Visualizza articoli per tag: ospedale morgagni pierantoni di Forlì

Un altro successo scientifico per l'attività di ricerca internazionale
dell'Uo di Otorinolaringoiatria di Forlì,  diretta dal prof. Claudio
Vicini.
Un articolo sulle apnee del sonno, che ha come primo autore il dottor
Andrea De Vito ed è stato pubblicato
 sulla rivista scientifica inglese Clinical Otolaryngology, è risultato tra
i top 20 più scaricati dell'anno da Internet.
"Si tratta - spiega il dottor De Vito- dell'update della standardizzazione
dell' endoscopia in sedazione per lo studio dei pazienti con apnee del
sonno. Un successo europeo, visto che è  il risultato di un lavoro di 22
esperti europei nello studio e nel trattamento dei disturbi del sonno. "Ma
è  anche il successo del gruppo forlivese - prosegue De Vito - visto che
ben cinque dei ventidue autori sono  dell'Otorinolaringoiatria di Forlì, me
compreso, che ho avuto il pregio di coordinare i lavori".

Pubblicato in Notizie dal sito
 
Il prof. Venkata Koka, esperto mondiale in disturbi respiratori del sonno, otorinolaringoiatra presso il Dipartimento di medicina del sonno nell'ospedale Antoine Beclere di Parigi, all'ospedale di Forlì per tenere una lezione in occasione del nono corso Eos Drs (Disturbi respiratori del sonno) che da anni riunisce, al Centro Residenziale di Bertinoro, centinaia di medici provenienti da tutto il mondo.
Tra i direttori del corso il professor Claudio Vicini, direttore del Dipartimento Testa – Collo dell’Ausl Romagna, affiancato da Michele De Benedetto, Desiderio Passali, Agostino Serra e Giovanni Sorrenti. Il progetto di formazione continua ed integrata Eos-Drs è rivolto agli specialisti che si interessano dei Disturbi Respiratori Ostruttivi in Sonno ed oltre alle lezioni frontali teoriche e alle esercitazioni pratiche su pazienti, sotto la guida e la supervisione di Tutor (Formazione sul Campo organizzata anche presso l’ospedale di Forlì), il percorso formativo propone una consistente parte di Formazione a Distanza interattiva (Fad), come parte del progetto più generale di formazione integrata. La chirurgia dei disturbi respiratori in sonno (Drs), o Roncochirurgia (Rch), è branca medico-chirurgica relativamente recente che riconosce una primogenitura certa con paternità Orl; l’ostruzione notturna di fatto si gioca in sede faringea e comunque nei territori di interesse e competenza specifica dell’Orl.

"I centri scelti per la formazione pratica del corso EOS - spiega il dottor Emanuele Scozzafava, corsista e chirurgo maxillo-facciale di Castiglione delle Stiviere, Mantova - sono, oltre naturalmente all'ospedale di Forlì, anche Lecce, Frosinone, Milano e Bologna. In particolare, gli iscritti al corso EOS che stanno frequentando in questi giorni l'ospedale forlivese sono l'otorinolaringoiatra Claudia Costa dell'ospedale di Savigliano (Cuneo), l'otorinolaringoiatra Mauro de Bellis, dell'ospedale Humanitas Gavazzeni di Bergamo, il dentista Danilo Cialoni di Pisa, la specializzanda in otorino, Irene Claudia Visconti dell'Università "La Sapienza" di Roma."
Insieme ai corsisti EOS, la Uo di Otorinolaringoiatra di Forlì ospita attualmente, per esperienze formative, anche la dottoressa Paula Martinez, che appartiene al gruppo della dottoressa Marina Garrasco dell'ospedale universitario Doctor Peset, Valencia, Spagna, specializzato in chirurgia OSA palatale e sleep endoscopy e la dottoressa Milena di Luca, specializzanda dell'Università di Catania, che sta svolgendo un progetto formativo extra rete sui disturbi respiratori del sonno.

Pubblicato in Notizie dal sito
 

"Innovazione in medicina e rapporto con le start up della Silicon Valley"


Incontro con il Prof. Robson Capasso

Lunedì 24 giugno, Teaching Hub, Campus universitario di Forlì, via Corridoni 20

 
 

Lunedì 24 Giugno 2019, dalle ore 15 alle ore 17, presso  l'aula 13 del Teaching Hub del Campus Universitario  Forlì, in via Corridoni 20, si terrà un incontro con Robson Capasso, Professore alla Stanford University School of Medicine, Department of Otolaryngology-Head & Neck Surgery, Faculty Fellow, Advisor, Byers Center for Biodesign. L'incontro, organizzato dal Dipartimento Testa-Collo dell'Ausl Romagna, diretto dal prof.Claudio Vicini in collaborazione con il Campus di Forlì.

Introdurranno l'incontro il prof. Claudio Vicini e il prof.Luca Mazzara, presidente del  Campus di Forlì - Università degli Studi di Bologna.

Il professor Capasso, esperto internazionale di apnee ostruttive del sonno, parlerà di "innovazione in medicina e del rapporto dell’Università di Stanford con le start-up della Silicon Valley  nell'implementazione di nuove tecnologie in ambito di Healthcare Medicine"

La  formazione del prof.Capasso,ampia e davvero unica, include la scuola di medicina nel suo paese natale, il Brasile, e la formazione continua in Chirurgia Cervico-Facciale, Neuroscienze e Medicina del sonno negli Stati Uniti. Il dott. Capasso ha pubblicato numerosi capitoli di libri, articoli e documenti originali su riviste peer-reviewed. Il riconoscimento locale e internazionale del suo lavoro è spesso associato ad una delle sue attività: conferenze e scambi di conoscenza a livello nazionale e internazionale. È stato  mentore o supervisore di centinaia di studenti di medicina,  borsisti, o studiosi in visita da più di 35 paesi. Facendo parte del sistema salute-tecnologia nella Silicon Valley, è stato coinvolto come co-fondatore, consulente per start-up, aziende o investitori, in ruoli che includono l'identificazione e lo sviluppo di nuovi concetti, studi clinici, strutturazione, perfezionamento del piano aziendale. Capasso ha partecipato inoltre a diverse iniziative della Stanford Biodesign. Attualmente è docente di Global Biodesign e svolge  attività di tutoraggio per gli studenti della  San Francisco Bay Area, Giappone, Singapore,  Hong Kong e  Brasile.

Pubblicato in Notizie dal sito

 

Il dottor Giovanni Cammaroto della Unità Operativa di Otorinolaringoiatria di Forlì, diretta dal prof. CLAUDIO VICINI, vince il GOS AWARD 2019 per la migliore pubblicazione scientifica  come primo autore del 2018.

Il titolo della ricerca, che ha fatto guadagnare il prestigioso riconoscimento da parte del GOS  ed è stata pubblicata sul "Journal of clinical sleep medicine",   è  "Trans-Oral Robotic Tongue Reduction for OSA: Does Lingual Anatomy Influence the Surgical Outcome?".  Gli altri autori dello studio sono   Meccariello G2, Costantini M3, Stomeo F4, Hoff P5, Montevecchi F2, Vicini C2,4

 Il Journal of Clinical Sleep Medicine è la rivista ufficiale dell'American Academy of Sleep Medicine ed il  GOS e' il  Gruppo dei Giovani Otorinolaringoiatri della Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale .

"La pubblicazione riguarda il trattamento dei pazienti affetti da apnee del sonno con chirurgia robotica - spiega il dottor Cammaroto -   In questa ricerca abbiamo studiato l'influenza dell'anatomia linguale sull'efficacia della procedura chirurgica scoprendo che la componente antomica influisce solo in maniera parziale sull'efficacia della procedura e che quindi va valutata dal punto di vista funzionale."

" Mi preme infine segnalare come il lavoro scientifico premiato - conclude il medico - nasca da una collaborazione con l'Anatomia Patologica di Forlì, in particolare con il dottor Matteo Costantini, che ci ha permesso di utilizzare dei dati fino ad ora mai pubblicati in letteratura" .

Pubblicato in Notizie dal sito

Anche quest’anno durante il congresso nazionale dell’associazione medici cardiologi ospedalieri (ANMCO) è stato assegnato il premio “Maseri-Florio” della Fondazione per il Tuo Cuore a tre giovani soci di età inferiore a 40 anni, scelti in base alla validità e originalità del contributo scientifico presentato nonché alla modalità di esposizione dello stesso.

Con il caso clinico “Amiloidosi cardiaca microvascolare come causa di disfunzione del microcircolo” il Dr. Simone Longhi della Unità Operativa di Cardiologia diretta dal Dr. Marcello Galvani si è aggiudicato il primo premio.

“Il caso clinico presentato – afferma il dr. Longhi – mette in luce l’ampio spettro di presentazione clinica della disfunzione microvascolare (dall’angina allo scompenso cardiaco), l’importanza dell’imaging e il ruolo complementare della biopsia endomiocardica”.

"La qualità della diagnosi clinica, così come riconosciuto alla nostra Unità Operativa dal premio che Simone Longhi ha vinto – commenta il Dr. Galvani – è la miglior garanzia per i pazienti che curiamo. Testimonia infatti l’attenzione e la dedizione che cerchiamo di assicurare a tutti coloro che seguiamo sia nella fase del ricovero e successivamente durante la presa in carico a livello ambulatoriale. Sono convinto che non sia sufficiente applicare protocolli e seguire linee-guida; è al contrario sempre più necessario impegnarsi nella precisione diagnostica e la personalizzazione della cura".
 
 
Pubblicato in Notizie dal sito
 
 
In questi giorni , all'ospedale di Forlì, il dottor Giacomo Costa, direttore dell'U.O. di Oculistica, ha operato di cataratta una signora forlivese di ben 101 anni .
"L'intervento è perfettamente riuscito - spiega il dottor Daniele Corazza che ha visitato oggi la signora centenaria - La paziente, in ottima forma fisica, ha recuperato con l'intervento 7/10 dall'unico occhio vedente, riacquistando la sua autonomia." 
"Gli interventi di cataratta sono la nostra routine, ma questi  sono casi abbastanza rari - continua il dott. Costa - vista l'età della signora. Come oggi, anche durante l'intervento, la signora ha sempre parlato e scherzato col personale, dimostrando una grande lucidità. Siamo felici  di averle migliorato  la qualità di vita, dimostrando che la salute non ha età".
 
Pubblicato in Notizie dal sito

L' Unità Operativa di Chirurgia e Terapie Oncologiche Avanzate dell'ospedale di Forlì, diretta dal prof. Giorgio Ercolani, si può fregiare da oggi di un altro chirurgo che ha ottenuto l'abilitazione scientifica a professore ordinario (Prima Fascia), il dottor Alessandro Cucchetti.

 "Sono davvero soddisfatto dei risultati scientifici ottenuti dai miei collaboratori - spiega il prof. Ercolani - Da quando dirigo questa Unità Operativa, sono ben quattro i chirurghi che hanno ottenuto l'abilitazione scientifica a professore universitario: Paolo Morgagni, Davide Cavaliere, Leonardo Solaini e, appunto, il prof. Cucchetti. Si tratta di un importante riconoscimento alla grande attività scientifica portata avanti in questo ospedale, a fianco di un importante lavoro clinico e assistenziale. Dove si fa ricerca si cura meglio. Importanti studi dimostrano infatti che, negli Istituti dove c'è una importante componente di ricerca gli indicatori di qualità dell'assistenza ai pazienti sono migliori. "

 

Il prof Alessandro Cucchetti si è laureato in Medicina e Chirurgia e successivamente si è specializzato in Chirurgia Generale presso l'Università degli Studi di Bologna. Si è formato professionalmente nella U.O. di Chirurgia Generale e dei Trapianti dell'Ospedale S.Orsola di Bologna fino a Luglio del 2017, da quando ha trasferito la sua attività assistenziale presso l'Ospedale " Morgagni - Pierantoni " di Forlì. Dopo essere stato ricercatore Senior in convenzione, assumerà il ruolo di Professore Associato nel prossimo Ottobre 2019. Autore e co-autore di oltre 250 pubblicazioni con impact factor ed indicizzate sui principali database internazionali, è stato relatore, moderatore ed opinion leader in oltre 40 congressi nazionali ed internazionali. Ha un indice di citazione (h-index) di 42, che lo colloca entro i primi 100 ricercatori italiani secondo il sito indipendente "Top Italian Scientist". Il suo campo di ricerca è focalizzato sui tumori del fegato, ambito che lo ha condotto ad essere recentemente convocato dalla European Association for the Study of the Liver (EASL) e dalla prestigiosa rivista scientifica "The Lancet" a comporre una commissione di ricerca con altri prestigiosi epatologi e chirurghi europei.

Pubblicato in Notizie dal sito
 
 
Grandissimo successo di pubblico al V Meeting GIPaleo, tenutosi sabato 18 maggio, presso la prestigiosa cornice del Centro Residenziale Universitario di Bertinoro (Ce.U.B.), con la collaborazione del gruppo Ausl Romagna Cultura.
Sono stati tantissimi a sfidare le non certo agevoli condizioni meteorologiche: curiosi, studenti, appassionati della materia, ma anche professionisti e ricercatori del settore hanno velocemente saturato la sala del Teatro, sede dell’incontro. 
La giornata è stata aperta dai saluti istituzionali, portati da Emma Petitti Assessore al Bilancio, Riordino istituzionale, Risorse umane e Pari opportunità della Regione Emilia Romagna, Gabriele Antonio Fratto nella duplice veste di Presidente della Provincia Forlì-Cesena e Sindaco di Bertinoro, Davide Drei Sindaco di Forlì e Paolo Masperi, Direttore del presidio Ospedaliero di Forlì. 
I rappresentanti delle istituzioni hanno dato il benvenuto ai partecipanti e ai numerosi relatori, sottolineando come queste importanti occasioni siano anche un mezzo di valorizzazione del nostro territorio, ricco di eccellenze anche nell’ambito della ricerca.
 La giornata è proseguita con le numerosissime relazioni, portate da esperti provenienti da tutta Italia e da esponenti di fama internazionale, fra cui Gino Fornaciari, Ezio Fulcheri, Emma Rabino Massa.
Presentato anche il recentissimo studio sulle reliquie e la ricostruzione del volto del primo Vescovo di Forlì,  San Mercuriale .
 “E’ stata una bellissima giornata, ricca di numerosissimi punti di vista, dalla forte connotazione interdisciplinare e dal solido rigore scientifico” spiegano Mirko Traversari e Luca Saragoni, organizzatori del Convegno. Soddisfatto anche il coordinatore nazionale GIPaleo, il professor Luca Ventura : “La presenza tra i relatori di giovani ricercatori, è un ottimo segnale di buona salute della paleopatologia nazionale,  che si sta sempre più dimostrando terreno inclusivo di altre discipline quali la Storia, l’Archeologia e l’Antropologia Fisica, senza mai perdere di vista il minimo comune denominatore che rimane l’Anatomia Patologica”. 
Il dottor Traversari ha concluso affermando che :“Possiamo ormai considerare il territorio forlivese in rete con gli altri poli di ricerca nazionale sulla Paleopatologia e questo spero possa essere un’ulteriore opportunità di  sviluppo del nostro territorio”.    
 
 
Pubblicato in Notizie dal sito

Il Dott. Roberto Casadei, direttore della Uo di Ortopedia e Traumatologia di Forlì ospite alla trasmissione "Salute Informa" di Videoregione, condotta da Saverio Ruggeri, che andrà in onda :

VIDEOREGIONE ROSSA - 12 SU TELECOMANDO
29/ 4 / 2019 ore 18:45
30/ 4 / 2019 ore 06:00 + 11:15

VIDEOREGIONE BLU / 112 SU TELECOMANDO
30/ 4 / 2019 ore 01:30
30/ 4 / 2019 ore 08:15 + 12:45

Il  Dott. Carlo Fabbri, direttore della  UO di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva di Forlì-Cesena ospite alla trasmissione "Salute Informa" di Videoregione, condotta da Saverio Ruggeri, che andrà in onda:

VIDEOREGIONE ROSSA - 12 SU TELECOMANDO
02/ 5 / 2019 ore 18:45
03/ 5 / 2019 ore 06:00 + 11:15

VIDEOREGIONE BLU / 112 SU TELECOMANDO
03/ 5 / 2019 ore 01:30
03/ 5 / 2019 ore 08:15 + 12:45

Pubblicato in Notizie dal sito

Sabato 20 aprile , su Canale 5, alle ore 20,40, durante il celebre programma "Striscia la notizia", condotto da Gerry Scotti e Michelle Hunziker, il robot chirurgico e i  chirurghi dell'ospedale "Morgagni - Pierantoni" di Forlì saranno protagonisti di un esperimento di illusionismo registrato con Antonio Casanova.  Al centro del servizio, realizzato in collaborazione con la dottoressa Tiziana Rambelli,  anche l’importanza e l'efficacia della chirurgia robotica e dell’attività in équipe.     Il servizio ha registrato un ascolto record  del 16.8% di share (3.482.000 telespettatori)

Clicca qui sotto per vedere il servizio 

https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/un-robot-speciale_50903.shtml

Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio

Mi piace