Skip to main content

patrimonioartistico

La Vallata del Bidente ha abbracciato positivamente l’evento dell’undici giugno, organizzato dall’Ausl Romagna. La giornata ha dato vita ad una visita itinerante apertasi nella suggestiva cornice della chiesa del Santissimo Crocifisso o dell’Ospedale, dove è stato inaugurato l’undicesimo nucleo del Museo Diffuso dell’Ausl della Romagna. Uno scrigno che raccoglie le opere, commissionate a suo tempo, per l’assistenza meldolese. La seconda tappa si è svolta nell’area del castello di Cusercoli. Per l’occasione nel giardino del castello…
Pubblicato in Notizie dal sito
Sabato 11 giugno l’AUSL della Romagna inaugurerà l’undicesimo nucleo del Museo diffuso "La Cura Attraverso l’Arte": Programma completo - "La cura attraverso l’arte" nella vallata del Bidente pdf Il Museo diffuso dell’Arte Sanitaria Romagnola a Meldola (1.99 MB) La raccolta di storia sanitaria meldolese sarà custodita nella chiesa del Santissimo Crocifisso o dell’Ospedale che vantano una funzione ininterrotta dall’anno di fondazione fino al 1972. Le origini dell’Ospedale sono pressoché oscure. Il primo documento risale al…
Pubblicato in Notizie dal sito
Sabato 11 giugno dalle ore 9.30 “La Cura Attraverso l’Arte”, si trasformerà in un evento itinerante che unirà tutta la Vallata del Bidente in un unico appuntamento dedicato alla storia e all’arte che cura. L’evento, già annunciato al termine della seconda giornata di studio della Associazione Culturale Ospedali Storici Italiani (ACOSI), di cui l’Ausl Romagna ne è giovane socia, vedrà l’Ausl Romagna in collaborazione con i Comuni di Meldola, Civitella e Santa Sofia impegnata in…
Pubblicato in Notizie dal sito
Mercoledì, 01 Giugno 2022 13:56

L'Ospedale "Nefetti" per Santa Sofia - Forlì

Le prime notizie di insediamenti ospedalieri nel territorio di Santa Sofia risalgono al medioevo, ma solo dal XV secolo si avranno informazioni più precise riguardo i due hospitali del territorio: Santa Maria Nuova e del Gonfalone e della Misericordia. Nella notte tra il 19 e il 20 ottobre del 1768, un disastroso terremoto portò estese distruzioni nell'alta valle del Bidente e non risparmiò Santa Sofia. L'hospitale di Santa Maria Nuova subì danni notevoli, che portarono…
Pubblicato in Notizie dal sito
Nel 1452 Malatesta Novello, signore di Cesena, fu l’artefice del grande cambiamento nella storia ospedaliera cesenate unificando i vari ospedali della città e del contado in un unico ospedale denominato “maggiore”. Tra il 1776 e il 1795, nell’area ormai fatiscente dell’ospedale quattrocentesco del Ss Crocefisso, l’edificio fu “rifabbricato” su progetto dell’architetto milanese Agostino Azzolini. Il palazzo settecentesco OIR (Ospedale-Istituti Riuniti),che fu sede amministrativa dell’ex Ausl di Cesena fino al 2007, oggi è uno dei Palazzi…
Pubblicato in Notizie dal sito
Nella Forlì del XIV secolo, uno dei più importanti luoghi di assistenza della città era l’hospitale Domus Dei, chiamato anche Hospitale della Ca’di Dio che, al termine del processo di unificazione con gli istituti minori (1541), trasformò la sua denominazione in “Spedale Maggiore”. Nel primo decennio del Settecento, grazie a vari lasciti testamentari fu possibile costruire un nuovo Ospedale, più funzionale, su progetto dell’Arch. Giuseppe Merenda. Del progetto originario della Nuova Casa di Dio ci…
Pubblicato in Notizie dal sito
A Rimini, l’edificio che oggi ospita il Museo della Città, raccoglie uno dei nuclei più corposi del “Museo diffuso dell’Arte Sanitaria Romagnola”. L’immobile fu costruito come “Collegio” dei Gesuiti, su progetto dell’architetto Alfonso Torregiani tra il 1746 e il 1755. La Compagnia di Gesù, fondata da Sant’ Ignazio da Loyola, presente a Rimini dal 1527, fu soppressa nel 1773. Il “Collegio” passò al Seminario vescovile che, nel 1796, lo vendette ai Domenicani, ordine revocato pochi…
Pubblicato in Notizie dal sito
In prossimità delle feste, auguro buona Pasqua con una delle grandi opere visibili nel Museo diffuso dell’Arte Sanitaria Romagnola- Massa Lombarda(RA) La Resurrezione datata 1538 fu commissionata da Francesco d’Este, signore di Massa Lombarda, a ornamento della cappella della Confraternita del Santissimo Sacramento nella chiesa di San Paolo. La grande tavola rientra nella quadreria massese di proprietà dell’Azienda Usl della Romagna, costituita da una ventina di opere di significativi artisti locali, arricchite dalla pregevole “Caduta…
Pubblicato in Notizie dal sito
Il Nosocomio dedicato alla memoria di Sua Maestà Umberto I, inaugurato il 21 ottobre 1900, sostituì il vecchio Ospedale Infermi collocato nel centro della città. Il vecchio Ospedale, giudicato in varie occasioni obsoleto e non in grado di rispondere alle richieste della cittadinanza, indusse le autorità amministratrici del territorio lughese a recuperare la somma necessaria per la costruzione di un Ospedale capace di rispondere alle esigenze di una comunità in crescita. Per la realizzazione dell’opera…
Pubblicato in Notizie dal sito
Non molti sanno che la realizzazione dell'Ospedale “Santa Maria delle Croci” è il risultato di varie fasi di lavori iniziati alle porte del secondo conflitto mondiale. La necessità della costruzione di un nuovo Ospedale, trasferito temporaneamente dal Monastero di S. Giovanni all’Ospedale militare in via Nino Bixio, era emersa negli anni venti del novecento, spingendo il comune di Ravenna a bandire già nel 1935 un concorso nazionale, di cui risultò vincitore l'Architetto romano Domenico Sandri.…
Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio