Nuova importante sinergia tra la sanità pubblica romagnola e la sanità militare. E’ stata sottoscritta oggi la convenzione tra l’Azienda USL della Romagna e gli Enti Militari dell’Aeronautica e dell’Esercito delle Province di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna “per l’implementazione delle competenze cliniche in emergenza urgenza del personale sanitario militare presso le strutture sanitarie dell’AUSL Romagna"

.La convenzione - sottoscritta dal direttore generale dell’Azienda USL della Romagna dott. Marcello Tonini e per i Comandi degli Enti Militari dal Comandante del 15° Stormo Aeronautica Militare di Cervia Col. Pil. AArn Tomaso Invrea, dal Comandante del 66° Reggimento Fanteria Aeromobile “Trieste” di Forlì Col. F. ISMI Nicola Di Sabato, dal Comandante del 7° Reggimento Aviazione Esercito Rimini Col. A. (AVES) t. ISSMI P.O. Marco Poddi, dal Comandante del 121° Reggimento Artiglieria Contraerei “Ravenna” di Rimini Ten Col. A. C/a Luca Vigna Taglianti - recepisce il Protocollo di Intesa siglato nel 2015 tra Regione Emilia Romagna e Ministero della Difesa finalizzato a sviluppare e rafforzare sinergie tra il Servizio Sanitario degli Enti Militari presenti in Emilia-Romagna e il Servizio Sanitario Regionale.

"Oggi per me è molto importante essere qui – ha dichiarato l’Assessore al Bilancio, riordino istituzionale, risorse umane e pari opportunità della Regione Emilia Romagna Emma Petitti - perché siamo la prima Regione in Italia che mette in atto questo accordo, da noi fortemente voluto. Una sperimentazione della quale siamo orgogliosi, attuata in Romagna attraverso la convenzione tra Ausl e forze armate con l'auspicio che presto possa essere allargata alle altre Aziende sanitarie del nostro territorio. Puntare sulla collaborazione nella formazione sanitaria delle forze armate e quindi fornire nuovi strumenti di aiuto per le nostre comunità è un ulteriore tassello che si aggiunge all'impegno della Regione Emilia-Romagna nel settore della sanità che sosteniamo con progetti integrati e risorse importanti. La sanità è infatti uno dei settori per i quali abbiamo chiesto di ottenere maggiori spazi di autonomia. Grazie infine all'Ausl, alle forze armate e a chi ha permesso di realizzare questo progetto"formazione sanitaria delle forze armate e quindi fornire nuovi strumenti di aiuto per le nostre comunità è un ulteriore tassello che si aggiunge all'impegno della Regione Emilia-Romagna nel settore della sanità che sosteniamo con progetti integrati e risorse importanti. La sanità è infatti uno dei settori per i quali abbiamo chiesto di ottenere maggiori spazi di autonomia. Grazie infine all'Ausl, alle forze armate e a chi ha permesso di realizzare questo progetto".

“A nome di tutti i Sindaci della Romagna – ha sottolineato il Presidente della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria della Romagna Paolo Lucchi – ringrazio i protagonisti di questo accordo che ci rende orgogliosi perché esprime un percorso professionale comune che garantisce uno standard di sanità particolarmente elevato e che ci consentirà di poter intervenire con maggior precisione in caso dovessero verificarsi sul territorio eventuali calamità e situazioni critiche”

Grande soddisfazione è stata espressa anche dal Comandante della Brigata Aeromobile Friuli di Bologna Generale Salvatore Annigliato che ha sottolineato: “si tratta di un momento importante per i nostri militari e per il personale sanitario militare che potrà incrementare le proprie capacità  e competenza a favore del paese e dei cittadini”.  

“E’ un grande piacere e un grande onore per l’Azienda USL della Romagna  – ha commentato il Direttore Generale dell’Azienda sanitaria romagnola Marcello Tonini. “la convenzione sottoscritta oggi rappresenta un valore aggiunto per il Servizio Sanitario Regionale e quello Nazionale che porterà benefici a tutti”.


L’iter procedurale di tale accordo si è avviato con la delibera della Giunta Regionale della Regione Emilia Romagna 963/2015 del 20 luglio 2015. Il 3 dicembre 2015 viene firmato  a Roma un protocollo d’intesa tra il Ministro della Difesa On. Roberta Pinotti ed i Presidenti delle Regioni Emilia Romagna, Toscana e Friuli Venezia Giulia alla presenza dei vertici dello Stato Maggiore Difesa e della Sanità Militare.

Nasce così un gruppo di lavoro paritetico formato da sei unità (tre Medici Militari di nomina dello Stato Maggiore Difesa e tre Medici nominati dalla Direzione Generale Cura della persona, salute e welfare della Regione Emilia Romagna).Il focus della redazione del protocollo viene delineato dall’Unità Operativa Sviluppo Organizzativo, Formazione e Valutazione dell’Ausl Romagna diretta dal dott. Piedomenico Lonzi e dal Ten. Col Nicola Marcello per gli aspetti tecnici riguardanti la Sanità Militare (Igesan) ed il coordinamento degli incontri del Comitato Paritetico Regionale.Sulla base del lavoro prodotto dal gruppo, sentito il parere dello Stato Maggiore Difesa, il 16 ottobre 2016 con delibera 1561, la  Regione Emilia Romagna, per prima in Italia, ha approvato uno “schema di convenzione tra le Aziende sanitarie regionali e le forze armate italiane per l’implementazione delle competenze cliniche in emergenza urgenza-urgenza del personale sanitario militare”.

Oggi, primi in Regione, l’Ausl della Romagna e i  Comandanti-rappresentanti delle Forze Armate locali di Aeronautica Militare ed Esercito Italiano sottoscrivano questo accordo che rappresenta una grande opportunità, senza costi reciproci e senza obblighi di sorta, ma che dà il via a nuove importanti sinergie tra sanità militare e civile sia per operare meglio Fuori dai Confini Nazionali, qualora richiesto, sia per cooperare in situazioni di pubbliche calamità ed esercitative sul territorio regionale.     

L’impegno, concretamente, è di supportare lo sviluppo delle migliori professionalità per il personale sanitario militare (medici, infermieri e aiutanti di sanità) per garantire al meglio la salute dei militari e, al tempo stesso, per accrescere le risorse professionali disponibili sul territorio in caso di grandi calamità e di situazioni particolarmente critiche che dovessero verificarsi. Poter fare affidamento, in queste particolari situazioni, su operatori sanitari militari formati all’interno del sistema sanitario regionale e che quindi conoscono procedure e organizzazione, garantisce la disponibilità di una risorsa qualificata in più a vantaggio della popolazione.

Partirà dunque negli ospedali un percorso di formazione che prevede corsi, lezioni e attività didattica ‘sul ‘campo’ presso le unità operative dell’area dell’emergenza - urgenza dei Presidi ospedalieri di Cesena, Forlì, Rimini e Ravenna.

La convenzione, in sintesi

I destinatari della formazione sono gli ufficiali medici in servizio permanente effettivo: ufficiali laureati in medicina e chirurgia, in medicina veterinaria ed in psicologia ed abilitati all’esercizio professionale; sottoufficiali infermieri diplomati o laureati in scienze infermieristiche; aiutanti di sanità: graduati di truppa in servizio permanente effettivo, assimilabili all’infermiere generico e all’Operatore socio sanitario. Oltre naturalmente al personale sanitario (medici, infermieri) dell’Azienda USL della Romagna che parteciperà ai vari momenti  istruttivi e formativi.Per ciascun frequentatore verrà predisposto un progetto formativo e di orientamento, con la definizione degli obiettivi e delle modalità di svolgimento dell’attività presso le strutture aziendali. Durante lo svolgimento del periodo formativo il personale sanitario militare sarà affiancato da tutor dell’Ausl.L’attività di formazione e orientamento sarà seguita dai referenti già individuati dallo Stato Maggiore Difesa ed dall’Ispettorato Generale della Sanità Militare  nel Medical Advisor della Brigata Aeromobile di Bologna, Col. Me. Mario Mele e nel Capo Infermeria di Corpo del Comando 15 Stormo Cervia (Ra) Tenente Col. Csrn Nicola Marcello e da un responsabile dell’attività formativa (clinica assistenziale) dell’Azienda USL della Romagna.Tra gli obiettivi formativi figurano l’acquisizione di competenze nel campo della diagnostica strumentale, della farmacologia dell’emergenza, della tossicologia clinica, della gestione dell’insufficienza respiratoria acuta e della crisi ipertensiva; l’apprendimento di tecniche di disostruzione delle prime vie aree, gestione delle complicanze di urgenza ortopediche, trattamento dei diversi tipi di ferite, gestione delle emorragie esterne, emergenze neurologiche e psichiatriche, nozioni sulle modalità di intervento in emergenza in azioni particolari che coinvolgono il bambino e la donna in stato di gravidanza, competenze in campo veterinario e psicologico per gli aspetti relativi all’assistenza di persone direttamente coinvolte in eventi negativi e dei loro familiari.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si presenta con alcune significative novità l’edizione 2018 di Muoviti che ti fa bene, il progetto promosso dal Comune di Cesena assieme all’Azienda Usl, a Technogym e alla Wellness Foundation della famiglia Alessandri, che prenderà il via lunedì 21 maggio, in occasione della Wellness Week promossa in tutta la Romagna dalla Wellness Valley.

La prima novità riguarda le persone con limitate capacità motorie. All’insegna del motto “Movimento per tutti”, il Parco per Fabio ospiterà un appuntamento settimanale dedicato alla camminata lenta, riservato a persone che utilizzano il carrellino deambulatore o a chi, per problemi fisici, non riesce a tenere ritmi alti di cammino. L’attività sarà seguita da un  laureato in scienze motorie che ha seguito una formazione ad hoc per l’attività fisica adattata ( Afa) Potranno partecipare al corso le prime 10 persone che si presenteranno il giorno 18 maggio alle ore 15.30 presso Bar  posto nel Parco per Fabio per un colloquio con l’istruttore.

La seconda novità renderà felici i cultori dello yoga. Quest’anno, infatti, sarà possibile praticare questa disciplina tutte le sere dal lunedì al venerdì al Parco Ippodromo, grazie all’istituzione di un secondo corso accanto a quello ‘storico’, presente nel programma di Muoviti fin dal primo anno.  Lezioni a partire dal 4 giugno.

A completare il quadro delle nuove proposte 2018, l’avvio di un corso di Tai Chi a San Carlo, nel Parco Piazza del Libro (presso l’area giochi), che si affianca a quello, già ben collaudato, previsto nel P arco della Rocca.

Per il resto, viene confermata la formula sperimentata felicemente gli anni passati e che, solo lo scorso anno ha registrato oltre settemila presenze: ogni settimana, in momenti prefissati, 12  aree verdi di Cesena ospiteranno appuntamenti dedicati all'attività fisica, con la presenza di istruttori professionali, e i cittadini potranno parteciparvi in modo libero e gratuito.

Quest’anno saranno 18 i corsi proposti nei parchi del centro città e della periferia.

Le discipline proposte sono quelle ormai classiche: ginnastica e stretching, ginnastica dolce, gioca wellness per i bambini dai 5 ai 10 anni, yoga, yoga pilates, tai chi, nordic walking.  Per il nordic walking, previsto ogni martedì e venerdì dalle ore 19.00 alle  20.00 al Parco Ippodromo dal 22 maggio al 13 luglio, si segnala che l’attività è aperta al massimo a 40 partecipanti: è già possibile prenotarsi inviando una mail all’indirizzo muovitichetifabene@gmail.com.

Ognuna di queste attività (tranne la camminata lenta) si svolgerà con appuntamenti bisettimanali. La maggior parte di esse partirà fra il 21 e il 22 maggio, mentre per alcune l’avvio è fissato nella prima settimana di giugno.

Di seguito il calendario dettagliato di tutti gli appuntamenti.

Ginnastica e Stretching

  • Parco Vigne (ex Fornace Marzocchi): dal 22 maggio al 13 luglio, martedì e venerdì dalle ore 18.30 alle 19.30 (dal 13 giugno  dalle 19 alle 20)
  • Parco Ponte Abbadesse: dal 21maggio al  13 luglio, martedì e venerdì, dalle ore 19 alle 20
  • Villa Calabra: dal 21 maggio al 12 luglio, lunedì e giovedì, dalle ore 19 alle 20

Gioca Wellness - In contemporanea al corso di ginnastica e stretching che si terrà nel Parco Vigne è prevista anche un’attività per i bambini dai 5 ai 10 anni, dando modo ai genitori di seguire il corso, affidando i figli a un istruttore.

  • Parco Vigne (ex Fornace Marzocchi): dal 22 maggio al 13 luglio, martedì e venerdì dalle ore 18.30 alle 19.30 (dal 13 giugno  dalle 19 alle 20)

Ginnastica dolce: per sempre giovani “oltre i 60 anni” 

  • Parco per Fabio: dal 22 maggio al 13 luglio, martedì e venerdì dalle  ore 17 alle ore 18 (dal 12 giugno dalle 17.30 alle 18.30)
  • Case Finali (Giardino Via Ungaretti): dal 22 maggio al 13 luglio, martedì e venerdì, dalle ore 17 alle ore  18 (dal 12 giugno dalle 17.30 alle 18.30)
  • Parco Vigne: dal 21 maggio al 12 settembre, lunedì e giovedì, dalle ore 17 alle ore  18 (dall’ 11 giugno dalle 17.30 alle 18.30)
  • Borello (Parco Arena degli Orti): dal 21 maggio al 12 luglio,  lunedì e giovedì dalle ore 19 alle ore 20

Yoga

  • Parco Ippodromo  -  corso 1: dal 4 giugno al 13 settembre, lunedì e giovedì, dalle  ore 19 alle ore 20.30
  • Parco Ippodromo – corso 2: dal 5 giugno al 14 settembre, martedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 19 alle ore 20
  • Villa Silvia (Lizzano): dal 5 giugno al 27 luglio, martedì e venerdì dalle  ore 19 alle ore 20.00

Yoga Pilates

  • Parco c/o hotel Unaway (Pievesistina)  -  dal 4 giugno al 26 luglio, lunedì e giovedì, dalle ore 19 alle ore 20

Tai Chi

  • Parco Piazza del Libro: dal 21 maggio al 13 luglio, lunedì e giovedì, dalle  ore 19 alle ore 20
  • Parco della Rocca: dal 5 giugno al 14 settembre, martedì e venerdì dalle ore 19 alle ore 20.

Nordic walking

  • Parco Ippodromo: dal 23 maggio al 14 luglio, martedì e venerdì dalle ore 19 alle ore 20.

Nordic walking

  • Parco Ippodromo: dal 22 maggio al 13 luglio, martedì e venerdì dalle ore 19 alle ore 20 (come indicato in precedenza, max 40 partecipanti, prenotazioni aperte dal 2 maggio fino ad esaurimento posti)

Camminata lenta (anche con deambulatore)

  • Parco per Fabio: dal 23 maggio all’11 luglio, mercoledì ore 9 (max 10 persone, previo colloquio con il trainer fissato per il 18 maggio, ore 15.30 al bar del Parco per Fabio)

Rocca in Wellness

Anche quest’anno, a completare il programma, ci sono le proposte di Rocca in Wellness, che si terranno nella Corte interna della Rocca ogni mercoledì  alle ore 19, a partire dal 7 giugno fino al 13 settembre..

Il mese di giugno sarà dedicato al pilates,  a luglio ci sarà lo yoga, gli appuntamenti di agosto e settembre proporranno  ancora pilates.

Informazioni per Rocca in Movimento: 0547 22409 - 389 4509884

www.roccamalatestianadicesena.it - : Rocca Malatestiana Cesena Bene Comune

 

Informazioni per “Muoviti che ti fa bene 2018”:

pagina Fb Muoviti che ti fa bene

 IAT tel. 0547.356327 - iat@comune.cesena.fc.it

www.comune.cesena.fc/muoviti

www.auslromagna.it

www.wellnessfoundation.it/muoviti

Pubblicato in Notizie dal sito

Si svolgerà a Riccione dal 2 al 5 maggio il 58° Congresso Nazionale della Società italiana delle neuroscienze ospedaliere. Il Congresso, che avrà come filo conduttore il tema dell’interattività multidisciplinare", sarà articolato con sessioni plenarie caratterizzate dalla multidisciplinarietà e con sessioni parallele centrate su temi specifici per specialità (vedi programma allegato)

Pubblicato in Notizie dal sito

Preveni…Amo Forlì.

La prevenzione inizia dai giovani

Sabato, 28 aprile, ore 9.30

Auditorium Cassa dei Risparmi di Forlì, via Flavio Biondo 16

 

Meeting tra dottori e ragazzi/e delle scuole superiori per conoscere e prevenire i politraumi, in particolare da incidente stradale,organizzato da Ausl Romagna e Comune di Forli, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna e dell’Ufficio Scolastico Regionale.

 

Il trauma è la prima causa di morte e di disabilità nelle persone di età inferiore a 40 anni. Un bollettino di guerra che potrebbe  che dovrebbe -essere evitato.

 

Per aiutare i più giovani a conoscere e prevenire i politraumi, in particolare da incidente stradale, è nata l’iniziativa "Preveni..Amo", che vedrà partecipare medici del Trauma Center dell'Ausl Romagna, professionisti dell'ospedale di Forlì e Cesena, esperti della Polizia Municipale di Forlì e di Cesena, a confronto diretto con le studentesse e gli studenti delle scuole superiori forlivesi.

Un format unico, che sta avendo un grande successo con i ragazzi, che é stato sperimentato a Parma ed a Cesena e si spera possa essere replicato in tutte le città romagnole.

 

L' incontro forlivese si terrà sabato mattina, a partire dalle 9.30, presso l'Auditorium Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna, alla presenza del Sindaco Davide Drei, del Direttore Sanitario dell'Ausl Romagna Stefano Busetti , dell’Assessore alle Politiche per la salute della regione Emilia Romagna, Sergio Venturi e del Dirigente dell’Ufficio scolastico Territoriale Giuseppe Pedrielli.

 

Responsabili scientifici dell’evento il Dott. Vanni Agnoletti - Direttore della U.O. di Anestesia e rianimazione Cesena, il Dott. Luca Ansaloni -Direttore della U.O. di Chirurgia d’ urgenza Ospedale Cesena e la Dott.ssa Costanza Martino della U.O di Anestesia e Rianimazione Cesena.

Al meeting interverranno inoltre un panel di esperti, tra cui il pilota di Superbike dell'Aprilia del team Milwaukee Lorenzo Savadori , esperti della Polizia Municipale e alcuni medici dell’ Ospedale di Forlì tra cui il prof.Giorgio Ercolani, Direttore della U.O. di Chirurgia di Forlì e docente ordinario di chirurgia del'università di Bologna, il Dott. Stefano Maitan direttore della U.O. di Anestesia e Rianimazione di Forlì, che collaborano con il Trauma Center di Cesena nell'ambito della "rete trauma" e il dottor Andrea Fabbri, direttore del Pronto Soccorso, Medicina d'Urgenza e 118 di Forlì  .

" I dati Istat - spiegano gli organizzatori -dimostrano come, negli anni, nella nostra regione si sia ridotto sensibilmente il numero di vittime della strada, ma rimanga elevato il numero di vittime per incidenti a pedoni e due ruote. Nell’ultimo anno, al Trauma Center di Cesena, centro di riferimento dell'Ausl Romagna, hanno avuto accesso circa 500 traumi maggiori, di cui la metà ricoverati in Rianimazione.

L’età mediana dei pazienti con trauma grave e' stata di 45 anni, il 16% dei traumi aveva un'età inferiore ai 25 anni. La causa prevalente di trauma (62%) sono gli incidenti stradali. Un malato su 10 muore in rianimazione per trauma e un malato su tre tra i sopravvissuti ha disabilità residua a distanza."

 

"Da qui - proseguono - è nato l’obiettivo del Sistema di Assistenza Integrata Traumi (SIAT) della Romagna, diretto dal Dott. Vanni Agnoletti, per lavorare insieme al cittadino nella sensibilizzazione sul tema trauma e soprattutto alla sua prevenzione. "Preveni…Amo" è stato ideato e fortemente voluto da medici che sono in contatto, ogni giorno, con il dramma del trauma. Questi eventi negativi improvvisi possono segnare l’intera esistenza di chi ha ancora una lunga prospettiva di vita. L’incontro sarà un meeting tra dottori e ragazzi/e delle scuole superiori per conoscere e prevenire i traumi."

 

"All'appuntamento di sabato - spiegano- verranno illustrati agli studenti delle scuole superiori quelle che sono le più comuni conseguenze, i comportamenti da tenere e le linee guida più aggiornate per la loro prevenzione. Non mancheranno testimonianze dirette di sportivi che hanno affrontato nella loro disciplina grandi rischi e di quello che hanno portato della propria esperienza nella vita di tutti i giorni. Saranno proiettati anche dei video clip per entrare in sintonia con il linguaggio utilizzato dai giovani."

Pubblicato in Notizie dal sito

Sabato 21 aprile, alle ore 9.15, a Cesenatico (Palazzo del Turismo, viale Roma 112) si terrà il primo incontro dedicato alla realizzazione del nuovo Piano di Zona 2018-2020 del Distretto Rubicone.

Info e programma sono consultabili nella locandina allegata.

Pubblicato in Notizie dal sito
Mercoledì, 11 Aprile 2018 08:15

CORSO PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO (Forlì)

Corso di primo soccorso pediatrico organizzato dal Comune di Forli
A cosa serve il corso? Il corso fornirà alcune nozioni di primo soccorso per affrontare con tranquillità e sicurezza le emergenze legate alla quotidianità: piccole ferite, febbre improvvisa, traumi, scottature che spesso vedono protagonisti i bambini, imparando che cosa fare e, soprattutto, che cosa non fare.

 

A chi si rivolge? È un corso specifico - e gratuito - per i genitori, ma è aperto a tutti coloro che si occupano di bambini.

Pubblicato in Notizie dal sito

L’Azienda USL ringrazia Claudia Farnedi, in arte Claudia Meraviglia, per la donazione di 500 euro a favore del progetto “Pediatria a Misura di Bambino”. La somma è il ricavato dell’iniziativa solidale “Aperitivo creativo” organizzata il 19 marzo scorso dalla creativa-designer cesenate con l’obiettivo di raccogliere fondi per sostenere l’attività di clown terapia nelle aree pediatriche dell’ospedale Bufalini di Cesena. Questa donazione rappresenta il primo passo di una collaborazione con l’Azienda a favore delle aree pediatriche.

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio