Ultime notizie
Costanza Senni

Costanza Senni

Matteo ha 10 anni e ama il calcio. Il suo sogno è fare l'allenatore e lo insegue tanto da diventare il mister di una squadra di suoi coetanei. La distrofia muscolare di Duchenne non può fermarlo, e anche se non riesce a correre con le sue gambe, può farlo con la logica, la tattica e la capacità di relazione.

È lui, con la sua storia simbolo di quelle di altri bambini, il protagonista dello spot per una nuova campagna di raccolta fondi promossa da Parent Project onlus, l'associazione di genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker. fino al 6 marzo sarà possibile donare 2 o 5 euro mandando un sms al numero 45519 o effettuando una chiamata da rete fissa. La campagna si chiama proprio "L'esordio di Matteo" e 'capovolge' il concetto di esordio: nel descrivere la malattia, l'espressione "ad esordio precoce" assume infatti generalmente una connotazione negativa - come spiega in una nota Parent Project Onlus -. Nel caso della storia di Matteo e di ogni bambino affetto dalla distrofia di Duchenne, vuole invece rappresentare il principio di un sogno". Il ricavato dell'iniziativa andrà a finanziare uno studio osservazionale sugli aspetti nutrizionali e metabolici nei pazienti italiani con distrofia muscolare di Duchenne coordinato dall'ICANS della Università degli Studi di Milano in collaborazione con l'Istituto Neurologico Besta e con il Servizio di Nutrizione dell'Ospedale Bufalini di Cesena.

Il miglioramento della gestione degli aspetti nutrizionali nei bambini e negli adulti affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker è un ambito ancora poco esplorato, ma che offre importanti opportunità di miglioramento di salute e qualità di vita. Alcuni aspetti devono essere chiariti per evitare, ad esempio, l'insorgenza di obesità nei pazienti più giovani e di malnutrizione negli stadi avanzati della malattia.

scarica la Locandina della campagna

Nel pomeriggio di domenica 19 febbraio è stato ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Bufalini di Cesena un bambino con una sospetta meningite.

Le analisi di laboratorio eseguite sul sangue del paziente hanno consentito di identificare nel liquor il meningococco di tipo C.

Il meningococco è un batterio che generalmente si localizza a livello della gola senza determinare alcun tipo di disturbo e solo raramente, in persone che si trovano in condizioni di particolare vulnerabilità, causa delle malattie importanti quali la setticemia o la meningite.

L’infezione si trasmette attraverso le goccioline di saliva a seguito di contatti interpersonali ravvicinati e prolungati e il tempo di incubazione della malattia è di norma di 3-4 giorni, anche se può variare da due a dieci giorni.

Per interrompere la circolazione del meningococco ed impedire la comparsa di ulteriori casi di malattia, è necessario che i familiari e le persone che hanno avuto contatti stretti con l’ammalato nei dieci giorni precedenti la comparsa dei sintomi vengano sottoposti ad una profilassi antibiotica per via orale con lo scopo di bonificare eventuali portatori del germe.

A questo scopo tra il pomeriggio di domenica e la mattinata di lunedì 20 è stata consegnata la profilassi antibiotica ai contatti stretti rappresentati dai familiari ed a coloro che avevano frequentato il bambino nei 10 giorni precedenti per un totale di 34 persone tra famigliari e amici.

Il bambino non frequenta nessuna collettività.

Il meningococco C è uno dei ceppi contenuti nel vaccino antimeningococcico tetravalente che viene offerto ai bambini tra il 13° e 15° mese. Il bambino, che aveva appena compiuto l’anno di età, non era ancora vaccinato per ragioni anagrafiche.

Le condizioni di salute del piccolo sono migliorate e sarà quindi trasferito dalla Terapia Intensiva al reparto di Pediatria

L’Azienda USL della Romagna ringrazia Giulia del Cherico e Mattia Follari unitamente alla Compagnia teatrale cesenate “Quinte Strappate” di cui fanno parte, per la donazione di 500 euro a favore della Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Bufalini di Cesena.

La somma è stata ricavata dallo spettacolo “(non) E’ troppo presto. Avventure di bambini nati prima”, nato su iniziativa di Giulia e Mattia, genitori di Leonardo, un bimbo venuto alla luce al Bufalini a sole 28 settimane nell’aprile 2011, con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema della prematurità e raccogliere fondi a favore del reparto cesenate.

La consegna è avvenuta questa mattina, alle ore 12.30, nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Bufalini, alla presenza di Giulia del Cherico e Mattia Follari, del presidente dell'associazione culturale teatrale "Quinte Strappate" Marco Mancini, del direttore del reparto Augusto Biasini e della coordinatrice infermieristica Francesca Fiuzzi.

“L’associazione culturale teatrale “Quinte Strappate”, che ha prodotto questo spettacolo - ha detto Marco Mancini - è orgogliosa di poter fare questo dono alla Terapia Intensiva Neonatale. L’associazione ci tiene inoltre a ringraziare tutti i soci per il lavoro e grande impegno gratuito, senza i quali niente di tutto questo sarebbe stato possibile. Ci auguriamo che lo spettacolo dia ancora molti frutti, per dare a molto altro pubblico la possibilità di conoscere la realtà della terapia intensiva neonatale”.

E’ considerato uno dei maggiori fattori di rischio nello sviluppo di malattie neoplastiche, cardiovascolari e respiratorie. Parliamo del fumo, un problema che colpisce il 27% dei cesenati. L’abitudine alla sigaretta evidenzia tassi più alti di fumatori nella classe di età 35-49 anni, negli uomini, e nelle persone con livello di istruzione più basso.

Liberarsi definitivamente della dipendenza da tabacco è possibile e non è mai troppo tardi. Smettere di fumare è importante in quanto la morbilità e la mortalità decrescono all’aumentare del tempo passato senza fumare. Per aiutare chi vuole smettere di fumare l’Ausl promuove due nuovi corsi gratuiti LIBERATI DAL FUMO, che si terranno:

- A Cesena dal 27 febbraio al 23 marzo, il lunedì e il giovedì dalle ore 18 alle 19.30 nella sede del Ser.T (via Brunelli, 540)

- A Savignano Sul Rubicone dal 20 marzo al 13 aprile, il lunedì e il giovedì dalle 18 alle ore 19.30, alla Casa della Salute del Rubicone (in via F.lli Bandiera, 15).

I corsi, gratuiti, comprendono il colloquio/visita medica presso il Ser.T. di Cesena, la partecipazione agli incontri e il materiale didattico. Ogni corso, tenuto da un professionista psicologo, prevede un massimo di 12 partecipanti e si articola in 8 incontri bisettimanali di un’ora e mezzo e ulteriori 3 incontri di verifica e rinforzo a distanza di 10, 15 e 30 giorni dal termine del corso. Durante il corso sono previsti un incontro con un esperto di stili di vita sani e un incontro con un pneumologo.

Per iscrizioni e informazioni rivolgersi al Dipartimento di Sanità Pubblica di Cesena, in via M. Moretti 99: tel. 0547 352079; sportello.prevenz.ce@auslromagna.it. (mercoledì e venerdì: dalle 8.30 alle 13). Unico requisito di ammissione richiesto, l’effettuazione di una visita e colloquio orientativo con un medico esperto in dipendenze patologiche, che valuterà il grado di dipendenza dalla nicotina e la motivazione a smettere di fumare.

Tredici nuove poltrone del valore di 10.310 euro per l’Hospice di Savignano. Le ha donate il Rotary Club Valle del Rubicone, che ancora una volta è sceso in campo per sostenere attivamente il servizio Cure Palliative e Hospice. La donazione infatti è avvenuta grazie al generoso contributo di tutti i Soci del Club e delle persone che hanno partecipato all’evento musicale “Rock Cover Photo” organizzato dal Rotary Club Valle del Rubicone a settembre, in occasione del quindicesimo anno di attività dell’Hospice.

Le 13 poltrone letto, una per ogni camera di cui è dotata la struttura, rappresentano un importante aiuto per i familiari degli ospiti, per poter assistere i propri cari con maggior comodità, anche nelle ore notturne.Erano presenti alla consegna ufficiale, il presidente del Rotary Club Valle del Rubicone Kitty Montemaggi, il Sindaco di Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini, il vicesindaco Nicola Della Pasqua, il direttore del Distretto Rubicone dell’Ausl Romagna Francesca Righi, il responsabile del Servizio Cure Palliative e Hospice di Savignano sul Rubicone Cristina Pittureri, il direttore Dipartimento Oncoematologia dell’Ausl della Romagna Federico Cappuzzo, il responsabile Infermieristico Cure Primarie e Medicina di Comunità di Forlì Cesena Giuliano Guiducci, la coordinatrice Infermieristica Simona Brunelli, il medico specialista del Servizio Cure Palliative Elena Amaducci e l’artista che ha condotto l’evento musicale Rock Cover Photo Teresio Troll.

L’Ausl desidera ringraziare pubblicamente il Rotary Club Valle del Rubicone, i suoi Soci e tutte le persone che partecipando all’evento hanno contribuito a questa generazione donazione, che si va ad aggiungere ad altre numerose iniziative che in questi anni il Club ha intrapreso a sostegno dell’attività dell’Azienda.

Un invito a tutte le mamme che allattano perché donino il proprio latte materno alla Banca del Latte Umano dell’Ausl della Romagna.

Il Reparto di Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale Pediatrica dell’ospedale Bufalini ha bisogno di latte materno. Se sei una mamma che ha più latte di quello che serve al tuo bambino, donalo alla Banca del Latte Umano Donato dell’Ausl della Romagna, telefonando ai numeri 0547 352844; 0547 394362.

La Banca del Latte Umano Donato è presente all’ospedale Bufalini fin dal 1962. Attualmente è operativa all’interno del reparto di Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale Pediatrica dove viene raccolto, selezionato, trattato e distribuito il latte umano offerto da donatrici volontarie selezionate tramite un’attenta valutazione clinica e sierologica effettuata da un’équipe medica.

Nasce dall’esperienza personale e dalla passione per le storie dei genitori di Leonardo, un bimbo nato di 28 settimane nell’aprile 2011, lo spettacolo benefico “(non) E’ troppo presto. Avventure di bambini nati prima” in programma  giovedì 26 e venerdì 27 gennaio, alle ore 21, al Teatro Bogart di Cesena (Via Chiesa Sant’Egidio 110). Uno spettacolo messo in scena della Compagnia teatrale cesenate Quinte Strappate, con testo e regia di Giulia del Cherico e Mattia Follari, genitori di Leonardo, e finalizzato a informare e sensibilizzare sul tema della prematurità e raccogliere fondi a favore della Terapia Intensiva Neonatale del Bufalini, che per Giulia e Mattia è stata “come una seconda casa e una famiglia per quasi due mesi”. Parte del ricavato sarà infatti devoluto al reparto cesenate.

Lo spettacolo, con musiche dal vivo, racconta l'esperienza delle settimane passate in Terapia Intensiva Neonatale attraverso gli occhi dei bambini prematuri, che nelle loro culle termiche inizieranno a chiedersi cosa gli riservi il futuro, a fantasticare su cosa gli sia accaduto e quali avventure dovranno affrontare.

Nel cast, Alice Casadei, Giulia Del Cherico, Jonathan Pappalardi, Marco Mancini, Mattia Follari e Stefano Asioli.

Per info e prenotazioni: Mattia 3296825922  fb.me/nonetroppopresto

Il Natale è arrivato in corsia portando tanti doni solidali per i piccoli pazienti ricoverati nelle aree pediatriche dell’ospedale Bufalini. Babbo Natale con il suo sacco carico di doni ha fatto tappa in Pediatria per distribuire ai bambini ricoverati costruzioni, giocattoli e tanti altri regali donati dall’AVIS di Cesena, dal Vespa Club di Cesena e dalla Dussmann Service, mentre i bambini della Scuola di Ronta (materna e primaria), in occasione delle festività, hanno deciso di donare 200 libri che andranno ad arricchire gli angoli lettura dei reparti pediatrici e delle sale di attesa degli ambulatori pediatrici.
A favore della Pediatria è sceso in campo anche il Cesena Calcio che quest’anno ha realizzato una pallina di natale “Limited Edition”, il cui ricavato sarà devoluto al progetto “Pediatria a Misura di Bamnino”.

Un’altra iniziativa solidale, finalizzata a sostenere il progetto della Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Bufalini “Il mio futuro a piccoli Passi”, è stata la pesca di beneficienza organizzata dall’Associazione Podistica San Vittore nell’ambito dell’iniziativa "Merry Christmas Run” che domenica scorso ha animato le vie del centro città.

L’Azienda Usl ringrazia l’Avis di Cesena, la Dussmann Service, il Vespa Club di Cesena, il Cesena Calcio, i bambini e gli insegnanti della Scuola di Ronta, l’Associazione Podistica San Vittore insieme agli organizzatori della ‘Merry Christmas Run’, e tutti coloro che durante l’anno hanno contribuito a sostenere l’umanizzazione delle aree pediatriche all’interno delle strutture sanitarie.

Giovedì, 15 Dicembre 2016 13:48

Venerdì 16 dicembre sciopero nazionale

L’Azienda USL della Romagna informa la cittadinanza che l’Organizzazione Sindacale AAROI-EMAC ha confermato per la giornata di DOMANI, venerdì 16 dicembre, la proclamazione dello sciopero nazionale di 4 ore della dirigenza medica, veterinaria, sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa del Sistema Sanitario Nazionale, ad inizio di ciascun turno, secondo l’articolazione oraria prevista dalla propria Unità Operativa di riferimento.

Nella giornata dello sciopero saranno assicurati i servizi pubblici essenziali, nel rispetto della vigente normativa, attraverso l’individuazione dei contingenti minimi di personale a garanzia delle prestazioni indispensabili e non dilazionabili, equivalenti ai servizi minimi assicurati normalmente nei giorni festivi.

Cerca notizia

Archivio

Mi piace