Proposte formative per le scuole per la promozione della salute e della cultura della sicurezza
Email Stampa

Progetto

2018-19
“il Potenziale educativo nell’attività motoria e sportiva attraverso la Peer Education nella scuola secondaria di II grado”
Guadagnare salute: fumo, alcol, alimentazione, attività fisica.
  • Secondaria di 2°
  • Ravenna
Per quest'anno il progetto è stato attivato in via sperimentale presso l'Istituto Tecnico Industriale Statale Nullo Baldini Ravenna.
Classi prime e/o seconde degli Istituti Secondari di II grado
La scuola, agenzia educativa per eccellenza, pone attraverso l’educazione allo sport la trasmissione di valori necessari al bisogno umano di crescita. Proprio attraverso la pratica sportiva gli individui si mettono in relazione con gli altri pari e non, collocandosi e vivendo appieno la propria realtà territoriale, attivando tutte le risorse disponibili per favorire anche integrazione e inclusione delle diversità.
Per sviluppare un’educazione attraverso lo sport, è necessario aumentare le forme di comunicazione con il territorio creando una rete, considerando tutti gli ambiti ed i programmi dell’ attività motoria e sportiva, individuando azioni e compiti di tutti coloro che concorrono attivamente per lo sviluppo di questi ultimi. Le attività motorie e sportive incidono significativamente nella crescita e formazione della persona, con una funzione educante plasmante nell’aspetto della corporeità, nella dimensione della relazionalità, della socialità e della realizzazione di corretti stili di vita. Questo Progetto nasce quindi dall’esigenza di fornire attraverso la scuola una educazione allo sport ed una sensibilizzazione anche rispetto agli eventi significativi del territorio di appartenenza, avviando così una collaborazione proficua tendente all’azione partecipata ed autodeterminata di tutti i soggetti considerati. Da sottolineare l’importanza dell’aspetto dell’integrazione e dell’inclusione delle diversità di tipo sociale, culturale e/o fisiche.
FINALITA’:
Dare origine ad una Pedagogia dello sport attraverso la metodologia di intervento “ Peer education” per favorire la crescita dell’individuo e garantire integrità ed inclusione delle diversità.
OBIETTIVI:
- Promuovere la cultura dello sport
- Promuovere la crescita della persona attraverso la scelta di corretti stili di vita
- Promuovere l’educazione tra pari
- Creare maggiori opportunità di aggregazione rispetto alla realtà curricolare
- Promuovere una maggiore socializzazione negli studenti
- Contribuire alla prevenzione e alla rimozione dei disagi e delle devianze giovanili
- Prevenzione dei disagi psicologici: disturbi ansiosi, psicosomatici,alimentari, psicosociale come l'isolamento
- Favorire l’affinamento delle abilità tecnico motorie e tecnico tattiche delle discipline maggiormente praticate
- Sviluppare senso di responsabilità e autonomia negli allievi interessati a gestire funzioni di arbitraggio e manifestazioni sportive
- Creare un gruppo di appartenenza che sia identificativo da inserire nell’ evento sportivo, composto da alunni e docenti
- Favorire la partecipazione agli eventi sportivi inseriti in Maratona di Ravenna in occasione della XX edizione
Metodologia d’intervento è la “Peer Education”. Si prevede una prima attività di formazione, rivolta agli studenti selezionati all’interno delle scuole partecipanti al progetto, attraverso un percorso nel quale è programmata la trattazione di argomenti legati sia all’evento “XX Maratona Ravenna”. L’articolazione del percorso risulterà funzionale se progettato per un arco temporale pluriennale e con vari riferimenti di ricaduta nelle diverse realtà sportive che offre il territorio. Le fasi per individuare i ragazzi da selezionare devono essere necessariamente precedute dal lancio della proposta, auto selezione tra pari e formazione del gruppo degli educatori , autonomamente interessati e motivati preventivamente e confermati dai propri docenti referenti per un massimo di 7-10 studenti per Istituto, di fascia target delle classi 3^ e 4^. Gli alunni selezionati, seguiranno la formazione in orario curricolare in 2 incontri della durata di numero minimo di 2 ore per ognuno circa, insieme ai propri docenti referenti degli Istituti aderenti. Il primo incontro sarà un workshop informativo con esperti esterni e il docente referente del progetto; il secondo incontro si svolgerà con una modalità laboratoriale utilizzando la” Peer Education” solo con il docente referente di progetto, per affrontare la metodologia dell’ intervento di ricaduta con una eventuale simulazione . Finalità ultima dell’azione dei” Peer “sui loro pari, è la partecipazione delle classi interessate dalla formazione all’evento sportivo della” Family Run” in orario curricolare ed anche ” Good Morning” (10 Km) in orario extracurricolare, attività non più vista come destinata ai soli studenti che già praticano sport, ma anche a tutti coloro che vorranno avvicinarsi a questa pratica.
Stefano Righini - Ravenna Runners Club
Giuseppe Rescaldina -'Università Internazionale di Milano'
Daniele Coco - Università Cattolica del Sacro Cuore
Emanuela Caprarulo
Emanuela Caprarulo : emanuela.caprarulo@itisravenna.it