Proposte formative per le scuole per la promozione della salute e della cultura della sicurezza
Email Stampa

Progetto

2018-19
Educazione affettività e Sessualità
  • Docenti
  • Genitori
  • Studenti
  • Secondaria di 1°
  • Cesena
  • Forlì
  • Ravenna
  • Rimini
Le attività formative e gli interventi sono gestiti dai Consultori Giovani attraverso equipes di cui fanno parte psicologi, ostetriche, educatori, medici. Localmente si sviluppano collaborazioni con Comuni, Centri giovani, associazioni varie.
Insegnanti, studenti delle classi terze e genitori della scuola secondaria di primo grado.
L'età preadolescenziale è caratteristicamente l'età dei primi innamoramenti, della scoperta di sé, del cambiamento fisico e per le ragazze della crisi puberale. E' molto importante che si offra ai ragazzi un supporto culturale per vivere adeguatamente queste emozioni e trasformazioni.
- Aumentare le conoscenze dei ragazzi sulle trasformazioni fisiche, psicologiche e relazionali in adolescenza;
- Acquisire un senso critico relativo agli stereotipi di genere;
- Riflettere, discutere e confrontarsi sui temi dell’innamoramento, delle relazioni di coppia, dell’orientamento sessuale e della violenza di genere;
- Sviluppare la capacità assertiva e la capacità di “dire no” rispetto a ciò che non si desidera vivere ed acquisire informazioni e senso critico sui temi relativi alla pornografia e all’uso di internet;
- Aumentare le conoscenze rispetto comportamenti a rischio in ambito sessuale.
MODALITA’ PROPOSTE :
1) “Educare alle emozioni”
Il progetto si struttura in un incontro di 2-3 ore nelle classi prescelte con ostetrica e psicologo.
Questo progetto è temporaneo ed attivo solo in alcuni territori.
2) Preparazione alla visita guidata
Incontro con gli insegnanti per concordare i temi da svolgere nell’orario curricolare in alcune materie ( scienze, italiano)
3- Progetto W l'amore:
Il progetto segue le indicazioni di documenti e linee guida nazionali e internazionali (OMS 2010, UNESCO 2009, Guadagnare salute in adolescenza 2010). Vuole offrire ai ragazzi e alle ragazze delle scuole secondarie di primo grado la possibilità di affrontare con gli adulti di riferimento i temi legati alla crescita, alle relazioni, all’affettività e alla sessualità. L’obiettivo è promuovere la salute e il benessere psicologico e relazionale dei preadolescenti, per aiutarli a vivere in modo consapevole e rispettoso di sé e degli altri le proprie emozioni e relazioni, favorendo l'assertività ed il pensiero critico come base delle scelte che verranno fatte in ambito interpersonale e sessuale.

Questa modalità, attiva da 5 anni in Romagna, ha mostrato di coinvolgere i ragazzi e le famiglie in modo estremamente positivo, portando anche alla realizzazione da parte degli studenti stessi di prodotti di comunicazione di grande freschezza e fruibilità, stimolati da un concorso regionale, che verranno messi a disposizione di tutti tramite le risorse web (sito ‘www.wlamore.it ). Nonostante iniziali resistenze emerse in alcuni territori, la validità del progetto è testimoniata dalla continuità con cui diversi istituti lo ripropongono, dal gradimento da parte degli insegnanti e delle famiglie afferenti a tali istituti, dal successo del concorso lanciato dalla Regione.
Metodologia
- lavoro con gli insegnanti: sono previsti quattro incontri formativi per un totale di circa 12 ore. Nei primi incontri è prevista la formazione sulprogetto, la presentazione del materiale e la discussione tra l’équipe di lavoro dell’AUSL e gli insegnanti. Nei successivi incontri si procederà alla verifica in itinere e finale del progetto.

- lavoro con gli alunni/studenti: il progetto si articola in cinque unità didattiche che, tramite una metodologia attiva, mirano a coinvolgere direttamente gli studenti e a farli riflettere e confrontare su diverse tematiche quali le trasformazioni corporee, i ruoli sessuali, l'innamoramento, la sessualità, la pornografia, la violenza sessuale, le infezioni sessualmente trasmissibili ecc.. Le prime quattro unità vengono svolte in classe dagli insegnanti, mentre la quinta viene svolta dagli operatori sanitari (ginecologo, ostetrica, psicologa, assistente sanitaria ecc.) presso il Consultorio Giovani dell’Ausl.

- lavoro con i genitori: sono previsti alcuni incontri con i genitori per la presentazione del progetto e la formazione sulle tematiche dell’adolescenza e della sessualità.
Servizi dell’AUSL: Cosultori giovani
Enti /associazioni partners: Localmente si sviluppano collaborazioni con Comuni, Centri giovani, associazioni varie.
REF. aziendale per W L'AMORE Loretta Raffuzzi - loretta.raffuzzi@auslromagna.it

Cesena - Consultorio Giovani: -Piazza A. Magnani, 147 San Mauro in Valle - 47522 Cesena
-Via F.lli Bandiera, 15 - 47039 Savignano sul Rubicone
Chiara Casadei - chiara.casadei@auslromagna.it

Forli: Consultorio giovani - Via G. Saffi 18
Loretta Raffuzzi - loretta.raffuzzi@auslromagna.it 0543/731142
Patrizia D’Aprile - patrizia.daprile@auslromagna.it 0543/731135

Ravenna ( Ravenna, Lugo, Faenza)
Distretto di Ravenna: Consultorio Giovani Ravenna- via Pola, 15
Ost Rebecchi - donatella.rebecchi@auslromagna.it 0544/287233 fax 0544/287214
Distretto di Lugo: via Masi, 22
Ost. Pederzini - serena.pederzini@auslromagna.it tel 339/2637799 fax 0545/213944
Distretto Faenza : Consultorio Giovani Faenza via della Costituzione 38
Ost. Ragazzini - susanna.ragazzini@auslromagna.it 334-6705965

Rimini (Rimini, Riccione)
Rimini - Spazio Giovani: Via XXIII Settembre,120 Via S.Miniato, 16
Riccione - Salute Donna Infanzia e Adolescenza - 0541-747607, fax 0541-747618
Maria Eufemia Maniello mariaeufemia.manniello@auslromagna.it 0541/747600