Skip to main content

Grande successo per il convegno dell'Associazione Italiana Studio Pancreas svoltosi all'ospedale di Forlì

Vota questo articolo
(1 Vota)
Grande successo per il convegno dell'Associazione Italiana Studio Pancreas svoltosi all'ospedale di Forlì Grande successo per il convegno dell'Associazione Italiana Studio Pancreas svoltosi all'ospedale di Forlì

 

Oggi, presso la sala Pieratelli dell'ospedale Morgagni - Pierantoni di Forli, si è tenuto il corso nazionale dell'Associazione Italiana Studio Pancreas (AISP) dedicato alle lesioni cistiche pancreatiche e alla pancreatite cronica. 
Il corso è stato diretto dal Dr. Carlo Fabbri, direttore della UOC di Gastroenterologia di Forlì-Cesena che da due anni è parte del consiglio direttivo nazionale AISP e dal Dott. Gabriele Capurso dell'Istituto IRCCS San Raffaele di Milano, segretario europeo dell'AISP.
"Queste patologie - spiegano gli organizzatori- necessitano di una condivisione multiprofessionale dei percorsi e delle opzioni terapeutiche. Tra gli esperti presenti in aula il Prof. Giorgio Ercolani (Chirurgia Generale Ospedale Morgagni, Forlì), il prof. Alessandro Cucchetti (Chirurgia Generale Ospedale Morgagni, Forlì), il prof. Claudio Ricci (Chirurgia Generale Policlinico S. Orsola, Bologna), il dott. Luca Frassineti (IRST di Meldola) e la dott.ssa Emanuela Giampalma (Radiologia Ospedale Morgagni, Forlì). Si sono inoltre tenuti interventi a distanza con il Dr. Luca Barresi (ISMETT, Palermo), il dott. Alberto Larghi (Policlinico Gemelli, Roma), il dott. Stefano Francesco Crinò (Policlinico Borgo Roma, Istituto del Pancreas, Verona).
Tra i temi trattati il Registro Italiano di sorveglianza prospettica dei soggetti a rischio genetico di cancro del pancreas (IRFARPC), promosso da AISP ed attualmente attivo anche presso l'AUSL Romagna e l'IRST di Meldola.
Al congresso era presente anche il presidente nazionale AISP Prof. Massimo Falconi (Chirurgia Generale Istituto IRCCS San Raffaele, Milano).
"Durante il corso - proseguono - i corsisti hanno presentato casi clinici complessi per condividere scelte e indirizzi diagnostico terapeutiche. Inoltre sono stati effettuati casi in diretta dalla sala endoscopica tenuti dal Prof Massimiliano Mutignani (Azienda Ospedaliera Ca Granda, Niguarda, Milano) e dalla dot. ssa Cecilia Binda (Gastroenterologia Forlì-Cesena) con il supporto dell'equipe di anestesia forlivese, diretta dal Dr. Stefano Maitan.
I temi affrontati sono stati le lesioni cistiche del pancreas e la pancreatite cronica, entità clinicamente subdole ad elevato impatto epidemiologico. Queste degli entità prevedono la presa in carico presso ambulatori dedicati e tramite l'AISP si sta creando una rete nazionale di confronto in tale ambito, attraverso il coordinamento di alcuni giovani medici, tra i quali anche la dott.ssa Chiara Coluccio (Gastroenterologia Forlì-Cesena). Inoltre si stanno generando dei percorsi di diagnosi e cura per patologie ad alto impatto epidemiologico ,redatti attraverso il contributo del dott. Carlo Alberto Pacilio (Chirurgia Generale Ospedale Morgagni, Forlì) e della dott.ssa Monica Sbrancia (Gastroenterologia Forlì-Cesena)."

 

( Nella foto, da sx, Massimo Falconi, Gabriele Capurso, Carlo Fabbri e Massimiliano Mutignani.)

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 08 Giugno 2022 17:47 Modificato da:
a cura della

Cerca notizia

Archivio