Proposte formative per le scuole per la promozione della salute e della cultura della sicurezza
Email Stampa

Progetto

2020-21
Contrasto ai comportamenti a rischio: dipendenze con sostanze d'abuso e gioco d'azzardo
  • Docenti
  • Studenti
  • Secondaria di 2°
  • Cesena
  • Forlì
  • Ravenna
  • Rimini
A seguito dell’emergenza Covid19 si valuteranno le opportunità di rimodulazione delle diverse attività in accordo con le scuole a secondo della situazione epidemiologica e organizzativa che si verrà a verificare.
Docenti e gli studenti delle scuole secondarie di II grado. I ragazzi che si preparano alle attività di educatore alla pari possono essere scelti tra gli studenti del terzo o quarto anno.
Il percorso favorisce un confronto rispetto al tema delle dipendenze: sostanze psicotrope e comportamenti compulsivi problematici approfondendo il tipo di rapporto che può instaurarsi fra la persona e una determinata sostanza o comportamento (uso abuso e dipendenza).
Gli interventi previsti dal progetto possono comprendere un approccio informativo/conoscitivo del fenomeno e, partendo da un’esplorazione dei vissuti del gruppo, svilupparsi attraverso la partecipazione dei soggetti coinvolti per poter indirizzare l’intervento e favorire l’acquisizione di competenze protettive nei confronti dei comportamenti a rischio. Gli insegnanti possono essere coinvolti in proposte formative .
Per il contrasto al gioco d’azzardo, sulla base dello specifico Piano regionale, vi sono quest’anno diversi percorsi che vengono proposti nei vari territori, che vengono descritti nel paragrafo 5.6 B: Dipendenze senza sostanze/Gioco d’azzardo patologico

Riferimento al PLA Ausl Romagna: scheda 5. 6
- Fornire informazioni rispetto alle sostanze e comportamenti compulsavi, contestualizzandoli all’interno di una cornice storico-culturale di riferimento per comprendere in modo globale il fenomeno e le aree problematiche.
- Stimolare e facilitare il confronto rispetto al tema delle sostanze e dei comportamenti per riflettere sui rischi legati al tipo di rapporto che può instaurarsi.
- Fornire ai docenti strumenti e supporti didattici curricolari in materia di sostanze e gioco d’azzardo
- Incentivare la corresponsabilità di tutta la popolazione della scuola (docenti, personale non docente e ragazzi) nel costruire e difendere un “ambiente favorevole" alla promozione della salute, sani stili di vita e di scelte consapevoli.
- Realizzazione di interventi formativi di “educazione tra pari”
- Realizzazione di attività/eventi che coinvolga i genitori e gli studenti dell'Istituto o con ricaduta extrascolastica;
Lavoro con gli insegnanti:
- Uso, abuso, dipendenza da sostanze: inquadramento generale del fenomeno da un punto di vista storico-culturale e formazione di metodologie partecipative che comprendano il coinvolgimento dei ragazzi sui temi dei comportamenti a rischio rispetto all’uso, abuso e
dipendenza da sostanze. Percorsi di 5-8 ore
- Gioco d’Azzardo: il progetto si avvale di strumenti e percorsi didattici già sperimentati per la formazione ai docenti, al fine di facilitare la realizzazione di percorsi educativi nelle proprie classi, anche legate all'ambito curriculare. Percorsi di 5-8 ore.
Lavoro con gli alunni/studenti:
- Uso, abuso, dipendenza da sostanze: attivazione di percorsi curriculari nelle classi svolti dagli insegnanti formati.
- Uso, abuso, dipendenza da Sostanze: formazione con la metodologia della peer education. Gli interventi rivolti agli studenti si avvalgono della metodologia dell'educazione fra pari e pertanto prevedono la formazione di un gruppo di pari (4/5 incontri formativi della durata di 2-3
ore ciascuno, condotti da operatori sanitari), al fine di organizzare e gestire interventi specifici rivolti agli studenti delle classi inferiori.
- Uso, abuso, dipendenza da Sostanze: possibilità di incontri specifici con esperti sul tema delle sostanze e comportamenti problematici, anche con possibilità di percorsi guidati e laboratori (all’interno della Scuola o dei Servizi Territoriali).
Lavoro con i genitori:
- Uso, abuso, dipendenza da Sostanze e: incontri di sensibilizzazione rivolti ai genitori sulla tematica relativa alle sostanze: uso, abuso, dipendenza in adolescenza.
Servizi dell’AUSL:
Dipartimenti di Sanità Pubblica, Dipartimento di salute mentale e Dipendenze Patologiche (Ser.T.).
Servizi esterni: Istituto Oncologico Romagnolo, Comuni.

Edoardo Polidori – edoardo.polidori@auslromagna.it Tel. 335 5791867
Cesena - Marusca Stella Tel. 0547 352162 marusca.stella@auslromagna.it
Forlì - Edoardo Polidori – edoardo.polidori@auslromagna.it Tel. 335 5791867
Ravenna - Sabrina Drei Tel: 0544/247251 sabrina.drei@auslromagna.it
Rimini - Edoardo Polidori – edoardo.polidori@auslromagna.it Tel. 335 5791867