Proposte formative per le scuole per la promozione della salute e della cultura della sicurezza
Email Stampa

Progetto

2020-21
Guadagnare salute: fumo, alcol, alimentazione, attività fisica.
  • Docenti
  • Genitori
  • Studenti
  • Infanzia
  • Primaria
  • Cesena
  • Forlì
  • Ravenna
  • Rimini
A seguito dell’emergenza Covid19 si valuteranno le opportunità di rimodulazione delle diverse attività in accordo con le scuole a secondo della situazione epidemiologica e organizzativa che si verrà a verificare.
insegnanti, genitori, bambini della scuola dell’infanzia e primaria
Le abitudini di vita scorrette hanno ripercussioni sia immediate sia a lungo termine sulla salute dei bambini: il fumo passivo comporta più frequenti e gravi malattie respiratorie acute; il sovrappeso, l’obesità e la sedentarietà influiscono sullo sviluppo psicofisico e sull’esordio precoce di patologie metaboliche. Il percorso è finalizzato a promuovere e consolidare sane abitudini di vita sin dai primi anni di vita, con modalità e strumenti appropriati all’età e a rinforzare atteggiamenti personali positivi nei confronti del proprio benessere e dell’ambiente.

Riferimento al Piano regionale della Prevenzione, in Ausl Romagna: scheda 5.2
Nell’ambito di un contesto scolastico che promuova comportamenti e stili di vita salutari:
• sviluppare nei bambini la simbologia e l’immaginario idonei a costruire atteggiamenti di salute
• condurre i bambini ad apprezzare l’aria pulita e il benessere legato a respirare in un ambiente libero da inquinanti; sensibilizzare i genitori sui danni del fumo passivo
• promuovere il consumo di frutta e verdura nei bambini e nelle loro famiglie, ridurre il consumo di bevande zuccherate e gassate; sensibilizzare i genitori sui danni dell’iniziazione precoce all’alcol
• conservare il bisogno naturale di muoversi del bambino e garantirgli una sufficiente quantità di movimento quotidiano
E’ auspicata la costituzione di un gruppo di lavoro che vede il coinvolgimento dei diversi “attori” della comunità scolastica: personale docente, non docente, genitori e personale AUSL/Enti partner.
lavoro con gli insegnanti:
incontro formativo sulla guida regionale “Scegli la salute per un’infanzia a colori”,si prevede di sperimentare le tecniche interattive suggerite, illustrare i materiali a disposizione, progettare i percorsi didattici per le classi, il monitoraggio e la valutazione del progetto. La definizione degli obiettivi è co-progettata fra i diversi attori coinvolti.
lavoro con gli alunni/studenti:
Il percorso educativo è condotto dai docenti che potranno utilizzare nelle diverse attività gli strumenti condivisi nella formazione. Le attività potranno vertere su: linguaggio delle emozioni, relazioni positive fa cibo e corpo , potenziamento delle life skills, attenzione alle intelligenze multiple, esperienze di scrittura creativa, utilizzo della fiaba, esperienze di immaginazione guidata e attività di rilassamento.
lavoro con i genitori:
I genitori riceveranno una lettera informativa sul progetto e saranno coinvolti in una indagine conoscitiva sulle abitudini familiari rispetto ai temi trattati. Saranno attivati incontri, laboratori concordati con insegnanti e dirigenti, centrati sulle strategie attuabili in famiglia per promuovere il benessere psicofisico dei bambini in continuità con i percorsi educativi scolastici.

Servizi dell’AUSL: Dipartimento di Sanità Pubblica della Romagna, Dipartimenti Salute Donna Infanzia e Adolescenza Neuropsichiatria infantile


Esterni: Istituto Oncologico Romagnolo, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, Centro Regionale di Didattica Multimediale Luoghi di Prevenzione

In ogni ambito territoriale si ricerca la collaborazione di enti e associazioni che condividano le finalità e la metodologia del progetto.
Cesena - Lorena Quaranta lorena.quaranta@auslromagna.it
Forlì - Paola Scarpellini paola.scarpellini@auslromagna.it
Ravenna - Cosetta Ricci cosetta.ricci@auslromagna.it