images/headers/striscia_sfondo_A4.jpg


Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19

I vaccini vengono offerti gratuitamente a tutta la popolazione secondo un ordine di priorità che tiene conto della disponibilità di vaccini e del rischio di malattia nel rispetto del piano vaccinale della Regione Emilia Romagna.

E' possibile monitorare l'andamento delle vaccinazioni ai soggetti previsti nel piano sul sito apposito predisposto dalla Regione Emilia-Romagna

Categorie di soggetti che, ad oggi, sono stati vaccinati o possono prenotare la vaccinazione:

Operatori sanitari

Coinvolti nel primo step vaccinale, hanno ricevuto una mail di invito tramite un sistema informatizzato di prenotazione o sono stati vaccinati sul posto di lavoro ( operatori delle RSA ). In particolare la vaccinazione riguarda :

  • Tutto il personale operante all’interno degli ospedali pubblici e privati, sia sanitario sia sociosanitario, sia operante a qualsiasi titolo in ospedale, compresi gli amministrativi che operano stabilmente all’interno dei presidi pubblici e privati
  • Dipendenti universitari che operano stabilmente all’interno del presidio ospedaliero
  • Specializzandi che effettuano il loro percorso formativo all’interno dei presidi ospedalieri e studenti dei corsi di laurea sanitari che effettuano tirocinio all’interno del presidio ospedaliero
  • Dipendenti delle Aziende che operano in regime di appalto all’interno dei presidi ospedalieri. ( Inteso solo gli operatori che hanno una frequentazione continua all’interno dei presidi)
  • Personale e volontari che operano nel sistema di emergenza territoriale e per i trasporti interospedalieri. Addetti ai bar interni all’ospedale
  • Volontari che operano stabilmente all’interno del presidio ospedaliero
  • Sacerdoti, insegnanti, personale delle Forze dell’Ordine che operano stabilmente all’interno dei presidi ospedalieri
  • Operatori e ospiti delle strutture socio assistenziali per anziani, comprese le case famiglia
  • Operatori sanitari dei servizi ambulatoriali territoriali pubblici, MMG e PLS compresi gli infermieri che collaborano nei loro studi.
  • Medici di continuità assistenziale
  • Specialisti convenzionati
  • Farmacisti
  • Odontoiatri , igienisti dentali e assistenti alla poltrona;
  • Medici libero professionisti

Anche al personale iscritto agli Ordini Professionali, afferente alle professioni sanitarie che esercita la propria attività in libera professione è stata inviata la comunicazione con le credenziali per iscriversi al portale dell’Azienda e prenotare la seduta vaccinale, sulla base degli elenchi pervenuti dai rispettivi Ordini Professionali.

Gli assistenti di studio dei medici di Medicina generale e dei Pediatri di Libera Scelta, vengono inseriti nel portale di prenotazione dell’Azienda  e ricevono la relativa mail di invito, man mano che gli elenchi sono resi disponibili, così come il personale degli ambulatori/laboratori privati anche non accreditati.

Personale scolastico

Si intendono gli operatori scolastici delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private parificate, dei servizi educativi 0-3 anni, degli enti di formazione professionale che erogano i percorsi di Istruzione e formazione professionale, di età pari o inferiore a 64 anni e 364 giorni.
Le modalità di prenotazione e l'organizzazione delle sedute vaccinali nei confronti degli assistiti che si sono rivolti al proprio medico è demandata al singolo Nucleo di Cure Primarie ; la vaccinazione può avvenire nel singolo ambulatorio del Medico di Famiglia (MMG) o nella medicina di gruppo o nell'ambito della sede di Nucleo. Le persone aventi diritto, dopo aver ricevuto l’appuntamento dal proprio medico con la data della somministrazione, dovranno presentarsi munite di autocertificazione e scheda anamnestica già compilate.

La modulistica è scaricabile a questo link.

Forze dell’ordine

Sono iniziate nei 4 punti provinciali ( Ravenna-Pala de Andrè. Forli, Cesena e Rimini-fiera) le somministrazioni al personale delle Forze dell’Ordine, che proseguirà nei prossimi giorni fino ad esaurimento. Sono coinvolte le persone appartenenti ai Corpi di Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco, Polizia Locale, Capitaneria di Porto e personale afferente alle Prefetture.

Over 70 (nati dal 1947 al 1951)

Tutti gli aventi diritto si possono prenotare, senza prescrizione medica, scegliendo tra queste modalità:

All’atto della prenotazione viene dato l’appuntamento con giorno, ora e luogo per la somministrazione della prima e della seconda dose (richiamo). Verrà inoltre rilasciato il pdf modulo della scheda anamnestica (494 KB) per raccogliere le informazioni sullo stato di salute e le malattie pregresse, che dovrà essere compilata dall’utente (con il supporto eventuale di un familiare) e consegnata al momento della vaccinazione. Le persone che prenoteranno attraverso il servizio di Cuptel, potranno scaricare la pdf scheda anamnestica direttamente da questo link (494 KB)

Il giorno dell’appuntamento è necessario portare con sé, oltre alla tessera sanitaria e al documento di identità, anche pdf la scheda anamnestica (494 KB)  consegnata al momento della prenotazione o scaricata da questo sito, compilata e firmata.

Anziani in assistenza domiciliare

L’Azienda sta già recandosi a casa delle persone in Assistenza domiciliare per somministrare il vaccino. Il cittadino impossibilitato a recarsi nelle sedi vaccinali non deve preoccuparsi, perché sarà direttamente contattato dall’Azienda, a cui i medici di medicina generale forniranno i nominativi.

Persone estremamente vulnerabili

L’Ausl Romagna ha già provveduto, attraverso l’organizzazione di sedute straordinarie, alla somministrazione del vaccino alle persone dializzate, ai soggetti che hanno effettuato il trapianto renale e ai pazienti nefropatici immunodepressi (583 pazienti). Le persone coinvolte sono state reclutate direttamente dalle U.O. di Nefrologia e le sedute , quasi ultimate su tutti i territori, si sono svolte all’interno degli ospedali, coadiuvate dal supporto del personale medico e infermieristico delle Unità Operative di Nefrologia. Sabato 20 marzo e domenica 21 marzo inoltre sono state organizzate nelle quattro principali sedi vaccinali della Romagna (Fiera di Cesena, Fiera di Forlì, Pala De Andrè a Ravenna e Fiera di Rimini) le sedute per la somministrazione del vaccino a 124 persone affette da talassemia e fibrosi cistica reclutate direttamente dalle Unità Operative di Medicina Trasfusionale dell’Azienda e dal Centro Regionale Fibrosi Cistica che ha sede all’ospedale Bufalini.

Per quanto riguarda le altre tipologie di pazienti rientranti nella categoria di “estremamente vulnerabili” a causa della presenza di importanti patologie, saranno contattati, sulla base degli elenchi forniti dalla Regione, direttamente dall’Azienda attraverso un SMS che li invita a prenotarsi a partire da lunedì 22 marzo scegliendo tra le modalità consuete, ovvero:

Non riceveranno SMS da Ausl Romagna le persone che si erano già prenotate per fascia di età e non dovranno riprenotarsi, anche se rientranti in questa categoria.

Dovranno presentarsi direttamente al punto vaccinale nella giornata e orario indicato e sarà il medico, presente nel punto vaccinale, a stabilire, sulla base della scheda anamnestica, se la persona è compresa nelle patologie indicate e, di conseguenza ad indicare il vaccino da somministrare.

Chi sono gli "estremamente vulnerabili" ?

Gli appartenenti a questa categoria sono stati individuati dal Comitato scientifico nazionale (Cts) attraverso un confronto con società scientifiche di riferimento. Ne fanno parte persone con particolari fragilità dovute a specifiche patologie valutate come particolarmente critiche, poiché correlate al tasso di letalità associata a Covid-19 per danno d’organo preesistente o compromessa capacità di risposta immunitaria all’infezione da SARS-CoV-2. Si tratta, nello specifico di tutti i soggetti appartenenti alle categorie indicate in Tabella 3 nelle Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19 rilasciate dal Ministero della Salute nell'ambito del Piano strategico nazionale per la vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19.

Una parte di tali tali soggetti (circa 60.000) sono stati identificati direttamente dall'Assessorato alla Sanità della Regione Emilia Romagna attraverso l'incrocio di varie banche dati sanitarie e amministrative. Per un’altra parte dei soggetti affetti dalle patologie di cui alla tabella ma non presenti nell’elenco regionale, è in corso l’identificazione tramite i Dipartimenti ospedalieri della nostra Azienda, che stanno provvedendo a definire gli elenchi dei pazienti in carico (in particolare per le condizioni patologiche afferenti alle discipline di cardiologia, oncologia, ematologia, neurologia, infettivologia e diabetologia; i pazienti dializzati sono stati già vaccinati).

Nelle situazioni rientranti nelle categorie indicate ma di difficile identificazione, il Medico di Famiglia ( MMG ) potrà segnalare al nucleo vaccinale il nominativo del paziente "estremamente vulnerabile" tramite una apposita piattaforma informatica.

Disabili

Dopo aver provveduto al completamento in tutti gli ambiti della somministrazione del vaccino ai gravi disabili al domicilio, entro questa settimana sarà ultimata per questa tipologia di utenti anche la vaccinazione nelle strutture semi residenziali e residenziali.

Per le persone in carico ai servizi sociali territoriali ai sensi della Legge 104/1992 art. 3 comma 3 con disabilità intellettiva congenita, paralisi cerebrali infantili (pari a circa 600 complessivamente su tutto il territorio Aziendale) e con Sindrome di Down che vivono al domicilio (pari a oltre una cinquantina) sono partite le somministrazioni ed entro il prossimo fine settimana si prevede di terminare le vaccinazioni.

Sono inoltre già state programmate presso le sedi provinciali anche le sedute riservate gli operatori che operano nei Centri Socio Riabilitativi Residenziali, Centri Diurni e socio-occupazionali e gruppi appartamento che ospitano persone disabili. Si sta dando quindi priorità a questa tipologia di persone per poi proseguire nel rispetto delle disabilità secondo quanto previsto dal piano Nazionale e compatibilmente ai vaccini disponibili. 

Conviventi e caregiver

Hanno diritto alla somministrazione del vaccino dal proprio medico di medicina generale le persone che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto ai disabili gravi ( disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica) individuati ai sensi della legge 104/1992, art.3 comma3. Possono segnalare al Medico di Medicina Generale la propria disponibilità alla vaccinazione tramite una autocertificazione che possono scaricare folder da questo sito e compilare.

Le sedi vaccinali

Dove sono le sedi vaccinali in Ausl Romagna

Coloro che non vengono vaccinati a domicilio, in regime di ricovero o nell'ambulatorio del loro Medico di Base, troveranno sulla loro prenotazione l'indicazione di recarsi ad uno dei seguenti centri vaccinali

Ravenna
Ravenna - Pala De Andrè Viale Europa 1 (lunedì -domenica dalle ore 9 alle 19)
Distretto di Ravenna
Russi - Casa della Salute Piazza Farini 39
Cervia - Casa della Salute “San Giorgio” via Ospedale 17
S. Pietro In Vincoli - Casa della Salute via Pistocchi 41
Distretto di Faenza
Faenza - Fiera via Risorgimento 3
Castel Bolognese - Castel Bolognese - Casa della Salute "Valle Del Senio", Viale Roma 2
Distretto di Lugo
Lugo - Centro Sociale "il Tondo" via Lumagni 30
Alfonsine - Palazzo Marini via Roma 10
Cesena
Cesena - Fiera di Cesena via Dismano 3845 Pievesestina (lunedì - domenica dalle ore 9 alle 19)
Distretto Valle Savio
Bagno di Romagna - Sede Auser via della Solidarietà 1 - Fraz. S. Piero in Bagno
Mercato Saraceno - Sede Protezione Civile via della Liberazione
Distretto Rubicone
Savignano sul Rubicone - Seven Sporting Club via della Resistenza 31
Cesenatico - Piscina Comunale via Aurelio Saffi 181
Forlì
Forlì - Fiera via Punta di Ferro 2 (lunedì - domenica dalle ore 9 alle 19)
Distretto Forli
Santa Sofia - Teatro Comunale Piazza Garibaldi
Modigliana - Teatro dei Sozofili Piazza Berlinguer 22
Rocca San Casciano - Teatro Comunale via Saffi 8
Predappio - Via Guglielmo Marconi 13
Rimini
Rimini - Quartiere Fieristico Ingresso SUD - via Emilia 155 (lunedì - domenica dalle ore 9 alle 19)
Distretto Rimini
Santarcangelo - Centro Sociale Poggio Torriana via Costa del Macello 10
Bellaria - Palacongressi via Uso 1 - Igea Marina
Novafeltria - CRA via XXIV Maggio
Distretto Riccione
Riccione - Sede in via di allestimento
Cattolica - Centro Sociale Anziani (ex Bus Terminal) via Umbria 23
Morciano - Auditorium Padiglione Fieristico via XXV Luglio

Segnalazione eventi avversi

Come segnalare eventi avversi: la vaccinovigilanza

Un evento avverso a un vaccino (AEFI) è definito come qualsiasi manifestazione spiacevole che si verifica successivamente alla sua somministrazione, ma che non ha necessariamente un nesso di causalità con il vaccino stesso.

La vaccinovigilanza rappresenta, pertanto, uno strumento utile per monitorare l’uso sicuro dei vaccini, in quanto permette, anche dopo l’approvazione e l’immissione in commercio del medicinale, di controllarne costantemente efficacia e tollerabilità. Inoltre, essa permette di analizzare il rapporto rischio/beneficio di ogni vaccino e accertare che questo rapporto si mantenga favorevole nel corso del tempo.

Come effettuare una segnalazione di sospetta reazione avversa a farmaci e vaccini

Informazioni generali

Informazioni generali sul vaccino anti-covid

Risposte alle domande più frequenti

FAQ sul vaccino anti-covid

Report vaccini anti Covid-19

Come procede il piano vaccinale

In questi siti è possibile monitorare l'andamento delle vaccinazioni sia a livello nazionale che a livello regionale