Se state organizzando un viaggio e volete portare con voi il vostro cane, il gatto o il furetto, dal 1° ottobre 2004 occorre un apposito passaporto.

Il documento, valido per viaggiare negli Stati dell'Unione Europea, è stato introdotto da un regolamento comunitario e ha lo scopo di diminuire i rischi sanitari legati alla circolazione di animali da compagnia, come la diffusione di malattie infettive come la rabbia. Viene rilasciato dal Servizio veterinario dell'Ausl dopo l'iscrizione all'anagrafe canina.

Cani, gatti e furetti devono avere il microchip ed essere vaccinati contro la rabbia. Per gli animali di altra specie e per gli spostamenti extracomunitari valgono ancora le altre norme vigenti.