Assenze

Ai sensi del comma 5 art. 24 del D.lgs 368/99 e s.m. “gli impedimenti temporanei superiori ai quaranta giorni lavorativi consecutivi per servizio militare, gravidanza e malattia, sospendono il periodo di formazione, fermo restando che l'intera sua durata non è ridotta a causa delle suddette sospensioni. Restano ferme le disposizioni in materia di tutela della gravidanza di cui alla legge 30 dicembre 1971, n. 1204, e successive modificazioni, nonché quelle sull'adempimento del servizio militare di cui alla legge 24 dicembre 1986, n. 958, e successive modificazioni”.

Ai sensi del comma 6 art. 24 del D.lgs 368/99 e s.m. “non determinano interruzione della formazione, e non devono essere recuperate, le assenze per motivi personali, preventivamente autorizzate salvo causa di forza maggiore, che non superino trenta giorni complessivi nell'anno di formazione e non pregiudichino il raggiungimento degli obiettivi formativi. In tali casi non vi è sospensione della borsa di studio”.

Le assenze per motivi personali non possono in alcun modo comportare una riduzione dell’orario di lavoro e, di conseguenza, del monte ore complessivo previsto e non possono essere cumulate con quelle dell’anno precedente e/o successivo.

Le assenze devono essere giustificate mediante apposita certificazione e devono essere tempestivamente comunicate alla Segreteria del Polo formativo alla quale deve essere consegnato il relativo modulo entro 3 giorni.

Non sono contemplate ferie e non è previsto il congedo matrimoniale.

I giorni prefestivi sono considerati giorni di frequenza a tutti gli effetti ad eccezione del periodo di frequenza presso il tutor MMG qualora, in tali giornate, l’AUSL abbia attivato la guardia medica e l’ambulatorio del medico rimanga chiuso.

Il D.Lgs 368/99 non contempla la casistica delle assenze ingiustificate.

Ne consegue che l’assenza protratta per un periodo superiore ai 30 giorni, senza giustificato motivo, comporta l’esclusione dalla partecipazione al corso, cioè il medico tirocinante viene dichiarato decaduto.