Proposte formative per le scuole per la promozione della salute e della cultura della sicurezza
Email Stampa

Progetto

2018-19
Guadagnare salute: fumo, alcol, alimentazione, attività fisica.
  • Docenti
  • Studenti
  • Infanzia
  • Cesena
Insegnanti e bambini della scuola dell’infanzia.
Negli ultimi 30 anni si sono verificati profondi cambiamenti nel nostro stile di vita con un’aumentata frequenza nella popolazione di abitudini sedentarie, riduzione dei livelli di attività fisica e abitudini alimentari scorrette. Parallelamente abbiamo assistito ad un drammatico aumento della prevalenza di sovrappeso/obesità in tutte le fasce di età a partire dall’infanzia. I primi anni di vita rappresentano un’età critica in termini di salute pubblica perché è in tale periodo che prendono origine e si consolidano abitudini di vita virtuose o a rischio che persistono nel tempo. Pertanto gli interventi di promozione di stili di vita sani, per essere più efficaci, devono coinvolgere attivamente e in primis la famiglia dal momento che i piccoli apprendono precocemente le loro abitudini attraverso l’osservazione e l’imitazione di ciò che vedono fare ai genitori. Un altro campo d’azione strategico è rappresentato dalla scuola d’infanzia grazie al ruolo di rinforzo educativo esercitato dagli insegnanti e al fatto che è frequentata da circa il 90% dei bambini di 3-5 anni di età i quali vi trascorrono generalmente la maggior parte della loro giornata (?8 ore al giorno).

Riferimento al PLA Ausl Romagna: scheda 5.1
Il codice 5210 identifica i 4 obiettivi specifici di salute di seguito riportati:
5= consumare 5 porzioni al giorno di frutta e verdura
2= permettere ai bambini di esercitare 2 o più ore al giorno (come media giornaliera calcolata nell’arco di una settimana di gioco attivo all'aperto
1= limitare l'esposizione allo schermo, TV/DVD/video giochi a un'ora al giorno e senza superare il limite di 8 ore complessive settimanali (media giornaliere di 60-70 minuti)
0= astenersi dal consumo di bevande zuccherate
• Lavoro con gli insegnanti:
sono previsti due incontri formativi pomeridiani di circa due ore ciascuno. Nel primo è prevista la formazione sulla tematica, la presentazione del progetto e la discussione tra l’equipe di lavoro dell’AUSL e gli insegnanti. Nel secondo incontro si procederà alla verifica finale del progetto e al confronto sui possibili miglioramenti da introdurre nel successivo anno scolastico.

• Lavoro con gli alunni/studenti:
verrà fornito un manuale che raccoglie diverse proposte didattiche che l’insegnante potrà attivare a scuola. Si dovrà scegliere uno o più azioni per ogni obiettivo 5210.

Servizi dell'Ausl:
Dipartimento Salute Donna Infanzia e Adolescenza - Pediatria di Comunità - Cesena, Servizio di Dietetica U.O. Pediatria e Consultorio Familiare - Cesena.
Maurizio Iaia (Pediatra - Pediatria di Comunità - Cesena) e-mail: maurizio.iaia@auslromagna.it Melissa Pasini, Antonella Burnazzi (Dietiste - Servi U.O. Pediatria e Consultorio Familiare - Cesena) tel. 0547 394208 - 394295 melissa.pasini@auslromagna.it