Visualizza articoli per tag: evento

Donazione di apparecchiature e arredi per la palestra del CMP di Ravenna, in favore dei pazienti di Neuropsichiatria Infantile. La relativa cerimonia è stata celebrata recentemente, alla presenza del direttore dell'unità operativa Valeria Savoia e del presidente del Rotary Club Ravenna, dottor Gian Piero Zinzani. Sono state dunque inaugurate parallele per deambulazione, un saturimetro e un apparecchio di elettrostimolazione ed analgesia frutto dei Services rispettivamente del gruppo Consorti del Rotary Club Ravenna, dell’Interact (ragazzi dai 14 ai 18 anni) e del Rotaract (giovani dai 18 ai 30 anni) di Ravenna.

I ragazzi Interact hanno potuto effettuare tale donazione con il ricavato della vendita di palline di Natale da loro stessi decorate, mentre i giovani del Rotaract hanno devoluto in tale donazione una parte dei proventi della vendita di un libro di ricette da loro curato, ed il gruppo Consorti ha realizzato una specifica raccolta fondi per questo service.

La vicepresidente del Rotary Club Ravenna, dottoressa Maria Letizia Marini, medico fisiatra presso la stessa Neuropsichiatria Infantile, ha promosso la donazione di tali strumenti, importanti nello svolgimento dei programmi riabilitativi dei tanti piccoli pazienti affetti da disabilità neuromotoria che accedono alla palestra della Neuropsichiatria Infantile.

Pubblicato in Notizie dal sito
Domenica, 27 Gennaio 2019 10:21

Workshop sui trapianti all'ospedale di Ravenna

Mercoledì 30 Gennaio, dalle ore 11.00 alle 13.30, presso il Presidio Ospedaliero di Ravenna, Ausl DEA 7 Piano, si terrà un Workshop sui trapianti tenuto dal Direttore del Centro Nazionale Trapianti dottor Alessandro Nanni Costa e dalla dottoressa Letizia Lombardini, in forza nella stessa istituzione ministeriale. L'incontro, organizzato dal Dipartimento Oncoematologico di Ravenna, prevede i seguenti interventi:

  • INTRODUZIONE : LANZA F - QUERZANI P-COSTA N. Il TRAPIANTO DI ORGANI, TESSUTI E CELLULE IN ITALIA
  • LOMBARDINI L: NUOVI ASPETTI REGOLATORI NEL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI
  • PISCAGLIA MG. INDICAZIONI AL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI NELLA SCLEROSI MULTIPLA
  • LANZA F. IMMUNOMODULAZIONE E TRAPIANTO CSE NELLA SM

 Per partecipare non è necessaria l'iscrizione.

Tutti i dettagli nell'allegata locandina.

Pubblicato in Notizie dal sito

“Fate il nostro gioco”:  Al Museo della Città la mostra interattiva per svelare i meccanismi alla base del gioco d’azzardo. Allestita negli spazi allestiti al primo piano dell’ala moderna del Museo della Città di Rimini, in via Tonini 1, la mostra, ad ingresso gratuito, sarà aperta dal 19 gennaio al 17 febbraio, con la possibilità di prenotare percorsi guidati di 90 minuti  attraverso la mail e il numero di telefono dedicati: prenotazioni@fateilnostrogioco.it ,  al numero 0541.653103. Le visite guidate possono essere organizzate secondo il seguente orario: MATTINO: 9:00, 9:45, 10:30, 11:15, 12:00; POMERIGGIO: 14:00, 15:00, 16:00, 17:00. Il progetto, rivolto soprattutto ai giovani, è finalizzato alla prevenzione del gioco d'azzardo ( qui uno zoom sul fenomeno) attraverso l'analisi dei meccanismi matematici che lo regolano.

Pubblicato in Notizie dal sito

Non si ferma la vera e propria catena di sostegno ai piccoli pazienti del reparto di Pediatria e TIN dell'Ospedale "Santa Maria delle Croci" di Ravenna. Nel giorno della vigilia di Natale una delegazione di bimbi della scuola elementare Mordani di Ravenna ha portato piccoli doni e intrattenuto i bimbi presenti in ospedale. In allegato la bella testimonianza scritta proprio dai bimbi della scuola.

Pubblicato in Notizie dal sito

Molto apprezzata, questa mattina, l'esibizione del gruppo musicale "Sunset Radio", svoltasi nella hall del reparto di Oncologia dell'Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, ma allargatasio poi anche in altri ambienti ospedalieri, fino alla Medicina interna. Numerosi i pazienti e loro famigliari che hanno assistito, e anche qualche visitatore estemporaneo si è fermato ad ascoltare, visto il livello dei musicisti. La band ravennate, nota per i suoi tour in Giappone nei quali ha riscosso molto successo, fonda le proprie radici artistiche nel punk rock californiano degli anni '90 tra l’hardcore e il pop punk moderno. Molte le iniziative benefiche alle quali la band si è prestata, anche per la città di Ravenna, tra cui quella odierna, punteggiata da numerosi applausi e conclusasi con una promessa di ritorno da parte dei musicisti.

Pubblicato in Notizie dal sito

Ha destato molto interesse il seminario sui "Controlli in cantiere del Coordinatore e dell'Organo di Vigilanza: modalità diverse ed obiettivi comuni", recentemente svoltosi a Ravenna, organizzato da Ausl Romagna e Ordini professionali.

In allegato tutte le realazioni, oltre alla locandina dell'evento.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si è svolta questa mattina, nel reparto di Pediatria dell’Ospedale “Infermi” di Rimini, una cerimonia di inaugurazione del progetto “Gocce di Blu”, ulteriore passo avanti per l’umanizzazione del reparto e l’accoglienza dei piccoli pazienti. Al piccolo evento erano presenti l’assessore del Comune di Rimini Mattia Morolli, Laura Moretti (Presidente dell’associazione “La Bottega Culturale”), Sonia Fabbrocino (arteterapeuta Collettivo Arteda), una lettrice volontaria e il direttore dell’Unità operativa di Pediatria dottor Gianluca Vergine.

Il progetto. Laboratori creativi, letture speciali, kit gioco, esposizione di un libro-quadro: sono questi gli ingredienti principali di "Gocce di Blu", serie di attività e allestimento di un percorso espositivo per i piccoli pazienti del reparto Pediatria dell'Ospedale Infermi di Rimini, che inaugura venerdì 7 dicembre, alle ore 10.30, e prosegue poi sino alla fine di gennaio 2019.

"Gocce di Blu" fa parte del progetto 'EduCarte - Sentieri di lettura e arte condivisa', ideato dall'associazione La Bottega Culturale e sostenuto economicamente dai Piani di Zona del Comune di Rimini. "Gocce di Blu è un’azione speciale del progetto - spiega Laura Moretti, presidente dell'associazione La Bottega Culturale - Lo scopo é promuovere i benefici apportati dall’arte in situazioni fragili, nello specifico durante la degenza in ospedale, indirizzandosi al target infanzia e famiglia, aiutando a superare il sentimento di isolamento e di esclusione a cui i bambini sono esposti durante la degenza".

"Gocce di Blu" prende spunto dal tema principale elaborato dalla mostra “Blu blu blu”, a cura di Immaginante, ospitata dal 19 ottobre all’11 novembre al Museo della Città di Rimini, mediante nuove ispirazioni e una impostazione personalizzata agli spazi ospedalieri. Nel suo complesso, dunque, è un proseguimento della precedente mostra con rivisitazioni e un’interpretazione nuova a cura di un’esperta di arteterapia. Al progetto hanno collaborato anche Centro per le Famiglie e Collettivo Arteda.

Esposizione libro-quadro, poi laboratori, letture e kit gioco

Il progetto libro-quadro è dedicato al colore blu del mare e del cielo nelle sue sfumature, percezioni psico-fisiche, emozioni, simboli e metafore. Il percorso espositivo rintraccia il blu nell’arte contemporanea attraverso alcune opere di grandi artisti per giocare al racconto delle emozioni.

Le suggestioni cromatiche e iconografiche dei quadri diventano luogo e spazio emozionali, raccontano mondi dentro cui si muovono i personaggi che insieme costruiscono le relazioni.

La parte narrativa, invece, è ispirata al libro “I due amici” di Paz Rodero e Wilkon Josef.

Il percorso espositivo è formato da quattordici tavole, esposte nello spazio dedicato alle attività ricreative del reparto di Pediatria. Le tavole delle illustrazioni – i cosiddetti libri-quadro - avranno una triplice funzione: la prima espositiva, la seconda ri-creativa e la terza narrativa.

Nelle prossime settimane, sino al termine di gennaio, varie attività saranno dedicate ai piccoli pazienti all'Ospedale Infermi di Rimini:

- tre attività laboratoriali dedicate ai bambini degenti, a cura di Sonia Fabbrocino (arteterapeuta del Collettivo Arteda), i quali saranno coinvolti in piccoli gruppi guidati da un’esperta di arte-terapia, per realizzare dei componimenti artistici ispirati all’esposizione. Ogni bambino avrà la possibilità di “giocare” e di sperimentare con materiali differenti, in prevalenza carta e plastica, per immergersi in creazioni artistiche e dare forma alle emozioni attraverso una vera e propria esperienza sensoriale;

- quattro letture speciali a cura dei Magnifici Lettori del Centro per le Famiglie di Rimini, mediante i libri-quadro che assumono la funzione scenografica, ma anche interattiva, attraverso l’inserimento di personaggi animati direttamente dai lettori;

- un kit gioco che include attività creative ispirate al tema del colore blu, in sinergia con la mostra laboratorio “Blu blu blu” e “Gocce di blu”, a cura di Laura Moretti (La Bottega Culturale).

Il dottor Vergine ha ringraziato tutti i soggetti che partecipano al progetto (Comune, Centro per le Famiglie di Rimini, lettori volontari…), evidenziando che “si tratta di un progetto che educa alle emozioni, ed è dunque molto indicato nell’ottica dei progetti di umanizzazione e integrazione socio sanitaria che si stanno portando avanti per tutti i reparti, ma in particolare per il nostro visto che i nostri pazienti sono dei bimbi”.

L’assessore Morolli ha commentato che “grazie a questo progetto si cerca di portare un sorriso in un luogo in cui normalmente si viene per curarsi, ma quando si sta male. A me è capitato, due volte, da bambino, di passare il Natale in ospedale, e capisco dunque bene l’importanza di un momento di ‘sollievo’ per i pazienti. Questo è un progetto importante e dimostra che quando lavoriamo insieme in sinergia otteniamo buoni risultati. Rimini, la Rimini vera, non è solo sui manifesti, ma anche dove la gente sta male”.

Pubblicato in Notizie dal sito

Dopodomani, sabato 15 dicembre, in prossimità delle feste natalizie l’associazione “Il sorriso di Giada” onlus organizzerà nel reparto di pediatria dell’Ospedale Santa Maria delle Croci, uno spettacolo per presentare uno dei progetti di Pet Terapy in atto per i piccoli pazienti. Durante il pomeriggio saranno presenti diversi volontari che allieteranno il pomeriggio dei bimbi ricoverati. E in particolare: Chiara Tremamunno (trucca bimbi), Mauro Franceschelli (Pet terapy), Laura Ballestrino (lettura della fiaba di Sofia con accompagnamento musicale di Giampiero Bocchini). Saranno inoltre distribuiti panettoni a tutti i piccoli pazienti e alle loro famiglie. La grande sensibilità dimostrata, rinnova l’entusiasmo di tutto il personale della Pediatria di Ravenna nell’impegno a fare sempre di più e meglio verso i nostri piccoli pazienti.

Pubblicato in Notizie dal sito

Riflettori puntati sulle ESPERIENZE DI CLOWNTERAPIA IN ITALIA” mercoledì 5 dicembre a Cesena. Dalle ore 14 alle 18, al Dipartimento di Psicologia (Aula Magna, p.le Aldo Moro) si svolgerà un  convegno sul tema, con la presentazione in anteprima nazionale del docufilm “CLOWN IN CORSIA prodotto da Metters Studio – Sonne Film-Mok con la regia del cesenate Matteo Medri e che andrà in onda su TV2000 a partire da venerdì 7 dicembre, alle ore 22.40.

L’evento, gratuito, aperto a tutti e accreditato ECM per tutte le professioni sanitarie, è promosso da Azienda USL Romagna e Associazione Culturale Mok con il patrocinio di Alma Mater Studiorum – Università degli Studi di Bologna, Federazione Nazionale Clown Dottori FNC, Metters Studio, Sonne Film, e focalizzerà l’attenzione sui passaggi fondamentali che hanno reso possibile l'inserimento della figura del clown nel sistema di cura. Verrà fornita una fotografia dello stato dell’arte sia a livello nazionale che internazionale. Una trattazione particolare verrà riservata alla presentazione in anteprima nazionale del documentario ‘Clown In corsia’, a cui seguiranno due tavole rotonde “I Clown in Pediatria” e “ I Clown in Oncoematologia” con la partecipazione di medici, infermieri e clown coinvolti nelle riprese del documentario.

 

IL DOCUMENTARIO CLOWN IN CORSIA

Racconta il mondo dei clown dottori all’interno di diversi contesti ospedalieri del panorama nazionale nei quali questi operano, mostrando una realtà fatta di momenti, spesso non semplici da gestire, che diviene il tema principale della narrazione. Seguendo diverse equipe di clown dottori, appartenenti a diverse realtà, tra cui capofila la Federazione Nazionale Clowndottori, viene raccontata la vita, l’esperienza e l’impegno di persone che nella vita operano come clown in corsia, basandosi su episodi di “quotidianità” del loro lavoro e delle equipe mediche con le quali entrano in contatto, dove le vicende si intrecciano continuamente e nelle quali l’operato di queste persone con il naso rosso traccia il filo della storia e ne sottolinea i momenti salienti.

È un racconto ricco di “dietro le quinte” e di interviste, volte a comprendere più da vicino l’attività dei nasi rossi, un lavoro complicato e per nulla improvvisato, dove emerge in modo significativo la valenza emotiva dell’operato, che richiede una grande professionalità, empatia ed umanità per essere gestita al meglio.

Attraverso il racconto in presa diretta delle gesta professionali e della vita di tutti i giorni, le storie di un gruppo di clown dottori appartenenti a diverse associazioni italiane, che operano in alcuni importanti ospedali della penisola (Ospedale Bufalini di Cesena, Policlinico Umberto I di Roma e Ospedale Salesi di Ancona), ci consente di aprire una finestra sul mondo della clownterapia, facendo luce su alcuni punti spesso in ombra e non conosciuti, delineando chi è e come opera un vero clown dottore e quale importante risorsa possa essere per le equipe mediche e i presidi ospedalieri e sociosanitari.

Un racconto che non prevede una sola voce, ma che dà voce anche a chi con i clown dottori si trova a collaborare nel cammino professionale, e a coloro che si trovano “dall’altra parte”, in quanto pazienti o familiari, che si ritrovano a vivere l’ospedalizzazione.

Produzione: Metters Studio e Sonne Film

Regia: Matteo Medri.

Durata: 64 minuti

In collaborazione con MoK Associazione Culturale e Federazione Nazionale Clown Dottori

Con il sostegno di  OROGEL

Produttore esecutivo: Giangiacomo De Stefano

Responsabile di produzione: Marilisa Murgia

Operatore di camera: Achille Matassoni; Luca Nervegna; Matteo Medri

Montaggio: Stefania Alberti

Musiche originali: Davide Caprelli

Mix audio: Daniele Cutrufo

Clown Dottori 

Alberto Dionigi - Associazione l’Aquilone di Iqbal, equipe “I nasi rossi del Dr. Jumba” - Cesena

Chiara Faggiano - Associazione l’Aquilone di Iqbal, equipe “I nasi rossi del Dr. Jumba” - Cesena

Roberto Flangini - Associazione l’Aquilone di Iqbal, equipe “I nasi rossi del Dr. Jumba” - Cesena

Linda Venturi - Associazione l’Aquilone di Iqbal, equipe “I nasi rossi del Dr. Jumba” - Cesena

Massimo Sangiuliano - Associazione l’Aquilone di Iqbal, equipe “I nasi rossi del Dr. Jumba” - Cesena

Fabio Ambrosini - Associazione Il Baule dei Sogni - Ancona

Patrizia Petetta - Associazione Il Baule dei Sogni - Ancona

Paolo Scannavino - Cooperativa Soccorso Clown - Roma

Laura Donzella - Cooperativa Soccorso Clown - Roma

CHI È IL CLOWN DOTTORE?

Il clown dottore è un operatore professionale che opera in ambito sociosanitario attraverso le arti della clownerie e utilizza la metafora terapeutica per mutare segno alle emozioni negative delle persone con disagio di tipo sanitario e/o sociale. Lo scopo del clown è infatti quello di porsi in una posizione di ascolto attivo e attento dei contesti e delle situazioni in cui opera, in modo da elaborare le migliori strategie di comunicazione e interazione con tutte le persone presenti nel contesto d’intervento, nonché quello di indurre una modifica nello stato emotivo dei pazienti, favorendo l’aumento delle emozioni positive e il decremento di quelle negative. Potremmo quindi definire il clown un “interprete delle emozioni”.

Il clown dottore è un operatore appositamente formato per operare negli ambienti di disagio e sofferenza e che ha il proprio campo d’azione nella relazione. Egli è in grado di comprendere i blocchi affettivi e opera in collaborazione con il personale sanitario per facilitare le procedure terapeutiche. Il clown dottore è quindi un facilitatore di relazioni e sviluppa strategie per migliorare la qualità del ricovero, trasformando un ambiente di cura in un luogo a misura di persona.

I clown dottori operano principalmente in coppia, secondo un meccanismo collaudato che si basa sulle figure del clown Bianco e dell’Augusto, che permette di creare situazioni comiche in quanto il clown Bianco mette in ridicolo e in difficoltà il clown Augusto, rendendo sempre protagonisti il paziente e il caregiver che lo assiste. Inoltre, il lavoro in coppia permette di operare su più fronti (ad es. bambino e genitore o altro parente), sia di sostenersi vicendevolmente nei momenti più difficili. Come è ampiamente dimostrato, quando il clown dottore entra in reparto l'atmosfera della corsia muta.

L’intervento è improntato alla modificazione dello stato emotivo negativo del paziente in una forma accettabile di vissuto rispetto all’ospedalizzazione. Questo rappresenta il cambiamento che il clown può operare in senso positivo, trasformando le situazioni di vita in qualcosa di paradossale, grottesco e comico.

L’intervento del clown dottore è quindi volto a ricreare un luogo a misura di bambino dove la fantasia trasforma il contesto rendendolo magico. Il clown si fa veicolo delle sue volontà, le concretizza in gioco, mimo, narrazione, gags e magia, conferendo al bambino non più un ruolo passivo, ma da protagonista.

LA PRODUZIONE Sonne Film

Casa di produzione indipendente fondata nel 2010 che realizza documentari di Creazione e Format televisivi. Tra le produzioni più importanti:

 “Raunch Girl” (2011), Finalista Miglior sceneggiatura al Premio Solinas, selezionato presso l'Uruguay Film Festival, Bergamo Film Meeting, Genova Film Festival e molti altri.

“A casa non si torna” (2012), documentario di creazione e documentario crossmediale; Premio Immagini Amiche 2013, Premio “Miglior Social Webdoc” all’Immaginario Web Fest 2013, selezionato in numerosi festival nazionali ed internazionali.

“L’eresia dei Magnacucchi” (2013), trasmesso da RAI STORIA.

“I Mostri di Balsorano” (2013), trasmesso da RAI 3 La Storia Siamo Noi.

“Nè carne nè pesce” (2013), serie di 10 episodi trasmessa dal Gambero Rosso Channel - SKY.

“Nel Pallone” (2014), mini serie sul calcio prodotta per LAEFFE - Feltrinelli.

“Pianisti” (2015), serie di 10 episodi sull’Accademia pianistica più importante al mondo. In onda su Classica HD-SKY.

“Rotte indipendenti” (2016), serie di 4 episodi sulla musica indipendente - SKY ARTE HD.

“San Mauro Pascoli: il paese dei calzolai”(2016), documentario sul paese di Giovanni Pascoli e di alcuni dei più grandi marchi di calzature femminili. RAI 3.

“Vai col liscio”, serie di tre episodi sul mondo del liscio. SKY Arte HD.

“La terra dei motori”, documentario sul mondo delle minimoto, in onda su DOC3 – RAI3.

In produzione “I bambini del Pentcho” documentario; Con Rai Cinema. primavera 2018., “At the matinee”. Documentario sui matinee hardcore del CBGB. Autunno 2018; “68”. Serie per Sky Arte HD. Primavera 2018; “Alla ricerca del suono”. Serie Classica HD. Primavera 2018.

 

Metters Studio

Realizza e produce prodotti audiovisivi a 360°: dallo spot commerciale per la TV o ADV web, a documentari culturali e sociali per diverse realtà del panorama regionale e nazionale.  Alcuni dei clienti che Metters Studio segue da diversi anni sono: Technogym, Orogel, Effegibi, Catena Select Hotel, Wellness Valley e Romagna district. Tra i premi e i riconoscimenti: finalista all'Ive Seen Film Festival, vincitore Miglior Soggetto e Sceneggiatura prima edizione di Amarcord film festival per il cortometraggio “Solo”.

Produzioni:

• Produzione spot per messa in onda nazionale per vari brand quali: Orogel, Technogym, Effegibi.

• “Solo”, cortometraggio che attraverso un ribaltamento dei ruoli e del sistema, affronta una tematica spesso scomoda, schierandosi per la natura stessa della sceneggiatura e del soggetto, a favore di una categoria.

• “Cambiare ancora”, progetto sul bullismo femminile, disponibile su canali libero video.

• “Le origini della Zanzara tigre”, documentario per Regione Emilia Romagna, Cargo Film

Francia.

“Vai col liscio. L'epopea del liscio romagnolo in tre atti”, serie di tre episodi sul mondo del liscio. SKY Arte giugno 2017.

La serie verrà trasmessa in prima serata il giorno 7 dicembre 2018 su TV2000 (canale 28 del digitale, SKY canale 140, TivùSat 18), canale che ha una ricca programmazione grazie a importanti produzioni e volti noti:  www.tv2000.it/docfilm/

Il trailer del docufilm "Clown in Corsia" è visibile sulla pagina facebook FNC- Federazione Nazionale Clown Dottori

Pubblicato in Notizie dal sito

Si svolgerà mercoledì 5 dicembre prossimo, presso il "Misano World Circuit Marco Simoncelli" di Misano Adriatico il convegno dal titolo "Lavoro e mobilità - Il futuro alle porte", cui parteciperà, come relatore l'ingegner Pierpaolo Neri, direttore dell'Unità operativa "Antinfortunistica" di Rimini dell'Ausl Romagna. Tutti i dettagli nell'allegata locandina.

Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio

Mi piace