Skip to main content

Dal Nepal al Centro grandi Ustionati della Romagna. Un giovane chirurgo in fellowship grazie ad Interethnos Interplast Italia

Pubblicato da:
Vota questo articolo
(3 Voti)
Nella foto, da sx, il dott. Melandri, il dottor Thapa, il prof. Morselli, presidente Interethnos Interplast Italia e la dott.ssa Pasini, membro del consiglio direttivo Interethnos Interplast Italia Nella foto, da sx, il dott. Melandri, il dottor Thapa, il prof. Morselli, presidente Interethnos Interplast Italia e la dott.ssa Pasini, membro del consiglio direttivo Interethnos Interplast Italia

 

 Da qualche giorno il dott. Anurag Singh Thapa, un chirurgo trentacinquenne in arrivo da Katmandu (Nepal), ha iniziato la sua fellowship presso il Centro Grandi ustionati della Romagna, grazie alla ODV Interethnos Interplast Italy.

“ Si tratta di un chirurgo trentacinquenne in arrivo da Katmandu (Nepal)- chiarisce la dottoressa Rossella Sgarzani, consigliere di Interethnos Interplast Italy, chirurgo plastico presso l’ospedale di Cesena e ricercatrice dell’Università di Bologna– E’ uno specializzando di Chirurgia Plastica all'ultimo anno presso la National Academy of Medical Sciences del Nepal ed ha vinto una fellowship della ODV Interethnos Interplast Italia per giovani chirurghi plastici da paesi in via di sviluppo . Il collega ha chiesto di poter essere ospitato al Centro Ustioni di Cesena per migliorare le sue competenze nella gestione del paziente ustionato, molto utili nel paese da cui proviene. Le ustioni sono un importante problema di salute pubblica in un paese a reddito medio-basso come il Nepal e rappresentano il 14% di tutte le cause di lesioni. La mortalità e la disabilità dovute a gravi ustioni hanno conseguenze devastanti. La mortalità per ustione varia dal 4,5 al 23 %,, ma si avvicina al 100 % per ustioni superiori al 40 %. L'inospitale terreno montuoso del Nepal rurale, dove risiede la maggior parte della popolazione, ha comportato un ritardo significativo nella rianimazione e nelle cure primarie per ustioni. Un'altra sfida è la mancanza di formazione, in particolare nella terapia di pazienti ustionati. La maggior parte dei pazienti ustionati in Nepal proviene da contesti socioeconomici bassi e il paziente è spesso l'unico capofamiglia. Questo comporta gravi conseguenze per la famiglia e per la comunità.”

“Il dottor Thapa - spiega il Dott. Davide Melandri, Direttore U.O. Centro Grandi Ustionati/Dermatologia di Cesena - ha iniziato in questi giorni la sua fellowship presso la nostra struttura che avrà una durata di tre mesi. L’esperienza è stata possibile grazie ad una convenzione stipulata dall’Ausl Romagna con l’ODV e si tratta del primo medico in formazione specialistica (specializzando) in Chirurgia Plastica dell'Ausl Romagna. Tutta la nostra équipe del Centro Ustioni e della Banca della Cute ha accolto con piacere la richiesta della Associazione Interplast Italy, che da anni si occupa della formazione attiva dei medici chirurghi nei paesi low income. Poter contribuire alla formazione di giovani chirurghi anche provenienti da paesi lontani che si occupano della assistenza alle persone ustionate, fragili e sofferenti fa parte dei doveri di chi si occupa di sanità, ma è anche un momento di scambio culturale e di crescita reciproca. E’ un collega colto, con una solida formazione medica e chirurgica, misurato, discreto e curioso nell’apprendere e in pochi giorni ha già iniziato a parlare un po’ di italiano.”

“La borsa di studio di Interethnos Interplast Italia – afferma il dottor Anurag Singh Thapa - mi ha concesso un'incredibile opportunità di visitare la struttura all'avanguardia per la cura delle ustioni dell'ospedale Maurizio Bufalini di Cesena – spiega il dottor Thapa - Sono estremamente grato al Professor Dr. Paolo Morselli, Presidente, Interethnos Interplast Italia, al Professor Dr. Davide Melandri, Direttore Centro Grandi Ustionati di Cesena, al. Dott.ssa Rossella Sgarzani, e a tutto il team del centro ustionati dell'Ospedale di Cesena per avermi dato il privilegio osservare la gestione globale delle ustioni nel centro di eccellenza, che è il reparto ustioni di Cesena. Proveniente da un paese in via di sviluppo a reddito medio-basso come il Nepal, dove le ustioni rappresentano un problema di salute pubblica significativo ma trascurato, è davvero meraviglioso far parte di un team dinamico e appassionato dedicato alla cura dei pazienti ustionati presso l'ospedale di Cesena. Il team è stato estremamente premuroso e paziente, fin da subito, nell'insegnarmi tutte le sfumature della cura delle ustioni.
Durante questa borsa di studio, spero di essere in grado di osservare e comprendere la gestione olistica dei pazienti gravemente ustionati. Voglio essere in grado di acquisire conoscenze e competenze relative ai progressi tecnici praticati in un centro di eccellenza come Cesena in modo da poterli adattare e tradurre in un contesto limitato di risorse quale è quello della sanità nepalese. Il Nepal ha circa 55000 ustioni ogni anno, che si verificano principalmente tra la popolazione a basso reddito. Lavorando nell'unico centro ustioni nepalese dedicato, ho capito quanto sia difficile la gestione delle ustioni. L'alto costo della cura delle ustioni e l'alto tasso di mortalità per ustioni in questo gruppo di popolazione vulnerabile ed emarginato ha avuto conseguenze devastanti non solo per le famiglie ma anche per il paese nel suo insieme. Questa borsa di studio mi aiuterà a servire ancora meglio questa popolazione emarginata apportando cambiamenti positivi nel mio ospedale e aiutando a migliorare l'esito delle ustioni in Nepal.”

 

Cerca notizia

Archivio