Visualizza articoli per tag: buona_notizia

CICCIONI... al di là di ciò che appare. Successo strepitoso per il primo spettacolo interpretato da obesi ed ex obesi al Teatro Fabbri di Forlì

Il progetto continuerà con repliche dello spettacolo e interventi nelle scuole

 

Standing ovation in un teatro Diego Fabbri totalmente gremito, sabato 20 maggio, alla fine  dello spettacolo CICCIONI, scritto e  diretto da Denio Derni e Stefania Polidori, e interpretato da obesi ed ex obesi in cura presso il reparto di chirurgia endocrina, diretto dal Dott. Alberto Zaccaroni, dell'Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì. I pazienti, trasformati in attori, hanno affrontato nuovamente i loro fantasmi, imparando a conviverci. Il laboratorio teatrale si è rivelato terapeutico e liberatorio, tanto che operatori sanitari e pazienti auspicano possa diventare parte integrante del percorso di cura istituzionale. Sono stati condivisi con il pubblico la sofferenza e il dramma dell'obesità e l'ironia con cui spesso si tenta di nascondere le proprie ossessioni. La scena, però, traboccava di bellezza e di amore. Amore per la vita, per l'integrità di persone rinate dopo frustrazioni e sofferenze. Storie di chi ce l'ha fatta, di chi è riuscito ad uscire dalla spirale di grasso che lo soffocava e che ora vuole mettere la propria esperienza vittoriosa al servizio degli altri. La partecipazione numerosa e l'apprezzamento del pubblico testimoniano quanto sia forte l'interesse intorno ai temi legati all'obesità e ai corretti stili di vita. Il progetto, promosso dall’associazione Sartoria Teatrale, in collaborazione con l’associazione Amando (Associazione per le malattie endocrine e l’obesità) ha ricevuto il sostegno di diverse realtà, quali, in primis, il Comune di Forlì e il Gruppo Consorti Rotary club di Forlì, nonché i patrocini di Ausl Romagna, Gruppo Cultura Ausl Romagna, Ordine degli Psicologi dell'Emilia-Romagna, Casa Artusi e Comune di Forlimpopoli. Nasce dall'idea di Caterina Rondelli, che, per anni, è stata psicoterapeuta nel reparto di Chirurgia Endocrina. Assieme a lei, il primario Alberto Zaccaroni, il chirurgo (musicista-attore) Dario Bettini e la psicoterapeuta Antonella Liverani hanno suggerito le tematiche da affrontare e le finalità dello spettacolo, seguendo pazienti ed ex pazienti durante le prove dello spettacolo. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Come dice Mirella nella sua testimonianza:  "Da bambina ero vittima di bullismo e venivo insultata con "Barile, Barile!"; ora il barile si è svuotato e sono dimagrita non solo nel corpo, ma mi sono liberata dei chili e del grasso che erano rimasti dentro la mia mente. Ora mi sento rinata". E Lucia aggiunge: "Abbiamo lottato come leoni per combattere i nostri fantasmi e in scena li abbiamo dissolti, buttandoli sul palco, fidandoci di chi ci diceva che era possibile. Questa armata Brancaleone di attori che ha "finto di fingere" ha conquistato il pubblico ed è stata sommersa di applausi".

Il progetto continuerà con repliche dello spettacolo e interventi nelle scuole.

 

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Anche quest’anno il Dr.Luca Saragoni, e il Dr.Paolo Morgagni, rispettivamente appartenenti alle Unità Operative di Anatomia patologica e Chirurgia dell’ospedale di Forlì, hanno partecipato al 12th International Gastric Cancer Congress, che si è tenuto a Pechino dal 20 al 23 Aprile.Il congresso internazionale ha visto la partecipazione di più di 3000 medici provenienti da 41 paesi.

I due professionisti, invitati degli organizzatori del convegno, che ha visto la partecipazione dei massimi esperti internazionali in tema di tumore dello stomaco sono da tempo inseriti nel comitato scientifico internazionale della International Gastric Cancer Association.

La loro partecipazione è avvenuta non solo in veste di relatori, ma anche di coordinatori di lavori multidisciplinari realizzati dall’Ausl Romagna e dall’’IRST – IRCCS di Meldola.

“La Romagna, ed in particolare Forli – spiegano i due medici - hanno potuto presentare in questa occasione, a specialisti di tutto il mondo, la propria esperienza scientifica, frutto di anni di lavoro multidisciplinare e di relazioni con i principali istituti di ricerca mondiali, spesso invitati anche a partecipare a congressi presso il centro Universitario di Bertinoro.”

“Le relazioni che ci sono state richieste – proseguono - hanno riguardato la diagnosi ed il trattamento della neoplasia allo stadio precoce, che vedono Forlì e la Romagna tra i più attivi centri occidentali, mentre altre ricerche, da noi presentate, hanno riguardato la diagnosi endoscopica, radiologica e patologica ed il trattamento multidisciplinare, effettuato regolarmente presso le nostre strutture”

In particolare, il Dr.Saragoni ha esposto i risultati dello studio italiano da lui condotto su 1074 pazienti affetti da Early Gastric Cancer, dimostrando come, anche questo tipo di tumore, generalmente a buona prognosi, nasconda spesso sottotipi con caratteristiche del tutto simili a quelle dei tumori avanzati a prognosi infausta. Il Dr.Morgagni, invece, ha presentato alcune indicazioni ai trattamenti diversificati e più appropriati in rapporto allo stadio tumorale.

Il gruppo italiano di ricerca sul cancro gastrico (GIRCG), di cui il Dr.Saragoni e il Dr.Morgagni sono tra i fondatori, ha contribuito al buon esito del convegno, portando ben 31 contributi scientifici.

In ambito congressuale sono inoltre stati definiti protocolli di ricerca internazionali per i quali, il Dr.Saragoni e il Dr.Morgagni, parteciperanno in qualità di esperti.

“La partecipazione italiana – concludono - è stata molto apprezzata e ci ha permesso di creare ulteriori contatti con colleghi orientali ed europei davvero entusiasti a partecipare alle iniziative scientifiche che potremo organizzare presso la nostra Ausl della Romagna in un prossimo futuro.”

Pubblicato in Notizie dal sito

Mercoledì 10 maggio, alle ore 9,30, nell’atrio del Padiglione Morgagni, ultimo appuntamento, per questo anno scolastico, dell’iniziativa delle letture a voce alta in ospedale dei bambini della scuola elementare Duilio Peroni di Vecchiazzano.

L’iniziativa, sostenuta dal gruppo Ausl Romagna Cultura, ha riscosso grande successo e martedì prossimo vedrà anche la partecipazione dell’Associazione Corri Forrest che ha contribuito, con il ricavato dell’ultima gara podistica, ad acquistare il materiale per realizzare il bellissimo progetto.

 «Le letture a voce alta sono intese come alleate preziose per affrontare e superare momenti delicati della vita spiega l'insegnante Lara Verni - e gli obiettivi sono in primis la promozione della lettura e dell'ascolto, l'insegnare ai bimbi a parlare di fronte ad un pubblico e il creare uno spazio sereno cui potranno prendere parte pazienti e utenti del nosocomio. L'associazione sportiva "Corri Forrest" di Forlì ci ha donato un piccolo impianto di amplificazione che i bambini potranno utilizzare durante i loro interventi. Attrezzatura che resterà "in eredità" e in deposito all'Unità operativa di Pediatria forli vese, in modo tale che possa essere utilizzata ogniqualvolta se ne presenti la necessità». «Il racconto - prosegue la docente - è una forma di comunicazione naturale ed istintiva, è il primo modo di apprendere dei bambini ed è stato il primo modo di comunicare e di organizzare le conoscenze agli albori dell'umanità. Pensiamo solo alle fiabe, al patrimonio che rappresentano».

Pubblicato in Notizie dal sito

MERCOLEDI 31 MAGGIO 2017

ore 15

c/o la Pediatria dell'Ospedale di Forlì

(Padiglione Vallisneri)

I VIOLINISTI DELLA SCUOLA MEDIA P.V MARONE DI PREDAPPIO

in collaborazione con Ausl Romagna Cultura

PRESENTANO IL PRIMO APPUNTAMENTO MUSICALE

 

 

IL PROGETTO: MUSICA E RAPPORTI VIRTUOSI COL TERRITORIO

L'iniziativa della scuola PV. Marone di Predappio, in collaborazione con Ausl Romagna Cultura, prevede due appuntamenti musicali nell'arco dell'anno scolastico, realizzati dagli allievi di violino della prof.ssa Marta Donati, presso il Reparto di Pediatria dell'ospedale Morgagni - Pierantoni di Forlì e fa parte di un progetto più ampio "con obiettivi di inclusione e cittadinanza volti alla promozione dell'altruismo e della solidarietà con ricadute sul territorio".

Nell'arco di questo anno scolastico è previsto un unico incontro di apertura del progetto che prenderà avvio con il primo appuntamento previsto appunto per il 31 maggio.

"La musica e la musicoterapia vengono ormai ampiamente utilizzate come modalità non farmacologiche di intervento in differenti ambiti clinici e in setting terapeutici di varia natura - ricorda la prof.ssa Marta Donati -La distinzione fondamentale negli approcci con la musica è data da interventi basati sull’ascolto musicale piuttosto che su tecniche attive in cui è prevista l’interazione attraverso l’utilizzo di strumenti musicali tra il terapeuta e il paziente. La sinergia suono-relazione costituisce il punto centrale dell’intervento che è volto a sviluppare le potenzialità comunicative e a facilitare l’espressione-regolazione della componente emotiva.L’utilizzo della musica in ambito oncologico ha evidenziato effetti soprattutto su alcuni aspetti psicologici correlati alla condizione clinica, in particolare su ansia, stress, umore e qualità di vita. Altri effetti sono stati riscontrati sulla componente comunicativo-relazionale (riduzione dell’isolamento, supporto sociale, etc.) e su sintomi fisici quali fatica, dolore e nausea. Gli studi riguardano adulti ma anche pazienti pediatrici."
" Le caratteristiche dell'ascolto musicale e della musicoterapia attiva e i risultati conseguiti - prosegue la prof.ssa - rendono l’intervento particolarmente indicato in ambito pediatrico.Un recente studio (Bradt et al., 2014) mostra inoltre che i pazienti esprimono una significativo apprezzamento sia nei confronti di un approccio attivo che rispetto a quello basato sull’ascolto musicale."

Parteciperanno al primo appuntamento in ospedale anche la  Dirigente Scolastica Dott.ssa Roberta Ravaioli e il Vicesindaco di Predappio Chiara Venturi 

 

I piccoli "violinisti " che si esibiranno il 31 maggio :

CLASSE I

ALESYA QUYLAFI

DAMIANO MOLINARO

PIETRO SARAGONI

TOMMASO FLAMIGNI

CLASSE II

MATTEO BRAVACCINI

FEDERICO CONTI

LIVIU RISNIC

OMAR AYADA

TOMMASO SERRI

EMI CAMPORESI

ALESSANDRO CAMPANA

ALEXANDRU PETER

CLASSE III

SEBASTIANO PAMPIGLIONE

LEONARDO GHETTI

CHIARA TRONCHI

MATILDE AGRIMI

ANITA NANNINI

RAMON MENGHI

DOCENTE PREPARATORE E RESPONSABILE DEL PROGETTO MUSICA E RAPPORTI VIRTUOSI COL TERRITORIO :PROF.SSA MARTA DONATI

Pubblicato in Notizie dal sito
Martedì, 02 Maggio 2017 09:36

Una piega per l'hospice (Forlì, 7 maggio )

Una piega per l'hospice

Domenica 7 maggio 2017: 8,30-18.

Sala Borsa - Camera di Commercio di Forli

La manifestazione "Una piega per l'Hospice", nata grazie alla disponibilità di tante parrucchiere che donano gratuitamente due giornate di lavoro, offre una messa in piega alle signore, a fronte di un contributo di che sarà totalmente destinato alle attività dell'associazione Amici dell'Hospice, che da 15 anni promuove attività di assistenza e socializzazione rivolte agli ospiti degli Hospice del territorio e ai loro famigliari.

L'iniziativa è nata per iniziativa di Giovanna Conficoni, parrucchiera forlimpopolese, che, per ricordare un'amica e collega scomparsa prematuramente proprio all'Hospice, ha promosso questa manifestazione, coinvolgendo tante altre professioniste del settore e mettendo a frutto la propria professionalità nel sostenere l' Hospice

Pubblicato in Notizie dal sito

Un altro importante riconoscimento ad un professionista di Ausl Romagna. Il dottor Giuseppe Porcellini ha ottenuto l’abilitazione scientifica nazionale a professore ordinario di II fascia in “Malattie dell’Apparato Locomotore e Medicina Fisica e Riabilitativa”.

Il dottor Porcellini, direttore dell’Unità Operativa di “Chirurgia della Spalla e del Gomito” presso l’Ospedale di Cattolica, è uno dei massimi esperti per il trattamento della protesi alla spalla. Consigliere e responsabile della commissione Didattica per la Società Italiana di Chirurgia della Spalla e del Gomito, è membro della Società Europea della medesima specialità, per la quale è anche revisore della rivista ufficiale.

Autore di decine di pubblicazioni scientifiche e relatore presso i più prestigiosi consessi internazionali, ha promosso la formazione anche in maniera estremamente innovativa: oltre ad aver creato un master per professionisti, che tutti gli anni si svolge a Cattolica, ha effettuato vari interventi chirurgici in diretta live via satellite con importanti congressi di ortopedia e traumatologia in tutto il mondo, come ad esempio quello, risalente a pochi mesi fa, con l’India. Mentre domani, 29 aprile si svolgerà a Cesena, un importante congresso scientifico internazionale, da lui promosso, organizzato in collaborazione con Technogym e patrocinato dal Coni, sulla traumatologia sportiva.

Nell’attribuire l’abilitazione scientifica, la commissione ha evidenziato, tra l’altro, “il contributo del candidato alle attività di ricerca e sviluppo svolte durante il periodo di attività”. Ha inoltre valutato “di elevata qualità” le pubblicazioni scientifiche del dottor Porcellini “atteso il carattere innovativo e l’originalità delle stesse. La produzione scientifica del candidato risulta continua sotto il profilo temporale e prevalentemente caratterizzata da una collocazione editoriale su riviste di rilievo”; vengono quindi evidenziati il “grado di originalità tale da contribuire in modo significativo al progresso dei temi di ricerca affrontati” nonché la “posizione riconosciuta nel panorama della ricerca” al dottor Porcellini.

                       

Pubblicato in Notizie dal sito

Tiro al piattello e solidarietà. Anche quest’anno grazie al torneo sportivo tenutasi nei giorni scorsi a Uboldo (Varese) sono stati devoluti 2.300 euro al reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Bufalini di Cesena.

E’ un evento benefico che si rinnova dal 2011, su iniziativa di papà Gianni, atleta di tiro al piattello e la mamma Ingrid, come ringraziamento per l’assistenza prestata nei primi mesi vita dall’equipe della Terapia Intensiva Neonatale al loro figlio nato prematuro.

Il torneo di tiro al piattello è stato organizzato dall’A.S.D. Tiro a Volo Belvedere e reso possibile grazie alla collaborazione di: Ottica-Oreficeria Tempi d'Oro di Tarlazzi Ingrid & Diego di Cotignola (RA),  RC Eximport S.r.l. di Forlì e società sportiva umbra ASD Geppetto Lab Shooting Team.

L’Azienda Usl della Romagna, insieme all’équipe della Terapia Intensiva Neonatale, desidera ringraziare la famiglia e tutte le Aziende che hanno collaborato alla generosa donazione.

Pubblicato in Notizie dal sito

Un altro importante riconoscimento ad un professionista di Ausl Romagna. Il dottor Federico Cappuzzo ha ottenuto l’abilitazione scientifica nazionale a professore ordinario in oncologia.

Il dottor Federico Cappuzzo, direttore dell’Unità Operativa di Oncologia di Ravenna e del Dipartimento di Oncoematologia di Ausl Romagna, dal marzo scorso anche responsabile del programma interaziendale “Comprehensive Cancer Network” fra Ausl Romagna e Irst di Meldola per lo sviluppo della rete oncologica romagnola è uno dei massimi esperti internazionali per il trattamento del tumore al polmone. Membro della società italiana delle società italiana ed europea di Oncologia Medica, della società americana di Oncologia Clinica, da giugno 2004 è membro della International Association for the Study of Lung Cancer e dal maggio 2006 membro dell’Editorial Board della rivista Lung Cancer. Autore di oltre 190 pubblicazioni, è stato relatore ad oltre 300 presentazioni congressuali nazionali ed internazionali. Nel corso degli anni il professionista si è aggiudicato numerosi grant e finanziamenti per ricerche innovative sull’oncologia. In Romagna il dottor Cappuzzo sta fortemente promuovendo l’attività di ricerca oncologica con l’attivazione di numerosi programmi sperimentali che includono anche farmaci altamente innovativi come dimostrato dalla recente certificazione ad effettuare studi di fase 1 presso l’Ospedale di Ravenna.

Questa in sintesi la valutazione della Commissione che ha attribuito l’abilitazione a professore ordinario in oncologia al dottor Cappuzzo: “dopo approfondito esame del profilo scientifico del candidato, la Commissione all’unanimità ritiene che il candidato presenti complessivamente titoli e pubblicazioni tali da dimostrare una posizione riconosciuta nel panorama della ricerca come emerge dai risultati della ricerca per il settore concorsuale rispetto alle tematiche scientifiche affrontate”.

Pubblicato in Notizie dal sito

Uova di cioccolata per tutti i bambini ricoverati nel reparto di Pediatria dell’ospedale Bufalini di Cesena. Dopo quelle recentemente donate dalle Associazione di Volontariato “Evita Peròn” e  “Solidarietà Nazionale”, questa mattina sono state consegnate tante altre uova di cioccolata grazie alla generosità della Croce Rossa Italiana e di Egidio Reali, titolare del Tacchificio 2001 di Savignano sul Rubicone.

L’Azienda USL ringrazia tutte queste realtà del territorio per le donazioni che aiutano a rendere più confortevole la permanenza dei piccoli degenti in ospedale durante le festività pasquali.

Pubblicato in Notizie dal sito

LA ROBOTICA NEGLI INTERVENTI: NE PARLA SU ROMAGNA WEB TV GIORGIO ERCOLANI, PRIMARIO E PROFESSORE ORDINARIO IN CHIRURGIA GENERALE. LA RICERCA MIGLIORA L'ASSISTENZA

Clicca qui  per vedere il servizio su Romagna web tv

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio

Mi piace