DESCRIZIONE DELL'INFORTUNIO

“L'infortunato, mentre era addetto alla pulizia del piazzale dell'unità produttiva, veniva investito dalla caduta di lastra metallica messa a deposito. La stessa era stata precedentemente movimentata e depositata temporaneamente da un collega di lavoro.”


COME AVVENGONO GLI INFORTUNI?

Nelle industrie metalmeccaniche diversi infortuni gravi sono quelli conseguenti la caduta dall’alto di materiale (strutture metalliche, tubature, travi, lastre e rotoli di lamiera, ecc.) per accatastamento o posizionamento non sicuro.

Spesso accade che i materiali, accatastati in luoghi di deposito, nei piazzali dell’azienda, in autocarri, o su altre attrezzature destinate al trasporto, si ribaltino verso gli operatori con gravi conseguenze come schiacciamento degli arti, inabilità permanente o morte del lavoratore stesso.

I motivi più frequenti che causano lo sbilanciamento e il successivo ribaltamento del materiale sono i seguenti:

  • posizionamento instabile e non sicuro dei materiali;
  • posizionamento dei materiali in luoghi non adibiti a tale scopo;
  • errata applicazione delle procedure

 

COME EVITARLI 

FATTORI STRUTTURALI
  • utilizzare pallet conformi alla normativa vigente, scartando quelli in cattivo stato;
  • utilizzare pallet, attrezzature di movimentazione e strutture di sostegno idonee ai pesi e alle geometrie da sostenere;
  • le strutture di appoggio non devono essere rotte o rovinate;
  • la sovrapposizione di bancali, pallet, materiali, ecc. deve essere di altezza limitata e stabile;
  • le strutture di sostegno devono essere progettate da un tecnico.
Obblighi legislativi

Verifica la tua situazione in azienda!

FATTORI AMBIENTALI
Per diminuire la probabilità di accadimento di infortuni è indispensabile che:
  • l’area scelta per gli accatastamenti e la relativa zona di movimentazione siano idonee per dimensione e pavimentazione;
  • le aree destinate all’accatastamento siano opportunamente separate dalle zone di lavoro e transito;
  • le vie di circolazione e di transito siano libere e sgombre;
  • sia presente segnaletica di avvertimento e di sicurezza nella zona adibita al deposito;
  • sia presente adeguata illuminazione;
  • per le aree esterne di accatastamento, siano presi provvedimenti contro i rischi atmosferici.
Obblighi legislativi

3) D.Lgs. 81/08 Allegato IV (Requisiti luoghi di lavoro).

 

Verifica la tua situazione in azienda!

FATTORI ORGANIZZATIVI/PROCEDURALI
Occorre elaborare semplici procedure aziendali, da divulgare a tutti, per stabilire:
  • le regole di accesso all’area di deposito;
  • le regole da seguire per i diversi accatastamenti aziendali (non sovrapporre materiali di geometria diversa, non superare la portata delle strutture né l’altezza prevista, non sganciare i carichi finché non sono ben stabili, ecc.)
  • il divieto di depositare i materiali su pavimentazione bagnata, umida o sporca se ciò può rendere instabile l’accatastamento;
  • il divieto di effettuare accatastamenti al di fuori delle aree predefinite;
  • l’obbligo di indossare i D.P.I. necessari (scarpe antinfortunistiche, caschi protettivi, guanti);
  • il divieto di arrampicarsi sul materiale accatastato;
  • chi è addetto alle verifiche periodiche dello stato delle attrezzature e strutture di sostegno, e delle aree di deposito e con quale periodicità effettuarle.
Obblighi legislativi

Verifica la tua situazione in azienda!

IL PERSONALE
Gli operatori che svolgono attività di deposito o prelievo di materiale devono:
  • ricevere formazione e addestramento obbligatorio;
  • attenersi alle procedure;
  • mantenere i luoghi in ordine e pulizia;
  • avvertire obbligatoriamente chi di competenza se incorrono in situazioni di potenziale pericolo, per la propria o altrui incolumità.

Se non si attengono a quanto stabilito, gli operatori possono essere sanzionati.

I preposti devono svolgere sempre attività di vigilanza e controllo; inoltre non devono far effettuare attività pericolose a persone che non siano in buone condizioni.

Obblighi legislativi

Verifica la tua situazione in azienda!

IMPARARE DALL'ESPERIENZA

Nel percorso di valutazione è importante non sottovalutare i mancati infortuni. Si intende per mancato infortunio: qualsiasi evento, correlato al lavoro, che avrebbe potuto causare infortunio o morte ma, solo per puro caso, non lo ha prodotto; o in altri termini, un evento che ha in sé la potenzialità di produrre un infortunio. In allegato le proponiamo un modulo operativo per la raccolta ed analisi dei mancati infortuni.