un ulteriore aumento dei nuovi casi in termini assoluti (+142). Rispetto alle previsioni del Piano aziendale si registra un tasso di occupazione di posti letto da parte di pazienti affetti da COVID, che ci pone nel livello verde. In totale sono ricoverati 40 pazienti, 4 in terapia intensiva, in aumento rispetto alla settimana precedente. “Anche questa settimana, commenta Mattia Altini, direttore Sanitario di Ausl Romagna, registriamo un aumento, prevedibile di casi, a cui come abbiamo già in precedenza sottolineato, grazie soprattutto all’importante copertura vaccinale, non corrisponde un significativo aumento dell’occupazione dei posti letto nelle strutture sanitarie. La situazione va però costantemente monitorata ed occorre da parte di tutti una piena assunzione di responsabilità nei comportamenti, per evitare una maggiore diffusione del virus. L’attività di tracciamento che costantemente svolge sul territorio il Servizio di Sanità Pubblica va sostenuto, i contatti stretti e gli spostamenti delle persone devono essere dichiarati, per consentirne una veloce identificazione e tempestivo isolamento. Sul fronte delle vaccinazioni, assistiamo ad un costante aumento della copertura, anche sulle fasce di popolazione, che avevano registrato una adesione più bassa. Questo dato fa ben sperare e contiamo di riuscire ad incrementarlo, anche attraverso la campagna vaccinale che partirà in riviera nei prossimi giorni con le unità mobili(camper itinerante e cliniche mobili). Ricordiamo ancora una volta che i cittadini, residenti e turisti (non stranieri) che ancora non si sono vaccinati, potranno rivolgersi alle strutture mobili presenti in riviera e, senza prenotazione, ricevere la prima dose del vaccino”.

Pubblicato in Notizie dal sito

Per la prima volta in Romagna presso il Centro Malattie Rare della Neurologia di Rimini, di cui è responsabile il dott. Marco Currò Dossi, è stato trattato con un farmaco altamente innovativo, basato sulla tecnologia RNA interference, un paziente del forlivese affetto da polineuropatia associata ad amiloidosi da mutazione del gene della transtiretina (ATTR). 

"Il farmaco - spiega il dottor Curro' Dossi - che nel 2019 ha ottenuto il Prix Galien Italia, l'equivalente del Nobel per il settore farmaceutico, agisce a livello cellulare interferendo con l'RNA messaggero nella traduzione dell'informazione genetica nella specifica sequenza aminoacidica, bloccando così selettivamente la sintesi proteica della trantiretina, che nella sua forma anomala prodotta dal gene mutato tende ad aggregarsi in ammassi di fibrille insolubili (fibrille amiloidi) danneggiando progressivamente gli organi bersaglio, principalmente il cuore ed i nervi periferici. Poichè la transtiretina è prodotta principalmente a livello epatico il principale trattamento era rappresentato dal trapianto di fegato."

"E' già previsto il trattamento di altri due pazienti afferenti rispettivamente agli ambiti provinciali di Ravenna e di Cesena - prosegue il medico - Nel territorio dell'AUSL Romagna sono noti ad oggi circa 150 pazienti affetti da varie forme di amiloidosi, di cui circa il 15% con mutazione del gene della transtiretina. In Romagna esiste un vero e proprio cluster genetico con fenotipo prevalentemente cardiologico, responsabile di una grave forma di cardiomiopatia ipertrofica progressiva, che porta inesorabilmente all'insufficienza cardiaca. Per questa ragione i casi sospetti vengono solitamente intercettati presso gli ambulatori di cardiologia dedicati allo scompenso e alle cardiomiopatie. I casi sospetti vengono poi sottoposti a visita ematologica per escludere forme di amiloidosi AL secondarie a discrasie plasmacellulari ed a scintigrafia ossea con difosfonati che se positiva con score 2-3 indirizza verso una forma ATTR; i casi con diagnosi di amiloidosi ATTR vengono quindi destinati allo studio genetico per accertare eventuali mutazioni a carico del gene della trantiretina. Le forme mutate con associata polineuropatia cronica di entità lieve-moderata, responsabile di atassia e progressiva compromissione sensitivo-motoria, in particolare degli arti inferiori, sono attualmente eleggibili a terapia specifica."

IL CENTRO MALATTIE RARE NEUROLOGICHE DELL' AUSL ROMAGNA
 
Il Centro Malattie Rare, che afferisce alla Neurologia diretta dal dott. Marco Longoni, ha in carico attualmente più di 500 pazienti e si occupa della diagnosi, terapia e follow up di numerose malattie neurologiche tra cui malattie del motoneurone (SLA e SMA), miastenia gravis, polineuropatie ad eziologia disimmune (GBS, CIDP, neuropatie motorie a blocchi di conduzione), polineuropatie genetiche, carenziali, paraneoplastiche e paraproteinemiche, distrofie muscolari, polimiositi, facomatosi, atassie spinocerebellari (SCA), ed è stato recentemente autorizzato dalla Commissione Regionale del Farmaco alla prescrizione e somministrazione di Patisiran nell'amiloidosi ATTR mutata associata a polineuropatia di grado 1 e 2. 

Attualmente è il Centro di riferimento della AUSL Romagna per la parte di competenza neurologica e neurofisiologica e per l'eventuale terapia specifica nell'ambito di un percorso multidisciplinare intra- ed interospedaliero, che coinvolge le Unità Operative Complesse di Cardiologia, Ematologia e Genetica Medica aziendali.

Pubblicato in Notizie dal sito

L’unità operativa di Chirurgia Generale dell’ospedale Infermi di Rimini, diretta dal dottor Gianluca Garulli, ha ottenuto la Certificazione Internazionale Eras (Enhanced Recovery After Surgery) per il miglior recupero post intervento chirurgico, ovvero un protocollo applicativo che certifica le competenze necessarie a preparare, operare e seguire nel postoperatorio il paziente che deve sottoporsi ad intervento chirurgico secondo le più avanzate e recenti evidenze scientifiche disponibili.

“E’ il primo riconoscimento internazionale Eras conseguito in Regione Emilia-Romagna , il secondo in Italia e il 24esimo nel mondo – afferma Garulli che spiega: “Il modello Eras si base su un approccio innovativo e multidisciplinare, che coinvolge in maniera trasversale anestesisti chirurghi infermieri nutrizionisti oncologi gastroenterologi, fisioterapisti e radiologi, convergendo le competenze specifiche di tutti i professionisti coinvolti sul paziente che è al centro di tutto il suo percorso di malato”.

Ogni specialista coinvolto partecipa al protocollo per garantire le migliori condizioni cliniche del paziente allo scopo di ridurre il rischio di complicanze postoperatorie. Tutto ciò si traduce in un minor rischio di infezioni del sito chirurgico, un minor rischio di polmoniti ospedaliere, una degenza post-operatoria più breve, una ridotta convalescenza con un più rapido ritorno alla vita normale e , in caso di malattie oncologiche , una maggiore possibilità di guarigione.

“È stato un percorso impegnativo quello che ha portato all’accreditamento – prosegue Garulli - Sono molto orgoglioso del risultato, soprattutto perché lo abbiamo raggiunto durante la pandemia, in condizioni complesse e con un grande lavoro di squadra dell’Ospedale che è andato a volte oltre l’eccezionale”.

“Questo importante riconoscimento – spiega il Direttore Sanitario di Ausl Romagna Mattia Altini – rappresenta un nuovo traguardo per la sanità riminese ma anche un punto di partenza per tutta l’Azienda, considerando che è in atto un progetto aziendale di riorganizzazione del percorso chirurgico del paziente, che sta coinvolgendo tutti i reparti e servizi interessati dell’AUSL Romagna (pre operatorio, blocco operatorio, chirurgie generali e specialistiche). Il progetto ha come obiettivo il miglioramento continuo e la revisione di tutto il percorso chirurgico, dalla prima visita al follow up. L'implementazione pertanto di ERAS su tutti i presidi polispecialistici, con il supporto dell'equipe di Rimini che potrà collaborare al raggiungimento dell’obiettivo, potrà certamente aiutare a migliorare la presa in carico dei pazienti”

Pubblicato in Notizie dal sito