Visualizza articoli per tag: 13ur

 

L’A.USL Romagna lancia una nuova campagna informativa per riconoscere i sintomi dell’INFARTO e dell’ICTUS e chiamare subito il 118

Pubblicato in Notizie dal sito

 Si è svolta nei giorni scorsi una conferenza stampa presso la sede Ausl di Ravenna in cui sono stati illustrati i rinforzi estivi in vista della imminente stagione turistica.

Premessa

Il periodo temporale maggio-settembre assume per l’Ausl della Romagna, per il notevole incremento del numero degli assistiti, una forte rilevanza sul piano socio-sanitario. Basti pensare infatti che nel corso delle ultime estati (giugno, luglio, agosto e settembre) nelle località turistiche balneari dell’intera riviera, da Cattolica ai Lidi Ravennati, si sono registrati circa tre milioni di arrivi turistici con un aumento medio della popolazione residente del 50 per cento circa. Una situazione che richiede grande attenzione nella programmazione del personale e dei servizi, ovviamente in continuità con quanto già in essere nei diversi ambiti territoriali secondo il criterio della “programmazione storica”. Tale programmazione contempla il confronto tra il numero di accessi invernali ed estivi, degli ultimi cinque anni, in pronto soccorso/pronto intervento delle realtà di Cesena, Ravenna e Rimini, ed il medesimo confronto rispetto al 118 Romagnasoccorso.

Per quanto attiene agli accessi di pronto soccorso / pronto intervento, si registra un incremento di attività del 33 per cento circa nel Cesenate, del 38 per cento circa nel riminese e del 17 per cento circa nel ravennate.

Per quanto attiene alle chiamate al 118 l’incremento tra estate ed inverno è del 25 per cento circa.

I potenziamenti per ambito territoriale

Va precisato che le attività in incremento sono realizzate attraverso:

  • reclutamento di personale aggiuntivo;
  • assegnazioni di turni/prestazioni aggiuntive per personale infermieristico, ostetrico e tecnico di radiologia, stante le difficoltà di reclutare per brevi periodi unità con specifiche competenze.

Complessivamente i medici ed infermieri reclutati per far fronte all'emergenza estiva sono 86, come da allegata "tabella del personale".

Il 118 Romagna soccorso

Forli

Dal primo giugno al 30/9 l’ambulanza con soccorritori di San Benedetto in Alpe nei Week end e festivi diventa ambulanza con Infermiere

Cesena

1  ambulanza h 17 (dalle 7 alle 24) dal 1/6 al 31/8 a Cesenatico

Rimini

2 ambulanze h 24 dal 1/6 al 30/9

2 ambulanze h 10 in orario diurno dal 1/6 al 31/8

2 ambulanze h 10 in orario diurno dal 1/6 al 20/9

Ravenna - Centrale operativa

Rinforzo h12 in orario diurno nei giorni di sabato domenica e lunedi e festivi dal 2/6 al 10/9

2 ambulanze h 12 in orario diurno dal 11/6 al 30 giugno poi  diventano h24 dal 1/7 al 9/9

1 ambulanza h 10 in orario diurno week-end e festivi dal 1/7 al 31/8

2 moto con infermiere dal 1/7 al 31/8 nei week end e festivi.

E’ inoltre prevista la presenza di ulteriori rinforzi in occasione di manifestazioni importanti come ad esempio Molo street parade, Notte rosa, Frecce tricolori, ecc.  sono escluse da tale programmazione, ma gestite a parte. A livello infermieristico, si aggiungono 9 infermieri e 8 autisti

 Tra i servizi aggiuntivi ai turisti, è ormai tradizione l’erogazione di dialisi, previa prenotazione con un call center unico aziendale. Nel corso dell’estate 2018 è prevista l’erogazione di 169 sedute di dialisi, in turno serale, presso le sedi di Cesenatico (69 sedute), Cervia (42) e Rimini (48 sedute).

Nel periodo estivo l’assistenza medica turistica è attivata tutti i giorni, festivi compresi, ed eroga prestazioni ambulatoriali e domiciliari alla popolazione non residente (turisti e lavoratori stagionali) momentaneamente presente sul territorio, con 24 ambulatori distribuiti tra Cattolica e Lido Adriano.

Si allegano locandine e schede coi servizi dei vari territori.

 

Il Direttore Sanitario Stefano Busetti ha colto l’occasione della presentazione dei rinforzi estivi per rimarcare che “l’attenzione al personale da parte di questa Azienda è molto forte. Sugli otre 15mila dipendenti complessivi abbiamo avuto un incremento di 386 unità tra 2015 e 2016, di ulteriori 92 tra 2016 e 2017 e di ulteriori 145 tra 2017 e 2018. Stiamo lavorando, attraverso i concorsi, anche alla stabilizzazione del personale. Dal 2015 si è provveduto a stabilizzare 349 infermieri e 515 infermieri e addetti all’assistenza; inoltre, attraverso i dettami del Decreto Madia, saremo nelle condizioni di stabilizzare ulteriori 80 medici e 260 infermieri e addetti all’assistenza”.

 

Pubblicato in Notizie dal sito

E’ stata inaugurata questa mattina, presso la sede del 118 Romagna a Ravenna, una nuova autoambulanza in dotazione al servizio. Il nuovo mezzo di soccorso è stato donato dalla Cooperativa Lavoratori Trasporto Ravenna CLT, presente, questa mattina coi propri vertici, al simbolico taglio del  nastro, insieme al sindaco di Ravenna Michele De Pascale e ai vertici sanitari dell’Ausl Romagna e del 118 Romagna, diretto dal dottor Claudio Begliardi.

Il mezzo donato

L’ambulanza donata è completa di attrezzatura sanitaria ed ha un valore di oltre 115mila euro. Dimensioni di cinque metri e mezzo per due, e altezza di oltre due metri e mezzo, il mezzo è dotato di tutte le più moderne apparecchiature per facilitazione della guida nell’ottica di perseguire la massima sicurezza stradale (ad esempio con dispositivi per segnalazioni luminose e sonore d’avanguardia). Estremamente curate le misure per il confort dei pazienti e degli operatori grazie ad approcci e innovativi ad esempio per le pedane di accesso, le modalità costruttive (con limitazione massima delle giunture), la coibentazione, il riscaldamento e la ventilazione di tutti gli spazi interni e in particolare della “cella sanitaria”.

L’ambulanza dispone di tre barelle: una a cucchiaio, una spinale e, la principale, autocaricante, predisposta anche per pazienti bariatrici (fino a 280 chili), cui si aggiunge una “sedia a portantina”. Quindi monitor per rilevazione parametri e trasmissione dati all’ospedale, defibrillatore, apparecchiature e bombole per gas medicali, aspiratori, presa per termoculla, un set di attrezzi per primo intervento in caso di incidenti stradali (ascia, piede di porco e altro).

Tutte le attrezzature di bordo sono comandate da un sistema integrato per la gestione, composto da un pannello di comandi sulla plancia della cabina, un pannello comando nel vano sanitario, ed una unità accessibile dallo sportello esterno.

Il mezzo, infine, è dotato di portellone laterale realizzato in modo da consentire il taglio dei tempi di fermo macchina per riparazioni o tagliandi e i relativi costi.

L’attività del 118 Romagna

Nel territorio romagnolo sono operative, nel periodo invernale, 45 ambulanze per l’emergenza, 10 automediche ed un elicottero, cui vanno aggiunte 10 ambulanze nel periodo estivo e circa 35 mezzi per il trasporto secondario, che variano nel numero a seconda dei trasporti richiesti. Nel 2017 sono state filtrate 123.990 richieste di soccorso, esitate in 113.828 interventi per 114.452 utenti trasportati nei vari Ospedali. I mezzi in emergenza svolgono una percorrenza media di 55.000/70.000 chilometri l’anno a seconda dell’ambito territoriale di utilizzo.

In particolare per l’ambito territoriale di Ravenna, i mezzi sono 14 in servizio tutti i giorni in inverno e 17 in estate, cui si aggiunge ora quello donato, e gli interventi effettuati 47.577.

I donatori

La Cooperativa Lavoratori Trasporto Ravenna CLT è un’azienda leader nel settore dei trasporti nazionali e internazionali di carbon black, carboni attivi e merci varie, con un parco mezzi di oltre 500 unità. Costituita nel 1983 da 26 soci,  ad oggi è presente in vari Paesi in territorio europeo con succursali e società partecipate. Il Gruppo di Imprese occupa circa 270 persone.

“Per festeggiare i 35 anni di attività i soci hanno scelto di compiere un gesto di responsabilità sociale a  sostegno della comunità locale donando un’autoambulanza attrezzata al centro Operativo 118 di Ravenna” ha detto il presidente Enrico Giacomoni, che ha partecipato alla sobria cerimonia insieme al vice Guido Ravaldini, ai membri del cda Cristina Perlini, Francesco Bambi e Demetrio Naso, al socio Romeo Giacomoni, già presidente di CLT dal 1988 al 2012; al presidente del Collegio Sindacale Enrico Montanari e al vicepresidente di Federcoop Romagna Rudy Gatta.

“Ringrazio a nome di tutta la città i soci della Cooperativa Lavoratori Trasporto Ravenna CLT, che per festeggiare un traguardo fondamentale come i 35 anni di attività, hanno voluto fare un dono di importantissimo valore a tutta la comunità ravennate – ha a sua volta detto il sindaco Michele De Pascale - . Lo trovo un gesto non solo di grande generosità e responsabilità sociale, prevista peraltro dalla Costituzione, ma anche un esempio virtuoso in un momento storico in cui spesso l’individualismo prende il posto del bene comune. Ravenna dimostra ancora una volta di avere un grande cuore. Come sindaco della città sono orgoglioso dei miei cittadini sempre pronti a gesti di solidarietà. Inoltre ringrazio il personale del 118 per la sua grande professionalità: con questa donazione avete messo benzina in una macchina da Formula 1”.

Il direttore Sanitario Stefano Busetti, che ha rappresentato l’Azienda insieme al dottor Giorgio Randi e a vari altri medici ed infermieri del servizio, ha concluso evidenziando la fortissima gratitudine dell’Azienda nei confronti della Clt, “così come di tutta la società civile che evidenzia il proprio apprezzamento rispetto al nostro lavoro, anche con donazioni. Gesti che ci aiutano a svolgere meglio il nostro lavoro, con un approccio sempre più proattivo nei confronti dei residenti e dei turisti che vengono nel Ravennate. Per di più le ambulanze sono strumenti sottoposti ad un fortissimo utilizzo e ad innovazioni tecnologiche rapidissime, per cui un mezzo nuovo in più ci consente di lavorare con maggior serenità”.

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Dopo l'inaugurazione all'inizio di marzo scorso di nuovi locali, arredi e attrezzature, il Centro di Prevenzione Oncologico dell'Ospedale di Lugo è diventato ancora più accogliente.

Le pareti del corridoio e gli interni del servizio sono stati infatti decorati con l'intento di rendere più sereno e gradevole il tempo trascorso nel Centro Oncologico. Campi di fiori, un glicine e una fontanella accolgono le donne in attesa: all'interno poi alcuni fiori le accompagnano nel percorso verso gli ambulatori diagnostici.

Non manca un messaggio contro la violenza alle donne: un paio di scarpe rosse appese, un segno di solidarietà e impegno per tutte le donne, in un ambiente destinato prevalentemente alle donne.

Le opere sono state realizzate dalla decoratrice d'arte Mara Babini, di Lugo, che già in passato ha disegnato la sala d’attesa di Pediatria.

Pubblicato in Notizie dal sito

Il 5 maggio ricorre la Giornata mondiale dell’igiene delle mani promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Un appuntamento annuale al quale aderisce da sempre anche l’Azienda USL della Romagna per ribadire il ruolo chiave dell’igiene delle mani, un gesto tanto semplice quanto importante, sia in medicina che nella quotidianità, per ridurre i rischi di trasmissione di virus e batteri.

Il maggior numero di contaminazioni e trasferimenti di germi avviene infatti attraverso le mani. Ecco perché lavarsi le mani correttamente rappresenta una delle misure più efficaci per proteggerci dalle infezioni.

Anche quest’anno, su tutto il territorio romagnolo sono stati organizzati dai professionisti dell’Ausl Romagna che si occupano di Rischio Infettivo diversi momenti di sensibilizzazione rivolti agli operatori sanitari e ai cittadini e che prevedono la produzione e diffusione di materiali informativi non solo all’interno dei presidi ospedalieri ma, grazie al concorso dei Dipartimenti di Cure Primarie, anche presso le Case Residenza per Anziani che hanno aderito.

Sempre nella giornata di domani, negli atri principali degli Ospedali Bufalini di Cesena e Morgagni - Pierantoni di Forlì, saranno inoltre allestiti spazi dedicati (Stand Mani Point) con l’esposizione di progetti, foto e video in tema di igiene delle mani, anche prodotti dalle strutture coinvolte. A Rimini questi materiali saranno esposti nei pressi del “Bar Dea” dell’Ospedale Infermi e resteranno in mostra fino al 7 maggio. A Ravenna l’info point sarà situato all’Ospedale Santa Maria delle Croci (corridoio bar). A Ravenna è stato svolto anche un concorso fotografico: gli operatori sono stati invitati a scattare una fotografia, all’interno del loro contesto lavorativo, il cui messaggio, rivolto ai cittadini, doveva essere “ci prendiamo cura di voi con mani pulite e sicure". Sono pervenute 14 foto che saranno esposte nell’info point ma anche all’Ospedale Umberto I di Lugo (atrio ingresso padiglione E) e all’Ospedale per gli Infermi di Faenza (ingresso corso Mazzini – Atrio Colonne).

Infine fino al 5 maggio, nelle mense dei presidi ospedalieri dell’Azienda USL della Romagna i vassoi sono apparecchiati con delle tovagliette speciali, per ricordare agli operatori sanitari l’importanza di una corretta igiene delle mani.

L’obiettivo è quello di evidenziare la semplicità dell’igienizzazione delle mani attraverso l’uso di gel idroalcolico, ormai presente in maniera importante in tutte le strutture sanitarie. Basta mettere in atto 5 semplici azioni (di qui il fatto che la Giornata ricorra il 5 maggio, cioè il 5/5) che richiedono non più di 30 secondi, ma che sono fondamentali.

Pubblicato in Notizie dal sito

La solidarietà a favore dell’ospedale Bufalini travalica i confini regionali. Grazie al torneo sportivo di tiro al piattello che si è svolto nei giorni scorsi a Uboldo (Varese) sono stati devoluti 2.000 euro al reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale di Cesena.

E’ un evento benefico che si rinnova dal 2011, su iniziativa di papà Gianni, atleta di tiro al piattello e la mamma Ingrid, come ringraziamento per l’assistenza prestata nei primi mesi vita dall’equipe della Terapia Intensiva Neonatale al loro figlio nato prematuro.

Il torneo di tiro al piattello è stato organizzato dall’A.S.D. Tiro a Volo Belvedere di Varese e reso possibile grazie alla collaborazione di: Ottica-Oreficeria Tempi d'Oro di Tarlazzi Ingrid & Diego di Cotignola (RA) e  RC Eximport S.r.l. di Forlì.

L’Azienda USL della Romagna, insieme all’équipe della Terapia Intensiva Neonatale, desidera ringraziare la famiglia e tutte le Aziende che hanno collaborato alla generosa donazione.

Pubblicato in Notizie dal sito

Una nuova importante opportunità nella presa in carico dei pazienti pediatrici seguiti dal servizio di neurologia pediatrica presso l'Ospedale "Santa Maria delle Croci" di Ravenna, grazie ad una donazione della "Banca di Credito Cooperativo Ravennate Forlvese e Imolese", in collaborazione con l'associazione "Il Mosaico - Amici dei bambini malati".

Si è svolta questa mattina, presso il reparto di "Pediatria e Neonatologia" diretto dal dottor Federico Marchetti, una cerimonia di ringraziamento all'Istituto di Credito, che da diversi anni, con grande generosità, eroga contributi a sostegno dei diversi progetti che l'unità operativa ha predisposto e realizzato in collaborazione con l’Associazione. Ultimo esempio è l'acquisto di un moderno programma software per videoelettroencefalografia.

Erano presenti, in rappresentanza della "Banca di Credito Cooperativo Ravennate, Forlivese e Imolese", il dottor Giuseppe Benini presidente del Comitato Locale, il dottor Piero Roncuzzi membro del comitato locale ed il dottor Giorgio Bonavia capo area commerciale per la zona di Ravenna della banca; la presidente dell’Associazione "Il Mosaico-Amici dei bambini malati" dottoressa Iole Augusta Venturi con alcuni consiglieri, e, per l'Azienda USL della Romagna, il dottor Marchetti, il dottor Paolo Ricciardelli (responsabile dell’Ambulatorio di Neurologia Pediatrica), il dottor Pietro Querzani (direttore dell’unità operativa di Neurologia di Ravenna), ed il dottor Paolo Fusaroli della Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero di Ravenna, la Presidente

La videoelettroencefalografia è una tecnica che permette di registrare con una telecamera connessa all’elettroencefalografo il filmato digitale del bambino con un "filmato", anche prolungato, della sua attività elettrica cerebrale al fine di  distinguere in modo preciso il rapporto fra ciò che in ogni momento accade visibilmente al soggetto in esame e ciò che avviene all’interno del cervello.  Questo permette una miglior qualità delle diagnosi di manifestazioni di tipo epilettico che, in alcuni casi, possono risultare realmente difficili.

Il dottor Marchetti ha espresso il proprio sentito ringraziamento alla "Banca di Credito Cooperativo Ravennate Forlvese e Imolese" rilevando che questo moderno software (già in uso, grazie anche alla collaborazione con la Neurologia) contribuisce al miglioramento dell’assistenza dei bambini quotidianamente assistiti presso l’ambulatorio epilessie del servizio di neurologia pediatrica del reparto di Pediatria.

Pubblicato in Notizie dal sito
Mercoledì, 04 Aprile 2018 13:19

Diabetes Marathon 2018

Diabetes Marathon 2018

6 -15 aprile 2018

ROMAGNA

 

Perché il diabete non abbia più potere di decidere della vita di nessuno!

 

La quinta edizione di Diabetes Marathon si inaugurerà venerdì 6 aprile con una cena benefica e l’intervento artistico del grande artista Roberto Mercadini.

Venerdì 13 aprile in Piazza del Popolo a Cesena Diabetes Marathon Music assieme a Radio Studio Delta per un grande concerto solidale. Saliranno sul palco a raccontare le loro storie con il diabete bambini che non si sono lasciati rubare il sorriso, giovani e adulti che non si sono lasciati abbattere da questa subdola malattia. Protagonisti al loro fianco grandi nomi del panorama musicale italiano. Sabato 14 aprile a Riccione, convegni, seminari, laboratori sull’alimentazione, la prevenzione delle complicanze e un incontro sui “cani allerta diabete”. Domenica 15 aprile al Campo di Atletica C. Gotti di Forlì per podisti e famiglie, camminate, corse competitive e attività per bambini. Nel programma delle giornata momenti di prevenzione e esibizioni sportive. Il ricavato dell’intera manifestazione contribuirà a migliorare la vita di adulti e bambini con diabete finanziando professionisti, strumentazione sanitaria e i campi formativi per famiglie.

 

Per iscriversi alla manifestazione e conoscere in maniera più dettagliata l’evento, basta visitare il sito www.diabetesmarathon.it, scrivere a info@diabetesmarathon.it o contattare il n. 388/1613262.

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio