Descrizione del Progetto

 La promozione della salute nei luoghi di lavoro (Workplace Health Promotion - WHP) è definita dall'Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro come la combinazione degli sforzi congiunti realizzati da datori di lavoro, lavoratori, medici, operatori sanitari e Istituzioni per migliorare la salute ed il benessere delle persone nei luoghi di lavoro.Vi contribuiscono i seguenti fattori:
- miglioramento dell'organizzazione del lavoro e dell'ambiente di lavoro a cui possono contribuire alcune misure quali una maggiore flessibilità in termini di orari e luoghi di lavoro;
- disponibilità per i  lavoratori di opportunità di apprendimento permanente e di  partecipazione al miglioramento dell'organizzazione del loro lavoro e del loro ambiente lavorativo;
- possibilità di usufruire di spazi di socializzazione e di un ambiente di lavoro che promuova il benessere psicosociale;
- divieto  completo di fumo;
- incoraggiamento del personale a partecipare ad attività salutari quali attività ed eventi sportivi proposti e finanziati dal datore di lavoro che si può impegnare, anche  nel sostenere il benessere mentale, ad esempio attraverso consulenze esterne di tipo psicosociale in forma anonima e sedute per combattere lo stress;  
- promozione di scelte sane quali una corretta alimentazione e una diminuzione del consumo di alcol, l'adesione a  programmi per smettere di fumare; 
- incoraggiamento alla crescita personale. 
 
Il punto di intervento privilegiato finalizzato alla modifica dello stato di salute dal punto di vista preventivo è rappresentato dai comportamenti individuali che determinano i cosiddetti "stili di vita". Quelli che incidono maggiormente sul carico collettivo di malattie e disabilità sono: l'abitudine tabagica, l'abuso di alcol, l'alimentazione non corretta e l'inattività fisica.
La Promozione della Salute nei luoghi di lavoro ha, quindi, l'obiettivo di prevenire o modificare quei comportamenti nocivi che costituiscono i principali fattori di rischio per le malattie croniche più frequenti (malattie cardiovascolari, tumori, malattie respiratorie, diabete). Si è verificato che in letteratura sempre più frequentemente sono riscontrabili evidenze sul fatto che l'integrazione delle pratiche di prevenzione e sicurezza occupazionali con programmi di promozione della salute incrementi l'efficacia della tutela della salute dei lavoratori nel suo complesso.
 
Questo progetto riserva un ruolo attivo al Medico competente nell'orientare i lavoratori verso scelte e comportamenti favorevoli alla salute e nel contrastare stili di vita dannosi quali quelli sopra richiamati e ai soggetti aziendali della prevenzione per la realizzazione di interventi di miglioramento globale del contesto lavorativo, coniugando l'ottica tradizionale di rispetto della normativa specifica di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori con l'ottica di promozione della salute.