Proposte formative per le scuole per la promozione della salute e della cultura della sicurezza
Email Stampa

Progetto

2020-21
Si tratta di un progetto sperimentale attuato dal Nucleo CNAI Ravenna da alcuni anni , in un rapporto di collaborazione con l’AUSL.
Guadagnare salute: fumo, alcol, alimentazione, attività fisica.
  • Studenti
  • Secondaria di 1°
  • Secondaria di 2°
  • Ravenna
Le azioni del Progetto , tutte o in parte, si svolgono quest’anno in 3 istituti (Don Minzoni, Olivetti –Callegari, Nullo Baldini)
Studenti scuola secondarie di I° e II°
In un contesto di aumento dei comportamenti a rischio dei giovani, necessità di inclusione dei giovani in condizione di fragilità psicofisica e anche di patologie che richiedono continuità terapeutica e gestione degli eventi acuti in orario scolastico, si riscontra una difficoltà dei sistemi Scuola – Sanità e Famiglia nel rispondere alle esigenze all’interno degli Istituti. E’ necessario “fare squadra e mettere in rete” tutte le risorse disponibili attingendo nel mondo del Volontariato / Associazionismo nel rispetto dei ruoli Istituzionali e finanziamenti nei soggetti privati, quali le Fondazioni particolarmente sensibili alla tematiche dei giovani e del mondo scolastico. Con il Progetto Salute e benessere nella scuola si sta sperimentando la presenza di figure sanitarie all’interno della scuola, in particolare l’infermiere scolastico e lo psicologo. L’Infermiere Scolastico è una figura diffusa nelle Nazioni Europee ed anglosassoni; la sua presenza regolare nell’Anno Scolastico all’interno di un istituto è ritenuta utile perché gli studenti e il personale scolastico volentieri lo interpellano sentendolo vicino. Può rispondere ad esigenze estemporanee ma anche effettuare interventi di Informazione Sanitaria in forma singola e in classe, nonchè rilevare i problemi di salute degli studenti. Da alcunianni scolastici si sta sperimentando anche nel nostro contesto questa attività in alcuni Istituti , integrandolo anche con la presenza di uno sportello psicologico, e si stanno monitorando i risultati ottenuti.
- Migliorare il benessere e la salute degli studenti attraverso la continuità erogata dal servizio interno agli Istituti Scolastici dell’Infermiere e dello Psicologo.
- Favorire la comunicazione fra i giovani e i Servizi Socio Sanitari.
- Migliorare le life skills degli studenti tramite interventi di educazione sanitaria, prevenzione dei comportamenti a rischio, gestione situazioni critiche per la salute.
- Contribuire alla creazione di una rete che ottimizzi le risorse disponibili e le esperienze validate in altri contesti.
Logistica e organizzazione: presidio interno in ogni Istituto in cui si assicura la presenza dei Professionisti continuativa per tutto l’anno scolastico: mediamente 20 ore alla settimana di Assistenza Infermieristica e 10 ore di Consulenza Psicologica.
Raccolta del consenso alla fruizione dei servizi sanitari da parte dei genitori.
Erogazione di attività sanitarie in forma singola e in forma aggregata in classe, in estemporanea e in programmazione, relative all’educazione sanitaria o alla gestione di particolari criticità fisiche e psichiche.
Analisi dei problemi sanitari degli studenti: mappatura degli studenti affetti da malattie croniche, studenti che assumono farmaci in orario scolastico.
Produzione di strumenti che diventino patrimonio degli Istituti su specifici fattori di rischio, ad esempio trasmissioni radiofoniche e cortometraggi sulla prevenzione della violenza di genere o delle dipendenze psicotrope.
Servizi dell’AUSL: Direzione del Distretto di Ravenna, Dipartimento Salute Mentale di Ravenna, UO Dipendenze Patologiche di Ravenna, UO Consultori Familiari di Ravenna
Enti /associazioni partners:
Istituto Comprensivo San Biagio Ravenna, ITSP Callegari Olivetti , ITIS Nullo Baldini , Nucleo Ravenna – CNAI , Lions club Dante Alighieri Ravenna, con il Patrocinio del Comune di Ravenna – Assessorato alla Formazione.
Riccarda Suprani cell 347 1014879 – email nucleoravenna-cnai@libero.it