Visualizza articoli per tag: buona_notizia

Lunedì, 18 Settembre 2017 16:20

Altri medici stranieri ospiti all'ORL di Forlì

Ancora "ospiti" stranieri per la Unità di Otorinolaringoiatria dell'ospedale di Forlì, diretta dal dottor Claudio Vicini.
Un trio di chirurghi otorinolaringoiatri sono infatti arrivati nel nosocomio forlivese per apprendere, dal vivo,  le tecniche robotiche del trattamento dei disturbi respiratori del sonno con l'utilizzo del robot "Da Vinci".Il  Dr. Ranjith Venkitachalam, dell' Aster Medical Center, Dubai, Emirati Arabi Uniti, e il dottor Hiroto Moriwaki della The Jikei University school of medicine di Tokyo, Giappone, resteranno con l'èquipe di otorinolaringoiatri forlivesi per una settimana, mentre la dottoressa Sue Rene Soon, Ng Teng Fong  del General Hospital, Jurong Medical Center, Member of the National University Health System di Singapore, si tratterà per tre mesi a Forlì, inviata direttamente dalla sua Università.Tutti e tre i medici provengono da  istituti molto prestigiosi nei rispettivi Paesi d'origine. La scuola di medicina della Jikei University, solo per fare un esempio, è una delle tre scuole mediche più importanti del Giappone.
 
Pubblicato in Notizie dal sito

 

La Settimana per l’Allattamento Materno (SAM) – dal 1 al 7 di ottobre tutti gli anni raggruppa gli sforzi di tutti i promotori dell’allattamento materno, dei governi e degli enti per sensibilizzare l’opinione pubblica e per generare sostegno, utilizzando un tema diverso ogni anno. Il tema della SAM è lanciato dalla WABA, World Alliance for Breastfeeding Action ossia Alleanza mondiale per interventi a favore dell’allattamento, un’alleanza mondiale di individui, reti ed organizzazioni che proteggono, promuovono e sostengono l’allattamento al seno, basata sulla Dichiarazione degli Innocenti e la Strategia Globale per l’Alimentazione dei Neonati e dei Bambini dell’OMS e dell’UNICEF.

La SAM 2017 celebra la collaborazione per il bene comune, che dà risultati sostenibili migliori della somma dei singoli sforzi.  Il logo, che rinforza l’importanza del sostegno, è stato progettato da Ammar Khalifa e commissionato dalla WABA

Obiettivi della Settimana per l’Allattamento Materno 2017

  1. INFORMARE: Comprendere l’importanza di lavorare insieme nelle quattro Aree Tematiche
  2. RADICARE: Riconoscere il proprio ruolo e la differenza che si può fare nella propria area di lavoro
  3. STIMOLARE: Andare incontro agli altri per individuare aree di interesse comune
  4. FARE RETE: Lavorare insieme per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile entro il 2030

Per il 5° anno la Regione Emilia Romagna patrocinia il Flashmob per l’allattamento nelle proprie piazze. L’evento inizierà alle ore 10:30 di sabato 7 ottobre presso il Chiostro di San Mercuriale (P.zza Saffi) a Forlì dove come consuetudine parteciperà anche il personale del Centro Famiglie (in caso di pioggia nella saletta adiacente) e a Cesena in piazza del Popolo.

Il  Dipartimento Trasversale Salute Donna, Infanzia e Adolescenza di Forlì- Cesena dell’Ausl della Romagna  in occasione della SAM, vuole invitarvi a partecipare al concorso: “L’allattamento a modo mio”. 

Chiunque volesse partecipare all’iniziativa potrà inviare all’indirizzo e-mail: allattamentoamodomio.fc@auslromagna.it  (dal 15 al 25 settembre) fotografie, poesie, racconti, rappresentazioni grafiche, disegni e tutto quello che associate all’esperienza o all’idea che avete dell’allattamento. Tutti possono partecipare. Date ali alla fantasia!

Ricordatevi di inviare insieme all'elaborato la liberatoria, debitamente compilata , che troverete in allegato

Il 7 ottobre, in occasione del Flashmob, verranno esposte le opere ricevute e verranno premiate le migliori con un piccolo omaggio.

Vi aspettiamo

Le ostetriche, infermiere e assistenti sanitarie del Dipartimento.

Pubblicato in Notizie dal sito

Il Centro Studi "Giovanni Donati" per il Volontariato e la Solidarietà dell'Ausl Romagna-Forlì e l'Associazione Salute e Solidarietà Romagna promuovono nell'ambito della Settimana del Buon Vivere di Forlì

"Una giornata con il CUAMM"

Forlì, Venerdì 29 settembre 2017

 

 Gli incontri sono organizzati in collaborazione con i Licei Scientifico e Classico di Forlì e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì

 

L'Associazione Salute e Solidarietà Romagna è stata costituita nel 2016 da medici e infermieri del Centro Studi "Giovanni Donati" per il Volontariato e la Solidarietà di Forlì. L'attività "volontaria", svolta dal 2009 sia presso l'ambulatorio del Centro di Ascolto Buon Pastore (Caritas) che nell'ospedale di Forlì, è continuata con la creazione di un' associazione autonoma, che usufruisce della collaborazione dell'Ausl della Romagna, in rete con gli organismi istituzionali e le molteplici realtà associative presenti sul territorio. Le attività dell'Associazioen sono rivolte a tutti coloro, italiani e stranieri, che si trovino , temporaneamente o permanentemente, non in grado di essere assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale.

 

Medici con l'Africa Cuamm è tra le maggiori organizzazioni non governative sanitarie italiane per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane. Realizza progetti a lungo termine in un'ottica di sviluppo. A tale scopo si impegna nella formazione in Italia e in Africa delle risorse umane dedicate, nella ricerca e divulgazione scientifica e nell'affermazione del diritto umano fondamentale della salute per tutti. Due essenzialmente i suoi obiettivi:

 

•migliorare lo stato di salute in Africa, nella convinzione che la salute non è un bene di consumo, ma un diritto umano universale per cui l'accesso ai servizi sanitari non può essere un privilegio;

 

•promuovere un atteggiamento positivo e solidale nei confronti dell'Africa, ovvero contribuire a far crescere nelle istituzioni e nell'opinione pubblica interesse, speranza e impegno per il futuro del continente africano.

 

 

Medici con l'Africa Cuamm non opera in teatri di guerra seppure in diversi momenti si sia trovato al centro di emergenze umanitarie in cui ha deciso di collaborare con le autorità locali (soprattutto in Sudan del Sud dalla creazione dello stato nel 2011 o durante l'epidemia di Ebola in Sierra Leone). Opera ai diversi livelli del sistema sanitario, dalle cliniche mobile sul territorio alle università, con l'obiettivo di fornire servizi di qualità accessibili a tutti.

 

 

 

 

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

 

 

 

 

• ore 9.00 Proiezione di "Ciao mamma, vado in Africa" e testimonianza di un giovane medico. Incontro per gli studenti dei Licei, Liceo Classico G. B. Morgagni e Liceo Scientifico F. P. di Calboli di Forlì (presso le sedi dei Licei)

 

 

 

• ore 14.30 Partire con Medici con l’Africa Cuamm. Incontro per medici e infermieri presso la sala Pieratelli dell' Ospedale di Forlì', via Carlo Forlanini 34

 

 

 

• ore 16.00 Prima le mamme e i bambini. 1000 di questi giorni. Incontro aperto a tutti sul programma del Cuamm a sostegno di mamme e bambini africani, presso la Sala Assemblea della Fondazione Cassa dei Rispamri di Forlì, Corso Garibaldi 45

 

 

Info:saluteesolidarieta.romagna@gmail.com

Pubblicato in Notizie dal sito

Per il secondo anno consecutivo l'Associazione podistica Corri Forrest di Forlì organizza, domenica 22 ottobre, a Terra del Sole, la "Fuga Forrest"  a favore dell'Unità Operativa di Pediatria di Forlì, diretta dal dottor Enrico Valletta

La Società Corri Forrest è un associazione sportiva dilettantistica che promuove la corsa a piedi, sia su strada che in montagna. Ha sede in Terra del Sole (FC) ed e’ composta da 120 associati provenienti dalle province di Forlì, Ravenna ,Bologna, Forlimpopoli, Castrocaro Terme, Terra del sole e Medicina, che frequentano le podistiche domenicali di tutta Italia. I suo soci hanno sviluppato nel tempo una forte attenzione alle tematiche sociali, animando eventi come la Diabetes Marathon di Forlì e arrivando ad organizzare, nel 2014, la traversata coast to coast dell’Italia dal Tirreno all’Adriatico, denominata TAR ’14, per finanziare la manutenzione di una navetta per il trasporto dei pazienti dell’ Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori di Meldola. 

Dopo il successo degli oltre mille partecipanti all'edizione 2016, l'Associazione propone agli iscritti tre percorsi:  la 13 Km collinare (ex percorso Fugarena);  la 7 Km collinare e la 2,5 Km per i bambini. In caso di maltempo prolungato,  il percorso di 7 Km sarà annullato.

L'iniziativa è patrocinata dai Comuni di Castrocaro Terme - Terra del Sole, Forlì, dall'Ausl Romagna e dalla UISP sport per tutti.

Si allega programma.

Per informazioni :http://www.corriforrest.com/fuga-forrest/. Il programma è in allegato.

NEGOZI CONVENZIONATI PER PRE-ISCRIZIONI (disponibili dal 10.09.17)

 

Gimelli Sport
Via Vittorio Veneto, 98 – 47122 Forlì (FC) – tel.0543-33627

Vilpas Calzificio
Via Sacco e Vanetti, 50 – 47011 Castrocaro Terme e Terra Del Sole

Living Sport Cesena
Via Guglielmo Marconi, 327 – 47521 Cesena (FC) – tel.0547-1900344

 

Gimelli Sport
Via Vittorio Veneto, 98 – 47122 Forlì (FC) – tel.0543-33627

Vilpas Calzificio
Via Sacco e Vanetti, 50 – 47011 Castrocaro Terme e Terra Del Sole

Living Sport Cesena
Via Guglielmo Marconi, 327 – 47521 Cesena (FC) – tel.0547-1900344

Pubblicato in Notizie dal sito

 

Dal 2002, nell'Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva dell'ospedale di Forlì,  è stata creata una IBD Unit per la gestione del paziente con Malattia Infiammatoria Cronica Intestinale.Tra le attività della IBD Unit molto importante è stata la formazione dell'Infermiere  Case Manager e la creazione del primo Registro nazionale  di patologia."Il ruolo dell'infermiere Case Manager - spiega la dottoressa Daniela Valpiani, coordinatrice del progetto e relatrice nella sessione per imedici - è finalizzato a garantire il coordinamento delle cure, in modo tale da facilitare la gestione della malattia in ogni momento:nella fase acuta, nell’intervento chirurgico, durante la riabilitazione, e nel periodo della terapia farmacologica a lungo termine. Inoltre, tale figura assicura l’accertamento dei problemi dei pazienti e delle loro famiglie ogniqualvolta si presentino, sviluppando poi, in collaborazione con gli altri membri del teaminterdisciplinare, un piano assistenziale in grado di fornire la risposta più adeguata alle specifiche esigenze. Questo tipo di presa in carico permette di individuare gli obiettivi del trattamento, che può avvenire  in regime ambulatoriale, di day service o day hospital, di ricovero. La valutazione continua dell’efficacia dell’assistenza e dei risulati dei trattamenti, effettuata dall’infermiere insieme agli specialisti, garantisce poi cure appropriate evitando eventuali duplicazioni o frammentazioni dell’attività programmata, e offrendo così la migliore assistenza possibile con le risorse disponibili."

Il modello forlivese "IBD Nursing" verrà presentato dall'infermiera Deborah Tumedei al convegno sulla Malattia di Crohn  che si terrà presso la Camera Consigliare di Commercio di Fermo, Corso Cefalonia 69, il 14 e 15 settembre prossimi
Pubblicato in Notizie dal sito

Quando un bimbo nasce gravemente prematuro, ogni misura che possa migliorare il suo benessere è importante. Presso la Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale “Infermi” di Rimini sono in uso, al momento in via sperimentale, tre piccole amache da inserire nelle termoculle che ospitano i piccini, in modo che si sentano più “ninnati”. Due di questi presidi sono stati donati proprio questa mattina, col ricavato della manifestazione “Molo Motors Truks Rimini”, svoltasi nei giorni scorsi in piazzale Boscovich a Rimini.

“Siamo un gruppo di amici e abbiamo deciso di realizzare questa iniziativa benefica – racconta Fabio Labranca, il promotore – il 19 e 20 agosto piazzale Boscovich è stato ‘invaso’ da camion, auto, mezzi di vario tipo, provenienti da tutt’Italia ed elaborati in maniera artistica. Un bellissimo raduno in cui spiccavano, tra l’altro alcuni Ape Piaggio realizzati da ragazzi riminesi, che si sono divertiti insieme ai loro genitori”. Grazie al ricavato e agli sponsor (doverosi i ringraziamenti a Daniele Grossi della Compagnia Pescatori che ha donato il catering, a Mirco Grossi per la parte logistica, all’agenzia di eventi Gina Dee Agency) gli organizzatori hanno consegnato ieri mattina in reparto due amache e altri piccoli doni per i pazienti, nonché un omaggio al vicesindaco Gloria Lisi, come simbolico ringraziamento per il sostegno dato dal Comune di Rimini alla manifestazione.

Presenti alla consegna, oltre al vicesindaco e a Labranca, il direttore dell’Unità Operativa dottoressa Gina Ancora con il personale, Vincenzo Tarquini, un altro degli organizzatori, con il figlio Kevin e Samuele (due dei ragazzi che hanno mostrato i loro Ape al raduno) e Daniele Grossi. “Quando il bimbo è nel ventre materno il liquido amniotico gli consente di mantenersi in movimento e lo ‘culla’. I bimbi fortemente pretermine, quando nascono, devono invece stare per lunghe settimane nelle termoculle, su appositi materasssini, su cui si possono sentire ‘schiacciati’ e meno mobili – spiega la dottoressa Ancora - : l’utilizzo di queste piccole amache dà loro un senso di movimento simile a quello del liquido amniotico aumentandone il benessere. Disponevamo già di uno di questi presidi, ora grazie a questa donazione ne abbiamo altri due che consentiranno di migliorare ulteriormente il servizio”.

“Siamo felici di contribuire a questo progetto – aggiunge Labranca – con un investimento significativo. E il prossimo anno contiamo di fare ancora
di più”. “Essere qui oggi mi rende particolarmente emozionata – ha detto il vicesindaco Gloria Lisi -: mi fa piacere partecipare a questo evento, ma è anche la prima volta che torno in ospedale dopo la dimissione della giovane polacca che ha subito violenza in spiaggia. E’ lo stesso ospedale ma sono due stati d’animo e due contesti diversi e direi quasi opposti. Qui ci troviamo di fronte ad un importante gesto di solidarietà, alla Rimini più bella che aiuta gli altri, e lo fa con un presidio medico innovativo, mettendo a buon frutto la tecnologia. Mi fa anche particolarmente piacere che ci siano Kevin e Samuele, due ragazzi delle nostre scuole superiori che non si limitano ad usare le tecnologie, lo smartphone o il tablet, ma che amano anche ‘spataccare’ coi motori, che sanno ‘usare le mani’ per costruire, creare, anche in maniera artistica e con passione ed estro. Caratteristiche che, nel mondo dei motori e non solo, hanno reso grande Rimini e la Romagna, e che non devono finire in cantina. Per di più loro due, e gli altri ragazzi che hanno partecipato al raduno, mettono a frutto queste loro doti per gli altri, per i bimbi più piccini, ed è veramente bello che abbiano voluto partecipare pure alla cerimonia di donazione, rappresentando i tanti ragazzi bravi e generosi come loro. Anche in questo caso il mio pensiero va però ad altri giovani, loro coetanei o poco più, che purtroppo, invece, si sono resi autori di atti di grande ferocia. Eventi come quello di oggi – ha concluso il vicesindaco - rinforzano la speranza e la fiducia nei giovani”

Pubblicato in Notizie dal sito

CONVERSAZIONI AL MAF - Autunno 2017

 

Medicina e Antropologia si raccontano

A cura di Silvia Bartoli e Mirko Traversari

 

Forte del successo riscosso con i cicli di conferenze tenutesi nella primavera del 2016 e del 2017, il Museo Archeologico di Forlimpopoli, in collaborazione con RavennAntica-Fondazione Parco Archeologico di Classe, Ausl Romagna Cultura e il Laboratorio di Antropologia e DNA antico-DBC Ravenna, Università di Bologna, promuove e ospita una nuova serie di conversazioni nei mesi di settembre e di ottobre 2017 – la prima nel periodo autunnale – e con essa intende ribadire il suo ruolo di ‘luogo identitario e depositario della memoria locale’, centro propulsore di educazione e di conoscenza per la valorizzazione non solo delle proprie collezioni archeologiche ma anche, grazie all’apporto di studiosi e ricercatori qualificati, del patrimonio storico della città di Forlimpopoli e delle più recenti e significative esperienze nel campo della ricerca scientifica e della museologia.

 

Forlimpopoli può vantare di aver dato i natali a Napoleone Salaghi (1810-1884), medico e fra i primi fautori della diffusione della dottrina omeopatica in Italia. Si è voluto dedicare alla sua memoria questo ciclo di conferenze intitolate alla medicina e all’antropologia, discipline che oggi, grazie alle più aggiornate metodologie di ricerca, sono in grado di offrire un importante contributo alla conoscenza del nostro passato.

 

 

Il ciclo di conferenze si articolerà nel seguente calendario di appuntamenti:

 

Venerdì 29 settembre, ore 20.30

Napoleone Salaghi (1810-1884) omeopata di Forlimpopoli

Piero Camporesi (storico e saggista) - Giancarlo Cerasoli (medico)


Venerdì 6 ottobre, ore 20.30

Una notte con le mummie: casi antichi e moderni

Mirko Traversari (antropologo, Laboratorio di Antropologia e DNA antico-DBC Ravenna, UniBo)

 

Venerdì 13 ottobre, ore 20.30

Far luce sul passato: lo studio delle biomolecole antiche nei reperti archeologici

Elisabetta Cilli (genetista, Laboratorio di Antropologia e DNA antico-DBC Ravenna, UniBo)

 

L’ingresso alle conferenze è gratuito.

 

 

INFO

www.maforlimpopoli.it

tel. 0543.748071 (venerdì 9-13, sabato e domenica 10-13 e 15.30-18.30)

email info@maforlimpopoli.it

 

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Presentato in anteprima nazionale il trailer della docufiction storica, girata in Romagna a novembre 2016, dal regista Cristiano Barbarossa, con il contributo dell'Istituto Oncologico Romagnolo e la collaborazione di Daniele Versari di Estados Cafè e Formula Servizi. Attore protagonista Riccardo Mei.

Il gruppo Ausl Romagna Cultura, costituito nel febbraio 2016 con delibera del Direttore Generale, ha come obiettivi la valorizzazione del patrimonio artistico, documentale e archivistico dell’AUSL Romagna, la diffusione della conoscenza delle figure dei grandi medici della Romagna, la realizzazione di iniziative di divulgazione scientifica e culturale dell’AUSL Romagna in collaborazione con enti e associazioni, nonché la promozione di progetti culturali in collaborazione con Università ed altri Enti. È suddiviso in tre aree: Storia della medicina, grandi medici romagnoli e divulgazione scientifica (coordinata dal dottor Stefano De Carolis),Patrimonio storico-artistico-archivistico AUSL della Romagna (coordinato dalla dott.ssa Sonia Muzzarelli) e Comunicazione (coordinato dalla dott.ssa Tiziana Rambelli).Nel suo "primo anno di vita" il gruppo Cultura ha già realizzato numerose iniziative in tutti comuni della Romagna (tra le quali il progetto di comunicazione sul noto anatomopatologo forlivese“G.B Morgagni”) ha organizzato visite guidate, attivato collaborazioni e progetti.

Clicca di seguito per vedere e scaricare il trailer, che verrà presto diffuso in tutti gli ospedali della Romagna.

Pubblicato in Notizie dal sito

Papilloma virus e tumore dell’orofaringe.

Questo l'oggetto dell'intervista al prof.Claudio Vicini, direttore del Dipartimento Testa Collo dell'Ausl Romagna che andrà in onda sul Tg 3 della edizione odierna.

Nell'ultimo biennio, solo in Romagna, 23 pazienti  sono stati operati all'ospedale di Forlì con la chirurgia robotica e 27 sono stati chemioradiotrattati, all'Irst di Meldola, per carcinoma squamoso dell’orofaringe correlati al papilloma virus umano.

"Attorno a questo mutato profilo comportamentale della neoplasia -   spiega il prof. Claudio Vicini - si sono progressivamente sviluppati nuovi filoni di ricerca clinica per differenti modalità di diagnosi di laboratorio, di chemio e radio terapia, di chirurgia mirata. Nel mondo, i tumori della cavità orale e faringe sono al 14° posto tra i tumori più frequenti negli uomini e al 20° posto nelle donne, con circa 108.600 nuovi casi/anno negli uomini (1,6% del totale dei tumori) e circa 28.000 nuovi casi/anno nelle donne (0,5% del totale). I tassi di incidenza standardizzati stimati sulla popolazione mondiale (ASR-W) sono di 2,7 casi per 100.000 uomini e di 0,7 casi per 100.000 donne. "

Pubblicato in Notizie dal sito

Il gruppo Ausl Romagna Cultura, costituito nel febbraio 2016 con delibera del Direttore Generale, ha come obiettivi la valorizzazione del patrimonio artistico, documentale e archivistico dell’AUSL Romagna, la diffusione della conoscenza delle figure dei grandi medici della Romagna, la realizzazione di iniziative di divulgazione scientifica e culturale dell’AUSL Romagna in collaborazione con enti e associazioni, nonché la promozione di progetti culturali in collaborazione con Università ed altri Enti. È suddiviso in tre aree: Storia della medicina, grandi medici romagnoli e divulgazione scientifica (coordinata dal dottor Stefano De Carolis),Patrimonio storico-artistico-archivistico AUSL della Romagna (coordinato dalla dott.ssa Sonia Muzzarelli) e Comunicazione (coordinato dalla dott.ssa Tiziana Rambelli).Nel suo "primo anno di vita" il gruppo Cultura ha già realizzato numerose iniziative in tutti comuni della Romagna (tra le quali il progetto di comunicazione sul noto anatomopatologo forlivese“G.B Morgagni”) ha organizzato visite guidate, attivato collaborazioni e progetti.

Grazie alla disponibilità della Direzione del Meeting di Rimini, il gruppo Ausl Romagna Cultura ha ottenuto ora la possibilità di allestire, a titolo del tutto gratuito, uno stand informativo durante la nota manifestazione che si terrà dal 20 al 26 agosto presso la Fiera di Rimini .

I membri del gruppo Ausl Cultura distribuiranno a tutti i partecipanti, soprattutto giovani e studenti, materiale informativo sul patrimonio artistico, storico e archivistico dell’Azienda Sanitaria della Romagna, forniranno informazioni sulle iniziative passate e future e organizzeranno tre incontri aperti a tutti gli interessati.

Tutti gli incontri si terranno presso lo stand del Padiglione C4 della Fiera, dalle ore 17 alle 18.30, secondo il seguente programma:

  • Lunedì 21 agosto: “Dalla docufiction al libro: Giambattista Morgagni superstar!” (dott. Giancarlo Cerasoli, pediatra e storico della medicina) Durante l’ incontro verrà proiettato, in anteprima nazionale, un breve trailer della docufiction.

  • Mercoledì 23 agosto: “Il patrimonio storico, artistico e documentale dell’AUSL Romagna: passato, presente e futuro” (dott.ssa Sonia Muzzarelli, responsabile del Patrimonio Storico-Artistico-Archivistico AUSL della Romagna e dott. Stefano De Carolis, geriatra e storico della medicina).

  • Venerdì 25 agosto: “Le neoplasie gastriche da Giambattista Morgagni a oggi” ( dottor Luca Saragoni, anatomopatologo dell’ospedale “Morgagni – Pierantoni” di Forlì)

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio

Mi piace