images/headers/striscia_sfondo_A4.jpg
Stampa questa pagina

Coronavirus, come donare all'AUSL Romagna: ora anche con PayPal. I ringraziamenti del Direttore Generale

 
 
 
Vota questo articolo
(12 Voti)

La Direzione aziendale vuole rivolgere un sentito ringraziamento ai cittadini che si stanno facendo avanti per offrire contributi e donazioni per le strutture sanitarie e a coloro che stanno organizzando vere e proprie raccolte fondi. I relativi fondi saranno utilizzati per l'acquisizione di apparecchiature e dispositivi per l'assistenza ai malati, e sarà dato preciso riscontro dell'utilizzo di tutti i fondi pervenuti.

 

Donare denaro

Donare denaro

Chi desidera donare denaro direttamente all'Ausl Romagna può utilizzare le seguenti coordinate bancarie:

IBAN: IT34W0306913298100000300064 - Banca Intesa San Paolo

Intestato a: AZIENDA USL DELLA ROMAGNA

Causale: EMERGENZA SANITARIA CORONAVIRUS

oppure versare direttamente sul conto Paypal dell'AUSL della Romagna

 
 

precisando nella causale una eventuale motivazione per la donazione, oppure utilizzare l’allegato modulo MRPA38_01.

Le voci fondamentali da compilare sono:

  1. le generalità di chi effettua il versamento
  2. la somma
  3. l'indicazione della Unità Operativa alla quale la somma di denaro si vuole destinare oppure in generale all'Ospedale
  4. l'ambito territoriale dell'Unità Operativa o dell'Ospedale (es. Forlì, Cesena, Rimini, Ravenna ecc.)
  5. se si vuole destinare la somma ad un acquisto specifico oppure si lascia libera la decisione agli organi competenti dell'AUSL, in questo caso non c'è bisogno di indicare nulla.

ll modulo compilato dovrà essere inviato all' indirizzo: elisabetta.montesi@auslromagna.it 
E' stata aggiunta, in evidenza sul modulo, l'indicazione di specificare nella causale del versamento la dicitura "EMERGENZA SANITARIA CORONAVIRUS" per il monitoraggio della procedura di donazione. 

 

Donare beni

Donare beni

Chi invece intende donare beni può utilizzare il Modulo MRPA38_04 donazioni di beni.

Le voci fondamentali da compilare sono:

  1. generalità di chi dona
  2. il valore del bene donato 
  3. l'indicazione della Unità Operativa alla quale si vuole destinare
  4. l'ambito territoriale dell'Unità Operativa o dell'Ospedale (es. Forlì, Cesena, Rimini, Ravenna ecc.)
  5. eventuali schede tecniche e altre informazioni di ciò che si dona

E' stata aggiunta, in evidenza sul modulo, l'indicazione di specificare nella motivazione della donazione la dicitura "EMERGENZA SANITARIA CORONAVIRUS" per il monitoraggio della procedura di donazione. Il modulo compilato dovrà essere inviato  all'indirizzo inventario.alberghieri.fo@auslromagna.it o direttamente a giovanni.freschi@auslromagna.it e a davide.caspoli@auslromagna.it .
In caso di donazione di attrezzature sanitarie, il modulo con le schede tecniche possono essere anche anticipate al Dott. Stefano Sanniti  (email: stefano.sanniti@auslromagna.it)

Raccolte fondi

Raccolte fondi

Chi invece intende attivare raccolte fondi, o le abbia già attivate è pregato di contattare l'Azienda prima di attivare la campagna, per concordarne le modalità, utilizzando il seguente indirizzo di posta elettronica: elisabetta.montesi@auslromagna.it anche al fine di coordinare il lavoro e di cercare di evitare truffe.

A questo fine si precisa inoltre che l’Azienda non ha mai inviato, e non invia, persone al domicilio per richiedere donazioni per il Coronavirus ne per nient'altro. Eventuali iniziative illegali che fossero verificate saranno perseguite con la massima decisione.

Le campagne attive

Di seguito l'elenco, che sarà implementato in maniera continua, delle campagne che sono state comunicate all'Ausl.

Infine, nell'impossibilità di ringraziare tutti i donatori che stanno dimostrando grandissima solidarietà nei confronti dell'Azienda, dei suoi operatori e, per loro tramite, della cittadinanza, si rende noto che non appena possibile sarà istituito un "Albo d'Onore" pubblico, in cui sarà puntualmente rendicontata ogni donazione ed il relativo utilizzo.

Detraibilità fiscale delle donazioni

Detraibilita' fiscale delle donazioni

L’articolo 66 del D.L. 18/2020 (DECRETO SALVA ITALIA) ha introdotto un incentivo fiscale dedicato a chi effettua erogazioni liberali in denaro o in natura, per fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Per le erogazioni liberali in denaro o in natura effettuate nell’anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, spetta una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

Le erogazioni liberali in denaro o in natura a sostegno delle misure di contrasto all’emergenza epidemiologica da COVID-19 effettuate nell’anno 2020 dai soggetti titolari di reddito d’impresa sono deducibili nella misura del 100% nell'esercizio in cui sono effettuate, ai sensi dell’art.27 della L. 13/05/1999 n.133. Tali erogazioni sono deducibili anche ai fini Irap

Per le donazioni in denaro, da chiunque effettuate (imprese o privati), non sono necessarie ricevute fiscali o altri documenti rilasciati dall'ente beneficiario, che attestino il ricevimento della liberalità/donazione.

Per il soggetto che effettua l’erogazione è sufficiente che questa sia effettuata con l’impiego di mezzi tracciabili, per esempio bonifico, nei quali sia espressamente indicata la finalità delle erogazioni. 

Il ringraziamento del Direttore Generale Marcello Tonini

"Il vedere come tante persone, ditte, Istituzioni… si sono attivate per starci vicino in modo concreto in questa terribile situazione, è stata la cosa che ci ha dato più conforto. Nei momenti difficili  è normale sentirsi soli, ma voi avete attenuato questo sentimento con la vostra vicinanza. Purtroppo, vista la contingenza e vista anche la mole di donazioni, non siamo sempre riusciti a manifestarvi palesemente la nostra gratitudine. E allora con questo mio intervento vorrei ringraziarvi tutti, racchiudervi in un unico grande abbraccio, con una promessa. Non appena le circostanze lo consentiranno, manifesteremo in maniera concreta la nostra gratitudine, magari con un evento, o magari più di uno… Lo decideremo. Intanto stiamo lavorando ad un Albo d’Onore per ricordarvi tutti, da chi ha donato tanto a chi ha donato pochi euro in base alla proprie possibilità. Grazie”.

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 21 Maggio 2020 15:02
a cura della