Skip to main content

Donata una Fiat Panda al Dipartimento di Cure Primarie. Sarà utilizzata per il progetto “Infermiere di Famiglia” attivo nel distretto di Lugo

Pubblicato da:
Vota questo articolo
(3 Voti)
Donata una Fiat Panda al Dipartimento di Cure Primarie. Sarà utilizzata per il progetto “Infermiere di Famiglia” attivo nel distretto di Lugo Donata una Fiat Panda al Dipartimento di Cure Primarie. Sarà utilizzata per il progetto “Infermiere di Famiglia” attivo nel distretto di Lugo

L’Associazione lughese Pro-Chirurgia ONLUS in collaborazione con LA BCCravennate, forlivese e imolese ha donato al Dipartimento Cure Primarie e Medicina di Comunità dell’AUSL della Romagna un’autovettura Fiat Panda per l’utilizzo nell’ambito del “Progetto Infermiere di Famiglia o Comunità” attivo nel Distretto di Lugo, sede locale di Voltana. Si tratta di un rilevante progetto che consentirà di prendere in carico pazienti con problematiche assistenziali croniche  e di indirizzarli nei setting appropriopriati di cura .

L’Associazione lughese Pro-Chirurgia ONLUS sin dal 1998 opera fattivamente in favore dell’Ospedale di Lugo soprattutto mediante l’acquisto di strumentazione che consentono di offrire all’utenza un servizio tecnologicamente avanzato. Grazie ai contributi ricevuti da molte imprese del territorio, da associazioni e da tantissimi privati cittadini,negli anni sono stati raccolti oltre 500.000,00 euro tramite i quali l’Ospedale di Lugo è stato dotato – ad esempio – della strumentazione “Mammotome” per la prevenzione del tumore al seno, di strumenti diagnostici e di arredo per il servizio di Pronto Soccorso, di Oculistica, di Endocrinologia e di Anestesia e di Anestesia e Rianimazione.

La donazione odierna è testimonianza di uno storico forte legame che unisce l’Associazione lughese Pro-Chirurgia ONLUS e LA BCC ravennate, forlivese e imolese, un istituto di credito legato al territorio e da sempre impegnato in meritorie attività benefiche.

“Sostenere il territorio – afferma Emanuela Bacchilega, Presidente del Comitato Locale di Lugo – è da sempre un nostro obiettivo primario. Un territorio dove non si lascia indietro nessuno, è un territorio in cui la comunità percepisce un livello maggiore di benessere, nel quale ognuno di noi vive meglio. Abbiamo messo in atto tantissime iniziative concrete per dimostrare ancora una volta che siamo vicini alle persone anche nei momenti più difficili, ringraziamo l’Ausl per il continuo presidio che svolge sul territorio”

"Ringraziamo sentitamente la BCC ravennate, forlivese ed imolese e l'Associazione Lughese Pro Chirurgia ONLUS, dichiara la dott.ssa Federica Boschi,  Direttrice Distretto Sanitario di Lugo, per aver compreso l'importanza strategica della figura dell'Infermiere di Famiglia o Comunità (IFoC) per la sanità del nostro territorio;l’infermiere di famiglia è uno delle figure centrali previste nel riordino dell'assistenza territoriale e, nello specifico si tratta di un elemento qualificante della  Casa della  Comunità di Voltana; la sua figura è stata introdotta dopo un attento studio dei bisogni della popolazione; si tratta di  una figura a cerniera tra l’utenza del territorio e la rete dei servizi sociosanitari integrati. Collabora con i Medici di Medicina Generale e con tutti gli operatori dei  servizi territoriali per la gestione integrata della popolazione fragile, secondo il paradigma della medicina di iniziativa; costituisce inoltre un punto di riferimento in termini di educazione sanitaria e prevenzione  promuovendo sani stili di vita sani atti a ridurre i fattori di rischio delle patologie più diffuse attraverso la presa in carico dei cittadini e delle loro famiglie. La donazione che riceviamo oggi a supporto del progetto conferma l'importanza di mettere in rete le risorse di comunità per progetti innovativi di sanità territoriale".

Cerca notizia

Archivio