images/headers/striscia_sfondo_A4.jpg

La legge 210/92 (art. 1) prevede un riconoscimento economico a favore di soggetti danneggiati irreversibilmente da complicazioni insorte a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni di sangue e somministrazione di emoderivati.

Nel dettaglio i beneficiari sono:

• Persone che hanno riportato lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente dell'integrità psicofisica a seguito di: vaccinazioni obbligatorie per legge o per ordinanza di una autorità sanitaria; vaccinazioni non obbligatorie ma effettuate per motivi di lavoro o per incarichi d'ufficio o per poter accedere ad uno stato estero; vaccinazioni non obbligatorie ma effettuate in soggetti a rischio operanti in strutture sanitarie ospedaliere; vaccinazione antipoliomielitica non obbligatoria nel periodo di vigenza della legge 30 luglio 1959, n. 695 (L. 14 ottobre 1999, n. 362, art. 3, c. 3);

• Persone non vaccinate che hanno riportato, a seguito ed in conseguenza di contatto con persona vaccinata, lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente dell'integrità psico-fisica;

• Persone contagiate da virus HIV o da virus dell'epatite a seguito di somministrazione di sangue o suoi derivati, sia periodica (ad es. soggetti affetti da emofilia, talassemia, ecc.) sia occasionale (ad es. in occasione di intervento chirurgico, ecc.);

• Personale sanitario di ogni ordine e grado che abbia contratto l'infezione da HIV durante il servizio, a seguito di contatto diretto con sangue o suoi derivati provenienti da soggetti affetti da infezione da HIV.

• Persone che risultino contagiate da HIV o da epatiti virali dal proprio coniuge appartenente ad una delle categorie di persone sopra indicate e per le quali sia già stato riconosciuto il diritto all'indennizzo ai sensi della legge 210/92, nonché i figli dei medesimi contagiati durante la gestazione (art. 2, comma 7, L. 210/92);

• Gli eredi di persona danneggiata che, dopo aver presentato la domanda in vita, muoia prima di percepire l'indennizzo;

• Parenti aventi diritto (nell'ordine: il coniuge, i figli, i genitori, i fratelli minorenni, i fratelli maggiorenni), dietro specifica domanda, qualora a causa delle vaccinazioni o delle infermità previste dalla L. 210/92 sia derivata la morte del danneggiato. Gli aventi diritto possono optare fra un assegno reversibile per 15 anni o un assegno una tantum.

Indennizzo per danni da vaccinazioni e trasfusioni

Indennizzo per danni da vaccinazioni e trasfusioni

Categoria
sanità pubblica/medicina legale/parere
Keywords
vaccinazioni,trasfusioni,esenzione,danni irreversibili,somministrazione emoderivati,indennizzo
Codice NV
190/3152845
Chi ritenga di aver subito un danno a causa di una vaccinazione o di una trasfusione può presentare domanda alla Medicina legale dell'Azienda Usl di residenza, per ottenere l'eventuale indennizzo.
Il termine di tempo per la presentazione della domanda, dal momento in cui l'interessato ha avuto conoscenza del danno, è di 3 anni nei casi di danni da vaccinazione o da trasfusione, di 10 anni nei casi di infezione da HIV.
Il riconoscimento dell'indennizzo dà diritto all'esenzione dal ticket, relativamente agli accertamenti diagnostici e alle cure riferiti al danno subito.
Che cosa serve
domanda scritta; documentazione clinica
Normativa di riferimento
legge 210/92 e successive integrazioni

Dove rivolgersi

Cesena: Medicina legale e Gestione del rischio

logo sistema sanitario regionale emilia-romagna
58616/6646/3166879
5/Reparto/U.O./Struttura
Direttore
dott. Donata Dal Monte
Info & Orari
Accesso
Su prenotazione
Prenotazione

Recandosi presso il luogo di erogazione negli orari indicati

Informazioni
Nei pressi si trova la stazione FFSS e la stazione autobus anche con linee per il forese ed extraurbane
Apertura al pubblico
lun: 8.30-11.30
Contatti
Email
medlesegreteria.ra@auslromagna.it
Informazioni
mer e gio 11 30 12 30
Indirizzo
Indirizzo
corso Cavour, 180 47521 Cesena
Autobus
Linee 3, 21, molte altre alla fermata della Stazione FF.SS.
Verificate fermate, orari e tariffe sul sito di Start Romagna
Parcheggio
Sul retro dell'edificio (adiacenze Hotel Casali) parcheggio gratuito.In corso Cavour parcheggio a pagamento. Adiacenze stazione FF.SS. parcheggio a pagamento.

Forlì: Medicina legale

logo sistema sanitario regionale emilia-romagna
58527/5918/3166795
5/Reparto/U.O./Struttura
485
Direttore
dott. Donata Dal Monte
Info & Orari
Accesso
Su prenotazione
Prenotazione

Recandosi presso il luogo di erogazione negli orari indicati

Telefonando presso il luogo di erogazione nel numero indicato.

Informazioni
La documentazione sarà inviata alla CMO (Commissione Medica Ospedaliera) di Chieti che provvederà a convocare l'interessato per visita medica e ad inviare, successivamente, copia della relazione con relativo giudizio.
Apertura al pubblico
da lun a ven: 8.00-13.00
Per informazioni
da lun a ven: 8.00-13.00
Prenotazione
da lun a ven: 8.00-13.00
Contatti
Fax
Prenotazione
Informazioni
Disdetta prenotazione
Indirizzo
Indirizzo
via Carlo Forlanini, 34 47121 Forlì

 [Padiglione Valsalva]

Autobus
Linee 2, 3.
Verificate fermate, orari e tariffe sul sito di Start Romagna
Parcheggio
Area Pierantoni (gratuito)

Ravenna: Medicina Legale e Gestione del Rischio

logo sistema sanitario regionale emilia-romagna
57204/2570/3165633
5/Reparto/U.O./Struttura
Direttore
dott. Donata Dal Monte
Indirizzo
Indirizzo
Via Missiroli, 10 48121 Ravenna
Autobus
Verificate fermate, orari e tariffe sul sito di Start Romagna